Search the Community

Showing results for tags 'touring'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Calendars

  • Calendario eventi
  • Criterium
  • CX / Gravel

Found 22 results

  1. CERCO carrello/rimorchio

    ciao a tutti, cerco urgentemente carrello/rimorchio per bici del tipo cargo o quelli per cani. Più si avvicina a questi, meglio è grazie
  2. Ciao a tutti, Ammetto di essere un po una merda perche' scrivo raramente e principalemte quando ho bisogno, ma vivendo a Londra i miei contributi possono essere limitati e di solito passo il tempo su LFGSS, se non bevo birra. Mi son licenziato un anno fa ed ho passato l'ultimo anno in viaggio per il mondo, zaino in spalla, esperienza che raccomando a tutti. Subito prima del viaggio con lo zaino, e dopo esserci licenziati (pure la mia ragazza ha fatto la stessa cosa) ho fatto alcuni viaggi in bici piu' consistenti del weekend allungato, tipo da Londra a Cesena con la mia ragazza (mia citta' natale) e poi la bellissima Torino Nizza con alcuni ragazzi del forum. Bene, tutto questo per dire che dopo un anno senza bici sotto al culo la voglia e' alle stelle. Per questo abbiam deciso di tornare un po prima in Europa e fare un viaggio in bici prima di tornare alla vita da adulti a Londra. Long story short: Partendo da Cesena pensiamo di andare verso nord fino alla Slovenia, e da li scendere erraticamente fino all'Albania, da dove poi prendere un traghetto per Ancona e rientrare a Cesena il tutto in circa un paio di mesi e 3000/4000km. Ora la parte in cui ho bisogno dell'aiuto del forum: consigli su posti da non perdere, route mozzafiato, campeggi stupendi, qualsiasi cosa vi venga in mente. A breve iniziero' seriamente a mettere insieme la route per cui ogni contributo lo accetto piu che volentieri! Ecco alcuni punti che ho gia' in mente (non necessariamente in ordine): Italia: Burano, Monte Grappa Slovenia: Parco Nazionale Triglasvki, Bled, Lubjiana Croazia: Plitvicke Bosnia: Sarajevo, Mostar Montenegro: Kotor, Durmitor, Lovcen Serbia: Belgrado Albania/Macedonia: Ohirid Come potete vedere, non ne ho un'idea ed ho molti compiti a casa da fare. Appena la route sara' un po meglio dello sgorbio attuale, la postero' qua sotto! Grazie a tutti del contributo! PS. Se qualcuno fosse interessato a foto dei viaggi in bici e/o con lo zaino, IG: @gioelenunziatini, @wanderers.on.purpose
  3. Cosa*: Stem Velo Orange 90mm Tall-Stack nero Tipologia: attacco per forca 1 1/8" e manubri over sizeMarca: Velo Orange Modello: Tall-Stack Taglia / misura: 90mm per forca 1 1/8" e manubri OS, -17° di inclinazione Dettagli tecnici: Stato*: usatoSegni di usura o segni particolari *: qualche segno d'uso Smembro: noPrezzo*: €25 Costo e tipologia spedizione*: 6€ / corriere Precedenza*: ritiro a manoIn vendita su altri canali*:no Come da titolo vendo uno stem per forche da 1 1/8" della Velo Orange. È il modello Tall-Stack – quello alto, per intenderci – che spesso viene montato su bici da viaggio, monstercross e anche gravel. Misura 90mm ed è per manubri da 31,8. Ha inclinazione -17° e risulta quindi parallelo al terreno nella maggior parte dei casi. Qua trovate le info del produttore: https://velo-orange.com/collections/stems/products/vo-tall-stack-threadless-stem-31-8-rise?variant=50644626951 Condizioni più che buone, ha qualche segno di usura alla vernice che potete vedere nelle foto. Lo vendo a 25€ non trattabili consegnato a mano a Bologna. Eventuale spedizione con corriere a 6€ in più. Il ritiro a mano ha la precedenza sulla coda!
  4. ciao gente, volevo sapere se qualcuno di voi (povero come me) avesse provato le borse del decathlon da viaggio impermeabili (queste https://www.decathlon.it/borsa-bici-500-20l-nera-id_8355657.html o queste https://www.decathlon.it/borsa-bici-900-30-litri-id_8365213.html), se valgono eccetera eccetera. Sembrano buone, ma non trovo grandi recensioni in giro... se avete altre borse del genere economiche da recensire o consigliare questo potrebbe diventare lo spazio adatto; ho visto anche quella della rosewheel, che però sul sito non trovo, che sembrano fighe, e sempre sullo stesso prezzo (coppia da 50 l a 50€ circa se non ricordo male). thx
  5. lilac sky

    NON HO FREQUENTATO STO FORUM DI REPRESSI PER SECOLI, QUINDI SO Già CHE MI LINCERETE PER L'ULTIMA COMUNE FISSAZIONE INUTILE MA VI AMO LO STESSO Due accenni prima di buttarvi giù due fotine e due dati seri: ormai sono un paio di anni che smanetto con pezzi e telai alla ricerca di una bici che, guardandomi indietro, non avevo la minima idea di come dovesse essere; sono partito con un vecchio telaio corsa/cx in acciaio anni (??ignoto??), buttandomi sul touring più classico, ed era tutto bello ma un po' che la bici non era sta gran roba (diciamo che il sospetto che quel telaio avesse almeno mezza forcella piena è rimasto lol), un po' che il gruppo è passato per mille tribolazioni, un po' che la posizione sulla sella era dettata più dal caso e dall'immediata disponibilità di pezzi che dalle mie necessità, e che la sella stessa era come dire u̶̵̶̖̟͈̣̱̺͚̬̹͖͖̯̞̤̯̙͕̟̪ͣ̇̃̇͌̋̓͑ͫ̊̿̿͊̌́̉̏͡͡h̴̳͎͈̯̹̰̬̫̯̦͔͕̗̮̪̱̰͚ͤ͋ͦ̿̎̽ͮ̂ͬ̐͆̋ͭ̒̀h̵͕̭̹̹͓̤̪͓ͨ͆̉̾ͨͥ̐͠h̸̨̡̲̮̺̬̼̐̾̈̽̓̈ͮ̊̾̎̍̓̊̌ͬ̔̀h̥̤͍̟̖̺͇͓̞̯̩̺̻͎̺̋ͮ̎̀̆ͣ̇͠ͅͅhͭ̌̆̆ͦ̑̇ͮͮ̎͏̶̵͏̧̦͍̼̰̭͈h̶̶̡̡̲̱̘̼̬̼̼͈̹̳̙̲̒͒͛͐h̶̰͚̘͔̹̦̫̟̹͍͐ͯ̍ͩͩ̓͑͑͐͆̐͋ͣ̔͘͠hͥ͆ͪ̅ͫͫ̋̾͑͊̅͛ͧͯͬ̎̈͂̓͏̧̕҉̥̜̣̪͞ͅhͦ̄̏̾̅ͨ͛͏҉͏͎̥̤͇̝̖̩ĥ̈́̑̎̄̍ͤ͒ͮ̑ͣ͑̀ͣ͂́͘͏̵̭̫̝͖̙͢ͅ censored, avevo lasciato un po' stare la cosa (comunque ci ho messo qualche mille km buoni). Nel frattempo però mi stavo facendo una cultura e una capa tanta a scoprire l'universo Gravel/cx/touring, soprattutto tramite gli americani che conosciamo tutti, e mi sono reso conto che il prurito per quella roba lì lo avevo ancora, e sempre di più; cambiato pipa e sella sulla chiavicona, ho iniziato a divertirmi come un cretino. mi son fatto qualche notte in giro con la bici e ho capito che volevo qualcosa di meglio; avendo lavorato qualche mese, ho iniziato a guardarmi in giro, e ho finito per buttare gli occhi sulla Stelvio della Holdsworth (che poi credo sia tutto gestito solo da mamma planet x). Il telaio è un touring che una leggera apertura verso lo sterrato (un touring che si gode anche sulle strade bianche? un cx con cui non gareggi? una di quelle vie di mezzo inutili con cui vai avanti sto universo di glitch), a cui ho montato un gruppetto deore xt in sconto (sempre sia lodato crc), parafanghi, e roba che avevo in casa. Ora beccatevi la listona e le fotuzze, e tutte le ragioni che volete per lamentarvi: stem: randa piega: fsa che avevo in casa, prima o poi brillerà. leve freni e cambi: Shimano dia compe - i cambi hanno un tiraggio massimo per 3*9 e ho montato su un 3*11; 10 corone dietro le riesco ad usare se metto la frizione, si accettano consigli per l'undicesima. ss: Fsa orbit, con montaggio al contrario per grazia del Poletto. mc, guarna, deragliatore: deore corone, cambio: deore xt phreni: avid bb5 ruote: gipiemme roccia (700) copertoni: continental cyclocross speed da 35 - e permettetemi di sottolinea che con qualcosa più di 5000 km addosso, anche con bici carica a bestia, su sterrato, sabbia, rocce, asfalto, strade bianche eccetera, mai gonfie al massimo, non ho bucato una cazzo di volta. collarino reggisela: minchia ne so, era viola reggisella: deda elementi sella: brooks B15 pedali: nukeproof Horizon + 6 bullonino per gentile cortesia del teatro regio di parma parafanghi: sks chromoplastic portapacchi posteriore: è il carradice specifico per la loro borsa cestino: fatto in pausa pranzo al lavoro con scarti di tubi d'acciaio e una saldatrice per il ferro (lol), ma senza un metro o una squadretta (rilol) fotine fatte di corsa ai pacchetti dietro casa.
  6. Torino - Savona 30 aprile!

    until
    Link alla descrizione dell'evento:
  7. Riporto questa meraviglia di Paolo Pinzuti: Ogni cicloviaggiatore nasce libero ed è dotato di diritti inalienabili che può esercitare a proprio piacimento in qualunque momento: 1. il cicloviaggiatore ha il diritto di fermarsi in qualunque momento e di smettere di pedalare qualora la cosa non lo diverta più 2. il cicloviaggiatore ha il diritto di caricare la propria bicicletta su qualunque altro mezzo di trasporto (che lo consenta) senza provare alcun senso di colpa 3. il cicloviaggiatore ha il diritto di mettere il piede a terra durante le salitee di frenare durante le discese 4. il cicloviaggiatore ha il diritto di non conoscere la propria velocità massima, media e di crociera 5. il cicloviaggiatore ha il diritto di accettare ospitalità da parte di qualunque sconosciuto 6. il cicloviaggiatore ha il diritto di essere sporco e sudato 7. il cicloviaggiatore ha il diritto di mangiare al di fuori dei pasti 8. il cicloviaggiatore ha il diritto di avere sempre fame; 9. il cicloviaggiatore ha il diritto di sorridere in salita 10. il cicloviaggiatore ha il diritto di non curarsi del peso del proprio equipaggiamento 11. il cicloviaggiatore ha il diritto di utilizzare strade carrabili, ciclabili, sentieri e mulattiere a proprio piacimento o, se vuole, anche le scale. 12. il cicloviaggiatore ha il diritto di rubare la frutta dagli alberi al solo scopo di garantire il proprio sostentamento 13. il cicloviaggiatore ha il diritto di raccontare un mare di balle a tutti coloro che gli chiedono da dove viene e dove sta andando 14. il cicloviaggiatore ha il diritto di dormire quando e dove preferisce, a condizione di non arrecare disturbo ad altre persone 15. il cicloviaggiatore ha il diritto di non depilarsi le gambe 16. il cicloviaggiatore ha il diritto di ubriacarsi allo scopo di conoscere in profondità le produzioni enogastronomiche dei luoghi che attraversa 17. il cicloviaggiatore ha il diritto di consultare le guide turistiche nelle librerie delle città che attraversa 18. il cicloviaggiatore ha il diritto di essere felice senza motivo 19. il cicloviaggiatore ha il diritto di essere vestito male 20. il cicloviaggiatore ha il diritto di non sapere nulla del ciclismo professionistico 21. il cicloviaggiatore ha il diritto di non sapere che giorno sia Ogni cicloviaggiatore deve altresì ottemperare ad alcuni doveri: 1. il cicloviaggiatore ha il dovere di attraversare ogni luogo senza arrecare danni né disturbo, senza sporcare né lasciare traccia di se; 2. il cicloviaggiatore ha il dovere di salutare tutti i ciclisti che incontra 3. il cicloviaggiatore ha il dovere di portare rispetto nei confronti delle popolazioni dei luoghi che attraversa. In fondo è un ospite e si deve comportare come tale 4. il cicloviaggiatore ha il dovere di non buttare il cibo 5. il cicloviaggiatore ha il dovere di aiutare ogni ciclista con problemi meccanici 6. il cicloviaggiatore ha il dovere di condividere cibo e bevande con gli altri cicloviaggiatori 7. il cicloviaggiatore ha il dovere di condividere con gli altri cicloviaggiatori le informazioni in proprio possesso sui luoghi attraversati 8. il cicloviaggiatore ha il dovere di imparare a conoscere il territorio che attraversa 9. il cicloviaggiatore ha il dovere di non ostentare le proprie imprese di fornte agli altri viaggiatori che non pedalano 10. il cicloviaggatore ha il dovere di amare se stesso. https://www.bikeitalia.it/2014/06/26/diritti-e-doveri-cicloviaggiatore/
  8. Cosa*: ridley Crossbow Tipologia: ciclocross/gravel/touringMarca: Ridley Modello: Crossbow Taglia / misura: 55 Dettagli tecnici: telaio alluminio, forca carbonio Stato*: usato, tenuto molto beneSegni di usura o segni particolari *: no Smembro: no!Prezzo*: 420 Costo e tipologia spedizione*: corriere Precedenza*: prima ritiro a mano su Torino, poi primo in codaIn vendita su altri canali*: sì subito.it e fb Vendo stupenda bici da ciclocross/gravel/viaggio Ridley Crossbow, perfetta sia esteticamente che meccanicamente, nessun lavoro da eseguire. Taglia 55. Leggera, scattante, divertente, non ha bisogno di presentazioni. Telaio in alluminio e forcella in carbonio. Gruppo completo Campagnolo Centaur 10v carbon. Forcella, freni e reggisella 4ZA. Mozzi Shimano Deore. Guarnitura Race Face. Copertoni Schwalbe Cx Pro 700x30mm. I pedali e la sella in foto non sono inclusi ma ne fornisco altri. Si può utilizzare anche come bici da corsa semplicemente sostituendo i copertoni e si ha una bici per utilizzo doppio, sia sterrato che strada. Vendo solo per passaggio a gravel con i dischi (sono abituato sulla mtb).
  9. Cosa*: Soma Wolverine Tipologia: gravel , ciclocross , touring, commutingMarca: SOMA Modello: Wolverine Taglia / misura: 56 Dettagli tecnici: Stato*: usatoSegni di usura o segni particolari *: no Smembro: sì Prezzo*:1300 Costo e tipologia spedizione*: nessuna spedizione Precedenza*: chi porta il grano se la pigliaIn vendita su altri canali*: sì , facebook , subito
  10. Prima bici da Touring

    SALVE A TUTTI! Sono nuovo nel Forum e perciò mi perdonerete se non avrò rispettato le regole. Mi presento! Sono un giovanotto, oramai 31enne, che vive a Latina (per chi non lo sapesse una ridente cittadina alle porte di Roma), convivente/quasi sposato, a cui piace un casino fare sport. Pratico, infatti, qualunque tipo di attività, a livello amatoriale. Essendomi da poco trasferito dopo aver abitato a lungo a Roma ho riscoperto, grazie ad alcuni amici, il piacere di girare per la città in Bici (a Roma l'idea non mi ha neanche sfiorato). Da qui nasce l'idea di acquistare una Bike che faccia al mio caso ed ecco spiegato il motivo per cui scrivo qui. Lo ammetto, qualsiasi cosa faccio, studio ogni particolare fino ai minimi dettagli fino a diventare quasi matto. Per le biciclette sto facendo abbastanza fatica, non riesco, infatti, a trovare un modello che coniughi esattamente ciò che sto cercando. Vorrei trovare sul mercato un prodotto che abbini qualità di passeggio (Latina è una città pianeggiante ed avere un mezzo che mi consenta di raggiungere più punti rapidamente può essere vantaggioso economicamente), ma allo stesso tempo avere un profilo sportivo (vorrei infatti cimentarmi in lunghe pedalate sia nei paesini qui nei dintorni che addentrarmi un po nella natura). Necessito quindi di un prodotto elegante esteticamente (non vorrei sfigurare davanti ai colleghi) ma che sappia farmi divertire! Mi pare di aver capito che dovrò orientarmi su una linea Travel/Touring.. Avete qualche suggerimento? Considerate che ho un budget medio (500€) ed ho già visto qualche modello anche più costoso ma davvero molto gradevole. Mi rimetto a voi. Grazie a chiunque vorrà aiutarmi e anche a chi passerà a lasciare un saluto! Ecco un lista di qualche modello: - Cube Touring; - Fuji Touring; - Bottecchia Acera; -Wilier Triestina Cittadella; - Bianchi Spillo;
  11. Come da titolo, sono estremamente indeciso sui 4 modelli in questione. Probabilmente se ne è già parlato nei meandri del forum, ma vorrei avere una vostra opinione. Attualmente possiedo una bdc in alu media gamma che mi ha fatto innamorare della bicicletta-da-corsa (ha avuto il difetto di lasciare la fissa a prendere polvere...) ma si rende impraticabile per l'uso quotidiano e men che meno per i viaggi. Ho poi la fissa, più pratica per l'uso cittadino, ma comunque scomoda e non ho intenzione di usarla per fare viaggi: è ormai un giocattolo di cui ho bei ricordi, da spolverare quando ne ho estro. Si aggiunge poi il cancello del nonno (la bici da palo) e una vecchia mtb decathlon che è un puro soprammobile. Inizialmente pensavo di fare l'upgrade a una bdc carbon di un certo livello, ma ci ho riflettuto bene e ho capito che 1) complici altre passioni che meritano almeno una giornata del weekend (escursionismo, arrampicata su roccia) non la sfrutterei quanto meriterebbe 2) mi sarebbe ancora preclusa la possibilità di far viaggi (o comunque dovrei sbattermi non poco e convertire la fissa) o uscite su sterrato se ne ho voglia. Purtroppo la bdc attuale mi è troppo grande, mi ha causato non pochi dolori anche dopo un posizionamento in sella da da parte di professionisti competenti, che mi hanno appunto consigliato di sostituirla, e quindi dovrò a malincuore liberarmene. Quindi, vorrei salvare capra e cavoli e sto cercando una bicicletta "tuttofare" (e già qua), da usare per: uscite su asfalto (il classico giro della domenica), in media 60/80/100km, meglio se con una bella salita in montagna cicloviaggi: dal weekend a qualcosa di un po' più lungo (comunque entro i 10 gg) un occasionale fuoristrada, se capita commuting: spostamenti in città, comodo e tranquillo Capisco bene che è difficile coniugare tutti questi aspetti, forse sto chiedendo la Luna, ma incredibilmente qualche modello che sembra fare al caso mio l'ho trovato. In casa Surly: il classico dei classici, la Cross-Check, inutile star qua a discuterne di pregi e difetti (c'è un intero topic). Mi stuzzicano però anche le sorelle Straggler e Pacer, anche se non mi è chiarissima la differenza...forse la Pacer più corsaiola, la Straggler più "tutto" e la CC una via di mezzo? A prezzi come siamo? Infine, c'è la bella Specialized Diverge che però mi sembra troppo troppo stradale per i miei gusti, anche se l'ho vista in assetto bickepacking e faceva la sua porca figura. Sono ovviamente aperto ad altre idee/suggerimenti. Il vostro parere è ben accetto!
  12. quale bici factotum?

    Ciao a tutti! Non sapevo se postare questa discussione qui o su cicloturismo, ma poi chiedendomi cosa voglio da questa bici ho optato per qui. Dunque, vorrei usare la mia prossima bici soprattutto come bdc (senza velleità agonistiche ovviamente ma non un macigno da portarmi dietro), come gravel (ogni tanto, ma mi diverto spesso su sanpietrini e strade sconnesse) e qualche volta all'anno come bici da "light touring" (borse anteriori e boh, comunque adatta anche a questo). Fino ad ora ho cercato solo modelli con la forca forata per portapacchi anteriore, prevedendone l'utilità nei viaggi, ma ora sono anche aperto ad altri modelli e a comprare una forca forata a parte (dove la trovo?). Ultimo ma non ultimo il budget è piuttosto limitato, diciamo che fino a 1300 ci penso ma preferirei meno, ovviamente parlando di usato. dopo queste logorroiche pretese butto giù una lista per chiarire le idee sul tipo di bici, sono molto ben accetti feedbacks e pareri: -Niner rlt9 Steel (perfetta, ma assolutamente fuori budget) -Surly Straggler (indistruttibile e bella, forse un po' troppo rilassata e goffa per uscite in bdc?) -Kona Rove ST (l'unica cosa che mi frena è la mono corona) -Genesis CDF (vedi surly) -Cube cross race SL 2016 ( questa per intenderci https://www.cube.eu/it/products/road-race/cross-race/cube-cross-race-sl-greynflashorange-2016/ mi pare molto allettante) -Salsa Vaya (vedi surly + difficile reperibilità nell'usato) -Salsa Colossal (non ho reviews e dovrei prendere una forca forata a parte) EDIT: aggiungo Bombtrack Hook 1 che mi stuzzica
  13. Bikepacking - Sicilia

    Ciao a tutti, Stavo pensando di farmi una settimana in giro per la Sicilia in bici, piu precisamente la settimana prima di Natale per poi rientrare a casa il 24/25. Pensavo di farlo con bdc e bikepacking setup, non so ancora se dormendo in tenda o couchsurfing/warmshowers/airbnb/hostels. L'idea per ora e' di volare su Palermo e da li partire in senso antiorario scendendo giu. Ancora non ho le idee chiare, ma le prime preoccupazioni gia' iniziano a farsi avanti, per esempio, qualcuno sa dirmi piu o meno qual e' la temperatura media? O piu o meno a che altitudine e' lo zero termico? Qualsiasi idea/route/gpx/frammento di informazione e' piu che ben accetto, per ora sto pensando 120/140km al gg massimo (date le 7/8 ore di luce soltanto) che potrebbero scendere nel caso di dislivelli importanti (ergo troppo poco tempo per fare qualcosa come Sicilia Non Stop). Grazie Gio
  14. Stelbel Nina

    Ciao a tutti, vorrei sapere se qualcuno ha delle informazioni in più sulla Stelbel Nina, o meglio ancora se qualcuno ce l'ha e mi sapesse fare una mezza recensione ( e mi sapesse dire quanto costa, magari sto solo sognando e mi devo vendere un rene).
  15. ciao ragazzi vi illustro il mio dilemma, e vi chiedo ovviamente un consiglio. ho voglia di una bici a tutto tondo, nella fattispecie qualcosa che mi permetta di fare cicloturismo ( e quindi occhielli per portapacchi ) commuting e magari un po' di gravel senza spendere un patrimonio e grazie al casso direte voi... comunque ho gia' avuto una cx alu carbon che ho venduto perche' senza occhielli... ma come attitudine e guida mi piaceva molto, sia per il commuting sia per il gravel. ma niente cicloturismo! caratteristiche che vorrei avesse quindi sarebbero: - occhielli portapacchi alla forcella e al telaio - freni a disco - possibilita' di fare un po' di sterrato - reattivita' decente - budget massimo 800 il grande interrogativo e': - alluminio o acciaio? vi prego illustratemi un po' la questione... ho una bdc in acciaio e una fissa in alu.. ma non sono preparato sul resto... le papabili che ho trovato sono: verenti substance sora, montata sora appunto, tutta acciaio, 12 kg, 660 euri su uiggol http://www.wigglesport.it/verenti-substance-sora-2016/ kona rove al, alu + forca acciaio, montata claris + fsa, 700 euri alla stazione delle biciclette di milano ( dare soldi a sti ragazzi mi piacerebbe di piu' eh che darli agli inglesi... ) http://www.lastazionedellebiciclette.com/site/vendita/page/rove-al-kona ultima ma forse piu' interessante la pinnacle arkose one, alu + forca carbon, 780 euri da evans cycles, montata sora + fsa http://www.evanscycles.com/products/pinnacle/arkose-one-2015-adventure-road-bike-ec071305 quello che mi turba per ora e' che la kona sembra piu' rivendibile rispetto alle altre se in futuro dovessi rinunciarvi... poi chissa' ogni genere di consiglio e' piu' che apprezzato... grazie ragasol
  16. Ciao a tutti, vorrei chiedere aiuto ai vari utenti del forum.Vi spiego la mia situazione, attualmente ho tre biciclette, una mtb front 26, una bici da strada in alluminio che utilizzo esclusivamente per le uscite in gruppo su strada, e una bici diciamo "tuttofare" che utilizzo per uscite quotidiane, viaggi, cicloraduni ecc. E' proprio sull'ultima bici che voglio soffermarmi; la bici in questione è un vecchio telaio anni 80 in acciaio da corsa adattato con componenti abbastanza recenti: Monta una cambio da mtb con pacco pignoni 11-32, una doppia compact stradale , e ruote da strada con copertoncini da 28mm di larghezza. La bici si avvicina molto alle geometrie delle nuove bici gravel, ma ha come unico problema il passagio ruota (oltre che i classici freni da strada). La misura massima di copertoncino penso sia proprio 28mm, o comunque magari potrei mettere magari un 30/31 sull'alteriore.L'idea era quindi di smontare il telaio in questione e farmene costruire uno artigianale in acciaio, predisposto per freni a disco e con passaggio ruota decisamente più ampio. Utilizzerei la bici principalmente per cicloviaggi (anche su strade bianche) e qualche rando. C'è qualche utente/telaista qui del forum che si presterebbe a farmi il lavoro, ad un prezzo onesto? prima di decidere se comprare qualcosa di già fatto , mi piacerebbe sapere se posso avere un prodotto simile ma fatto in italia. Al momento il metro di paragone è la soma double cross disc , telaio e forcella a 590€ oppure sempre soma wolverine a qualche decina di € in più.
  17. ciao! è un po' che ci stavo pensando e sia per non rispondere sempre alle stesse domande sia per riunire un po' chi ha una specialized awol ho deciso di aprire una nuova discussione (magari con qualche foto)... a parer mio è una bomba di bici e mi stupisce ogni giorno di più, so che ne è molto entusiasta anche @FoRzen e @ste.ferrara che l'ha usata a fare il cammino di santiago, mi piacerebbe sapere anche qualche considerazione da @Jombe (eternamente riconoscente per avermi procurato in kit telaio) e mi sembra di aver capito che anche qualcuno dei cani sciolti ne ha una (@marianel?) detto questo se è una cazzata si chiude, in caso contrario sono più che lieto di rispondere a riguardo
  18. Guardate che foto stupende di cicloturismo eroico!! http://parma.repubblica.it/cronaca/2015/07/10/foto/le_vacanze_in_bici_del_fotografo_sulle_alpi_65_anni_fa-118737943/1/?ref=HRESS-32#1
  19. qualcuno conosce il sito / marchio in questione? http://www.edinburghbicycle.com ci sono capitato per caso cercando bici da gravel/turismo e mi pare che i prezzi siano buoni, specie per il loro marchio (revolution cycles) ad esempio la fissa in acciaio a 254 sterline (ad ogg​i 350€ circa + spedizione ovviamente) http://www.edinburghbicycle.com/products/revolution-track-14?bct=browse%2frevolution-products%2frevolution-bikes o questa cx in alu con dischi meccanici e occhielli vari, a 550, sempre sterline http://www.edinburghbicycle.com/products/revolution-cross-sport-disc-15?bct=browse%2frevolution-products%2frevolution-bikes
  20. Convintissimo di aver capito come funziona 'sto affare, ieri sera programmo un percorso mai fatto su garmin connect, e lo carico. Stamattina sveglia presto, preparo tutto (dava nuvoloso con schiarite... non ho trovato molte schiarite) esco. Mi dava il percorso in viola, e fin li tutto ok, salvo darmi anche un altro percorso in grassetto con indicazioni turn by turn. Da buon fesso quale sono seguo il turn by turn. Dopo una 30 di km mi accorgo che mi ha fatto fare la strada più veloce e diretta verso la fine del percorso... morale, giro a puttane. Cosa ho sbagliato? Non avrebbe dovuto farmi seguire il percorso caricato? Help!!!
  21. Buongiorno a tutti , come consigliato dai più esperti nella discussione "mi dite la vostra" nella sezione novelli, inizio da totale inesperto in materia di restauro e componentistica biciclette, il rinnovamento della bici di mio padre Bianchi touring anni 60 . La decisione è quella di un passaggio a single-speed ( mi è stata sconsigliata la fixed mia idea originaria ) , e minimalizzazzione del telaio, tolta la fase di smontaggio che mi pare abbastanza semplice ( non mi occuperò io del rimontaggio ), vi sottopongo alcune domande riguardanti l'argomento restauro . Ho letto la guida molto interessante sul restauro cromature , ma volevo una vostra opinione dalle foto che vi posto, su che gravità dello stato del telaio sia la bici, e come fare per non rovinare le cromature. Oltre a questo vi pongo 2 ulteriori domane : Nella foto del manubrio-forca , come diamine si fa a dividerli? Nella catena non trovo la falsa maglia , perchè non c'è oppure perchè bisogna operare in altra maniera per aprirla ? Le parti frenanti come vanno restaurate ? Come ci arrivo ai mozzi per la lucidatura? Spero di essere stato abbastanza chiaro , perdonate la mia ignoranza in materia .
  22. OT: ruote per cicloturismo

    Ciao. Ho preparato un telaio da cx in bici da cicloturismo (prima dedicavo una bici da corsa allo scopo). Ho un dubbio per quanto riguarda le ruote: ora monta una coppia di Shimano WH R501 con 20/24 raggi http://www.shimano.com/publish/content/global_cycle/en/us/index/products/wheels/road_wheels/product.-code-WH-R501-A.-type-.wh_road.html e mi chiedevo se quei raggi non fossero troppo pochi per bici che devono portare dei carichi. Che dite? Meglio se gli monto una coppia meno moderna con cerchi Ambrosio Balance, mozzi Campa e 36 raggi o vado tranquillo con le Shimano? Grazie!