Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 08/23/19 in all areas

  1. 33 points
    Ciao a tutti, dopo qualche anno di moderata attività sul forum solo ora mi affaccio con la mia prima presentazione. Finita di montare ieri notte in casa, non ho resistito a fare due foto per condividerle in gallery. Già la conoscete perché il telaio l’ho preso da Simone - che ancora ringrazio (scusate ma con quel cazzo di aptang nel nick non riesco a fare la mention per Simone). L’obiettivo era di fare una tracklocross con montaggio tubeless e predisposizione freni ma buona anche per contesto urbano. Lo so, con queste tolleranze sarà più il tempo che passerò a togliere fango e foglie piuttosto che a pedalare, però mi piace così ed eventualmente mi orienterò su coperture più strette. Spero vi piaccia! Frame: Columbus Cromor steel frame Fork/Headset: Steel fork / Headset: Shimano 600 Crankset/Bottom Bracket: Paul Comp. Royal Flush / Campagnolo Record Track 111 Pedals: Time Atac Alium Drivetrain/Cog/Chainring/Chain: Chainring: Paul Comp. 46T / Chain: Izumi Super Toughness / Cog: EAI Gold Medal 17T / Lock: Ananta Handlebars/Stem: Handlebars: Thomson Downhill / Stem: Titan by Factory Five / Grips: ODI Longneck / Caps: G&F / Bell: Knog Saddle/Seatpost: Saddle: Brooks Team Pro Chrome / Seatpost: Paul Component Tall & Handsome Front Wheel/Hub/Tire: Hub: Paul Comp. Track High Flange 24H / Rim: Pacenti SL25 Tubeless Ready / Tire: WTB Exposure 32C Rear Wheel/Hub/Tire: Hub: Paul Comp. Track High Flange 24H / Rim: Pacenti SL25 Tubeless Ready / Tire: WTB Cross Boss 35C Tubeless Kit: Muc-Off
  2. 24 points
    cannondale track caad 5, 2003, liquigas livrea size 54
  3. 22 points
    Finalmente vi presento la mia bici , il telaio l'ho acquistato su un mercatino su Facebook , telaio con tolleranze tirate non so se sia con tubi Columbus ,gli steli della forcella e gli steli del carro posteriore sono schiacciati simili ai tubi Columbus Air. A me piace molto la colorazione ... telaio: Iride 56x56,5 serie sterzo: no logo pipa: 3ttt pista piega: 3ttt pista / nastro: Benotto reggisella: Shimano 600 sella: Selle Italia Flite Titanium guarnitura: Campagnolo C-Record pista corona: nessuna panto 52 d catena: KMC m.c.: campagnolo record carbon pedali: Campagnolo Victory ruota anteriore: cerchio Ambrosio su mozzo Campagnolo Sheriff raggi saldati ruota posteriore: cerchio Ambrosio su mozzo Campagnolo Sheriff raggi saldati pignone: Campagnolo pista tubolari: Vittoria Rally
  4. 22 points
    boh, magari ai più è sfuggito, ma dopo aver dominato in lungo ed in largo la scena italiana (comprese TUTTE le gare organizzate da @vito666 e @Stick ) la nostra paladina dalle gambe d'acciaio e dalle skill potenti porta a casa il campionato del mondo messenger 2019 svoltosi a jakarta! https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/emma-missale-bicicletta-1.4754668 e cazzo complimenti! A lei ed anche a @riccardone (se è quello giusto aka gravina) che vince la gara delle cargo beh, @Matteo (se legge ancora) che li ha visti crescere entrambe ha di che esserne orgoglioso!
  5. 20 points
    Non riuscivo ad allegare tutte le immagini in un messaggio solo! Ecco il pignone smussato, spazzolato, marcato e montato! Scorre super liscio e silenzioso. Sicuramente usare 90k € di macchinario aiuta a fare le cose precise! P.S. Ho appena disegnato la versione da 16, ma non l'ho ancora provata. Per amore della condivisione della conoscenza pensavo di mettere a disposizione i file .dwg o .dxf così chi vuole se lo può fare / far fare di eorsione o magari di laser! Prima però vorrei controllarli bene.
  6. 17 points
    Ciao Ragazzi, finalmente dopo la pausa estiva è arrivata...... il dubbio è stato amletico, montare un telatio con forcellini da pista ma con predisposizione per freno e passaggi filo interno nell'orizzontale o mandare tutto indietro spettando chissa quanto........ MMMMMMMMMMMM ho aperto lo scatolone, messo al sole di fine agosto il telaio e qui è partito l'aMMMore con la M maiuscola. Il glitter colorato e l'adesiv con ologramma dedicato mi ha rapito il c.......... e niente, l'ho montato con quello che avevo e adesso si pedala.... Ecco la lista della spesa aggirnata al 01/09/2019 - telaio Cinelli Vigorelli steel black night taglia M - SS columbus di serie - collarino reggisella cinelli di serie -reggisella no brand Reggisella Enve 400 2Bolt 31.6mm Carbon -sella San Marco Zoncolan -catena kmc -guarnitura e MC OMNIUM con corona Factory 5 48 denti -pignone 17 denti miche acciaio - ruote ZIPP 404 full carbon per tubolari (o 505 non so di preciso con profilo 38/50) con tubolari Tufo S33 Pro 24" -pedali flat in resina su cuscinetti con strap Cinelli -stem RITCHEY Wcs 4 axis 90m -6 -rizer Easton in alu (non ricordo il modello) 680mm di larghezza riser Enve rise 9mm 72mm larghezza -manopole no brand manopole ESIgrip +con relativi tappi - tappi manopole Decathlon -frenino di ortesia Shimano Ultegra con pattini per carbonio in sughero Corima ,leva Promax peso 7,7 7,525 grammo piu grammo meno dovrebbe esserci tutto
  7. 15 points
    Per vecchiaia che avanza e per finanziare un nuovo progetto che presenterò poi qui metto in vendita il mio amato pista costruito dalle sapienti mani di Paolo e Francesco aka Fabrica , il telaio è in perfette condizioni con qualche segno d'uso e per i più feticisti mi ha portato su e giù dall'Alpe d'Huez insieme al fraterno amico @riky76 , acciao Columbus per veri uomini misto life e spirit , sterzo conico , forcella pista leggera con la quale mi sono sempre trovato a mio agio e geo da criterium , leggero slope ma non chiedetemi gradi e schede che non ho una mazza , al massimo vado di misure c/c comunque sia scrivo 53,5 perchè con Fabrica avevo optato per questa misura sul pista , sono 1.73 con 80 di cavallo , lo stem che vedete in foto è da 120 , reggisella da 27,2 e mc BSA , l'annuncio si riferisce a telaio ed ss Columbus , questo è uno dei telai con ancora il particolare collarino saldato in inox , tutto il resto è storia . il verticale è 48,5 , l’orizzontale è 52.5 che virtuale diventa 53,5 , pedalo a 71 dal centro mc con pedivelle da 165 Se siete interessati mando foto numero di telefono e tutto quello che volete se invece vogliamo perdere tempo lassamo perde che sono neo papà e ho già abbastanza cose delle quali occuparmi , il prezzo come al solito si tratta , ma siamo tra signori e quindi non si esagera . Cosa*: Fabrica Cycles pista track frame 53 , telaio forca ed ss Tipologia: pistaMarca: Fabrica Modello: pista Taglia / misura: 53 Dettagli tecnici: acciaio columbus , collarino in inox , mc BSA , reggisela 27,2 sterzo conico . Stato*: usato Segni di usura o segni particolari *: segni di normale utilizzo Smembro: noPrezzo*: 790 Costo e tipologia spedizione*: pacco bomba tracciato 20 Euro perché sarà ingombrante Precedenza*: primo in coda / ritiro a mano / chi paga / no pippe , location Riva del Garda In vendita su altri canali*: al momento no
  8. 15 points
  9. 13 points
    particolarità del telaio è l'incisione a forma di stella sul tubo sterzo, caratteristica che era dei modelli dynamics/crono e non delle strada. Anno 1985 Allestita con gruppo coevo Campagnolo Victory. equipaggiamento: -gruppo Campagnolo Victory -Guarnitura -Cambio + deragliatore+ manettini -Leve + pinze -MC + SS -Reggisella D.25 C-Record + Sella Concor Superleggera Comfort -Mozzi + Cerchi Nisi Solidal -Pipa 3ttt Record panto -STELBEL- + Manubrio 3ttt saluti a tutti!
  10. 13 points
    "Per tradizione druidica, nel giorno dell’equinozio, gruppi di persone usavano riunirsi a circolo in un bosco per dividere il pane fatto in casa, e bere idromele o birra. Il primo pezzo di pane ed il primo sorso di bevanda venivano restituiti alla madre terra che ha permesso la loro crescita. In questo giorno infatti il ciclo vitale e naturale, iniziato in primavera, giunge a compimento. Luce e tenebre sono in perfetto equilibrio. Ed è proprio in conseguenza di questo equilibrio che, quando la natura e la vegetazione cominciano ad ingiallire, la parte spirituale dell’intero universo tende a prendere il sopravvento" Ci riuniamo ancora per festeggiare l'equinozio di autunno che quest'anno sarà la mattina del 22 settembre.. Stavolta però non ci saranno nè vincitori nè vinti, ci muoveremo all'unisono come uno stormo di uccelli: pronti a salire fino quasi al cielo, per poi rituffarsi veloci nelle fresche acque del fiume. Partenza collettiva e due "checkpoint" di ricompattamento, pranzo al sacco in area attrezzata e bagno nel fiume. Possibilità di arrampicata per chi volesse portarsi l'attrezzatura GROUP RIDE aperta a tutte le bici (fixed gear friendly) Percorso misto (Collina, strada, gravel) Distanza circa 102 Km Dislivello circa 1200 m TRACCIA GPX ORA DISPONIBILE (link qui sotto) RITROVO H 9.00 ARENA DATURI - ANGOLO PIAZZALE MILANO PARTECIPAZIONE GRATUITA SAVE THE DATE [email protected] KEEP AN EYE OUT FOR MORE INFOS! IN SINTESI Nome evento: Sabba de Trebbia - Deltanove group ride Dove: Val Trebbia Data: Sabato 21 settembre 2019 Orario di ritrovo: 9 Orario di partenza: 10 circa Tipo di evento: group ride in collina Tipo di bici: qualsiasi bici Costo iscrizione: GRATUITA Cosa portare: casco / gps / cibo / acqua / kit riparazioni / cambio vestiti se fate il bagno Mappa consigliata: https://www.gpsies.com/map.do?fileId=chfdjtrryiftyntf Link evento FB: https://www.facebook.com/events/2074580709516305/
  11. 13 points
    questa è l'anima del forum, utenti che per cambiare progetti si rigirano tra loro le bici. e si bevono 50 birre!
  12. 12 points
    Appena montato cin quello che avevo della mia fixed convertita Telaio Vicini pista 58 Copertoni da 25 che quasi toccano Guarnitura Lasco (vecchia) Ruote da 60mm (non mi ricordo dove l'ho prese)
  13. 12 points
  14. 11 points
    Update: Io sul Master sono riuscito a farci stare addirittura delle GP4000 da 28, ma siamo veramente al limite. Reggisella, manubrio e sella sono i prossimi upgrade in canna.
  15. 11 points
    Grazie, mi fa piacere che ti piaccia. Ho iniziato ad ascoltare jazz a 11 anni, 2 anni prima già suonavo la chitarra, a 16 dopo l’esame al quinto anno di conservatorio passo alla tromba e poi alla cornetta, studio matto e disperatissimo e a 22/23 anni facevo le ore piccole in jam session, poi ho passato i restanti 17 anni a cazzeggiare per orchestre mentre cambiavo Paesi e lavoro (quello che ti da il pane) a metter su famiglia e vederla sfasciare... arrivato a 58.645 CD e un migliaio di vinili (ultimo censimento di 10 anni fa) a 28 anni scrivevo di tecnica sulle principali testate nazionali di jazz ed ero L’Uomo Gatto del Jazz nel senso che mi bastava ascoltare i primi secondi di un pezzo per dirti album band brano anno lista musicisti e se era uno standard di Broadway ti dicevo pure chi aveva scritto la musica chi le parole e l’anno di debutto del musical. Insomma me la battevo con le penne 70enni che allora facevano parte del club degli intoccabili. Diciamo che questo potrebbe parzialmente spiegare il tuo dubbio...
  16. 10 points
    Cosa*: BICI COMPLETA Tipologia: pista Marca: COLNAGO Modello: SUPER PISTA SL Taglia / misura: 52 X53 CENTRO CENTRO Dettagli tecnici: DRITTO, PRECISO, NO BOTTE Stato*: USATO Segni di usura o segni particolari *: QUALCHE GRAFFIO SULLA VERNICE, CROMATURE A POSTO, SERIE STERZO SERIGRAFATA COLNAGO, MC GIPIEMME PISTA,GUARNITURA SPECIAL S1 PISTA 165MM, REGGISELLA CLASSICO 27.2 NON SO SE GIPIEMME O 3T, PIPA NERA ITM, MANUBRIO 3T GIMONTI COMPETIZIONE, RUOTE GIPIEMME SPECIAL PISTA MOZZI SU Cerchi Nisi PISTA M20, TUBOLARI PERFETTI CHE TENGONO LA PRESSIONE, CATENA NUOVA DI PACCA Smembro: NOPrezzo*: 850 Costo e tipologia spedizione*: AGGRATIS Precedenza*: primo in coda BATTE ritiro a mano In vendita su altri canali*: no TANTO SIETE TUTTI QUI VALUTO SCAMBI SOLO CON MATERIALE CICLISTICO DA CORSA ANNI 70-80 (TELAI O GRUPPI) GRAZIE SOLITO LINK CON FOTO HD: https://www.dropbox.com/sh/2i7m4z4pppgi7zy/AAATbqoMRlYn1LVDCCBku3dea?dl=0
  17. 10 points
    Vi presento il mio primo telaio pista. Realizzato per le misure [email protected], che ringrazio, ma perfette anche per me. Pezzi recuperati in buona parte dalla vecchia convertita su cui ho imparato a girare in fissa. Grafiche personalizzate in arrivo. Telaio: Vetta con tubazioni Dedacciai Force Alu7003, 57,5 verticale c-c - 58,5 orizzontale c-c. Guarnitura: Extra+ con corona Miche (48-17) Serie sterzo: VP integrata Forcella: BLB AF01 rake 38 Stem/seatpost/handlebar: Trittico 3T London Edition + riser in alternativa (reggi adattato da 30.9 a 31.6) Ruote: Ambrosio Pista Sella: SanMarco Aspide Superleggera cinesissima Pedali: Crankbrothers Eggbeater Qualche altra foto non appena arrivano le grafiche.
  18. 10 points
  19. 10 points
  20. 10 points
    Questo è il Dolan Seta che mi son regalato quando mi hanno ciulato l'auto. È molto comoda, complici sicuramente le ruote e le gomme da 25, ma resta un bel (ferro?) in carbonchio, rigido e reattivo. Frameset: Dolan seta 52 Ruote: Mavic Open prot cd raggiati Dt Swiss Revolution su Phil wood hf Guarnitura: Sram Omnium 167.5 Trasmissione: Rotor 47d, On One 17d, Izumi Black Sella: Slr carbonio senza imbottitura Stem: Ritchey wcs 260 130mm Manubrio: Flatbar in carbonio BXT 680mm Pedali: Shimano M520 Gomme: Panaracer race A ant. race d post. Tutta la viteria è in titanio
  21. 9 points
    Da quasi un paio d'anni lavoro nell'industria metalmeccanica e in pausa pranzo ho accesso a un bel po' di macchinette interessanti per costruirmi cose in metallo. E quindi mi sono costruito da zero un pignone ISO da 17 denti partendo dal metallo grezzo con foratrice a erosione, taglio a filo a erosione e nastratrice. Il materiale scelto è l'AISI 321, un acciaio inossidabile da turbine, molto figo anche se probabilmente per costruire ingranaggi c'è roba più adatta. Ma quello c'era e il capo me ne ha regalato un pezzo. Come spessore ho optato per 3.0 mm, che sarebbe 2 decimi in meno dei 3.2 mm che ha come luce una catena da pista da 1/8". Lascia un decimo per lato di gioco per entrare nella catena e soprattutto è lo spessore del pignone di velosolo che ho copiato. Prima di tutto ho fatto dei test di foratura su un vecchio pignone di quelli che si trovano sulle ruote cinesi per vedere se riuscivo ad essere abbastanza preciso e se combaciava con il pignone commerciale da copiare. Diverso numero di denti, ma incastro perfetto con le viti. Visto il successo della lavorazione ho iniziato a disegnarmi con autocad il profilo del pignone mettendo le misure con info trovate su internet. Poi ho forato con la foratrice i 6 fori per i bulloni, il foro grosso centrale da allargare con l'erosione a filo e un foro per infilare il filo per tagliare il profilo esterno. Infine ho messo tutto nell'erosione e nel giro di un'oretta avevo il mio pignone (l'erosione a filo è lenta, mannaggia). Lo smusso finale sui denti l'ho fatto a mano con la nastratrice. È stata la parte più grezza, ma i risultato è stato più che accettabile.
  22. 9 points
    Ciao! Uno studio poco tempo fa ha rivelato l'ennesima ovvietà: a Pavia il clima fa vomitare, il peggiore del belpaese: estati cambogiane e inverni alla Silent Hill. Bene (se vabbè), questa è la bici che mi porta in giro, sudato da aprile a settembre, immerso nella nebbia da ottobre a marzo. Breve storia: presa intera sul mercatino, ora rimane solo il telaio, la pedalo da più di un anno e poi aggiungete voi i soliti blablabla su quanto è rigido l'alluminio, sul rake della forcella e altre amenità (che io faccio finta di percepire). Prima che apriate il fuoco, un sincero grazie al forum, le due cose che so sulla bici le ho imparate qua e se oggi vedete in giro uno scarso a pedalare è colpa solo vostra. Andiamo. Telaio: Dolan Pre Cursa tg.56 da Firenze con furore. Grazie a @bandofixie_as Forcella: lei no? Reggisella: eddai Guarnitura: Sram Omnium 48t, pedivelle da 167,5 Pignone: 17t Stem: Thomson X4 10° 90mm (Mettici un) Riser: Cube depotenziato da 78 a 64 cm Manopole: Sram Anteriore: Mavic Open Pro cd 32 fori raggiata in terza + Miche Primato flangia bassa Posteriore: Mavic Open Pro come sopra + Novatec iso + Bobaxle II thanks to @saimonfvg Pedali: Shimano spd M520 Catena: Kmc Sella: San Marco Mantra maledetto il giorno che l'ho presa Copertoni: Conti Gp 4000 Sii da 23mm Com'era: Com'è:
  23. 9 points
    cliffhangin' intensifies
  24. 9 points
    ingresso a gambatesa
  25. 9 points
    Salve a tutti.In Grecia fanno una manifestazione ciclistica che è la più importante dell' anno. E' un brevetto fatto tipo Randonnée. Si Chiama Spartakiada e parte dallo stadio Panatenaikos di Atene e finisce davanti alla statua di leonida a Sparta.Io vi ho partecipato tre volte, la prima come accompagnatore, la seconda con la bici da pista in single speed, la terza con una bici da corsa. La partenza è meravigliosa, il paesaggio e la strada nel Peloponneso sono unici e spettacolari. Il percorso non è facilissimo e sono circa 260 km e deve essere concluso in almeno 12 ore.Un tuffo nella storia.Qui tutte le indicazioni:http://www.spartakiada.gr/the-ride/...GPbv4_AoU9pHTYMDliuhh8mC2wwSFEnke8h51VoG0eckoModulo di iscrizione:http://www.spartakiada.gr/the-ride/...GPbv4_AoU9pHTYMDliuhh8mC2wwSFEnke8h51VoG0eckoPercorso:https://ridewithgps.com/routes/1063...4M7OtnsvXjv0ct3Qpk_NGflRMy555wyMyC3PQKrnqXfqEBuone pedalate a tutti!M
  26. 9 points
    È vero non avevo più aggiornato, avevo messo una foto su "montaggi moderni" ma non era definitiva, ora si. Secondo me è riuscita bene. È tornata ad essere una vera bici da corsa. -Gruppo: completo Sram Red 22 -Stem/manubrio/reggi: Deda02 e Zero100 -Ruote: Vision TC50 tubolare -Pedali: Look Keo Blade carbon -Sella: Fizik Antares Vs Peso 8,45kg
  27. 8 points
    https://pescarafixed.it/?p=6633&preview=true
  28. 8 points
    comoda, con un rapporto agile e una pipa rilassata.... : ) bella.
  29. 8 points
    Giusto per chiarire: a me non interessa parlare di arrampicata, vi voglio solo dire che l’arrampicata su roccia, nella sua variante trad-multipitch è la nuova fixie: c’e da lasciarci giu un monte di soldi, da mostrare a tutti a chi ha piu roba anodizzata e da spiegare a un sacco di gente come si fa a fermarsi. Cominciate ora che fra 3 anni sarà passato di moda e potrete dire: io metto giu tricam dal 2019.
  30. 8 points
    premessa: mi rendo conto che merita un montaggio migliore, ma io sono povero 😔 telaio: Mash parallax cyanotype rotelle: miche pistard gommate michelin dynamic classic da 28mm piega: deda rhm02 nastro: boh, con sughero agglomerato (quello che vendiamo per le canne da pesca, rotoli da 10mt) stem: ciclomale 80mm (da cambiare asap, devo capire se montare 90mm o tenere 80mm) sella: selle italia xlr reggisella: giant contact composite 27.2 x 400 guarnitura: miche 49t pedali: sh m520 pignone: miche 17t catena: taya inox
  31. 8 points
    Io credo che quello che fa male è il passaggio diretto di certe persone dall'auto, o meglio, dalla non conoscenza di quello che significa andare in bici a queste ebike che ti permettono di andare come un ciclista medio con poca fatica ma senza esperienza.
  32. 8 points
    Per tutti coloro che si stanno chiedendo "vale la pena montare moderno sto vecchio acciaio?", la risposta è ufficialmente "si": E tutto quello che si risparmia evitando il carbonio, può essere reinvestito comodamente in droga e mignotte.
  33. 8 points
    De Rosa Giro d'Italia Campagnolo Chorus carbon 10v
  34. 8 points
    Eccomi! Alla fine complice maltempo, imprevisti e generale intensità del viaggio l'abbiamo chiusa con 420 km e poco più di 5000m di dislivello. La bici si è comportata molto bene, ma il tanto sterrato, i 28 kg in ordine di marcia e degli inconvenienti minori (comunque non legati al telaio) hanno richiesto a fine giro un bel check up in profondità. Tra gomme tubeless da 45 e telaio in acciaio non ho patito ne schiena ne collo, e penso basti questo per giudicare la qualità del mezzo.
  35. 8 points
    no no, capiamole pure! In generale le regole si mettono perchè si è un gruppo, una comunità, e per far star meglio tutti si pongono dei necessari limiti alle libertà di ciascuno affinchè l'intero gruppo ne abbia beneficio. Ancora mi chiedo il perchè non possa io cacare in chiesa, ma pensandoci forse danneggerei chi in chiesa ci va per ascoltare una funzione religiosa. Premesso questo, le menti illuminate che fondarono questa comunità e che ora dominano la galassia di Vega, tra l'altro beh complimenti, hanno messo alcune semplici regole soprattutto per far si che questa resti il più possibile una piccola comunità di ragazzi che hanno una passione in comune e che su di questa non hanno intenzione di lucrarci ma, appunto, farla restare una passione, per quanto un po' dispendiosa (c'è gente che ha 4 serie sterzo chris king, per dire...). Ne consegue che uno degli stratagemmi che negli anni ha saputo tener lontani affaristi, ebayer di professione, svuotacantine e soggettoni vari è stata proprio quella dei 50 messaggi (io ed altri avevamo proposto 100, te pensa). In definitiva ecco il motivo spiegato e soprattutto buongiorno, sei su fixedforum: arrivi per le bici, resti per i catfight.
  36. 7 points
    L'influenza di @Nekro scorre potente in te... . Vale a dire che le foto fanno davvero cagare...
  37. 7 points
  38. 7 points
    Io sapevo che li saldava Bollani...
  39. 7 points
    Non pensavo questo momento potesse mai davvero arrivare, e invece purtroppo è arrivato. Dopo qualche anno di onorato servizio e dopo aver accumulato troppa polvere (per mea culpa), mi ritrovo a mettere in vendita la naVetta, la prima fissa che ho montato da me medesimo, componente su componente, comprese le ruote, che per l'occasione ho dovuto imparare a raggiare in terza (e vi confesso che la soddisfazione nel vederle finite e montate è indescrivibile!). Purtroppo il tempo per pedalarla è sempre meno e mi dispiace vederla soffrire di malinconia in garage; si merita un nuovo fantino che la faccia galoppare per viali e strettoie com'era abituata a fare! Cosa*: Bici Pista VETTA Tipologia: PistaMarca: VETTA (Antonio Taverna) Modello: Pista Taglia / misura: 54,5x55 mm realizzato Su Misura Dettagli tecnici: Telaio: Vetta 54,5x55 mm tubi Dedacciai Forcella: Dodici Cicli in Carbonio Rake 35 mm Serie Sterzo: FSA Attacco: Thomson 100 mm Riser: Cinelli Vai Reggisella: Cinelli Vai 27.2 Sella: Selle Italia Flite Titanium MC: Campagnolo Centaur 111 ISO BSA Guarnitura: Sugino 75 NJS 165 bcd 144 Corona: Mquadro 49 denti con incisione "fino" Pedali: Shimano SPD Pignone: Miche Primato Pista 16 e 18 Cerchi: FIR EA 65 Mozzi: Miche Primato Pista flangia alta 36 fori Copertoncini: Vittoria Zaffiro Stato*: usatoSmembro: per il momento no, ma si può parlarnePrezzo*: 800€ Costo e tipologia spedizione*: Da concordare Precedenza*: primo in codaIn vendita su altri canali*: Per il momento no
  40. 7 points
    Prima o poi la presenterò in gallery, intanto me la godo :)
  41. 7 points
    A sto punto io sono dalla parte di quelli che chiudono i sentieri alle MTB , già rompono i coglioni con i loro SUV di merda in città adesso iniziano pure in montagna questa non è roba per amanti delle bici ma per cafoni dal portafogli pieno e la testa vuota
  42. 7 points
    Bene, la tromba di Armstrong (una Selmer 19A o 23A - la sezione del tubo della 19A è più stretta della 23A per un suono più squillante e secco) in realtà fu sviluppata da Selmer Paris per il Maestro Harry James qualche anno prima che la adottasse anche Armstrong. In realtà Harry James suonava con un canneggio (diametro tubo) più largo (mi pare che il modello fosse 24 e poi 25A per avere un suono pieno di volume e che "uscisse" dall'orchestra (ricordo a tutti che Harry James suonava con la propria orchestra quando ancora nei teatri ma soprattutto nelle sale da ballo si danzava swing accompagnati dagli orchestrali) perché non amava particolarmente i microfoni. Harry James aveva delle braccia lunghe, molto lunghe. Pertanto per mantenere una postura più rilassata e soprattutto per aprire bene il torace e il diaframma (la tromba si suona con la spinta diaframmatica e non polmonare) chiese a Selmer di progettare una tromba con la macchina dei pistoni spostata il più possibile in avanti verso la campana. Queste trombe particolari, impiegate da questi due grandi maestri, vennero anche commercializzate ma non ebbero un grande successo. Sapete perché? Perché il corpo, soprattutto quando deve ripetere sempre le stesse gestualità o posizioni, conserva una memoria. Quelli abituati alla macchina in posizione standard e che per la prima volta suonavano queste Selmer particolari cercavano, nel portare alle labbra l'imboccatura (che è di ottone) e comandati dalla memoria del cervello, di ripristinare lo stesso angolo del gomito (più stretto rispetto alle Selmer di cui stiamo parlando che obbligavano il trombettista a protendere le braccia in avanti) con il risultato di ferirsi il labbro o molto spesso scheggiarsi gli incisivi superiori. Ed un trombettista con un labbro ferito o senza un incisivo semplicemente non può suonare. Fine della storia.
  43. 7 points
  44. 7 points
    Per spingere non ci vuole ne il riser e ne la flatbar, ci va la piega. Telaio bomba e montaggio ineccepibile, riser/flatbar a parte
  45. 6 points
    neanche malaccio però, noto delle contraddizioni...
  46. 6 points
    Sicuro c’è più figa... Quindi not for me
  47. 6 points
    Bim bum ban
  48. 6 points
    Ma solo io ancora mi faccio le seghe sui film porno etero?
  49. 6 points
  50. 6 points
    No fighissima per carità.. ma niente lista componenti? E nessuno dice niente? 😘
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00