Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'carbonio'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


City


Interests


IG


Strava


Feedback Mercatino


Website URL


Skype

  1. Ciao a tutti Vendo per conto di un amico telaio in carbonio Battaglin 3 cime Dovrebbe essere del2006 Geometria sloping 46x54 cc reale 53#55 cc virtuale circa Scatola MC Bsa Viene via con Serie sterzo fsa Reggisella carbonio 31.6 deda Pipa fusa alluminio chiusura carbonio Piega itm Wing carbonio/alluminio Collarino e fascetta x deragliatore Possibilità di ruote Mavic cosmic alluminio rocchetto per Shimano 10v (penso ci stiano anche 11) Oppure Fulcrum racing 4 rocchetto campagnolo 10/11v (senza pacco pignoni) Nessun segno particolare Prezzo ribassato a 300 era 400 con una coppia di ruote a scelta 200 era 300 kit telaio con tutte cose attaccate 100 era 150 solo coppia ruote Posso spedire nn ho idea dei costi nel caso accetto consigli Saluti
  2. Buongiorno, volevo sapere dove e a chi mi posso rivolgere per effettuare un ispezione di un telaio in carbonio in provincia di milano e/o zone limitrofe? Dopo incidente la bici (gravel) sembra essere intatta, ma ho il terrore che sia solo messa bene a livello estetico...e poi mi serve anche come valutazione anche nei confronti dell'assicurazione che nel caso metterei come risarcimento. grazie infinite
  3. Ciao, rieccomi, visto che non ho programmi di montare una bici nuova e devo fare spazio vendo la mia forcella carbo, stile alpina (ma con tolleranze molto più galera), rake dovrebbe essere 30. streetcred come se piovesse, no, non avete capito, seriamente, questa ha vissuto il ff dei tempi d'oro. 60€ io sono di Reggio, prossimo weekend sono alla SIUSKI a LIvorno, ma in generale ci si può sentire per evitare spedizioni moleste. in omaggio una prolunga sterzo.
  4. Cosa: telaio ridewill pista aero taglia 52+ forcella corsa in carbonio trek. quanto: 100€ + sped o ritiro a Milano Vendo perché è arrivata una nuova bici e vendo la mia da palo per recuperare lo spazio. Il telaio presenta graffi e molta vernice saltata e non ha mai preso botte da compromettere la struttura del telaio. il telaio è stato verniciato alla buona provvisoriamente ( aggrappante + bianco spray) in modo da poterlo sverniciare facilmente in un secondo momento per potergli regalare una verniciatura degna. Ovviamente non ho mai avuto voglia di farlo e la vernice è saltata solo a guardarlo. Quindi sappiate che o vi piace così oppure c’è da carteggiare e dare un colore. la forcella è stata verniciata molteplici volte a spray e anch’essa va carteggiata Altre foto qui:
  5. Come da titolo, vendo o scambio forcella carbonio 28” da ciclocross, per freni canti/V brake. Condizioni estetiche e strutturali eccellenti lunghezza cannotto oltre 20cm. Da 1 e 1/8. Vendo a 40€. Posso scambiare, ma solo con forcella mtb/cx da 26” per stesso tipo di freni e cannotto sempre da 1 e 1/8 con lunghezza più o meno simile ed in pari condizioni.
  6. vendo ruota anteriore in carbonio Ambrosio, copertoncino, con sgancio rapido.Ottime condizioni generali,gira bene anche se e' stata ferma per. anni.Pista frenante piu che buona.Non vedo crepe o altro. 150 euro spedita,ritiro a mano a FIrenze.
  7. ero tranquillo qua sul forum a cazzeggiare quando mi entra sto cliente con una vecchia Sirrus col reggi in carbonio completamente bloccato. giá provato i vari spray ma sembra non muoversi. addirittura si ruota la sella ed il suo attacco ma il reggi non si sposta di un nulla. idee?
  8. Un mio amico (non ammiocuggino 😅) si è cimentato nel montaggio di un MTB rigida con telaio in carbonio, qualcosa deve essere andata storta durante l'installazione della Guarnitura 🤣 e questo dopo l'utilizzo è il risultato. 😩 Mi ha chiesto se è riparabile, io non ho esperienza di telai in Carbonio, qualcuno qui ha qualche consiglio, nome di riparatori a cui indirizzarlo ? Grazie.
  9. Propongo le coppie di cover che se avete seguito la discussione https://www.fixedforum.it/forum/topic/102605-copriruote-lenticolari-in-carbonio-disc-cover/ conoscete bene Da prendere come riferimento la ruota anteriore lato dx, con coppia di cover intendo lato sx e dx di una singola ruota, la trama è come quella in foto sotto Compatibilità: Posso farle adatte a ruote da pista, da strada per freno a disco o per freno a cerchio, anteriori o posteriori (e chi più ne ha più ne metta) Peso di circa 270g per la coppia, montaggio tramite una specie di gomma adesiva e nastro isolante sul perimetro delle cover Prezzo: Le ho pubblicate su subito e facebook a 180€, per il forum le propongo a 150€ con possibilità di scendere ulteriormente accordandosi sul tessuto da usare Spedizione: per ora posso fare solo una manciata di cover motivo per cui al momento non valuto per nessun motivo la spedizione, solo ritiro a mano su Monza e Brianza o consegna in zona Milano Questo è un progetto per me importante al quale spero vogliate contribuire, al momento sono reperibili sul mercato cover in plastica al cui prezzo vanno aggiunti i dazi https://ezgains.co.uk/products/disc-cover-700c-1 Per altre info scrivetemi!
  10. Cerco ruota posteriore BLB Notorious 90, preferibilmente a Milano
  11. Ciao a tutti, eccomi con un altro progettino croccante (spero non sia croccante agli occhi della catena) Dopo una lunga e straziante attesa mi è arrivata la miche sei giorni oro da 67 denti, un bel mattone in alluminio pieno senza alleggerimenti strani che avrebbero complicato gli stampi e la disposizione delle fibre Prima di montarla però mi sono concentrato sul farne uno stampo e per fortuna è uscita intatta da questo primo step, tra l'altro è andata a finire che la miche non l'ho ancora montata Gli stampi li ho fatti bivalve in resina usando come cassaforma la teglia di una pizza, slurp La prima stampata che ho fatto è stata un flop, ho atteso troppo prima di chiudere lo stampo e anche una volta "pressato" lo stampo non si è chiuso, tra parentesi la mia pressa fai da te consisteva in una pila alta fino al soffitto di cianfrusaglie La seconda stampata è venuta decisamente meglio e lo stampo si è chiuso quasi del tutto Riassumendo le specifiche Miche/mia replica -Spessore al girobulloni 4/4.7 -Spessore base denti 3/3.4 -Spessore punta denti 2/2.2P -Peso 440/240 Queste incongruenze sulla pistard air portavano la corona a flettere in corrispondenza della pedivella (4 supporti poggiano su un lato della corona e 1 sul lato opposto), ma dopo aver carteggiato un po' intorno a quel foro sta su bella dritta e gira quasi perfetta I dentini sono venuti precisi tranne 4 metà, i denti stampati alla fine sono 67 su due lati (3 denti hanno lato sx con imperfezioni evidenti e due denti sul lato dx hanno delle bollicine d'aria, nessuno ha imperfezioni su entrambi i lati) Ho conosciuto un ragazzo che mi propone di provare a farne una infondendo la resina, è stato molto disponibile e mi metterebbe a disposizione le sue attrezzature ma per ora mi testo questa che ci ho messo su solo 50km Come sempre giù di commenti/critiche/opinioni!
  12. Ciao a tutti! Oggi vi presento un progettino che mi ha tenuto impegnato qualche tempo, un ragazzo che fa triathlon mi ha chiesto di fargli dei copriruote in carbonio visto che quelli in plastica disponibili sul mercato pesano 760g esclusi le viti di chiusura in metallo. Sono riuscito a ottenere questa coppia non perfettamente rifinita (sono i prototipi dei prototipi) che pesa 215g (con occhielli interni in carbonio e un paio di mani di trasparente spray) a cui vanno aggiunti circa 5-10g di fascette. Mi restano da risolvere delle problematiche perché le particolari chiusure che ho fatto rendono difficile spostare le cover su qualsiasi ruota in commercio ed in genere sono cover molto flessibili. Spero di ricevere tante domande e critiche per poter migliorare il risultato e condividere un po' di fai da te!
  13. Prima di cercare altrove provo a proporre qui che non si sa mai: Per un progetto legato al settore automotive cerco un fornitore affidabile che si occupi di lavorazione del carbonio (stampi, laminazione a freddo, finitura ecc), la ricerca si rivolge a chi ha un'azienda con comprovata esperienza sul campo (quindi no diy e lavorazioni home-made) 🙂 Meglio se in Lombardia ma va bene anche Piemonte, Veneto o nord Italia in generale. Se siete interessati o conoscete qualcuno fatemi sapere qui o in MP, ringrazio in anticipo se qualcuno risponderà.
  14. Il progetto inizia a prendere forma, così eccomi a inquinare le vostre tranquille giornate con questa discussione. Per una strana congiunzione astrale entro in possesso di un lotto di telai in carbonio rotti e componenti incidentati/danneggiati/usati. Valore stimato da nuovi? Incalcolabile, così inizio a dannarmi per capire cosa farmene da povero studente di ingegneria a tempo pieno, da anni seguo una pagina instagram di un signore che dopo anni passati nel settore si mette in proprio per produrre telai e altri oggetti in carbonio. Poi arriva uno spiraglio di luce, sono da anni appassionato di trike e f1 a pedali senza mai aver avuto né il primo né la seconda; dopo notti insonni mi imbatto nei video di un autocostruttore di bici reclinate. Preventivi per la riparazione? Avendo un lotto penso mi siano stati proposti prezzi di favore, si parlava di almeno 150€ per ciascun telaio nel caso della miglior offerta, 200€ per ciascuno, 500€, 800€... ...decido di buttare un po' di soldi (in caso di fallimento) per il materiale necessario a provare a lavorare un minimo il carbonio, a capirlo meglio (la teoria è bella e facile, la pratica è sporca e piena di insidie). Finalmente si arriva alla svolta, si spacchetta il primo telaio riparato, lo si guarda bene, ci si gira intorno e si pensa che, non avendo nulla da montarci sopra, sarebbe bello prenderlo a martellate o qualcosa del genere, per fortuna ci si ripensa, si decide di metterlo sdraiato (essendo le riparazione fatte al carro posteriore) e salire in piedi sul forcellino che alloggia la ruota posteriore, senza ruota montata... ...nessun segno di vita da parte del telaio, nessun crack, nessun movimento strano, solo una flessione impressionante del carro e il suono del cartone schiacciato dal forcellino dell'altro lato. Dopo aver creato una pagina instagram (la_carbonieria) ci contatta un ragazzo e ci chiede di riparargli il telaio (anche lui aveva ricevuto preventivi folli), specificandogli la nostra limitatissima esperienza e il fatto che non abbiamo potuto montare nessuno dei telai riparati decide comunque di procedere e offre il telaio come cavia per il montaggio e il drive test. Degli 8 telai fin'ora riparati due hanno presentato delle imperfezioni, in un caso molto gravi soprattutto estetiche(secondo tentativo di riparazione, comunque errore rimediabile carteggiando tutto il materiale applicato), nell'altro caso non così gravi (un paio di crack test salendo in piedi sul forcellino sono passati). Il settimo telaio riparato ha scricchiolato durante il quarto crack test eseguito sullo stesso telaio, confermando la supposizione che erano necessari dei rinforzi (telaio da corsa con carro sottilissimo, peso <950gr), in seguito al rinforzo e all'applicazione della finitura estetica ha sostenuto altri tre crack test brillantemente. Infine ho caricato una decina di telai in auto e mi sono recato da un professionista, produttore di telai in carbonio e riparatore chiedendogli un parere per i lavori già effettuati e per i futuri progetti; il suo parere sulle riparazioni è stato positivo, ridacchiava parecchio mentre gli facevo vedere il video del crack test ma sembrava davvero stupito dal risultato ottenuto con così poca esperienza, mi ha consigliato di non fermarmi. Perché questa discussione? Cerco persone con esperienza che vogliano confrontarsi, persone che abbiano fatto riparare dei loro pezzi e vogliano condividermi le condizioni attuali degli stessi con magari anche le pre-riparazione, cerco anche qualcuno che voglia mettermi a disposizione qualsiasi cosa in carbonio rotta... ...insomma fatemi sapere cosa ne pensate e se siete interessati! "Un telaio in carbonio rotto non si può riparare, certo, loro dicono così perché i loro telai sono monoscocca: uno riparato diventa un monoscocca con una pezza, due scocche."
  15. Non so se ne è già parlato, volevo sapere se avete esperienze dirette con i vari componenti in carbonio cinesi che sono venduti su Amazon (o anche aliexpress): selle, reggisella, pieghe, attacchi manubrio. Tralasciando i soliti discorsi: "se vuoi spaccarti i denti e bla bla". Cioè sono "validi"? al netto di non avere un marchio blasonato stampato sopra che ne "garantisce" la qualità, ma ne aumenta 3 volte tanto il prezzo? Sicuramente in china, dove vengono fatti il 99% dei telai e componenti, qualcosa di buono ci sarà pure no? Se avete esperienze positive, linkate.
  16. Eccomi finalmente a presentare in gallery la mia prima fissa con telaio in carbonio, specifico subito che il telaio me lo sono riparato in garage, consiglio di vedere la discussione "birra, foto e carbonio". PUBBLICITÀ: se siete interessati a progetti carboniosi ho una pagina Instagram, una TikTok e una YouTube (per tutti @la_carbonieria attenzione alla "i" dopo la "n") Componenti riciclati al 90% da un'altra fissa con telaio alu. Frameset: kuota kalibur 2011 (forse sì, forse no) ss: un po' un mix (Neco+Columbus, a breve anche fsa) mc: Miche evo max Sella: Selle Italia SLS Attacco: Pura Raza (AliExpress) Manubrio: 3T Aura Pro Pedivelle: Miche Pistard Air Ruote: Zipp firecrest 303-404, mozzi Miche Pista Tubolari: ant tufo elite ride 25, post tufo hi-conposite 24 Catena: KMC track gold Rapporto: corona Miche Advanced 58, pignone 17 Pedali: Shimano spd m-520 Che dire... Prime sensazioni positive nonostante qualche accorgimento di montaggio da migliorare specie per la serie sterzo e il reggisella fissato con l'aiuto dell'altissimo. A livello tecnico metterei dei pedali time xpresso, un pignone da 16 e un cuscinetto superiore ss diverso. A livello estetico rifarei gli adesivi bianchi Zipp e metterei una corona Sei Giorni da 63-64. Potrei ragionare sull'aggiungere delle specie di pinne aerodinamiche come vanno di moda sui telai triathlon moderni, avendo i fori freni liberi la modifica potrei farla reversibile avvitandole. Potrei ragionare sul realizzare un manubrio più carino e performante/comodo. Potrei ragionare sul fare dei copriruote aero o farmi direttamente delle ruote a razze/lenticolari. Potrei ragionare... Con calma. Dimenticavo di spiegare il titolo, l'anima mietuta sarà la mia dopo che cederà una riparazione. EDIT nuove foto a pagina 2 con pedali time, copriruote lenticolari ed expander reggisella fatti da me, foto complete su Instagram @la_carbonieria
  17. Ciao a tutti! Girando su internet mi sono imbattuto in un telaio in carbonio per bdc e mi piacerebbe fare questo progetto: trasformarlo in fixed! Siccome sono nuovo di questo mondo e non ho trovato nulla (se c’è qualcosa che non ho visto mi scuso) che parla delle seguenti cose: - il movimento centrale posso mantenere quello da corsa o ne devo prendere uno specifico? - posso montare una guarnitura fixed su un movimento centrale da corsa? - siccome in un futuro mi piacerebbe avere la reversibilità del tutto, se prendo ruote da corsa, posso montargli un corpetto fixed? O è meglio scegliere almeno al posteriore un cerchio specifico? grazie mille
  18. Ebbene sì, ci sono cascato, mi son fatto un Mielec. La storia è piuttosto travagliata, vi risparmierò i dettagli, ma alla fine alcune cose mi han fatto decidere di ordinare un modello simile a un altro che avevo visto su LFGSS, con misure e geometrie consigliate da Robert. Robert non è proprio un fenomeno riguardo la relazione con il pubblico, mi han fatto parecchio dannare le sue risposte a monosillabi che arrivavano sempre dopo qualche giorno. Sembrava che gli facessi un torto, ogni volta che gli scrivevo mi sentivo in colpa. Alla fine, dopo essersi dimenticato di dirmi che aveva spedito il pacco, è arrivato. Scarto l'imballaggio e trovo il telaio di un colore che non volevo. Probabilmente ci siamo intesi male, ma in quel momento stranamente ero felice lo stesso perché le geometrie del telaio mi piacevano e limature e congiunzioni erano rifinite meglio di quanto mi aspettassi. Ho lasciato il telaio ad un sabbiatore, che dopo un po' me l'ha restituito dicendo che non aveva nemmeno provato perché era verniciato troppo bene a polvere per sabbiarlo. Cambio sabbiatore che me lo sabbia in dieci minuti dicendo che non aveva mai visto una vernice venir via così in fretta. (Tuttora non so spiegarmi molto bene ) Poi ho cartato il telaio fino alla noia e adesso lo proteggo con trasparente bicomponente e preghierine. Intanto nei due mesi di attesa avevo fatto i miei conti e in un modo o nell'altro (una pazzia dopo l'altra) ero riuscito a trovare tutti i componenti a prezzi più o meno convenienti, permettendomi qualche spesa in più sulle ruote. Il telaio è ottimo, in strada si guida molto bene, è leggero e reattivo. Gli angoli del tubo sterzo non son tiratissimi (74°), ma permettono ampiamente lo slalom sui viali bolognesi senza rischio di incasinarsi con l'overlap, che davvero non avviene per due o tre millimetri. Ecco i componenti: Frame: Mielec, custom tubes, smooth welds 53x53 (57c-t), 1697g Fork: Nervesa Cicli Track Headset: Ritchey Comp V2 Crankset: Miche Advanced Pista Bottom Bracket: Miche Primato Pedals: Shimano M540 Cog: FixKin 17t ISO FixKin 16t ISO Chainring: Miche Advanced Pista 49t c3c in acciayo Chain: KMC HL710 Izumi Track Chain Handlebars: Decathlon Riser 420mm Stem: Cinelli Pista 100mm 3T Arx Pro 90mm Saddle: Selle Italia Qbik Flow Fizik Arione CX Kium Seatpost: Cinelli Vai 3T Palladio Pro Front Wheel: Mavic CXP12 su FixKin 36H raggiata in seconda con raggi Alpina, con copertoncini Vittoria Zaffiro Michelin Pro Race 4 Rear Wheel: Mavic CXP12 su FixKin ISO/Pista 36H raggiata in terza con raggi Alpina, con copertoncini Vittoria Zaffiro Lucine: LifeLine USB Led, devastanti. Qualche foto più recente: Com'era prima:
  19. Ciao a tutti, La premessa è che di carbonio e materiali non so niente, ma confido che qualcuno del forum possa darmi una dritta: un mio amico mi ha appena mandato questa foto del suo telaio Colnago V2-R, il danno è stato causato dalla piega di uno che gli è caduto sul carro posteriore, mentre erano fermi. Secondo voi è riparabile? Chi potrebbe farlo in Emilia Romagna? Somec? Allego foto de busso:
  20. Ciaone, Sono sempre stato fedele all' acciaio, alle vecchiette da pista, sta volta però volevo qualcosa differente. Puntando sul carbonio volevo qualcosa di particolare, beh.. per gusti personali penso ce l'abbia fatta. Questo telaio nasce pista, ma su richiesta dei clienti bianchi poteva facilmente essere trasformato in crono/strada, Infatti il tubo verticale ha lo scasso e le centrature per eventuali fori di fissaggio deragliatore, tubo obliquo con prefori borraccia, forcellini smontabili passando da pista battuta 120mm a strada 130mm. Bianchi pista D2 full Carbon 56x55 forcella Bianchi by Oval aero; serie sterzo FSA con spessori in carbonio e tappo sterzo campagnolo record; stem carbo-alu 100mm; riser no brand 600mm (provvisorio); canotto aero no brand 27.2; sella flite microforata; Pedali Time atac; ruota anteriore corima Carbon 12 raggi 40mm; ruota posteriore mozzo chub hub track 24 fori su cerchio carbo-alu no brand; catena miche; guarnitura campagnolo record 165 con mc in carbonio e corona campi da 50 denti; copertoncini continental ultra race 700x25. Il gattone ha già dato la sua opinione. P.S. Non sono un fotografo quindi abbiate pazienza.
  21. Ciao ragazzi, mi sto accingendo a montare un manubrio in carbonio ma non avendo la chiave dinamometrica ho un pó di paura a stringere le viti dello stem, non vorrei spaccare tutto. Ho provato anche a mettere del nastro isolante tra gli attacchi dello stem e il manubrio ma sipingendo sul il manubrio ruota, sicuramente per la presenza della colla del nastro isolante. Qualcuno sa dirmi piú o meno come regolarmi? Cheers.
  22. Estate 1994. Mario Valentini (se non sapete chi è guardate qui: https://www.tuttobiciweb.it/article/2017/05/12/101008/le-storie-del-figio-valentini-giuseppe-figimi-mario-vantini-paraciclismo) commissiona ad un giovane Dimitris Katsanis (se non sapete chi è guardate qui: https://www.theengineer.co.uk/cycling-engineer-dimitris-katsanis/ e anche qui: https://www.theguardian.com/sport/2008/aug/02/cycling.olympicgames2008) la realizzazione della nuova bicicletta per le gare di chilometro a cronometro di Gianluca Capitano (https://it.wikipedia.org/wiki/Gianluca_Capitano). Ne avrà bisogno per gareggiare al Mondiale di Ciclismo su Pista di Palermo che si terrà tra il 15 e il 20 Agosto. Dimistris è uno studente di Composites Engineering alla Plymouth University in Inghilterra, ma quando riceve la chiamata si trova ad Atene, sua città natale, per le vacanze estive. Decide quindi di fare telaio e forca lì dove si trova…non c’è tempo da perdere. Il materiale è la fibra di carbonio (tessuta e unidirezionale) mista a resina epossidica bicomponente che polimerizza a temperatura ambiente. L'indurimento a temperatura ambiente può andare bene in alcuni casi, ma se si desidera ottenere le massime proprietà meccaniche, è necessario post-polimerizzare la resina. La temperatura richiesta è di 70°C. Il problema è che ad Atene non ha a disposizione un forno abbastanza grande per inserire un telaio, ma questo telaio dovrà essere usato in una delle massime competizioni mondiali…si DEVE trovare un modo per eseguire la “cottura”. Pensa quindi alla cosa più semplice, ovvero a quanto fa caldo quando si trova in macchina sotto il sole. Mette un termometro nella sua auto (un Autobianchi Abarth) e vede che raggiunge i 70°C quando parcheggiata sotto il sole. Mette il telaio in macchina per un giorno…problema risolto. Ancora oggi la Plymouth University usa questa storia come esempio per raccontare ai propri studenti come sono iniziate le cose nei materiali compositi. Questo è stato il secondo telaio interamente in fibra di carbonio della Metron (l’azienda fondata da Katsanis). Gianluca Capitano ci si piazza al 9° posto nella gara di Chilometro a Cronometro ai Mondiali del ’94. La fonte di queste informazioni è Dimitris Katsanis stesso. Questa bicicletta viene utilizzata per diverse altre gare tra il ’94 e il ’96. Di seguito quelle di cui ho certezza: · Campionati Nazionali di Varese nel 1995 – 1° posto nella gara di Chilometro a Cronometro Video: https://www.youtube.com/watch?v=_LxQnyeSbck · Campionati Mondiali di Bogotà nel 1995 – Gara di Chilometro a Cronometro Video: https://www.youtube.com/watch?v=JWPTtBggyVs · Campionati Mondiali di Manchester nel 1996 – Gara di Chilometro a Cronometro Video: https://www.youtube.com/watch?v=c2G5pIT_TqQ · 6 giorni di Milano 1996 – Gara di Velocità a Squadre Video: https://www.youtube.com/watch?v=MjMzas63sho Sicuramente avrà corso altre gare, ma per il momento non ho trovato riscontro…la ricerca continua. La gara su cui mi sto concentrando di più nella mia ricerca è anche la più importante. Gianluca Capitano ha infatti partecipato anche alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996 nella gara di Chilometro a Cronometro (piazzandosi 15°). Considerando che poco meno di un mese dopo ha fatto i Mondiali di Manchester con la stessa bici, ne deduco l’abbia usata anche per le Olimpiadi, ma non riesco a trovare materiale foto/video. Dopo il 1996 ne perdo le tracce. Riappare circa 1 anno fa in vendita su internet. La vedo, mi piace e la compro. Né io, né il venditore sappiamo di cosa si tratta. Rimango nella mia beneamata ignoranza per diversi mesi, fino a quando non mi metto a cercare “Fir Margherita” su Google…che foto mi appare? Il mio telaio! Da lì in poi si è trattato solo di trovare i pezzi giusti e di restaurarlo. La cosa bella del restauro (completato da Pelizzoli) è stata che, grattando strato di vernice su strato di vernice, sono venuti fuori tutti i colori che si vedono nei video che ho linkato…in perfetto ordine cronologico. In questo restauro mi sono attenuto quanto più possibile alla foto che allego. L’unica libertà che mi sono preso è stata quella di utilizzare un gruppo Campagnolo C-Record, anziché il Gipiemme (?) ritratto. Di seguito la lista dei componenti: - Casco: Lo so, anni sbagliati. Dev'essere dell'84/'85, ma ci stava bene e quindi l'ho messo. - Telaio: Metron pista in fibra di carbonio (misura circa 55/56) con forcella in acciaio Columbus Max - Guarnitura: Campagnolo C-Record Pista (anno 1991) - Corona: Campagnolo C-Record Pista - Movimento centrale: Campagnolo C-Record Pista - Pedali: Campagnolo SGR-1 - Serie sterzo: Campagnolo C-Record - Pipa: Cinelli 2A pista - Manubrio: Cinelli Tempo - Nastro: Benotto - Appendici manubrio: Scott Clip-On Bar (si, anche a me ha fatto strano vederle su quella bici, ma pare fossero realizzate da 3TTT, quindi ci può stare) - Reggisella: Campagnolo C-Record versione corta - Sella: San Marco Rolls - Ruota anteriore: FIR Margherita in fibra di carbonio - Ruota posteriore: Fir Killing System pista in fibra di carbonio - Pignone: Campagnolo C-Record Pista - Contro-pignone: Campagnolo - Catena: non mi ricordo - Tubolari: Clement Gipsy
  23. Bianchi C4 Project Cronometro 28/26 Carbon Fibre Njc 1988. Colore Replica Livrea Team Gewiss 1987. La livrea iridata venne fatta per Moreno Argentin nel 1987 . Gruppo campagnolo. Lenticolari Ambrosio 700/650. Telaio cm 54/58 in base all arretramento/avanzamento del reggisella.
  24. MIhawk

    P Track Bomb

    Lo so non è domenica e un mezzo del genere merita la domenica per essere presentata al Forum, ma non stavo più nella pelle. Sono orgoglioso di presentarvi il regalo che la mia ragazza ha deciso di farmi a sorpresa, anche se a dirla tutta quando mi ha detto: "ti devo prendere le misure mi sono un poco insospettito" Un ringraziamento speciale alla mia meravigliosa ragazza e alle mani che hanno creato questo capolavoro Grazie @fraccazzo E ora sotto con la Lista Componenti: Telaio: Ferriveloci Modello P Forcella: Columbus Pista Guarnitura: Sram Omnium Corona: Aarn 49t Mozzi: Miche primato pista Ruote: Hplus Archetype Catena: Izumi Chain Serie Sterzo: Cane Creek Zero Stack Attacco Manubrio: Deda Zero2 Manubrio: Deda RHM02 Reggisella: Deda RSX02 Sella: Fizik Arione Rapporto: 49x16
  25. fedep

    Look KG76 ONCE

    Cercavo fondamentalmente un scusa per liberarmi del Sannino MAX Crono (). Ho trovato questa "Plasticaccia Gialla" (cit. @RudeRider ) >< dalle parti di Como (grazie @Gaf ). Il Sannino è andato in buonissime mani a Matteo (che ora è ). Tornando al Look, è un pò piccolo per me, ma si compensa con reggisella e pipa. Montata tempo fa, usata per un paio di garette e tanti km sulle spalle (7.4kg completa). TELAIO // 1992 Look KG76 (livrea ONCE) carbon 54x55 CERCHIO ANT // Ambrosio Evolution 32h / Specialized3 MOZZO ANT // Miche Primato 32h CERCHIO POST // Ambrosio Evolution 32h MOZZO POST // Miche Primato 32h PIGNONE // Miche Pista 17 COPERTONI // Hutchinson Nitro / Kenda Kadence / Tufo S33 PRO MC // Miche Primato GUARNITURA // Miche Primato 165mm CORONA // Miche Pista Primato 50t CATENA // Miche Pista REGGISELLA // Look Ergopost T2 25 SELLA // Specialized Jett PEDALI // Exustar SPD SS // Japan Tange Industries PIPA // Nitto Jaguar NJS RISER // Ergotech MANOPOLE // <nologo>
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .