Jump to content

Problemi alle ginocchia-dolori-diagnosi-cure


ANDR3A
 Share

Recommended Posts

salve a tutti, spero di non aver sbagliato...

da un po giro in fissa...

e da quando ho iniziato mi gira in testa la domanda...

ma la fissa quanto bene mi fa ai legamenti?

parlo da persona con un ginocchio di titanio e legamenti non propriamente apposto...

usandola mi capita spesso di sentire dei dolorini qua e la, e in generale mi accorgo che tanto bene non mi fa...

VOI CHE NE PENSATE?

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

chiaramente se stai in salute, nn c'è ne sono se non nn esisterebbero...

il punto era... chi gia tende a sembrare il dr house? è meglio di no?

Link to comment
Share on other sites

in effetti li ho notati pure io.... ma tipo dopo un uscita da 65km!!!

dicono che andar in bici faccia bene alle ginocchia...chi fa running lo sa bene.... ma la fissa è un mondo a se non smetti un attimo sei un tuttuno con la bici se avanzi vuol dire che spingi se rallenti vuol dire che stai faticando ancor di piu....quindi bhoo piu di tanto non so se fa bene XD

ma cosa cè di sano al giorno d'oggi???

Link to comment
Share on other sites

nn mi spaventa farmi del male, beh se non nn avrei il ginocchio di titanio... ahahahah

non sono i dolorini, parlo a lungo andare, lo stress che si becca...

boh chissa... sarebbe una domanda interessante...

Link to comment
Share on other sites

non e che abbia capito molto il senso di cio che vuole dire...

parla della sua esperienza...

cmq grazie, resta sempre materiale, alla fine sulla mia provero un rapporto piu "facile" prima di re emigrare sulla ruota libera...

Link to comment
Share on other sites

non e che abbia capito molto il senso di cio che vuole dire...

parla della sua esperienza...

cmq grazie, resta sempre materiale, alla fine sulla mia provero un rapporto piu "facile" prima di re emigrare sulla ruota libera...

il mio fisio mi spiegava che per opporre resistenza alla pedalata usi muscoli che non usi per pedalare in avanti

ma lo stress dei legamenti è lo stesso

anche dopo giri di 30-40 km con salite e discese (quindi il controllo della pedalata è stato faticoso) non ho mai avuto problemi a legamenti e tendini

Link to comment
Share on other sites

dipende chiaramente dal problema che hai.

il mio ortopedico dice che la fissa mi fa bene in dosi moderate in quanto mantiene in forma i muscoli che tengono assieme il ginocchio. ovviamente devo fermarmi al minimo segno di infiammazione, l'anno scorso mi sono tirata dietro una tendinite per 3 mesi, tanto che pensavo di dover salutare per sempre il crociato. invece no, tutto a posto.

io mi frantumai una rotula da ragazzina, e tuttora ogni tanto devo portare una ginocchiera specifica che scarica correttamente i pesi, generalmente la metto post-sforzo, nel caso in cui il ginocchio cominci a darmi noia... dovrei metterla anche durante lo sforzo ma è troppo fastidiosa.

Link to comment
Share on other sites

in linea di massima quando opponi resistenza ai pedali utilizzi la muscolatura in maniera "opposta" a quando spingi sui pedali, in questo modo si dovrebbe avere un utilizzo dei muscoli agonisti ed antagonisti uguale, detto ciò parificando il lavoro dei muscoli tra di loro (azione agonista ed antagonista) si migliora lo scarico delle forze applicate ai legamenti.

faccio un esempio, il gomito del tennista viene per una disparita tra muscoli agonisti ed antagonisti, un tennista utilizzando maggiormente l'azione "positiva" dei muscoli nel colpire la palla aumenta la muscolatura su quel'azione in particolare. aumentando maggiormente la muscolatura agonista e di conseguenza diminuendo l'antagonista nel rapporto, si ha un sovraccarico dei tendini nei punti di contatto che possono esse il epitrocleo o l'epicondilo. allo stesso modo nell'azione della pedalata esercitando uno sforzo maggiormente sull'aziopne di spinta sui pedali si intensifica lo sforzo sulla parte agonista del gesto, mentre in trattenuta della pedalati si favorirebbe lo sviluppo anche della muscolatura antagonista allo sforzo! detto questo io mi baso solo sulla mia esperienza di atleta in un altro sport dicendo che prima o poi ci si fa sempre male soprattutto se si raggiungono i propri limiti :-) non è detto che dolorini vari possanop essere un sintomo di un esercizio fatto male, la cosa migliore è imparare ad ascoltarsi e capire il proprio corpo!

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

in linea di massima quando opponi resistenza ai pedali utilizzi la muscolatura in maniera "opposta" a quando spingi sui pedali, in questo modo si dovrebbe avere un utilizzo dei muscoli agonisti ed antagonisti uguale, detto ciò parificando il lavoro dei muscoli tra di loro (azione agonista ed antagonista) si migliora lo scarico delle forze applicate ai legamenti.

faccio un esempio, il gomito del tennista viene per una disparita tra muscoli agonisti ed antagonisti, un tennista utilizzando maggiormente l'azione "positiva" dei muscoli nel colpire la palla aumenta la muscolatura su quel'azione in particolare. aumentando maggiormente la muscolatura agonista e di conseguenza diminuendo l'antagonista nel rapporto, si ha un sovraccarico dei tendini nei punti di contatto che possono esse il epitrocleo o l'epicondilo. allo stesso modo nell'azione della pedalata esercitando uno sforzo maggiormente sull'aziopne di spinta sui pedali si intensifica lo sforzo sulla parte agonista del gesto, mentre in trattenuta della pedalati si favorirebbe lo sviluppo anche della muscolatura antagonista allo sforzo! detto questo io mi baso solo sulla mia esperienza di atleta in un altro sport dicendo che prima o poi ci si fa sempre male soprattutto se si raggiungono i propri limiti :-) non è detto che dolorini vari possanop essere un sintomo di un esercizio fatto male, la cosa migliore è imparare ad ascoltarsi e capire il proprio corpo!

cristo, parli come un libro stampato!

;-)

Link to comment
Share on other sites

bravo fra, daccordissimo! ...sec me però il problema della biga è a lungo termine, a te invece basta dormire col culo storto una notte per sentirlo nel tuo sport...

Link to comment
Share on other sites

in linea di massima quando opponi resistenza ai pedali utilizzi la muscolatura in maniera "opposta" a quando spingi sui pedali, in questo modo si dovrebbe avere un utilizzo dei muscoli agonisti ed antagonisti uguale, detto ciò parificando il lavoro dei muscoli tra di loro (azione agonista ed antagonista) si migliora lo scarico delle forze applicate ai legamenti.

faccio un esempio, il gomito del tennista viene per una disparita tra muscoli agonisti ed antagonisti, un tennista utilizzando maggiormente l'azione "positiva" dei muscoli nel colpire la palla aumenta la muscolatura su quel'azione in particolare. aumentando maggiormente la muscolatura agonista e di conseguenza diminuendo l'antagonista nel rapporto, si ha un sovraccarico dei tendini nei punti di contatto che possono esse il epitrocleo o l'epicondilo. allo stesso modo nell'azione della pedalata esercitando uno sforzo maggiormente sull'aziopne di spinta sui pedali si intensifica lo sforzo sulla parte agonista del gesto, mentre in trattenuta della pedalati si favorirebbe lo sviluppo anche della muscolatura antagonista allo sforzo! detto questo io mi baso solo sulla mia esperienza di atleta in un altro sport dicendo che prima o poi ci si fa sempre male soprattutto se si raggiungono i propri limiti :-) non è detto che dolorini vari possanop essere un sintomo di un esercizio fatto male, la cosa migliore è imparare ad ascoltarsi e capire il proprio corpo!

cristo, parli come un libro stampato!

;-)

guarda di sicuro ho detto un sacco di imprecisioni, oltretutto ho dimenticato di dire che il discorso vale sempre e comunque se di base pedali giusto ossia spingendo con una gamba e tirando con l'altra, se come dici sempre tu invece uno pesta e basta sui pedali l'argomento è ancora più complicato.

Sono tutte cose che ho imparato con gli anni, ascoltando gente che ne sa e vedendo miriadi di allenamenti diversi, poi la cosa importante è che se di base ci sono degli allenamenti efficaci o un tipo di pedalata efficace poi ogniuno deve sperimentare e trovare il proprio modo di adattare il tutto visto che siamo tutti diversi l'uno dall'altro

Link to comment
Share on other sites

bravo fra, daccordissimo! ...sec me però il problema della biga è a lungo termine, a te invece basta dormire col culo storto una notte per sentirlo nel tuo sport...

si infatti lasciam perdere guarda! sto ricominciando ora ad allenarmi dopo mesi sdi stop e sò cazzi amari!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .