Search the Community

Showing results for tags 'recupero'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Calendars

  • Calendario eventi
  • Criterium
  • CX / Gravel

Found 12 results

  1. Steso davanti al Lambro

    Mi hanno steso mentre stavo andando ad allenarmi al Lambro. La dinamica è stata davvero semplice, una signora anziana invece di fermarsi ad una precedenza perchè io e la mia ragazza stavamo sopraggiungendo, ho tirato dritto, per fortuna a bassa velocità, prendendomi in pieno e sbattendomi per terra. La mia ragazza dice che la signora stava guardando alla sua sx mentre stava proseguendo all'incrocio non accorgendosi che nel frattempo io ero proprio davanti al suo muso. Giravo brakeless? Si. La signora ha ammesso la sua colpa? Si. Ci sono testimoni? Si. Sto bene? Ho un braccio rotto. La bici è intera? Ruota posteriore carbonio da buttare e telaio da controllare. Dopo l'impatto ovviamente sono volate bestemmie e insulti verso la signora perchè io che andavo a velocità di un podista domenicale ho avuto tutto il tempo di vedere come la signora sembrava si fosse completamente disinteressata della mia presenza e, dopo essermi accorto che le almeno una se non entrambe le ruotefossero state scassate la mia ragazza ha scambiato i dati con la signora facendo foto alla targa al suo foglio dell'assicurazione e alla mia bici per i danni. Anche la signora ha fatto subito le foto alla mia bici... Io ho ammesso che girando brakeless sicuramente avrei parte del torto e che probabilmente la sua assicurazione mi darà del filo da torcere per risarcirmi ma la signora ha dichiarato che in questo caso ci accorderemmo privatamente. Io proprio perchè giro brakeless vado molto piano, letteralmente a velocità da corsetta leggera, rispetto semafori e strisce pedonali inoltre abitando a 2 km dall'ingresso al parco mi sembra assurdo dover caricare la bici in macchina per essere sicuro al 100% di non essere investito e di farmi male. Purtroppo non ho chiamato l'ambulanza perchè pensavo di non essermi fatto niente fisicamente ma poco dopo aver lasciato andare la signora mi sono reso conto che muovevo a sento il braccio sx e abbiamo chiamato un taxi. Pomeriggio al pronto soccorso e frattura del capitello radiale con prognosi di 30gg e rx di controllo dopo 12. Ho appuntamento con la signora presso la sede della sua assicurazione mercoledì prossimo per fare la constatazione amichevole dopodichè vedremo come agire. Intanto incazzatura sconforto e dolore fanno a braccetto nelle mie giornate con la noia. Un caro amico si è offerto di prestarmi i suoi rulli di scorta per non impazzire. Seguiranno aggiornamenti sulla pazzia e sul discorso assicurazione
  2. Recupero

    Questa Torpado anni 50 da ragazzo mi è stata regalata come rottame, e infatti era messa male; però mi piaceva il telaio e, con pazienza l'ho trasformata in una piccola fixed. Accetto tutti i commenti. Grazie.
  3. Ciao ragazzi, spero di non aver sbagliato sezione! Da tempo, forse troppo, ho un progettino di recupero di una Umberto Dei Imperiale lasciata in condizioni pietose. Premetto che la bici non era mia e quindi non avevo nessun legame affettivo, quindi essendo abbastanza messa male mi sono permesso di sconvolgerla! Il carter e i parafanghi erano (fortunatamente) andati! Quindi ho iniziato col smontarla e renderla il più possibilmente nuda! Smontandola mi accorgo che tutti i pezzi erano datati 1949 e 1950. Decido anche di darle un aspetto decisamente più moderno ma comunque mantenendo il giusto fascino vintage. La svernicio e la rimonto con copertoni crema per capire che colore potrebbe star meglio... Dopo un po' di prove e ripensamenti decido per questo: Un turchese chiarissimo, l'ho voluto più chiaro di proposito per non confonderlo con quello della Bianchi. Ora la rimonterò tutta bella in ordine. Non penso di metterci un pignone fisso. Con i freni a bacchetta suppongo che possa essere una bestemmia ciclistica e qui di rientrare nella vostra fantastica lista di "esempi da non imitare"!!! Davanti ho una guarnitura a chiavelle bellissima ma con soli 40 denti e dietro 18 Il rapporto è leggerissimo, non so se si possa rendere un po' più veloce cambiando solo l'ingranaggio posteriore? Consigli? Vi piace ? Vi fa cagarissimo? Ovviamente avrà una catena bianca da fighetta del centro...scusatemi! A volte mi sento un po tamarro!
  4. Proprio pochi attimi fa, mi ha chiamato un mio picciotto per una soffiata. Pare che in un certo velodromo di una certa città di una certa nazione di grande tradizione ciclistica, siano in corso prove di levigazione per vedere se sia possibile recuperare la pista senza doverla rifare completamente. Stay tuned!
  5. Maria Maddalena – L’Atala Convertita

    Ciao a tutti, vi presento la mia opera di conversione su un'Atala corsa anni '80. Concepita per uso urbano quotidiano, spostamento casa/lavoro, quindi essenziale e senza frills per la testa. Componenti recuperati quasi totalmente dalla versione originale corsa (reversibile all'occorrenza), con aggiunta ruota posteriore flip-flop, economica ma illibata, e catena 1/8 single speed. Componenti - Telaio: Atala Cesare Rizzato – Tubi Tullio. Campione d’Italia e del Mondo 1982; - Ruota Anteriore: Mozzo Miche/Cerchio Ambrosio Champion Olympic/Tubolare Vittoria Competition Rally; - Ruota Posteriore: Mozzo Flip-Flop in Alluminio ED, con movimento su cuscinetti sigillati/Cerchi Beretta/Copertoncino Hutchinson Equinox; - Serie Sterzo: Ofmega; - Freno anteriore Weinmann Type 500/Leva freno: Weinmann; - Movimento Centrale: Gipiemme; - Guarnitura: Ofmega/Corona: Ofmega 52t; - Pignone: No logo 18t; - Pedali: Gipiemme Sprint; - Gabbiette puntapiedi: Anonime/Cinghietti cuoio: Christophe; - Reggisella: San Marco G.S.; - Sella: Gipiemme Iscaselle Nitrec (o San Marco 313 Corsaire, poi vediamo); - Catena: Sram PC-1 Nickel; - Stem: 3TTT; - Piega: 3TTT Mod. Competition Gimondi; - Nastro: “Pregiatissima” camera d’aria riciclata; - Tappi Manubrio: Vintage anni ’70; - Luce anteriore: Knog. Sparate a zero consigli, che ho tutto da imparare...
  6. Recupero dati Iphone

    Qualche mesetto fa mi cadde il mio amatissimo iphone 3gs e si ruppe lo schermo (solo il vetro per intenderci, LCD era ok). Decisi di cambiarlo per una 40ina di euro. Tra una cazzata e l'altra non l'ho mai fatto, dopo essermi caduto da sbronzo, dopo essere stato investito e dopo un'altra caduta l'LCD è andato definitivamente a puttane. Dopo qualche giorno ho pensato però che il mio iphone è inutilizzabile ma solo da "fuori" diciamo perchè all'interno la memoria è ok e ha ancora tutte le foto, i contatti, i messaggi e quello che avevo. Ho iniziato a smanettare su internet alla ricerca di un programmino che prelevasse i miei dati e mi sono imbattuto in un programma niente male ovvero Wondershare Dr. Fone (http://www.wondershare.it/data-recovery/iphone-data-recovery.html) Molto semplice e intuitivo Wondershare entra nell'iphone e nel giro di massimo una mezz'oretta ti trasferisce tutto sul computer. Detto così sembra una figata, peccato che tu dei dati nel programmino non salvati non te ne fai un cazzo e quando cerchi di salvarli ti chiede indirizzo email e numero licenza. Perfetto clicchi sul sito per capire quanto costa (magari qualche euro pensi speranzoso) e ti accorgi che una insulsa licenza costa 85 fottutissimi euro. Al che pensi: MA ANCHE NO! Per ora Wondershare Dr Fone è l'unico programma che ho trovato che fa un lavoro del genere. Qualcuno conosce altri metodi per estrarre il tutto (soprattutto foto e contatti)? O ancora meglio qualcuno ha la licenza da condividere con il mondo? Adios
  7. Su Internazionale scopro questa cosa. Molto bravi 'sti ragazzi. Li trovate su: www.bicycledbikes.com/
  8. Consiglio per recupero bici!

    Ciao, ho discaricato questo telaio e poco altro, premetto che sono in possesso anche della guarnitura completa di corona (offmega), sellino, pedali. Secondo voi sarebbe conveniente recuperare il tutto? Pensavo di montargli delle ruote economiche (75€) più eventuali spese quali nastratura ecc.. Il telaio è ammaccato in un paio di punti ma non sembrano danni significativi.
  9. La mia prima fissa "Fiero"

    Ciao a tutti vi propongo la mia prima realizzazione, chiamata "Fiero" Siate buoni Telaio e guarnitura recuperati da una vecchia bicicletta Victory (corona 46 denti) Sella: Selle Italia Mozzo posteriore: 36 fori, pignone 18 denti Manubrio in legno: dritto Ø 25,4 realizzato in rovere, struttura di rinforzo longitudinale in acciaio inox, progetto originale Pedali: MKS Pedali classici da corsa, in alluminio, perno in acciaio CrMo, coni registrabili
  10. Proviamo a recuperare la giornata del 10 novembre saltata per pioggia! Più che altro per passare una giornata in bici e per conoscere finalmente un po' di gente del forum, senza pretese e senza troppa serietà. Questa è la pista: - anello in cemento di mt. 164 x 5,10 con curve paraboliche modalità di gara: inseguimento testa a testa su 6 giri (984 m tot) ad eliminazione diretta sul tempo. Regole classiche, si parte ai lati diametralmente opposti della pista, l'inseguimento è completo se la corona della bici del ciclista che insegue riesce ad affiancare quella del ciclista inseguito. In base al numero di partecipanti decideremo se fare ripescaggi fra le manches o meno. PIANO B: Ritrovo ore 14.30 - Iscrizione 3 euro (per rientrare almeno delle birre) - solo bici a scatto fisso (pista / convertite / con o senza freni) vedete voi se portarvi il casco in ogni caso E SOPRATUTTO per il fatto di girare sulla pista di pattinaggio la responsabilità è di ognuno. La pista si trova in Piazzale Azzurri d'Italia. Parcheggio ampio e sempre vuoto e bar a pochi metri. Il posto è facile da trovare, se uscite dall'autostrada a Castelvetro Piacentino, dovete solo seguire per Cremona, passare il ponte sul Po, entrare in città e alla prima rotonda prendere a destra, proseguire e troverete il piazzale alla vostra destra; si può accedere alla pista dal Bocciodromo oppure dall'ingresso delle Piscine. supportato da: Iride Modena, La Stazione delle Biciclette, Legor, officina Deltanove a breve notizie sul dopo - gara!
  11. Nuovo nuovo

    Ciao a tutti, apro questo topic che sicuramente è simile a molti altri ma spero di svilupparlo decentemente. Io giro in MTB ma ultimamente m'è sorta un'insana voglia di ruote strette, quindi mi son messo alal ricerca di qualche idea. Sotto a una tettoia (suona strano ma in campagna c'è spazio e qualche angolo rimane spesso dimenticato) ho ritrovato una mia vecchia bici. E' una Rollmar dei primi anni '80. Lo so, non è niente di speciale ma il telaio in acciaio strizza l'occhio alla velocità, quindi ho deciso di usarlo come base per una fissa oppure (non inorridite troppo) di montarci un mozzo posteriore con freno contropedale. Probabilmente comprare tutti i componenti non sarà conveniente, ma ho voglia di smanettare un po' quindi farei tutto io: smontaggio, sverniciatura (anche se ormai la vernice è davvero pochina), rimozioni ammenicoli vari (staffette pompa, supporto dinamo), verniciatura e rimontaggio. Non ho mai montato una ruota da zero ma si può sempre imparare (spero), per il resto di meccanica in generale un po' son pratico. Che dite, mi ci metto o faccio la licenza di pesca e cambio hobby? Ciao
  12. avesse una bici che non usava. In cambio di un pranzo cucinato per lui e mia nipote, me la sono portata via. La bicicletta è stata assemblata da un noto artigiano del canavese con telaio Olmo nel 1987. Ecco le foto: Io vorrei fissarla. Metterei le ruote della specialized langster steel (Mavic CXP22, mozzi loro, boh) , degli straps nuovi di pacca, forse potrei cambiare la pipa, che mi sembra una nobrand di dubbia origine, metterei una sella nuova (sempre la sella della specialized una simil brooks con rivetti in rame. Un freno nuovo (quello della specialized posteriore) e via. Catena nuova. Non dovrebbe venire male, no?