Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'figa'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


City


Interests


IG


Strava


Feedback Mercatino


Website URL


Skype

  1. È da un bel pó che non scrivo qua …siamo ancora nel 2008?😂
  2. Regole: 1. Bici esistenti, no sogni, schizzi o progetti artigianali ancora nel cassetto; 2. Solo scatto fisso; 3. Solo della vostra taglia (max + o - due taglie), postare la vostra taglia; 4. Possibile postare bici di qualcuno del forum, mettendone il nome del proprietario, se siete già in possesso, mettetelo e scrivetelo; 5. Obbligo di foto montata, come sotto, meglio lato guarnitura; 6. Qualsiasi materiale (carbon, alloy, steel, titanium, wood, ecc.) purché scatto fisso; 7. L'ordine deve seguire la volontà di possederla; 8. Cerchiamo di evitare i commenti, ma postiamo solo le foto della vostra top 5; 9. Se volete aggiornare la lista nel tempo, postate il numero di pagina della vostra top 5 e inserite la nuova; .... Altre regole saranno aggiunte col proseguio del thread, se vi sarà la necessità. Taglia 57 Raleigh track Team Panasonic Viner Pista Mazza Track Dolan Seta Mass Pursuit, in mio possesso
  3. E adesso che ho attirato l'attenzione con un annuncio da bagno dell'Autogrill: Bella a tutti, in quest'ultimo periodo mi sto trovando spesso di passaggio per Ancona-Jesi-Castelfidardo e dintorni perché trovarmi una ragazza a Livorno sarebbe stato troppo facile, e per non avere lo sbattone di dovermi portare dietro la mia bici (spesso viaggio con blablacar) mi serve un luogo dove poter soddisfare le smanie nei periodi di permanenza in zona e, volendo, metter su un cancellone da tenere qua per quando passo. Qualcuno conosce luoghi atti a tale scopo/qualcuno del forum che vende/qualsiasi altra cosa ci combini con le fisse in questa zona impervia per il pignone singolo?
  4. La Fulgenzio Tacconi compie 10 anni! Serve dire altro?Ingresso con sottoscrizione FT cena e vino inclusi a 10 euro.- pizzoccherata- special cocktail bar by sboromir- birre by fill and drive- lotteria con ricchi premi e cotillons- musica e balli fino all'alba- e tantissime sorprese... ok, non è un alleycat, non è una criterium, non è un gay pride (forse) ma ha a che fare con le bici; è la festa di compleanno della Fulgenzio Tacconi ... quindi siete tutti invitati: venite a far casino e portate amici parenti conoscenti fidanzate fidanzati trombamici puttane abitudinali! IN SINTESI Nome evento: i dieci comandamenti della fulgenzio tacconi Dove: leggi li flyer cazzone (ciclofficina stecca, via gaetano de castilla 26) Data: 18/02/2017 Orario di ritrovo: 20.00 Orario di partenza: io parto dopo il 5 bicchiere di vino, non so voi Tipo di evento: cena / aperitivo Tipo di bici: qualsiasi bici Costo iscrizione: 10 schei Cosa portare: voi stessi Link evento FB: https://www.facebook.com/events/580645045467220/
  5. https://www.facebook.com/events/149532195493263/ a chi fosse interessato condivido questo evento in quel di berlino, dubito di poterci essere causa lavoro modalità schiavo in quel periodo, ma spero che voi andrete numerosi :D
  6. CBV vi porterà a correre a Verona in un modo completamente nuovo, con una serie di garette serali.Le poche regole sono le solite.Casco, luci, freni, catarifrangenti, campanello, e tutti gli altri accessori necessari per essere in regola e sicuri per la strada, uno smartphone o in alternativa apparecchio fotografico digitale, se non siete muniti di smartphone con connessione dati (state a casa che avete il Wi-Fi almeno) portatevi anche una mappa;ricordando inoltre che è tutto finalizzato a divertirsi e fare nuove conoscenze. Le garette verranno disputate con una frequenza di una-due settimane. Ad ogni garetta una maglietta UNICA PER OGNI EVENTO al primo. (no classifiche separate per bici o sesso) Ci sarà poi classifica totale che incoronerà il CHAMP alla fine della serie di garette con mega premi in ballo. NON SERVONO SOLDI PER PARTECIPARE. Serve un offerta libera in moneta per ogni garetta, il giusto per ricompensare sbattimenti, birrette, bibitine, premi e quant'altro troverete. Ecco come funzioneranno le garette: Verranno disputate con frequenza di una-due settimane, la sera ( indicativamente tra le 19.30-22 durante la settimana) La garetta in sè prevede un percorso a tappe obbligatorie da dover raggiungere nell'ordine che volete per poi catapultarvi all'arrivo. L'unica cosa che conoscerete al momento dell'iscrizione è l'arrivo. Forse. E ora le novità: Dopo l'iscrizione (nella quale darete vostro numero di telefono) sarete congedati. Potete tornare a casa, andare a bere, controllare l'indirizzo di arrivo, andare a cena... Quello che volete. La garetta infatti partirà a sorpresa dopo le 19.30 (potrebbe partire anche alle 20.30, o 21... Chissà) con un messaggio con la foto del manifest (una foto con tutte le vie da raggiungere) e da li inizia il tutto. Non saranno vasche di due ore ma ogni garetta se fatta bene vi porterà via un'oretta... Anche meno... Sta a voi. Le iscrizioni saranno prese nella nostra sede per tutto il giorno della gara e chiuderanno alle 19.30. Per gli eventuali out of town ci sarà da dormire volendo perseguire la serata in compagnia. PRIMA GARETTA IL 3 MARZO GRUPPO FB. https://www.facebook.com/groups/147589898959588/
  7. Nekro

    Graveldale

    Premessa: ho venduto due bici e questa era in ballo da un po', quindi non rompete il cazzo che ho troppe bici, che è vero, ma è anche giusto:-) Qualcuno l'ha già vista (alla Ma.More.Ma. o alla Tosca). La sto utilizzando da qualche mese. Ho preferito testarla un pochito prima di procedere alla pubblicazione^^'. Il telaio l'ho preso su ebay.uk da un venditore che non spediva in Italia in agosto e ho utilizzato mio fratello come corriere: pessimo servizio visto che poi mi è arrivato in Italia ad aprile dell'anno successivo:-) Il mio obiettivo era quello di avere una bici in grado di sopportare qualsiasi tipo di terreno, rimanendo comunque "veloce" anche su strada....non sono ancora sicuro del risultato, ma il non aver forato alla Tosca tutto sommato mi conferma che le ruotone tengono! Ovviamente Single Speed, altrimenti è troppo facile! Entriamo nel dettaglio: Telaio: Cannondale SL Trail SS 29er con movimento centrale eccentrico Forcella: Cannondal Fatty 1.5 Reggisella: Cannondale Sella: selleitalia x1 plus Attacco manubrio: Cannondale Manubrio: On One Midge (bello aperto) Leve Freno: Tektro Freni: Avid BB7 Meccanici Guarnitura: Truvativ 38dentini PignoneSS: 14 Pedali: Shimano pd 530 Ruote: Roval AL 29 Copertoni: Vee Rubber Vee12 Cyclocross 2.10 La foto fa cagare, ma appena ho tempo ne faccio di più carine^^'
  8. Mi rivolgo a tutte le stelline marchigiane con un altro dei miei post deliranti. Chi di voi sarebbe interessato/intenzionato ad investire su di una agenzia di corrieri in bici? Secondo me si potrebbe avere successo. Soprattutto nel periodo primaverile/estivo, no? E poi va un sacco ei moda e si potrebbero fare tante foto su Instagram. Sono forse pazzo? Può darsi, fatevi sotto capitalisti ed investitori che io ho le idee chiare (!?!?!?) Cari marchigiani taggatevi tra di voi :)
  9. SAPORE DI SALE VARAZZE BICI FESTIVAL 2015 4-5 Luglio, Molo del Surf, Varazze - Per quest'anno Biciclette da Pista. Stessa spiaggia stesso mare. - ALLEYCAT su e giù per Varazze e frazioni (cat. senza i freni e con i freni, stop) (puoi usare anche la libera senza i freni, il carretto dei gelati, la bullit, il carbonio,bdc, insomma quello che ti pare, o con i freni o senza i freni perché abbiamo fatto solo due tipi di spoke card) SKID CONTEST ... BEIGUA MASSACRE "tecnicamente non competitiva" dalle antenne del Beigua fino al Molo del Surf, mountainbombing 1000 mt 18 km. Per la risalita si potrà usufruire delle navette per le discese DH oppure con mezzi propri oppure climbare (a seconda delle iscrizioni). Partenza in Royal Rumble (Mucchio Selvaggio), a seconda del numero di partecipanti potranno esserci più batterie, oppure session in spiaggia a prendere il sole categoria unica senza i freni. la puoi fare anche con il carretto (vedi sopra) ma abbiamo solo un foglio per la classifica "senza i freni", in tal caso fai la Rumble ma non sei in classifica - SAPORE DI SALE su facebook: https://www.facebook.com/events/116481598689166/ ISCRIZIONE GRATUITA - TVRBO Noømood Emanuela Bava VARAZZE BICI FESTIVAL 2.0 Kiosco del surf varazze Varazzers. Varazze Molo del Surf Varazze Illustrazione di Alessandro Ripane ‪#‎trackbike‬ ‪#‎alleycat‬ ‪#‎hillbombing‬ ‪#‎thrashard‬ ‪#‎tvrbo‬ ‪#‎andareveloci‬‪#‎massacre‬ ‪#‎shredders‬ - Tutte le info e l'evento completo su VARAZZE BICI FESTIVAL 2.0 3-4-5 luglio - Chat line : Marchino: +39 349 5806512Hans: +39 348 3074932 - Pornhub : https://vimeo.com/ateliervarieta - Tu porta il casco e qualche copertone in più, Noi ti aspettiamo con Sole, Mare, Figa, Spokecard, mappa e qualche premio. - Andare Veloci
  10. Ciao a tutti, prima di iniziare faccio due premesse: la prima è che sono consapevole di aver comprato un capo "tarocco" e che la cosa non è etica e nemmeno legale. Volevo provare un completo economico di quelli su Aliexpress e questo, esteticamente neutro, mi piaceva abbastanza. Il caso ha voluto fosse marchiato Castelli, ci sono anche Sidi o Rapha, per dire... La seconda è che questa recensione verrà sicuramente corretta col tempo, è chiaro che dei capi di abbigliamento tecnici (il fondello in particolare) necessitano di più uscite e numerosi lavaggi per poter essere testati per bene. Tra un po' aggiornerò la discussione. Primo aggiornamento fatto, tutto ok. Per quanto riguarda la taglia io sono grossomodo 170 cm per 60 chili, ho preso la taglia S e l'ho azzeccata. Però possiedo una maglia Castelli originale ed è una M, veste pochissimo ed una S sarebbe davvero troppo stretta. Quindi boh...i produttori danno tabelle indicative, paiono affidabili. Foto come sempre merdosissime. - Prezzo: 25 euro inclusa spedizione - Link del produttore http://it.aliexpress.com/store/1653259 - Composizione: 100% poliestere - Periodo di utilizzo: un'uscita appena un mese - Tipo di utilizzo: MTB - Pregi: prezzo, qualità "al tatto" del fondello - Difetti: maglia di bassa qualità (anche se non dà problemi di eccessiva sudorazione o irritazioni) - Rapporto qualità prezzo: eccellente sui pantaloni, adeguato sulla maglia - Lo ricomprerei si/no: non comprerei il completo ma mi limiterei all'acquisto dei pantaloncini, da abbinare ad una qualsiasi maglia tecnica. I pantaloncini sono fatti decisamente bene, almeno come primo impatto sembrano di buona fattura. I loghi sono curati e fatti bene, ottima la vestibilità. Il fondello è bello morbido ma non cedevole, è in gel ed offre un buon comfort nei giri brevi. Verrà testato anche in uscite medie/lunghe. Non stringe in zona cavallo e le cuciture sono precise e ben fatte. Sulle cosce troviamo due strisce in silicone che fanno il loro dovere senza dare fastidio. Il tessuto della salopette è gradevole a contatto con la pelle e la traspirazione sembra buona. Per quanto riguarda la maglia l'ho confrontata subito con una originale (quella bianca, off course); la differenza c'è ed è evidente ma non abissale. Insomma: quella vera è bella, quella tarocca fa un po' cagare ma quella originale costa 50/60/70 euro, ci mancherebbe che non fosse migliore! Il tessuto è poliestere per entrambe, cuciture molto precise per quella vera ma comunque buone per quella China. Qualche filo volante ma nulla di preoccupante. Come prima impressione posso dire che sia di discreta qualità: ben traspirante e non causa fastidi. Sulla parte inferiore della maglia c'è una bordura in silicone ottima e funzionale. Manica ben fatta. L'ho trovata un po' stretta di collo ma con la zip leggermente aperta il problema non si pone. Zip di qualità e marchiata per una... Anonima per l'altra, ma fa il suo lavoro, promossa. Le tasche posteriori sono tre e ben dimensionate, non hanno microtasche con zip ma solo le tre classiche aperture con un elastico superiore. Per ora è tutto, se avete domande fatele ;) Tra una decina di uscite/lavaggi vi faccio sapere come va. Cheers! AGGIORNAMENTO Aggiorno il topic dopo un mese di utilizzo (sempre poco,ma tant'è), tutto nella norma. Ho fatto una decina di uscite brevi e una lunga in MTB, con altrettanti lavaggi in lavatrice. Per ora direi che il tessuto regge ed il fondello si comporta bene. Segnalo anche una bella cosa: ho scritto al venditore perché una stampa sui pantaloncini era fatta malino, mi ha risposto immediatamente e me ne ha mandato un paio identico GRATUITAMENTE con tanto di scuse, feedback 100% positivo dunque. Per 25 euro anche il servizio post vendita, cazzo! Consiglio caldamente l'acquisto ;)
  11. Buongiorno a tutti. La mia terza recensione è, di nuovo, su un prodotto NON specifico per il ciclismo...non vogliatemene per questo ma la parola d'ordine è “estensione d'uso”. Avendo un fratellino endurista, mi è capitato di accompagnarlo in uno di quei mega outlet di prodotti per moto; bazzicando per le corsie in cerca di prodotti interessanti mi cade l'occhio su un cestone delle offerte segnalato dal cartello FINE SERIE – TUTTO 10 EURO. Bon: provati e comprati. Le foto fanno cagare come al solito se non peggio. Via! - Prezzo 10€ (listino 19,90€) - Link del produttore www.acerbis.it - Periodo di utilizzo: circa un mese, molto poco....magari tra un po' aggiorno il post - Tipo di utilizzo: uso urbano in bdc - Pregi: prezzo, comfort, traspirazione, robustezza - Difetti: non impermeabili, non termici - Rapporto qualità/prezzo: ottimo da scontati, discreto a prezzo pieno - Lo ricomprerei si/no e perché: non li ho ancora testati a fondo ma direi che sono un prodotto molto valido, promossi I guanti sono molto sottili e vestono aderenti. Seguono ottimamente i movimenti di mano e polso senza stringere e limitare i movimenti. La traspirazione è messa al primo posto, i guanti offrono diversi inserti in mesh: in enduro si suda parecchio. Molto “grippante” il palmo, fatto in un materiale sintetico che imita la pelle scamosciata. Anche qui numerosi fori facilitano la traspirazione. Ottimo e assolutamente non scomodo il rinforzo posto tra pollice e indice. In MTB uso un modello di guanti più tecnico, sempre di Acerbis, da oltre un anno (i quali hanno subito diversi interventi chirurgici da parte della macchina da cucire della mamma, dovrei cambiarli ma ci sono affezionato). Sono altrettanto validi e simili come materiali ma risultano meno comodi per la presenza di protezioni sul dorso della mano. Gli MX3 fanno parte della linea 2014 di Acerbis ma, online e nei negozi, si trovano ancora con forti sconti. Comprateli che fanno figo e sono validi.
  12. Faccio un'altra recensione di un prodotto NON specifico per l'uso in bicicletta, spero apprezziate lo stesso. La giacca è fatta per l'escursionismo, io la trovo adatta per ciò che è stata concepita ma non solo...e mi ci trovo gran bene. Il prezzo è giusto, non è stracciato come quello di altri prodotti Deca ma è assolutamente accettabile. Ho scelto un colore molto fluo: in montagna più si è visibili e meglio è, idem per le nostre cazzo di strade...comunque ci sono colori molto più sobri. - Prezzo 64,95 € - Link del produttore http://www.decathlon.it/giacca-escursionismo-softshell-uomo-bionnassay-nera-id_8189747.html - Composizione: 83% poliestere, 10% poliuretano, 7% elastam - Peso: 600g - Periodo di utilizzo: due anni circa - Tipo di utilizzo: escursionismo, alpinismo, mtb e bdc, uso urbano - Pregi: prezzo, qualità di materiali e cerniere, idrorepellenza da nuova, realmente antivento - Difetti: trattamento idrorepellente che andrebbe ripristinato, polsini antivento delicati - Rapporto qualità prezzo: buono - Lo ricomprerei si/no e perché: la ricomprerei e la consiglio, io ho avuto la foruna di pagarla molto meno ma anche a prezzo pieno vale la spesa NOTA: il colore della giacca recensita non è più disponibile, con la gamma nuova hanno fatto aggiornamenti grafici ma il prodotto è il medesimo. Foto disgustose, me ne dispiaccio. L'esterno della giacca è in poliestere, trattato in modo da essere idrorepellente (ma non impermeabile in senso stretto). Le zip sono tutte YKK, di ottima qualità ma non impermeabili. Oltre a quella principale e quelle alle tasche ci sono due cerniere sulle aperture ai lati che permettono all'aria di circolare in modo da ridurre la sudorazione senza raffreddare troppo il corpo ed una sulla piccola tasca sul petto. Quest'ultima è scomoda, piccola e gli oggetti contenuti danno abbastanza fastidio. Il bordino blu, stampato, dopo due anni si sta rovinando. Il cappuccio è fatto molto bene, forse è giusto un pelo troppo stretto; ad ogni modo copre molto bene la testa senza limitare la visuale. I polsini hanno una fodera antivento con buchi per i pollici, sono efficaci ma il materiale è abbastanza delicato...è facile rovinarli. In vita sono anche presenti dei laccetti di regolazione per far aderire bene la giacca al corpo. L'interno è in micropile ed è molto caldo in relazione al peso della giacca. In inverno di solito mi vesto con intimo termico (ho il classico Kipsta per tutti i giorni ed uno in lana Merino per le uscite “serie”), un secondo strato traspirante e softshell: soffro leggermente il freddo stando fermo ma in movimento è perfetto. Parlo di temperature sul range 0-5°C L'impermeabilità è ottima da nuova, sul tessuto si formano piccole goccioline d'acqua che scorrono via facilmente. Dopo due anni di abusi non è più così efficace perché il tessuto tende a saturarsi d'acqua, per essere un softhshell però va benissimo così. In sintesi: buona qualità – buon prezzo – buon acquisto. Costasse 15 euro in meno sarebbe perfetta.
  13. Cdt, da tempo la mia dolce metà mi scassa la minchia perché l'aiuti a trovare una bici. La compro già fatta? La assemblo io? Se la assemblo, cosa cerco a partire dal tipo di telaio? La vuole performante, leggera e veloce, ma non da corsa. Ci vuole andare sulle strade bianche, ma non una mtb. Ci vuole fare i viaggi, ma non vuole sembrare una vecchia. Fissa, nemmeno a parlarne. Pensavo a un cx, forse più una rando ma bo. Brancolo nel buio. vi prego, aiutatemi a capire. A, non sparate cazzate, la mia è una reale sofferenza. Non ne posso più. In ultimo aggiungo che, il budget potrebbe aggirarsi intorno ai 400€. Ma non è indicativo. Intanto grazie
  14. Dopo aver maltrattato per bene questo zaino economico, ho deciso di provare a recensirvelo. Non è un prodotto destinato al ciclismo ma sono sicuro che può comunque essere preso in considerazione. Per quello che costa, poi, se cercate uno zaino piccolo e da usare senza particolari riguardi, può essere la soluzione che fa per voi. Lo trovate dal Deca: per chi se ne intende Simond è uno storico marchio francese che è stato rilevato da Decathlon (anzi, dal gruppo Oxylane) che ne ha fatto il suo marchio interno per tutto quello che riguarda l'alpinismo e l'arrampicata. Mi scuso già per la qualità delle foto, iniziamo. - Prezzo 19,95 € - Capienza: 22 litri - Link del produttore http://www.simond.com/en/cat/BackpacksBags/prd/Alpinism_22_Backpack e http://www.decathlon.it/zaino-alpinism-22-nero-id_8302619.html - Periodo di utilizzo: oltre un anno - Tipo di utilizzo: escursionismo, alpinismo, mtb, spostamenti quotidiani e in bdc - Pregi: prezzo, materiali, robustezza del tessuto - Difetti: impermeabilità delle cerniere, fascia ventrale - Rapporto qualità prezzo: ottimo - Lo ricomprerei si/no e perché: assolutamente si, in questa fascia di prezzo non ho trovato in commercio zaini con la stessa qualità Lo zaino si presenta discretamente compatto, all'esterno abbiamo l'accesso alla tasca principale tramite un'ampia zip YKK con due cordini in nylon sui cursori. Sui lati troviamo le comode cinghe di compressione laterali, un'asola portamateriali bella tenace (fatta per moschettoni, rinvii, ecc) e due cordini elastici fatti per attaccarci bastoncini e/o piccozza. Inutili in ambito urbano ma se ci si ingegna si possono sfruttare per portare qualcosa. C'è anche una fila di asole per fissare attrezzature varie (io la sfrutto per attaccarci le chiavi di casa). La tasca frontale, sempre chiusa da una robusta cerniera YKK, è ottima per cellulare, portafoglio ed oggetti che si vogliono avere a portata di mano. Il fondo è in tessuto rinforzato mentre sulla parte alta dello zaino abbiamo un foro per la canula di un eventuale sistema di idratazione, oltre alla classica maniglia di trasporto superiore. Lo schienale è semirigido e l'imbottitura è in mesh; non fa gridare al miracolo ma è semplice, ben fatto ed offre un buon appoggio. Io sudo come un maiale, eppure sotto questo aspetto non l'ho trovato peggiore di quello di altri zaini ben più costosi che possiedo. Gli spallacci sono moderatamente imbottiti (i bordi potrebbero essere più morbidi, danno leggermente fastidio ma nulla di preoccupante) e hanno sia una fascia di chiusura pettorale, sia una ventrale; quest'ultima è solo una fettuccia in nylon, non l'ho trovata molto comoda ma ha il grande vantaggio di poter essere infilata quando non serve sul retro dello zaino. All'interno, oltre alla tasca principale, troviamo una piccola taschina interna. La tasca principale è profonda ed ulteriormente divisa da una tasca elasticizzata studiata per metterci la vescica del Camelbak: io ci porto il portatile senza problemi. Bella comoda. La capacità di 22 litri la trovo ottima: nel quotidiano ci faccio stare PC, quaderni, libri, ecc. Mentre è comunque perfetta per un'escursione giornaliera a piedi o in mtb. Ovvio che se avete altre esigenze di spazio non è il prodotto che fa per voi. Se vi serve pigliatevelo, è un prodotto davvero buono e al giorno d'oggi 20 euro son 4 birre..."governo ladro".
  15. ......come fare? Una volta un utente, credo @Dens se non sbaglio, mi parlò di latticizzare le ruote della CX/MTB (scusate la bestemmia lo so che siete puristi). Ora siccome è già la seconda volta che buco qui a Roma in questa merda quotidiana che sono le strade della capitale, vorrei saperne di più, anche perché sono un novellino della tecnica, e volendo partecipare a qualche evento CX, vorrei essere preparato.Vi chiedo quindi; - come si fa? - devo cambiare le ruote, le gomme, averle tubeless? - costi e guadagni, perché se durano vale la pena, altrimenti il costo non vale la candela se è elevato? - quei sistemi che leggo sulle riviste specializzate, dove tra bombolette e doppia camera salva camera d'aria, secondo voi se li avete usati, sono valide alternative o è la stessa cosa? Grazie come al solito a tutti coloro che spenderanno tempo a rispondermi.
  16. Tenetevi piu che pronti.... Si corre fixed brakeless.... Ho modificato un altra volta la data per dare la possibilità anche agli stranieri che saranno presenti a Milano per correre la Red Hook Criterium di divertirsi un pochino nella nostra traffic jam...voi state allerta... Si corre questo venerdì 10 ottobre a Milano Ritrovo: ore 18:00 Partenza: ore 19:00 Cosa ti serve: Casco, Mappa, Penna, Lock Iscrizione: 5€ Cash prize No more words... Evento su facebook: https://www.facebook.com/#!/events/1452603778358359/?fref=ts
  17. dopo un pochino di tempo che ho sottomano questa bici, ho deciso di montarla in maniera più consona..è comunque un minestrone,ma a me piace..! poi ovviamente aspetto consigli e migliorie! (per le migliorie sopra i 100€, aspetto anche un versamento da parte vostra, chiaro..bravi tutti con il portafoglio degli altri!) informazioni sul telaio ne ho veramente poche, ma sembra sia stato saldato (in piccola serie e con alcune varianti) da un telaista di Bassano del Grappa (VI) destinate a velodromi e squadrette varie (alcuni erano stati commissionati per il velodromo di Padova per la squadra di inseguimento) Telaio: Sageborn pursuit 28/24 in alluminio (non ho idea delle tubazioni usate) Tubo Sella: Campagnolo Super Record 4051 Pipa: 3TTT Record 84 100mm Bullhorn: no brand in alluminio Nastro: Benotto blu Movimento Centrale: Campagnolo C-Record (pista credo) Serie Sterzo: Campagnolo Nuovo Record 1" (strada) Guarnitura: Campagnolo Super Record 4151 (pista) Corona: Campagnolo 55T 1/8 144 BCD anodizzata blu (pista) Pedali: Campagnolo C-Record PD-02RE (pista) Cinghietti: Campagnolo Triomphe blu con terminali bianchi Ruota Anteriore: cerchio non marchiato 36h, mozzo Campagnolo 1035 Record (strada), raggi saldati Ruota Posteriore: cerchio Ambrosio Montreal 36h, mozzo Campagnolo 4101 (pista), raggiatura asimmetrica Tubolari: Vittoria Juniores da 20mm (anteriore), Vittoria Rally da 23mm (posteriore) Pignone: Campagnolo 14T Lockring: Campagnolo (non in foto) Sella: San Marco Concor
  18. La storia di questa bici è un po lunga. nel 2011 inizio un anno di servizio civile, lavoro che non sopportavo. inizia a farsi strada la voglia di una bici come la volevo io, quindi inizio a risparmiare col magro rimborso spese. inizia a farsi strada anche la curiosità verso l'artigianato e le bici fatte a mano, in modo diverso rispetto a quanto la mia passione per la bici era stata fino ad allora... Smetto di lavorare al termine dell'anno di servizio e mi impegno a terminare gli esami per laurearmi prima possibile, cosa che ho finito oggi dopo un anno esatto, nel frattempo l'estate passata sono riuscito a realizzare quel sogno. il telaio è stato realizzato da me pensando a un utilizzo ben vario, tuttofare, senza rinunciare a cazzatelle che mi arrapassero. quindi il movimento è alto, ma non altissimo, lo sterzo, rake e avancorsa non sono spacca piedi, sarebbe stato inutile e l'unica forcella che avevo gratis era da corsa e in carbonio/alu(650 gr+o-), farne una mi sarebbe costato troppo e penso che il sistema 1 e 1/8-non filettato sia competitivo, d'uso odierno e di facile manutenzione. e altre cazzatelle tecniche che ho spiegato a Inkh. il tubo sella sembra rilassato, ma col cazzo, è un impressione perchè il tubo sella è curvo. Tanto che il carro è lungo 36-37,5cm, la cosa realmente incazzata di questa bici, infatti se nn fosse per il tubo curvo la ruota lo sopravanzerebbe. e potrei levare una maglia, ma evito perchè già cosi come sputo a destra o a sinistra giro in quella direzione.. i tubi sono zona, che va bene cosi.. il telaio è stato fatto con l'idea di approfittarne e conoscere un po vari sistemi...quindi per quello sono curvi tutti i tubi tranne l'obliquo e i pendenti orizzontali. Ed è saldato con i metodi: -Tig -saldobrasatura ad argento( i forcellini sono inox) -saldobrasatura ad ottone penso sia la prima volta che vedo un telaio che è fatto con tre diversi modi di saldare. peso? solo telaio se non ricordo male 1.183 g- forcella 650 o giu di li... Anche la verniciatura è stata fatta da me, con il glitter, ricordando quella di alcuni telai giapponesi è ne sn abbastanza soddisfatto. la bici ha richiesto molto tempo per esser ultimata in quanto tra studio e pochi soldini, ho dovuto aspettare le varie occasioni per trovar i pezzi che volevo.. Ne aprofitto per ringraziare pelt per la ss, davideanzo per l'attacco, marco.trevisan67 per il deda crono le ruote non sono definitive, ho dei drc classic con fixkin che aspettavano che finissi gli esami..per ora tengo queste. scusate per la qualità delle foto, se qualche buon samaritano si offre di farmene qualcuna migliore per una birra mi dica pure. ecco una lista dei componenti: -telaio: devo trovare un nome, #1 per ora. -forcella:dynatek gratis alu carbo -ruota post: dodici/miche/miche 17 -ruota ant: shamal 12/ campagnolo basso profilo scazzo(grazie INkh) -reggisella: rino aero 26.8 -sella: concor confort -guarnitura/corona: sugino vintage(mighty comp forse)/sugino 47t -pedali: crank bro eggbeaters 2(come insegna il buon riky76) -catena: kmc -serie sterzo: Chris King non filettata 1 e 1/8 (Bomber) -attacco manuber: deda zero100 servizio corse -manuber: deda crono low metterò se riesco altre foto della realizzazione, ma in pratica sono tutte sul mio blog in firma e su facebook...quindi potete vederle li che altro?... a voi le foto :)
  19. io proporrei l'adunata dei genovesi per il 26/02/2014, così da sfruttare il world ciaba day come scusante, ubriacarci, e mandargli i peggio messaggi! quindi....fatevi avanti! si potrebbe fare chessò ore 21.30 a deffe. @Fixedo @Eirene @simosurfer @Jaca @FixedFausto @DianaBee @Avalanche @rimmon1971 evento aperto comunque anche a tutti quelli che girano in bici in quel di genova, che vorrebbero una fissa ma non ce l'hanno ancora ecc..
  20. -siccome siamo nella sezione Torino -siccome se n'era già parlato -siccome siamo una manica di cazzari (chi più, chi meno) -siccome ci piacciono le bici -siccome, a parte Sarto, non si depila nessuno facciamo un campionato di criterium alla volemosebbene. oh, buoni lì, che non è roba da calendario eventi, cioè, se ci sono degli out of town, ben venga eh, però è tutto fatto in casa qui; spendete più in calorie di quel che guadagnereste anche vincendo tutto. il campionato sarà strutturato nel seguente modo: _una gara ogni due settimane, per un totale di 7 gare. _la location di ciascuna tappa verrà comunicata con il dovuto anticipo. _classifica a punti. _è fatto OBBLIGO TASSATIVO di casco, se non ce l'hai in testa non corri. _nessuna restrizione sulla scelta del manubrio, tuttavia si consiglia l'uso di una piega. _riguardo il freno: tenetelo pure attaccato, una volta sul posto ci mettiamo d'accordo (per la prima va così, poi ci si aggiusta in maniera più definitiva.) _obbligatorio l'uso di lucine _obbligatorio l'uso di buonsenso _ciascuno è responsabile per se stesso, se vi incartate noi non ne sappiamo nulla. _costo dell' iscrizione al campionato di 3€, alla prima gara della serie + 1€ per ciascuna gara esclusa la prima; il ricavato sarà utilizzato per premiare i primi tre del campionato, escludendo le birre pagate al primo arrivato in ciascuna gara. è possibile partecipare anche a singole gare, senza pagare l'iscrizione al campionato ma comparendo comunque in classifica, tuttavia nel momento in cui si dovesse partecipare a più di 3 gare, verrà richiesta la tassa d'iscrizione di 3€. (forse c'è ancora qualcosa d'aggiungere ma non è che vi dovete aspettare l'organizzazione della RHC eh.. si sa che qui si fa le cose accazzo.) -[LA PRIMA GARA DI CAMPIONATO SI TERRA' AL PARCO DEL VALENTINO MARTEDI' 23 APRILE]- ritrovo all'arco del vale alle 22.00 in caso di domande, scrivete qui, oppure a me o Sturt.
  21. Dicevo, si va insieme a bologna l'8 febbraio? Anche senza partecipare ai "giochi" ci sara' comunque un sacco di gente in bici e diverse ma diverse figliole. http://www.salvaiciclisti.it/blog/2013/12/12/bici-senza-frontiere/
  22. questo è il cinelli con cui Chas ha vinto la crit di Fijate e questo un altro che ho trovato in rete poco fa.. geometrie che non sono nè quelle del vigorelli, nè del mash nè del bootleg.. saldature limate, ss integrata.. a me non dispiacciono affatto :) ..che quei furbastri in cinelli non ne abbiano fatti altri? :D
  23. Decaduto o no, ho una sola certezza.
  24. Guardate, non aggiungo altro.. https://www.facebook.com/CurtisOdomHubs?hc_location=stream
  25. Lo so è un'infamità. Ma dato che le discussioni tecniche non tirano come un pelo di figa... tocca usare questi mezzucci. Che poi se ci pensate....il movimento centrale è la figa della bici. Comunque... mi aiutate ad identificare questi due MC appena smontati? questo penso sia un Nuovo record...dal telaio che lo montava dovrebbe essere della metà degli anni 70. confermate?
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .