Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 03/02/20 in all areas

  1. 22 points
    CIAO! In questi giorni di restrizioni mi sto dando da fare in garage e fra le varie bici in attesa ho deciso di finire questa qui: Bici da corsa Oscar Brasanti Formula databile al 1983/84. Bici davvero molto particolare con contenuti tecnici importanti, una delizia per i feticisti della meccanica e del "do it yourself"! Telaio in acciaio di alto livello, piuttosto leggero con reggisella da 27,2 e giunzioni curate, geometrie abbastanza particolari con un minimo sloop piuttosto insolito per il periodo. Telaio ricco di dettagli artigianali e soluzioni tecniche bizzarre (tipiche di personaggi eccentrici tipo Paletti o Fanini) fra cui: - Comandi cambio a destra con sistema di avvolgimento interno - Passaggi dei cavi cambio e freno interni - Stringisella artigianale - Puleggia guida cavo - Forcella artigianale a steli dritti - Sistema di attacco e regolazione cambio - Compatibilità di ruota libera 6v fino a 32 denti La bici è montata alla grande con mc, cambio, deragliatore, mozzi, pedali e reggisella Campagnolo super record, freni Modolo speedy e leve Modolo kronos (meravigliose), pipa Cinelli 1R e piega Cinelli giro d'Italia, ss Gipiemme cronosprint brunita, sella Tornado che sta da Dio, cerchi Nisi HR22 con copertoncini Michelin super elan nuovi, nastro cello nero, una stupenda guarnitura che credo sia la Gipiemme Special 600100/M (che mi piace molto di più della Record che montava in origine) e un doveroso portaborraccia Allara. A parte la bellezza della bici in se, credo che sia una specie di prototipo, quasi sicuramente un pezzo unico! Enorme soddisfazione e piacere di condividerla.
  2. 21 points
    Buondi foro ho fatto due fotine alla bici che pedalo da un pò, che uso per il locale per fare la spesa e consegne varie. La cassetta in plastica è brutta ma comoda per trasportare molti kg di merce...peggiore è il rumore che fa mentre pedali. Il solito visto e rivisto super pista, credo primi anni 90. Come al solito un grazie a @vic765,che continuiamo a scambiarci roba da anni ormai e si trova sempre un accordo su tutto. Un grazie anche @Aldo , siamo vicini di bottega. Che ha creato il portapacchi e fatto mille lavori di saldatura nel locale. Partiamo con la lista Telaio- colnago super pista f.c.i 51x 53 Ruote- cerchi ambrosio excursion mozzi gpm special pista 36 cop. Continental ultrasport S.s. - serigrafata colnago ma non so la il brand M.c.- gpm special pista Guarnitura- gpm special pista 165 Catena- miche pista Corona - gpm spcial pista 45t Pignone - 18t no brand Pedali e straps- vp Pipa- 3ttt 100 mm Reggisella- dura ace aero Sella - gpm plus Riser- zoom Manopole - spugna velo A voi il massacro Detto quesro un abbraccio a tutte le persone che ora stanno soffrendo. Un grazie al personale medico. Speriamo che passi tutto al piu presto. E direi all'unione europea un cordiale andate a fare in culo.
  3. 19 points
    Ciao a tutti come va? Non entro nelle discussioni ma vi racconto un fatto che mi è capitato la settimana scorsa, faccio il tecnico informatico e martedì scorso sono dovuto intervenire in un laboratorio analisi di Codogno che dopo due settimane di stop ha riaperto e naturalmente DEVE lavorare. Naturalmente si cerca di lavorare in sicurezza e mi sono affidato alle procedure dettate dai professionisti della sanità che lavorano in questo laboratorio e sono sorprendentemente semplici: non ci si incontra MAI non si sta MAI in due nella stessa stanza MAI MAI MAI! Non ci si avvicina, non ci si tocca, non si firmano moduli e ci si parla da una stanza all'altra. Ho suonato il campanello, una persona è venuta ad aprire mi ha lasciato guanti e mascherina e se ne è andata in un'altra stanza (mi avevano detto che avrei dovuto ASSOLUTAMENTE usare quelli che fornivano loro e non i miei). Nessuno mi si è avvicinato e per tutto il tempo in cui io ho lavorato nello sgabuzzino che usano come sala server e che da sul laboratorio NESSUNO è entrato in laboratorio si sta totalmente segregati e distanti. Naturalmente l'armadio server era un casino fottuto e naturalmente mi sono smazzato tutto il casino da solo smadonnando e sudando dietro la mascherina. A lavoro finito era necessario che alcune prove con il tecnico del software collegato in remoto le facesse il tecnico del laboratorio e altre cose le dovevo fare io e sembrava di stare nell'indovinello della barca con il lupo, la capra e il cavolo "Ti lascio il telefono in vivavoce e esco dalla stanza" "Ok ho fatto ma mi da un messaggio esco io e entri tu a leggerlo" "Devi mettere la password esco io e rientri tu" ecc ecc Naturalmente quando mi sono levato i guanti e lavato le mani mi sono accorto di avere una bella manata di polvere in faccia, ci sono stato attentissimo ma non sono riuscito a minimizzare il rischio. Sto coso è infettivo più dell'influenza ma ammazza la gente o la stende in terapia intensiva, e specifico che stavo lavorando in un posto dove la gente maneggia sangue, piscio e merda infetti da una vita! Per entrare al Niguarda mi hanno dato appuntamento in un orario tranquillo, mi hanno fatto parcheggiare davanti ad un'uscita di sicurezza, me la hanno aperta e mi hanno mollato da solo in un ufficio "Quando hai finito telefonami ed esci che vengo a fare le prove", stessa pantomima in una casa di cura per anziani sul Mantovano. Se non avete avuto a che fare con un'ospedale lombardo in questi giorni non potete aver capito cosa sta succedendo, ieri un collega è andato al Sacco a Milano per cambiare una libreria di backup, lavoro che di solito si fa in due perchè pesa un fottio, non hanno voluto che andassimo in due per minimizzare il rischio, e non dovevamo andare in reparto ma nel CED! I morti di Bergamo li stanno cremando a Varese, in Friuli e in Toscana. Statevene a casa e mettetevi il cuore in pace ci vorrà un sacco di tempo. Aggiungo che ai sanitari non fanno il tampone perchè sanno benissimo che ce ne sono un fottio già infetti che stanno lavorando come matti in reparto. Non è difficile capire: se è davvero infettivo più dell'influenza e ha una mortalità del 2-3% o ci chiudiamo in casa o conteremo più morti che nella prima guerra mondiale. Statemi bene e LAVATEVI LE MANI!
  4. 18 points
    La quarantena forzata inizia a farsi sentire e per tenermi occupato rispolvero le buone abitudini di una volta. Vi presento con soli 4 anni di ritardo (sono stato molto impegnato) il supernova. Montaggio semplice…deda sopra, miche sotto (diversi componenti già presenti e mai cambiati) · Telaio: non ha bisogno di grosse presentazioni, Supernova Pro preso nel mercatino da @Thelorleo come detto circa 4 anni fa (taglia S, geometrie complete sul sito supernova) · Rote: miche pistard 32f classiche classiche con mozzi 32f flangia alta, pignone miche su slitta 17d · Copertoncini: 700x25 gatorskin all’anteriore, vittoria zaffiro al posteriore · Movimento centrale: miche primato · Guarnitura: sempre miche primato 165/48d · Catena: SRAM (tirata) · Pedali: cranckbrothers eggbeater 2 · Serie sterzo: integrata VP-a62acm2 (prima o poi monterò qualcosa di più fico) · Stem: deda zero 2 90mm · Manubrio: deda RHM01 (se non ricordo male 40cm), nastro...nero · Reggisella: deda RS-01 · Sella: san marco mantra racing (se non sbaglio) open (cor buco e in bolla) · Collarino reggisella: trans X Il telaio in questi 4 anni ha accumulato molti graffi qua e la (era quasi perfetto) perché vede molti pali fuori dai bar di roma, qualche alleycat (ma ormai non si fanno più) e rarissime apparizioni a Forano. PS non chiedete foto migliori perchè non sono capace! È tutto
  5. 17 points
    Concordo pienamente....e ci arriviamo noi su fixedforum ove regna l'anarchia, la bestemmia libera e il sesso mercenario e non ci arrivano i pummarolo pro bdc e mtb.
  6. 16 points
    Ciao a tutti, Finalmente presento il pezzo di alluminio che pedalo poco e male, ma che comunque da sempre grandi soddisfazioni. Rigido e duro come una putrella IPE, nervoso e incazzato come un cavallo da rodeo e agile come non avrei mai pensato da un telaio del genere taglia 60 che fa sembrare le ruote da 650c. Bando ai cianciamenti Telaio e forca: Dolan Precursa e forca Alpina SS: FSA Orbit Stem e handlebar: Thomson X2, Ritchey da 720 e ODI modello onceyougoblackyounevergoback Sella e reggi: Selle Italia Flite 1990, Thomson Elite e collarino Thomson Ruote: H Plus Son Archetype su Miche Primato, Gatorskin 25 Drivetrain: Miche Pistard 2.0 con corona 47t, mc Miche, catena Miche e pignone ON-ONE 17t Pedali: flattoni da dh con strap Cinelli
  7. 16 points
    SISTEMA COMANDI CAMBIO: I comandi sono entrambi a destra del tubo obliquo realizzati artigianalmente di tornio. Ogni comando di fatto è un rocchetto su cui si avvolge il cavo accomodandosi in apposite cave di contenimento. Il rocchetto è parte nascosta all'interno del telaio e si avvita su una bussola filettata,brasata sul versante opposto ai grandi fori di alloggiamento, rinforzati da un fazzoletto romboidale su cui è prensente anche il piolo di fine corsa. Dallesterno si vede solo la flangia lucidata con la vite di serraggio e la levetta ma il godimento è tutto dentro. I cavi scorrono all'interno del telaio e ne escono in prossimità dei deragliatori per mezzo di fori. Nella zona della scatola mc i cavi sono guidati da uno zoccolo in teflon in cui sono ricavate le sedi di scorrimento. E' UNA ROBA FUORI DI TESTA!
  8. 15 points
  9. 15 points
    Il bel tempo comincia ad uscire, la schiena inizia sudare per lo zaino, voglio metter su il rack. Ne ho già uno, un BRN anteriore che non posso montare perché le altre due bici hanno la "colpa" di essere pista. Spulcio un po' di scarti in ripostiglio presi nel tempo e mi rendo conto che praticamente l'unica cosa che manca è un telaio. La forca? c'è già, una carbon da 1" threadless, rake 42,5, datami dal buon @carlomarrone. Quella sì che è forata. Aspetto, mi guardo intorno. Ecco che spunta un telaio alu grezzo per nani abbastanza vicino. @Calin Nasco il venditore (che mi da pure una corona Miche 48t), @Geràr si improvvisa corriere e mi fornisce pure una ss Dura-Ace threadless. Completo il tutto con la guarnitura Gipiemme tolta da tempo dalla Maleducata, mc VP e catena da 5€, pedali e gabbiette Wellgo molto brutti. In zona sterzo un manubrio Raceface con stem FSA presi tempo addietro da @SimøneGRG, adattatore 1"-1 1/8" del deca. Il culo poggia su una San Marco Aspide malmessa ma sempre comoda con reggi Ritchey da 27,2 (grazie @Pleffas), collarino TranzX. Le ruote sono l'immancabile Dodici passata ovunque e una anteriore corsa sconosciuta su mozzo Maillard che fu di @B-boz. Praticamente una bici del Foro (e del Caccio), che come primo alu mi fa pure abbastanza divertire! Vero che adesso, obbligati a stare in casa, il bel tempo ce lo godiamo poco, ma almeno riesco a presentarla. Con foto fatte ovviamente in casa! P.S. Per ora resta una tela bianca, se vi va di sbizzarrirvi con le idee (economiche mi raccomando) potrebbe diventare una bici del Foro a tutti gli effetti
  10. 14 points
    Eccola qui, la mia nuova bici da città. Telaio Viner in columbus sl credo, modificato per freni canti e ruote cicciotte. Mozzi dura ace, cerchi fir eu90,cambio xtr 9v, manettino 10v dura ace....modificata a 1x10v, guarna e mc ofmega, pedali gpm pista ormai alla frutta, serie sterzo 600, freni tektro. Come al solito il manubrio è brutto ma è l'unico che riesco ad usare, sella comoda ma aspetto di trovarne una nera, copertoni challenge strada bianca da 33.
  11. 14 points
    E adesso mi sfogo. Qui gli ospedali sono al limite, i lavoratori della sanità sono stremati, c'è gente che piange a fiumi e gente che deve decidere su due piedi chi vive e chi muore. Questi lavoratori sono persone che in pratica hanno la certezza di essere contagiati e il terrore di contagiare i loro cari esponendoli a rischi, per alcuni, enormi. Ci si contagia con grande facilità, molti se la risolvono come una normale influenza (cosa che a quanto pare non è), ma quelli che ci stanno male veramente (e i loro parenti) hanno davanti giorni terribili. C'è gente che vede genitori, mariti e mogli portati via in ambulanza e se li ritrova morti senza aver avuto nessuna notizia prima, senza un ciao, un addio, un grazie. Morti male e da soli. I tamponi te li fanno solo se sei nella merda fino al collo, a volte neanche quello perchè tanto ormai cosa ti cambia? Quindi fate conto quanti infetti ci sono in realtà... Ci sono stanze e piene di bare pronte per essere riempite...sono come gli impianti di linea delle fabbriche cazzo! Nonostante tutto c'è pieno di persone che escono e vanno in giro e se incontrano qualcuno si fermano a parlare come se nulla fosse, donne che fanno i gruppi su facebook per incontrarsi a chiaccherare nei supermercati perchè i bar sono chiusi, gente che va a fare la spesa 3-4-5 volte al giorno, altri che mangiano come maiali svuotando in 2 persone un intero scaffale di prodotti e intanto gli altri si attaccano al cazzo, spavaldi che si vantano di fare quello che vogliono, burini che visto che lo sport è fermo sono contenti che crepano i francesi o gli inglesi come se fosse una partita di calcio... Una totale mancanza di rispetto verso ogni cosa ed ogni persona e verso il lavoro fatto per tenere a galla il tutto. Per ogni sanitario che si consuma la vita in ospedale c'è una fila immensa di persone che rivendicano il loro diritto di essere idioti. Gente convinta che anche il loro più stupido capriccio, proprio perchè loro, sia più importante di tutto il resto. Ormai il mio corpo è fatto al 100% di molecole di rabbia ed esplodo quando vedo le scene PATETICHE della gente che si sente solidale perchè canta su un balcone dopo solo 2 giorni in cui mediamente o non ha fatto un cazzo di utile o ha fatto danno. Per come la vedo io, nonostante numerosi esempi di virtù, in linea generale la società ha fallito. Siamo delle teste di cazzo e questo non è tollerabile.
  12. 13 points
    Ciao a tutti è da un bel po che non frequento il forum, assorbito in pieno dal lavoro, ma in questi giorni di fermo attività sfoglio con piacere le discussioni. Sono bergamasco, qui la situazione è davvero complicata, difficile in generale, per tutti preoccupante e purtroppo per molti dolorosa. Io abito in un paese di provincia e ogni ora sento sirene da ambulanza, però lavoro molto molto vicino alle zone rosse e ai paesi con ospedali e li le sirene in pratica non finiscono mai. Il nostro giornale provinciale è diventato spesso il doppio per via delle pagine dei necrologi...fate conto che ora scrivo da casa, sono le 23 e ancora 2 orette fa suonavano le campane a morto. Qui quasi chiunque ha notizie di malati gravi e defunti, per molti sono "solo" conoscenti per altri amici e parenti. Bergamo è provincia colpita duramente e prima di altre, anche per via di una fittissima rete commerciale/economica e sociale, ma non è difficile pensare che il problema si possa allargare a tutte le province, come di fatto, in parte, sta già succedendo. GLI ERRORI COMMESSI E LE ESPERIENZE VISSUTE DEVONO ESSERE USATE PER FARE DI MEGLIO DOMANI Regola di vita. Io non sono nel panico, non sono fobico, sono ragionevolmente preoccupato e parlo per quello che vedo e che sento da persone fidate. Qui siamo a Bergamo, senza nulla togliere ad altre province, ma oggettivamente qui girano i soldi, si investe in sanità e i Bergamaschi vivono per lavorare come guerrieri...eppure siamo in grande difficoltà. Se posso, a titolo di osservatore diretto, il mio consiglio per tutti è quello di non sottovalutare il fenomeno e di comportarsi si, secondo le leggi del governo, ma prima ancora secondo le leggi del buon senso. Alla fine i primi responsabili della nostra salute siamo noi stessi, ed in questo caso ognuno è responsabile anche della salute degli altri e dell'integrità del sistema sociale (che pur con molti e riprovevoli difetti ci sostiene). Mi fa strano dirlo, ma ci vuole disciplina e convinta osservanza delle regole relative a salute e protezione, se possibile in modo anche più intenso di quanto raccomandato. Si tratta di rispetto e senso civico, non di sudditanza, chiaro.
  13. 12 points
    Rieccomi, ringrazio tutti ancora una volta per l'affetto che nella giornata di ieri mi ha fatto molto piacere soprattutto perchè ieri mi è arrivata la notizia che il mio ex professore di educazione fisica dell'ITAS A. Tosi di Codogno è morto di corona virus.Era un grande uomo e un grande rugbista, terza linea nazionale, allenatore per molti anni delle terze linee nazionali, giocatore e allenatore del CUS Milano e fondatore del Rugby Club Codogno in cui ho giocato due campionati giovanili. Aveva 75 anni ed era ricoverato al S Matteo da due settimane. E' normale che succeda, soprattutto a chi abita dalle mie parti, che prima o poi un tuo conoscente diretto entri in quella maledetta statistica dei morti per corona virus, ma quando succede rimani colpito. La faccenda si aggiunge al fatto che ho due genitori entrambi ultrasettantenni che abitano a Somaglia e sono quarantenati ormai da un mese, tra l'altro mio papà si è dovuto fare due settimane di quarantena più stretta, chiuso in casa cercando di evitare anche mia mamma perchè il suo fisioterapista è risultato positivo, tutto bene, il fisioterapista è ricoverato ma si sta riprendendo e mio papà non ha mostrato sintomi. A proposito di lunghe quarantene parlando ogni giorno al telefono con i miei ho notato un andamento particolare nelle loro emozioni, i primi giorni erano tranquilli e fiduciosi, erano loro a rassicurare me e li sentivo allegri, fin troppo; poi per un po' li ho sentiti sempre più depressi e nervosi, adesso li sento calmi e rassegnati, li sento molto "normali" si sono riorganizzati la vita e si sono abituati. Credo che dovremo prepararci tutti a questo ottovolante di emozioni, noi siamo ai primi giorni ma tra un po' diventerà dura e abituarci non sarà facile. Mi permetto di fare un'appello: dato che non ho la TV e non uso i social passo molto tempo su Youtube, lo faccio da sempre e ho notato negli ultimi giorni un dilagare di canali diffusori di bufale che cavalcano l'onda dell'emergenza per diffondere spazzatura che naturalmente fa molta presa nella gente, soprattutto in quella male informata. C'è un motivo tecnico importante, inizialmente gli algoritmi che decidono il posizionamento dei video disincentivavano tutti i contenuti che parlavano di coronavirus, per evitare la diffusione di bufale. Poi si sono accorti però che così venivano ostacolati anche i contenuti utili e hanno allargato le maglie dell'algoritmo. Il risultato è che adesso il controllo sui contenuti lo stanno facendo gli operatori dei vari canali social, che però sono pochi e non possono vedere tutto. Se vi imbattete in notizie palesemente false o in contenuti creati solo per avere click o peggio ancora suscitare rabbia e caos, replicate postando dati e fatti certi se li avete e segnalate i contenuti, così l'operatore ci butta un'occhio. In questi giorni sta molto circolando la bufala sul 5G che aumenta i contagi, peccato che praticamente il 5G ancora non esista e non ci sia nemmeno un minimo di attenzione a questo dal mondo scientifico. Altra bufala che mi è arrivata sotto al naso è quella che il governo in gan segreto avrebbe dichiarato l'emergenza sanitaria il 31 Gennaio. Non c'è nessun segreto l'emergenza sanitaria è stata dichiarata il 31 di gennaio perchè in quei giorni abbiamo avuto i primi due casi sul territorio nazionale, i due turisti Cinesi dello Spallanzani. Inoltre credo il 30 gennaio l'OMS ha alzato il livello di rischio e dichiarare lo stato di emergenza oltre che lungimirante e normale è servito ad esempio a poter organizzare i voli militari che hanno rimpatriato i nostri connazionali dalla Cina. Vigilate, replicate, segnalate e se vi insultano tanto meglio così potete segnalare anche gli insultatori e chiudergli la bocca per un po'. E' un rischio reale la famosa fabbrica dei troll sta lavorando a pieno ritmo e trova terreno fertile. Lavatevi le mani!
  14. 12 points
    incredibile come siate riusciti a tirare fuori dal cilindro un tema ancora più scacciafighe delle bici
  15. 11 points
    Ciao a tutti! visto che abbiamo tanto tempo ho deciso di fare una breve presentazione del mio omnium cxc, bici che ormai uso da più di un anno, con pregi e difetti del caso. Devo dire che mi ci trovo proprio bene, ottimo telaio divertente con buone tolleranze, usata nel quotidiano e in giri medio lunghi senza puntare a prestazioni particolari. Cercavo una bici divertente da portarmi sempre in giro per le varie città e che fosse abbastanza versatile con buone tolleranze, possibilità di parafanghi o di portapacchi. Montato inizialmente con pezzi di recupero per non avere troppo il pensiero di rovinarlo o che mi potessero rubare pezzi ma alla fine, come con qualsiasi bici, sono finito a metterci componenti più importanti... Questo è il montaggio definitivo da settembre ormai quindi non gli cambierei nulla (magari un giorno una ss hope arancione, mozzi hope arancioni e dei freni shimano idraulici, ma per ora va alla grande così) Telaio e forcella: omnium cxc Serie sterzo: cane creek stem: thomson 90mm+-10 manubrio: sconosciuto ma largo e comodo freni: leve avid su pinze china (identiche alle trp spyre) guarnitura: sram force1 40t cambio e comandi: sram nx reggisella: thomson elite con sella san marzo zoncolan ruota posteriore: hope pro 4 su h+son archetype 11/42t ruota anteriore: mozzo a dinamo shimano su cerchio alexrims Copertoni: schwalbe marathon mondial 35c Si lo so, dinamo e luci sono brutte (impianto busch&muller) ma sono funzionali usando molto la bici la sera e non devo preoccuparmi che me rubino le luci o di caricare le batterie... se avete altri omnium invece che fare mille post che quando cercavo informazioni era un casino possiamo usare questo per farne uno unico
  16. 11 points
    porcoddio dat fodero basso looks sketchy af
  17. 11 points
    io un sacco di porno ma non sono Rocco
  18. 11 points
  19. 10 points
    comunque guardare le bici su subito e non poterle andare a prendere fa davvero male!
  20. 9 points
    welcome to jackass
  21. 9 points
    Update: Ripresento questa minella con l'attuale set up: telaio: vivalo pro special njs mc: sugino75 ss: tange levin njs reggi: nitto x ritchey 27.0 pipa: nitto pearl 10 njs guarna: sugino 75 165 mm njs FIN QUI TUTTO UGUALE aggiornamenti con foto quasi degne: riser: leader sixpack 750 tagliato a 640/660 ROSA sella: selle italia slr xc corona: campy record pista 50 t catena: izumi standard mozzi: harmony lab alu/carbon post iso pista su cuscinetti ceramici, custom made in ucraina, scorrevolissimissimi cerchi: drc classic silver 32h raggiati in 4a con raggi 2mm inox, quindi si, ruote pesantine ma confortevoli e resistentissime. Credo sia tutto. ora metto su le foto delle altre CIAO
  22. 9 points
    Buona sera udinesi e friulanofoni, fuori dal Despar di via del Bon a Udine questa sera mi è capitato di sorridere e bestemmiare davanti a questa Trek. Essendo legata praticamente con uno spago, mi è sorto il dubbio che il suo proprietario se la sia guadagnata senza sganciare un quattrino. Quindi se vi manca una Trek dal garage, ora sapete che chi la possiede la utilizza rispettando il Decreto dell'11/03/20, per andare unicamente a fare la spesa. Se invece è di proprietà legittima, lasciatelo dire amico: tu ses proprite un mone. Saluti
  23. 9 points
    FORCELLA: Forcella artigianale con steli conici dritti super sottili, sono spaghetti! non c'è angolo di recupero fra steli e tubo piantone come nelle più moderne forcelle precise di Colnago, quindi, penso per recuperare sull'interasse dei mozzi, ci sono forcellini anteriori saldati "di traverso" con molto avanzamento. La testa della forcella è particolare e molto molto sottile. Forcella a dir poco audace!
  24. 9 points
    MECCANISMO STRINGISELLA: Il nodo sella non ha il classico sistema a morsetto con il taglio...Il serraggio è dato dalla spinta di una calotta semisferica in ottone che ha un foro credo M8 passante in asse nel quale passa la vite di serraggio. La calotta in ottone ha un diametro leggermente inferiore al diametro interno del tubo sella all'interno del quale scorre per mezzo di una doppia sola aperta che corre per quasi tutta la unghezza del tubo sella. Ma non è abbastanza! La vite di serraggio è assialmente cava per permetter il passaggio del cavo del freno posteriore che entra nella zona dello sterzo, corre nel tubo orizzontale del telaio, attraversa la doppia asola del tubo sella e se esce centrale dal nodo sella. Per me a parte le leve Kronos potevano in orgine esserci anche le pinze Kronos che sono col tiraggio tipo di delta... Anche qui figata pazzesca
  25. 9 points
  26. 9 points
    beh, vero che sapete quasi tutto e che vi ho raccontato vita morte e miracoli del suddetto telaio e relativa bici... ma ora diciamo che è arrivata la verniciatura (perchè sì) e un montaggio che reputo definitivo per almeno tutta la prossima stagione. Da pedalare è divertentissima e mi dà un botto di confidenza avendo gli stessi angoli del ferriveloci (74°-74°). Le giornate passate con lu mesciu son state favolose e spero di portargliela a vedere finita telaio: Carlo Carlà pista 55x55 tubi dedacciai zero forca: Carlo Carlà strada testa piatta 1" ss: chris king 2 nuts dal buon @GOFRENGOGO stem: thomson X2 110mm 10° RedHookCrit edition, @Cecio ricorda come cazzo gongolavo... manubrio: FSA K-force new ergo 42c-c reggisella: thomson elite inline 27.2mm (era sulla Zino) sella: san marco zoncolan fx carbon (era sul moser) pedali: look keo max 2 MC: miche team pista ITA da 107mm guarnitura: Miche primato pista 1a generazione 165mm corona: Mquadro per Primordial Soul 47T ( @etoy @psychonaut grazie a voi) catena: izumi track stantard ruote: mozzi mack su Hplus 32 fori, thanks @dariota gomme: challenge elite 25mm (anteriore) - gatorskin da 28mm (posteriore)
  27. 9 points
    dicono che il reggi silver sia meglio perchè ha un tocco un filino vintaggeh thanks @MauroMN88 !!
  28. 8 points
    Io l'ho montata l'estate scorsa, dopo aver cercato un po' di pezzi in giro. Montata così per far compagnia ad un mio amico che ha un fabrica all-road e mi porta sempre nelle stradine bianche, quello stronzo, che con i copertoncini da 25 bestemmio sempre. Menomale che ho montato un 42-11 dietro, perché in salita è proprio un macigno da tirare su eh! in compenso ci ho fatto un bel frontale, storcendo tutto il cerchio anteriore, ma il telaio è ancora dritto come una spada.
  29. 8 points
    Ciao a tutti, finalmente, in questi giorni di quarantena, sono riuscito a completare un progetto al quale tenevo molto, una bici quasi interamente torinese. Si tratta di una bici da cronometro Sannino (Torino); telaio in tubazioni columbus SL con forcella aero, 28 - 26 Gruppo completo (manca solo la guarnitura) Galli Aerodynamic KL, uno dei primi gruppi ad essere testati per l'aerodinamicità, venne testato nella galleria del vento della FIAT a Torino. Il movimento centrale è un brevetto dell'epoca, con cuscinetti sigillati e doppi registri. Ruota posteriore Ambrosio by Logos ed anteriore Nisi Torino Reggisella 3TTT marchiato Galli Piega cronometro 3TTT Moscow con appendici 3TTT Bio arms, nastro ambrosio nuovo originale dell'epoca Sella Profil Ho fatto un piccolo test su strada, ma attendo la libertà per fare una prova migliore.
  30. 8 points
  31. 8 points
    ringrazia che non sono moderatore
  32. 8 points
    invece, scherzi a parte, Asian with Big Boobs...sta Tung Pang? Comunque sono tornato indietro di un po di pagine e ci sono al 99% bici, certo, fino a che non si arriva a Viviana Robba, ma si deve scavare parecchio. C'è qualche problema? è un po che non frequento il forum...
  33. 8 points
    Preso da altri progetti mi vedo costretto a vendere questo telaio da corsa. Realizzato dalle sapienti mani di Gabriele Ardito. Il telaio è realizzato in Columbus Max fatta eccezione per tubo orizzontale e tubo sterzo. Tubo sterzo conico con serie sterzo semi integrata da 44mm. Tubo sella da 27.2mm. Movimento centrale BSA. Altra chicca sono i forcellini "a conchiglia" Paragon. Forcella full carbon chiaramente conica e serie sterzo FSA. Quelle che vedete in foto sono chiaramente ditate delle mie mani sudice, non graffi. Cosa*: Frameset + serie sterzo + gruppo Shimano 105 11v Tipologia: CorsaMarca: Ardito Modello: MOD. Strada Taglia / misura: 54 Dettagli tecnici: Montato con gruppo semi completo Shimano 105 11v (Mancano guarnitura, pacco pignoni e catena). Le leve anche se non in foto sono ovviamente incluse. Stato*: UsatoSegni di usura o segni particolari *: Qualche graffietto e tanta polvere. (Eh già sono fermo da un po’). Gli adesivi sono chiaramente rimovibili. Smembro: Nì, nel senso che va prima via il telaio poi il gruppo.Prezzo*: 400 Costo e tipologia spedizione*: Corriere espresso Incluso Precedenza*: Ritiro a mano in primis (Per il momento Bari, anche perché col nuovo decreto sono bloccato qui, non posso consegnare eventualmente in provincia di Modena), poi primo in coda, as usual.In vendita su altri canali*: A breve su Subito Ps. Il mio sogno sarebbe di venderlo il prima possibile, quindi sono aperto a trattative per chi vuole concludere subito :)
  34. 8 points
    Sono su diversi gruppi WhatssApp di bici e tutti ne discutono animatamente, tranne che su uno di questi dove c'è tutta gente della mia età, 29/30/31 anni. Penso che sia chiaro a tutti cosa sia giusto fare, ma si sta cercando di trovare il cavillo, l' interpretazione per poter giustificare agl' altri e giustificare a se stessi la propria arroganza (in qualche modo la propria pochezza). Magari ci siamo ammalati, siamo guariti e non ce ne siamo neppure accorti. Magari siamo malati, non lo sappiamo ed infettiamo gl' altri (genitore, figli, mogli) Magari ci ammaliamo noi e c' intubano. Cosa farò il fine settimana ancora non lo so, per ora ho deciso di fare così: a lavoro ci devo andare, lo spostamento in bici in questo caso è motivato (sono stato precettato, è richiesta la mia presenza lavorando in una centrale elettrica), vado a lavorare in bici.
  35. 7 points
  36. 7 points
    Menzione speciale anche per il fenomeno che si è preso la briga di creare un post identico su ogni fottuta sezione del forum!
  37. 7 points
    E aggiungo che sono preoccupato nel profondo perchè Gli italiani stanno dimostrando in innumerevoli occasioni di essere stupidi, molto più stupidi che in altri periodi storici e quindi, in momenti di grande incertezza come questo, facili prede di ideologie "sconvenienti" che se abilmente (ma neanche troppo) amministrate posso svoltare la politica italiana in peggio. Ad andar bene gruppi politici senza senso burattini delle grandi imprese commerciali, ad andar male dalle ultra destre e cose simili. Temo che solo una piccola parte di noi a cose fatte avrà gli enzimi per digerire correttamente quello che è successo...
  38. 7 points
  39. 7 points
    sarebbe utile che strava/trainerroad e piattaforme simili donassero abbonamenti free in questo periodo. cosi come pornhub. sgambatina/segatina/divano thats it
  40. 7 points
  41. 7 points
  42. 7 points
    Da quanto il forum è cambiato alla gente è venuta la mania di pedalare...l'unica soluzione è l'indulto per tutti i bannati e il flame libero!
  43. 7 points
    Su sta roba e sul decreto scritto coi piedi se ne discute anche sul foro marrone! Canediddio (l'ho imparata da poco e mi piace molto questa) sembra che adesso tutti siano diventati atleti inarrestabili che non possono stare fermi con le loro cazzo di bici!!!!!!!!!1
  44. 7 points
    Nuova biga😈 cannondale m2000 1995 rockshox Judy da revisionare, gruppo deore xt... devo capire cosa farne ora
  45. 7 points
    Dai Disca, era già gloriosa di suo, comunque eccola: Cannondale Caad5 R700 2002 Gruppo Sram Force 22 11V Manubrio Zipp SL 70 Aero Stem Zipp SL Sprint Reggi Zipp SL Speed SS 1 1/8 threadless Campagnolo Record Hiddenset originale (copy e incolly =)) Ruote Mavic Comete Sella Specy Power Dopo 800km, posso affermare che il mezzo è inaspettatamente comodo, oltretutto è la prima latta che io abbia mai pedalato, ed è ottima per brevi bikepacking. Certo, non è un peso piuma e magari con altre ruote in salita (la morte sua sarebbero delle Zipp 303, ho fiducia nei gratta e vinci cosi la bici sarebbe tutta ammerigana) sarebbe un filo più reattiva, però sul vallonato e piattoni va che è una meraviglia.
  46. 6 points
  47. 6 points
    Eh nel tempo sono diventato un fan di questa categoria, ma in italia penso che siano come i gamberi nel fritto misto: più uniche che rare.
  48. 6 points
    Dai, dai!, che arriva un flame tra i vendicatori dei sei fori e i superamici del centerlock!
  49. 6 points
    PULEGGIA GUIDA CAVO CAMBIO E REGOLAZIONE MOZZO: La regolazione della ruota posteriore è data da un fine corsa sinistro che è normale (vite M3 e molla) e da uno destro che è arigianale con lo scopo aggiuntivo di ancorare una puleggia per lo scorrimento del cavo del cambio un po come il tubeto dei Dura Ace AX ma da attaccare al telaio...
  50. 6 points
    Ue che memoria che ti ricordi dove lavoro (: Abbiamo il 25% di sconto su tutti i prodotti a marchio Decathlon. Peró effettuiamo il pagamento a prezzo pieno in cassa. Lo scondo ci viene reso con un puntualissimo bonifico mensile dalla Francia. Possiamo estendere lo sconto ai soli componenti del nostro nucleo familiare. E si, per questo motivo sto anch'io pensando di farmi la TRIBAN 520 gravel color champagne (; Vista di persona e preparata per un cliente, posso confermare che è fatta bene. Cerco di ripetermi "keep calm" perché a breve esce anche la nuova cx, che su carta è assai croccante.
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00