Search the Community

Showing results for tags 'anni 80'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Calendars

  • Calendario eventi
  • Criterium
  • CX / Gravel

Found 27 results

  1. Cosa: Telaio + Forcella Tipologia: corsaMarca: Colzani saldato da Billato Taglia: 56 piantone , 55 orizzontale (è più alto che lungo) Dettagli tecnici: alta gamma Stato: usatoSegni di usura o segni particolari : Descrizione sotto Prezzo: 120 euro + ss Costo e tipologia spedizione: corriere tipo BRT a 20 euro Precedenza: primo in codaIn vendita su altri canali: subito CIAO! Vendo telaio di alta gamma prodotto da Billato databile ai primi anni 80. Geometria piuttosto "compatta" con piantone da 56 e orizzontale da 55 (più alto che lungo) Telaio di eccellente fattura in acciaio Columbus (direi SL per taglia, livello di qualità e peso contenuto), prodotto davvero con molta cura, lo si percepisce meglio dal vivo ma già dalle foto si vede che le giunzioni sono molto ben rifinite e lavorate, basta guardare i fazzolettini dei ponticelli per dire... Comunque, a parte la qualità costruttiva generale, spiccano i foderi bassi del carro schiacciati in modo particolare e l'interno risulta completamente piatto (sarebbe da toccare per capire), passaggio cavo cambio interno al fodero e forcellini svuotati pornissimi! Si aggiungono pantografie Colzani in ogni dove e colpo di finezza il logo frontale è inciso nel tubo di sterzo! Telaio sanissimo, niente botte, storture, bolle o ruggine ecc...come si vede in foto esteticamente porta i suoi segni sulla vernice (arancione scuro metallizzato), cromatura forcellini e carro ok mentre la forcella è un po' più segnata. Altre foto le trovate a questo link: https://www.flickr.com/photos/[email protected]/albums/72157690133151824 Telaio gran tanto bello, spero piaccia a qualcuno qui! Grazie!
  2. Alan Competition 24"

    CIAO! ho da poco finito la bici per il figlio che ancora non ho :D In verità è che da invasato di alan questa non poteva mancare... Modello competition da 24", la più piccola che veniva prodotta (piantone da 42 c-c) e potrebbe essere dei primissimi anni 80. Montaggio misto campagnolo - gipiemme con tutte le sue cosine minute, tipo il manubrietto da 39 e la guarnitura con pedivelle da 145 e corona grande da 42 denti (da latte) :) Le bdc d'epoca da bambino di solito mi mettono inquietudine ed angoscia però questa è proprio simpatica e bellina!
  3. Cosa: Telaio + forcella + ss + pipa pantografata Tipologia: CorsaMarca: Giovanni LOSA Taglia: Piantone 53 - Orizzontale 54,5 centro-centro Stato*: usato, sano ma esteticamente da rivederePrezzo: 60 Costo e tipologia spedizione*: 20 euro con corriere oppure organizzate voi ;) Precedenza*: primo in codaIn vendita su altri canali*: sì, subito CIAO! vendo telaio da corsa fatto da Losa databile a fine '70 o primissimi '80. Telaio di classe e di ottima fattura, segni distintivi di Losa su congiunzioni di sterzo (molto corte), nodo sella, ponticelli, forcellini, scatola mc, forcella...ovunque insomma! Il telaio è stato fatto per Morotti di cui riporta le pantografie, assieme al telaio do la pipa finemente pantografata :D Telaio sano, condizioni generali buone MA la vernice è da rifare secondo me e c'è un piccolo bozzetto sul fianco del tubo orizzontale, nulla di che però è li. Bello da rimettere in sesto, bello da montare com'è e farsi una roba rude ma che rende.
  4. CIAO! Dopo tipo 4 anni l'ho finita...una roba lunga ma ne è valsa la pena :D Vetta Criterium Crono Spavaldo telaio da cronometro anni 80, bello incazzato con piantone e orizzontale curvi, ruote 28/26, comandi centrali e cavi interni. Telaio prodotto per Davide Gallerani, campione del mondo nella cronometro a squadre nell'85 in squadra con Cipollini...leggenda vuole che sto telaio abbia corso una sola volta (infatti è come nuovo). Mi piacerebbe contattarlo e farci 2 parole in merito a sta bici, prima o poi mi tiro insieme e lo chiamo (se trovo il numero). Sono incerto sulla data, direi 87, giusto per azzardare un anno e non un periodo, a vederlo potrebbe essere sia un filino più vecchio che più giovane. L'ho montato quasi del tutto C-record, con la rotella e i cobalto, mi pare una roba abbastanza corretta e le variazioni sul tema ci stan dentro, tipo reggisella e pedali. Se poi salta fuori che è tipo un 85-86 ci piazzo il cambio prima serie ma per ora resta così. Tutte le foto qui: https://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/ P.S.1 La vernice ovviamente è perlata P.S.2 Guardatevi bene il video di e-talking che è bellissimo ;)
  5. Presento l'ultima bici finita ... poi per un po' basta :D OLMO "LA BICICLISSIMA" databile sul 1980. La biciclissima è un modello top di gamma celebrativo della vittoria di Gavazzi nel 78, questa in particolare sembra una delle prime versioni, con quelle giunzioni, forcella, forcellini, ponticelli e deragliatore a fascetta...la dato 1980 per questi dettagli, poi magari è 79 o 81 ma più o meno ci siamo... (online si trovano le foto di una evoluzione dell'83 che è una meraviglia). Telaio in tubi Columbus molto leggero con giunzioni ben lavorate e rifinite, si percepisce chiaramente la leggerezza tenendo in mano il telaio ed ora che è montata si sente comunque un peso molto basso. Gruppo super record completo. Guarnitura meravigliosamente alleggerita, bracci svuotati e pedivelle smussate abbondantemente, ss in alluminio, ruote a 28 raggi, manubrio cinelli con expander in lega contribuiscono alla leggerezza dell'insieme, dovrei pesarla insomma :) Livrea elegante col classico bordeaux metallizzato, bello profondo, che visto sotto la luce giusta è tostissimo! Mi piacerebbe trovare altro materiale pantografato...alla fine non ho avuto la pazienza di aspettare e l'ho montata, resto comunque alla ricerca. Se trovate qualcosa fatemi sapere! Altre foto qui: https://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/ BUONA DOMENICA! ;)
  6. CIAO! Posto le foto fatte giusto stamattina di questa bella bici bergamasca di circa metà anni 80. Manzoni "Special" cromovelata. Telaio davvero ben fatto con tubi Columbus (CX) e parti Cinelli, curato nei vari dettagli in particolare delle giunzioni di sterzo che, lavorate con cura, sono molto molto corte (come piace a @geminiani). Gruppo Campagnolo per buona parte Super Record con alcune parti Victory. Telaio bello, gruppo bello...ma è il colore il dettaglio bomba! Dico dettaglio ma è la cosa più evidente, come per tutti i cromovelati, prima vedi il colore poi vedi la bici... Cromovelato verde, di un verde scuro il giusto, è bellissimo, per giunta incredibilmente conservato, stile macchina del tempo!... mi sono sempre piaciuti un casino e non ho nemmeno mai sperato di trovarne uno, magari anche messo bene...e invece TAC! botta di culo :D Poi adesso viene il bel tempo e ciao, all'aperto è uno spettacolo sia con le luci del giorno che con quelle della sera... Come al solito le mie foto non rendono giustizia al colore,alla lucentezza ecc, le faccio al chiuso e senza mezzi adeguati e soprattutto non sono capace :) Ad ogni modo, tutti i dettagli qui: https://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/ ;)
  7. CIAO A TUTTI! Piazzo qui (con enorme orgoglio) l'ultima bici che ho terminato: OLMO SANREMO CRONO direi circa mid 80's, magari leggermente dopo la metà toh... Bici di per se fascinosissima per via del telaio con "triplo triangolo", del piantone a "S" e dell'accoppiata 28-26. Con questi dettagli poteva anche essere color cagarella ed era bella allo stesso... fortunatamente c'è la verniciatura pseudo marmorizzata, che non da proprio un'idea di leggerezza ma è strafiga! Comunque, il telaio è molto bello anche in termini di qualità costruttiva. Già che il telaio è particolare ho deciso di montarlo stile "fàmolo strano" quindi con pezzi particolari e poco convenzionali (anche perché il solito super-record ha rotticcazzo). Con un tocco di omosessualità repressa ho anche fatto una scelta estetica, quella di fare una bici in bianco e nero, quindi ho usato tutti componenti che avessero parti in alluminio e parti nere e l'unico punto di colore è quello dei dettagli marroni che ho cercato più o meno di tenere sullo stesso tono. Infatti cambio, deragliatore, pipa, freni, pedali, guarnitura, reggisella sono tutti bicolore nero/grigio e sella, palmer e cinghietti vanno via insieme. Con un filtro così la scelta e la ricerca dei pezzi è stata piuttosto lunga ma secondo me il risultato è ottimo! Dal punto di vista tecnico questi sono anche delle piccole chicche, ad esempio freni universal AER, pedali rino elegance e reggisella gipiemme crono sprint aero sono molto belli... Spiccano però la pipa cinelli cinetica regolabile accoppiata al manubrio triangolare profile speed, una tamarrata esagerata. Ma la vera super chicca è la guarnitura PMP-90 che, aldilà di infiniti discorsi tecnici sull'efficienza, è una cosa formidabile! Altri dettagli e foto migliori (insieme alle altre bici) a questo link: https://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/ Buon fine settimana!! ;D
  8. CIAO! Presento l'ultima bici terminata, "Borg.A" di Borgognoni Antonio , direi metà anni 80. Marchio abbastanza sconosciuto, insomma, non c'è il blasone ma tutta la sostanza abbonda!!! Telaio spettacolare, uno dei più belli che ho visto e toccato per quello che riguarda le bdc di questo periodo. Telaio straordinariamente leggero, si sente nettamente la differenza di peso paragonato ad altri top di gamma di pari misura ed età. Geometrie super compatte e passo molto corto grazie allo sterzo "stretto" e soprattutto al carro corto e alla famosa tasca ricavata nel piantone per ospitare la ruota posteriore che avanzando chiede il suo spazio. Oltre a questo e alle finiture eccellenti ci sono alcune modifiche sulla sezione dei foderi della forcella e del carro che sono stati visibilmente schiacciati aumentando la rigidezza del telaio e della forcella (almeno in una direzione di sforzo). Verniciatura stupenda in una specie di giallo oro micalizzato/perlato che dal vivo è strepitosa! PERO', dico, leggerezza, finiture ottime, bella vernice e tubi schiacciati si vedono spesso sulle bici top...persino la tasca nel piantone la si vede ogni tanto. ecco, questo telaio ha una chicca assoluta che non si vede in giro sulle bcd: il sistema del passaggio cavo del freno posteriore. In pratica il tubo orizzontale è sagomato e c'è una specie di canale/tasca/insenatura per tutta la lunghezza del tubo stesso dove poter alloggiare "a scomparsa" la guaina del cavo. Con l'accortezza di usare una guaina del diametro corretto, con una leggera pressione la guaina entra "a scatto" nella cava e da li non si muove più, l'accoppiamento è perfetto. La guaina poi sbuca fuori da un foro presente sul retro del nodo sella passando attraverso un'asola fatta nel tubo sella che quindi è modificato per tale scopo. FIGATA ESAGERATA! Mi sono poi lanciato in un montaggio coerente che rendesse giustizia al telaio, quindi: Movimento centrale OMAS in titanio, leggerissimo e super scorrevole. Serie sterzo FT Bologna, leggerissima pure lei. (queste due parti sono molto più leggere delle concorrenti in titanio e alluminio della campagnolo). Ruote a 28 raggi (mozzi super record e cenchi nisi solidal). Cambio e deragliatore super record. Guarnitura super record con corone alleggerite, pedali e gabbiette super record (purtroppo i perni non sono in titanio). Tubo sella super record, alleggerito e modificato. Piega 3ttt mod. superleggero (che è super leggero per davvero per via dello spessore ridotto e di una lega differente). Pipa con vite expander corta in lega leggera. Porta borraccia in lega leggera OMAS brunito. freni e leve super record. ecc ecc... Insomma un montaggio gagliardo! ne viene infatti una bici nel complesso molto leggera. Una cosa che si nota è un particolare bilanciamento dei pesi, nel senso che mi capita spesso di maneggiare bici che danno l'idea di essere leggere all'anteriore con il peso concentrato tutto dietro. Questa qui da una sensazione contraria, ti fa sentire l'anteriore più pesante del posteriore, o meglio, ti fa capire di avere un di dietro leggero e potenzialmente ballerino :D Da provare per forza, alla prima occasione utile la porto sulle salite/discese di città alta e vediamo cosa succede. I prossimi up-grade saranno pedali con perni in titanio, freni SR alleggeriti (come quelli sulle specialissime per dire) con perni in titanio omas, tubolari leggeri... se avete idee o consigli dite pure! P.S: la sella è una tornato, ce ne sono di più leggere ma ho scelto questa perché per me sta benissimo! poi magari la sostituirò a favore di altro. Foto e dettagli sono qui: https://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/ A me sta bici da una soddisfazione che altre ben più blasonate non riescono a darmi, spero vi faccia lo stesso effetto! ad ogni modo merita di essere vista e apprezzata in dettaglio. BUONA DOMENICA! ;)
  9. CERCO Forcella PALETTI anni 80

    CIAO! Cerco ormai disperatamente forcella in acciaio pantografata paletti databile metà anni 80. Per il discorso lunghezza del tubo ci si pensa dopo...che al limite accorcio/allungo in qualche modo. Colore/cromatura indifferente, l'importante è che sia sana. GRAZIE A TUTTI! ;)
  10. CIAO! è arrivato l'autunno che rende tutto bello fangoso quindi: ALAN RECORD CARBONIO CX :D Telaio in carbonio con i tubini (reggi da 25) e carro post in alluminio anodizzato nero. Montata bene: cambio e guarnitura (monocorona) Campagnolo SR con para gpm e comando "al volante" suntour. Reggi da 25 campagnolo SR con meravigliosa sella Alpine dsa forellata. Freni modolo con leve campagnolo. Ruote 6v Maivc+Campagnolo SR+tubolari challenge. Insomma...finalmente l'ho finita! c'ho messo un po di lavoro ma ne è venuta una bella bici, purtroppo mi sta grande (tg.57) ma per ora non importa... è un tassello in più nella mia raccolta di alan in carbonio!! Ringrazio tanto Nino che mi ha fatto da tramite per l'acquisto della bici di partenza e giamez e vara per sella e tubolari! ALTRE FOTO E DETTAGLI A QUESTO LINK: https://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/ Come sempre è un piacere condividere qui su FF. BUONA DOMENICA ;)
  11. Bianchi corsa '80 convertita

    E' passato più di 1 anno da quando ho preso questo telaio 49 della Bianchi anni '80 Finalmente mi sono messo al lavoro..... Pipa e piega grazie a @SkyDrake Guarnitura Proweell 46t Ruote.....bho le avevo in cantina con mozzo FlipFlop Pignone Miche 15t Catena la mia amata Regina Extra sella.....Virtu reggisella alluminio UNO sezione 26,8 (un casino a trovarlo) _________________________ Prime foto (non sono un fotografo ) questo è l'inizio ...... .........segue la prossima puntata
  12. Ciao! presento qui questa bici che per gli amanti del marchio è una vera chicca! Il modello "tourist" era la versione sportiva delle bici alan, ce ne sono sia da uomo che da donna e fin qui viste solo in alluminio. Questa qui è la versione in carbonio che per me sta al top! ...dovrebbe essere del 87/88 , la data è incisa nel piantone ma è sotto la fascetta e non mi va di levarla. Il telaio ha i tubi "piccoli" , impipati, non come le R/30, tubo sella da 25. Il set di congiunzioni è fatto apposta! il nodo sella ricorda il prima serie , i forcellini sono dotati di occhielli/fori dedicati a parafanghi e carter (che non ho montato ma è li in garage). Sulle congiunzioni non c'è incisione Alan, sono lisce e non anodizzate, infatti ho potuto lucidarle facilmente. Anche le grafiche sono dedicate, le fascette sono diverse e le scritte principali sono più piccole del solito. Personalmente una tuorist in carbonio non la avevo ancora vista, immagino non ne siano state fatte poi molte... :) P.S: mesi e mesi fa vidi questo telaio in vendita a un botto (e spacciato per bdc...lasciai correre). Alla fine , per coincidenze varie, l'ho portato a casa poche settimane fa a metà del prezzo :D Per quanto riguarda il montaggio ho fatto del mio meglio cercando un compromesso tra coerenza storica e mio personale gusto estetico...in sostanza mi piace un casino! (i para e le guaine leggermente dorate sono un vero lusso) Per altri dettagli ci sono le foto in firma yeah!
  13. Non impazzisco per le BMX ... ma questa "mi ha innamorato" , ripulita, lucidata e revisionata è venuta benissimo! Bianchi Bi.MX 20" Tiger - c.p.x. direi prima metà anni 80 o poco più (cioè quando essere rapper aveva un senso) COMPLETAMENTE ORIGINALE AL 100% da notare i componenti verniciati a fuoco, telaio full-chrome , gomme blu/para, manopole a scacchi, catena con le maglie anodizzate blu (che non si nota dalle foto ma è una figata) ecc ecc... Insomma un altro oggetto conservato nella capsula del tempo ;) non avevo mai smontato una BMX fino ad ora...il sistema del movimento centrale è imbarazzante...una roba ridicola proprio...mah... Dedicata a @TheNathan ! :D
  14. Cosa: telaio / forcella Tipologia: pista Marca: Rauler Modello: Misura: 55x55 Dettagli tecnici: Riverniciato da Bianchi per Sponsor Stato: usato / tenuto bene Smembro: no Prezzo: 375 Costo spedizione: compresa Tipologia spedizione: poste tracciabile Precedenza: primo in coda / ritiro a mano (roma) In vendita su altri canali: subito.it Foto originali Telaio Rauler 55x55 anni 80 ottimo stato, è stato rivernicicato da Binchi per una sponsorizzazione. La vendita comprende Telaio - forcella Serie sterzo Velomax Mov. centrale campagnolo Sella e tubo sella Se le trattative sono serie e veloci posso trattare un pochino il prezzo Ruote, pipa e piega non sono comprese nella vendita Per favore scrivete solo se interessati, altri commenti gentilmente evitateli
  15. Ciao a tutti, era da un pò che volevo aprire questa discussione, l'aver letto una domanda nel mercatino mi ha invogliato a farlo. Spero di riuscire a fare un pò di chiarezza nei vari modelli di pedali che la Gipiemme a sfornato tra gli anni 70 e 80. Mi sono sbattutto non poco tra cataloghi e ricerche quindi mi pare giusto condividere quello che ne ho tratto. Partiamo dagli anni 70 (le immagini si dovrebbero riferire al catalogo immediatamente precedente a quello del 78' 79') la GPM aveva due linee Special e Dual Sprint come indicato nel catalogo: L' unica guarnitura da pista era della linea Special: Per i pedali pista il discorso cambia, erano prodotti in entrambe le linee: Special: Dual Sprint (all'epoca erano i pedali da pista economici della GPM, forse per questo decisamente più rari da trovare ora): Fino all'82 non ci sono grandi cambiamenti, nel catalogo del 79' non campaiono più i Dual Sprint ma non ci giurerei che non fossero più in produzione. Il particolare su cui porre attenzione, sono le scritte ( GIPIEMME sopra e Made in Italy sotto) che compaiono dalla parte del "dentino", uguali per entrambi i modelli. Metto l'immagine solo dei dual sprint che tanto serve solo per rendere l'idea e li ho proprio qui: Per i primi anni 70 non ho immagini nè cataloghi su cui appoggiarmi ma credo che le cose non differissero molto, c'erano entrambe le linee che producevano sia pista che strada, l'unica differenza ma questa è solo una mia deduzione è che al posto della scritta "made in italy" c'era solo "italy" mi pare che nel mercatino ce n'è un paio così!;) Veniamo ai primi anni 80, sembra che la linea cronospecial abbia sostituito quella Special infatti nei cataloghi 82' e 84' non ce n'è traccia. Per quanto riguarda i pedali, almeno nella versione classica non avvengono cambiamenti rilevanti: Pedali GPM Cronospecial, catalogo dell82: Nonostante il cataloghi parli di cronospecial per i singoli componenti, credo che comunque l'intero gruppo pista fosse chiamato "Special" infatti questa è l'immagine del gruppo tratta dal catalogo del 84: Negli stessi anni vennero prodotti questi, indicati sia per strada che per pista: Ci sono immagini belle belle nel mercatino!;) Comunque l'unica differenza è che dalla parte del dentino sparisce la scritta "GIPIEMME", sostituita da quella "SPECIAL" in altri cataloghi è evidente ma sono in pdf, comunque facilmente consutabili dal sito della gipiemme. Questa è l'immagine dei miei per intendersi: Fino alla fine degli anni 80 non mi pare avvengono grossi stravolgimi, cambiano giusto le sigle e le linee, poi sicuramente qualcosa a livello di materiali per guadagnare mezzo grammo. Segnalo il link del catalogo dell'88 che merita: http://www.gipiemme.com/images/file/download/Catalogo%20GPM%201988.pdf Spero d'aver fatto cosa gratida..intendiamoci non è niente di speciale, ho giusto paragonato i cataloghi e confrontato un pò di ricerche nel web, ho voluto solo raggruppare un pò il tutto. Se poi ho scritto qualche bischerata fatelo pure notare senza problemi!!
  16. cafe racer (parliamone!)

    ciao a tutti, è da un pò che mi frulla per la testa l'idea di mettere mano ad una vecchia moto e tirarne fuori una particolare cafè racer!Anzi per dirla tutta ci ho preso una bella sbandata, tipo quindicenne arrapato! Spero la discussione attiri un bel pò di gente per scambiare idee e suggerimenti! intanto posto una fotina per far capire anche a chi è estraneo all'argomento di cosa si parla: PRIMA DOPO
  17. CIAO! Già che tira aria di crono presento con orgoglio l'ultima bici che ho ultimato (dopo una vita di ricerche e speranze) ALAN RECORD CARBONIO CRONOMETRO fatta nel 1988 (marzo) La bici è dell'88,quindi il cambio è sbagliato lo so...anche i pedali...attendo con calma di trovare quelli giusti,forse anche la shamal è un filino più giovane,insomma ci sono alcune cosette da sistemare ma già così non è male. A proposito,la shamal in che anno è uscita?? La metto qui perché è una chicca che merita di essere condivisa. In più ringrazio tutti gli utenti che ho tirato matti per componenti come cerchi da 26" e mozzi C-rec anche se alla fine non ho comprato nulla :D quindi grazie a: Andreas,dick,eliamwzz,federicoZ,machè,antonio_torino e se ho dimenticato qualcuno non se la prenda... TUTTI LE FOTO E I DETTAGLI: https://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/ (ho sempre il problema di non poter "incollare" nei messaggi........)
  18. Ciao a tutti è da un po che voglio costruirmi una bici a scatto a fisso , ma ultimamente non riesco a pensare ad altro ed è diventata una vera e propria fissazione . Leggendo e chiedendo in giro ormai da settimane , mi sono fatto un'infarinatura di base e sono pronto a cominciare . Sto cercando un telaio da corsa taglia 52 usato anni 70-80 con forcellini orizzontali (per facilitarmi le cose ), però non riesco a capire le differenze fra i vari telai , marche e sopratutto quando un può essere definito un "un buon telaio".. quale telaio (marca) può essere considerato migliore ? cosa mi consigliate ? Grazie ciao
  19. Biciclette Post-Eroica

    ciao a tutti, è un po che volevo farlo e oggi finalmente mi sono deciso! (sperando che non sia stato fatto prima) mi capita spesso di vedere belle bici in giro per officine, fra amici, su internet ma, per quanto mi piaccia l'idea e la filosofia che gira intorno alla bici in generale se dovessi fare un paragone fra le bici che vengono ammesse all'eroica e quelle che non posso accedere all'evento, perchè troppo recenti, devo essere sincero preferisco di gran lunga le seconde! le bici fine anni anni 80 e anni 90 devo dire che hanno un fascino, secondo il mio parere, di molto superiore, tubazoni oversize, linee aerodinamiche, colorazioni esplosive! per non parlare che questo è il periodo in cui l'acciaio, il carbonio, il titano e l'alluminio erano materiali in piena sperimentazione e spesso si trovavano equamente sviluppati fra le bici di alta gamma, senza che nessuno risultasse in assoluto il migliore. quali sono le vostre bici preferite post-eroica che vi piacciono di più?
  20. Ciao, a tutti gli appassionati di fotografia, non la fotografia professionale, ma quella che racconta l'evoluzione della società attraverso il costume e le mode, propongo questo blog, secondo il mio parere di profano geniale. Soprattutto per gli appassionati di società e storia americana. http://www.theacidsweatlodge.blogspot.it/
  21. Ciao a tutti, mi è stata regalata questa bici da mio nonno, che probabilmente gliel,ha data un suo amico anziano che non usa piu, è una cinelli anni '80, e sono fortemente indeciso se rendera fissa o lasciarla cosi. l'unica cosa che farei è riprendere la verniciatura che ha parecchi graffi. Vi elenco qui sotto i pezzi: Telaio: Cinelli CX Gruppo freni: Campagnolo Levette cambio: Campagnolo Cambio: Campagnolo Movimento manubrio: Campagnolo Mozzi: Campagnolo Cerchi: Ambrosio Corona: Campagnolo Pedali: Campagnolo Pipa: 3ttt Manubrio: Omega Montegrappa Adoro le fisse ma questa mi sebra un opera d'arte, un capolavoro Consigli? Buone Feste a tutti
  22. Vi pongo qualche domanda. ho preso un telaio Liotto nos da un signore che l'aveva smantellato perchè non della sua taglia (64) per tenersi il gruppo e montarlo su un suo progetto di bici. Il gruppo è un Campagnolo Triomphe nuovissimo (la bici deve esser stata usata una volta in 30 anni ) tutto lucidato e reingrassato. il signore mi darebbe gruppo completo : ss+mc+guarnitura+ cambio +deragliatore +catena reggisella sella Campagnolo triomphe pipa pantografata piega freni +leve campagnolo triomphe ruote con mozzi campagnolo (triomphe?) tutto praticamente nos che faccio? la faccio tornare come quando è nata o cerco un gruppo migliore del triomphe? non ho trovato molte notizie su velobase sul triomphe, era un gruppo medio... ma in cosa differisce da quelli piu' costosi? il prezzo è onesto considerando che il telaio che per ora gli ho comprato sembra appena uscito dal negozio nonostante abbia quasi 30anni?
  23. Bianchi d'epoca

    Ciao ragazzi!! E' un po' di tempo che navigo sistematicamente su questo sito e mi avete fatto venire una voglia matta di farmi una fixed proprio come quelle splendide che postate nella galleria!! Sono corso in garage a riprendere una vecchia bianchi d'epoca Ora i problemi sono 2... 1- identificare di che bianchi si tratta, e di sicuro la vostra esperienza mi sarà di enorme aiuto... Ho cercato a lungo su internet dei registri storici ma penso che non ne esistano (o è quello che penso..) comunque è proprio come questa... http://annunci.ebay.it/annunci/biciclette/roma-annunci-tuscolana-cinecitta/bianchi-sprint-s-1976/30528328 con l'unica differenza è che i passanti del freno posteriore sul tubo orizzontale sono saldati!! tutta uguale, i freni sono universal, la guarnitura come in foto ed il deragliatore anteriore huret e gli stemmi perfettamente uguali!! A breve metterò delle foto!! E se riuscite a darmi magari l'indirizzo di un sito con un catalogo d'epoca!! 2- Il telaio è un po' rovinato, la vernice dei forcellini posteriori e tutta scheggiata e ci sono alcuni segni anche sul tubo orizzontale, come è normale che sia per una bici che è stata usata a suo tempo!! Il problema è che odio le cose rovinate e vorrei tanto riverniciarla, ma so' dell'enorme costo che necessita una buona verniciatura, e Inoltre mi sento un po' in colpa a rendere una bellissima bianchi fissa!! sarebbe ottima come eroica, ma non è proprio il mio genere... Voi cosa mi consigliate di fare? Aggiungo che vorrei usare un budget limitato, pari a zero, e sarei persino disposto a venderla e monetizzare per comprare un telaio da pista base per una classica fixed... Accetto qualsiasi consiglio!!
  24. informazioni telaio atala

    sotto consiglio vi pongo in questa sezione la domanda che ho fatto in gallery, ho acquistato questo telaio già restaurato in internet, dalle info che mi ha dato il venditore è un telaio atala corsa anni 80 con tubi acciaio columbus, ha i forcellini posteriori campagnolo, tg 60.. un'altro utente mi ha passato questa foto della sua visto le somiglianze, forse vi può aiutare.. quello che volevo sapere è, ho acquistato un ottimo telaio o no? di che fascia era? è uno sfizio personale e voglia di sapere cosa guido infine, a livello di senzazioni a me sembra veramente ottimo, ma se qualcuno ne sa di più mi piacerebbe avere info a riguardo..