Search the Community

Showing results for tags 'low budget'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Calendars

  • Calendario eventi
  • Criterium
  • CX / Gravel

Found 3 results

  1. Ciao a tutti, tempo fa ho deciso di assemblare una bici decente, ma comunque low budget, da un telaio anonimo (anni '70, acciaio) di una scassona rimediata praticamente gratis. Incuriosito ho detto, perchè non provare la trasmissione fissa? Alla fine come vedete ho optato per un mozzo flip flop non essendo così sicuro. Bhe comunque eccola qua: telaio:anonimo guarnitura Prowheel Urban 46 x 165 mov centrale Miche Primato manubrio Prowheel cerchi anonimi, profilo 30 alluminio, mozzo flip flop al post, pignoni da 18 copertoncini da 25 michelin Vorrei aggiungere in un futuro una sella decente, cambiare pedali e aggiungere straps. La soddisfazione è stata tanta dato che ho smontato tutta la bici vecchia, ho portato il telaio all'acciao e l'ho riverniciata e assemblata tutta da solo. Il freno originale era uno di quelli col perno lungo cosi per adattarlo al nuovo (perno corto) ho dovuto allargare il buco posteriore della forcella e inserire uno di quei dadi a brugola che servono per fissare i freni da corsa, mi sono scervellato ma il risultato è stato ottimo. Un altro problema che ho riscontrato è stato con il perno del mozzo anteriore, troppo grande per la forcella. L'ho limato in due punti opposti formando una sezione più stretta ed ho risolto alla grande. Devo dire che mi sono molto appassionato, soprattutto alla meccanica della bici in sè, e quindi ho voluto condividere questa esperienza. L'utilizzo che ne faccio è di brevi spostamenti direi 6-7km alla volta massimo, per adesso fila che è un piacere.
  2. Ciao a tutti! Al momento (e da un paio di anni) vado in giro con una Gitane da corsa anni 80 che ho personalmente riadattato a fissa; era venuta piuttosto bene ma scricchiola, ha un forcellino storto, la vernice viene via in scioltezza e comunque pesa un casino. Ho deciso quindi di comprare un telaio nuovo, ma onestamente trovo difficile capire quale possa essere una buona scelta tra le migliaia di marche esistenti. tenete conto dei seguenti fatti: - vado in bici quasi solo in città, per andare all'università e simili ma anche per giri a caso, night rides, garette con amici e quant'altro. non vado in pista, non ho mai fatto crit o alleycat, non gioco a bike polo (anche se mi sembra una cosa molto fica) - in quanto studente-lavoratore ho un budget relativamente limitato (sotto i 600?) - mi importa il lato estetico nel senso di profilo un po' aggressivo, ma nulla di stronzo eccessivo. niente bullhorn, niente cerchi a profilo alto verde fluo, niente catena in tinta. all black e riser bar e andare. quindi che mi consigliate? per l'uso che ne devo fare non disdegno cose abbordabili, commerciali e americanate (le varie leader, aventon, purefix), ma per questi ed altri brand (bikepunk, brick lane bikes, etc) non riesco bene a capire quanto sia qualità e quanto sia marketing. i decals in cirillico di Ingria mi gasavano moltissimo prima di leggere ciò che se ne dice in giro. In generale mi chiedo se abbia senso andare sull'artigianale, con prezzi e tempi di attesa conseguenti, se non posso realmente apprezzare la differenza tra una bici fatta su misura per me e un prodotto industriale ma comunque valido. Grazie a chi mi darà una mano!
  3. ciao ragazzi vi illustro il mio dilemma, e vi chiedo ovviamente un consiglio. ho voglia di una bici a tutto tondo, nella fattispecie qualcosa che mi permetta di fare cicloturismo ( e quindi occhielli per portapacchi ) commuting e magari un po' di gravel senza spendere un patrimonio e grazie al casso direte voi... comunque ho gia' avuto una cx alu carbon che ho venduto perche' senza occhielli... ma come attitudine e guida mi piaceva molto, sia per il commuting sia per il gravel. ma niente cicloturismo! caratteristiche che vorrei avesse quindi sarebbero: - occhielli portapacchi alla forcella e al telaio - freni a disco - possibilita' di fare un po' di sterrato - reattivita' decente - budget massimo 800 il grande interrogativo e': - alluminio o acciaio? vi prego illustratemi un po' la questione... ho una bdc in acciaio e una fissa in alu.. ma non sono preparato sul resto... le papabili che ho trovato sono: verenti substance sora, montata sora appunto, tutta acciaio, 12 kg, 660 euri su uiggol http://www.wigglesport.it/verenti-substance-sora-2016/ kona rove al, alu + forca acciaio, montata claris + fsa, 700 euri alla stazione delle biciclette di milano ( dare soldi a sti ragazzi mi piacerebbe di piu' eh che darli agli inglesi... ) http://www.lastazionedellebiciclette.com/site/vendita/page/rove-al-kona ultima ma forse piu' interessante la pinnacle arkose one, alu + forca carbon, 780 euri da evans cycles, montata sora + fsa http://www.evanscycles.com/products/pinnacle/arkose-one-2015-adventure-road-bike-ec071305 quello che mi turba per ora e' che la kona sembra piu' rivendibile rispetto alle altre se in futuro dovessi rinunciarvi... poi chissa' ogni genere di consiglio e' piu' che apprezzato... grazie ragasol