Search the Community

Showing results for tags 'skiddare'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Calendars

  • Calendario eventi
  • Criterium
  • CX / Gravel

Found 18 results

  1. Problema skiddare

    Salve a tutti, Io ho comprato una scatto fisso da circa 6 mesi ma è da 1 mese circa che la uso ogni giorno veramente. Io hi molti amici che hanno la scatto fisso e molto spesso usciamo. Loro quando si avvicinano a un semaforo "skiddano"... Se provo io uso tutta la forza però continuano ad andare avanti i pedali e la mia bici rallenta. Poi oddio mi fermo pure io ma senza lo skid rallenta e basta. La mia scatto fisso è una delle Margot bicycle aqua. I pedali sono con i lacci e il muso anteriore, quindi i pedali li ho. Devo fare qualcosa con la catena... Perché sembra che la mia scatto non possa skiddare. Grazie
  2. Vittoria Randonneur

    Salve , qualcuno usa i copertoni Vittoria Randonneur? Se si , quale misura consigliate , 700x25 o 700x28? attualmente uso dei kenda economici ma si consumano molto facilmente. Mi servono dei copertoncini con cui poter skiddare e in una discussione di qualche anno fa venivano citati i Vittoria randonneur. Accetto anche consigli su altri modelli. Grazie
  3. Molti dubbi, aiuto....

    Buongiorno a tutti, mi presento mi chiamo Francesco e sono nuovo di fixedforum, per farla breve ho una bianchi corsa che non usavo e che ho deciso di farla diventare una fixed, alla fine vi allego la foto del mio gioiellino :) , mi rivolgo ad un negozio di bici abbastanza rifornito sui vari pezzi ma assolutamente inesperto nel settore fixed, dopo aver ritirato la bici, (una fixed pura senza freni) sento subito che non appena pedalo con forza, i pedali per un breve lasso di tempo girano a vuoto, per non parlare poi della skiddata, (non sono mai riuscita a farla per la mancanza di grip meccanico tra pignone e mozzo), morale della favola è saltata la doppia filettatura dopo appena 2 giorni di utilizzo della bici, addirittura il negoziante mi ha detto che le fixed sono solo da pista e il problema della contropedalata con conseguente svtiamento del pignone non può essere risolto, e che in giro sono l'unico ad utilizzarla in questo modo (si lo so, credo di essermi rivolto ad un pescivendolo), allora siccome le ruote sono bernardi e mi sono costate 150 euro non posso rivolgermi a qualcun'altro, come posso rimediare? ho sentito parlare di collante per la filettatura e mozzi bullonati, ma qual'è il metodo più efficace? vi ringrazio e vi allego la foto della mia bici :D
  4. Un mesetto fa ho comprato usati (seminuovi) i pedali look s-track come da consigli letti qui, e le scarpe shimano da usare anche nella vita normale : Felicissimo! Funzionano benissimo, la pedalata è decisamente più efficace e soprattutto la skiddata semplicissima: ho fatto un salto di qualità, proprio un altro mondo. E poi, invece, da ieri ho ringraziato il cielo di avere il freno: mi si sgancia il pedale che uso a tirare (il destro) quando freno con violenza e a momenti, mi ammazzo. Ho provato a stringere la vitina francese del cazzo della molla, ma è stretta. Ho provato a invertire le tacchette (dx e sx) e niente: adesso giro col terrore. Posso rallentare la bici ma se mi alzo per fare una skiddata violenta, mi parte il piede. Saranno le tacchette usurate o il pedale a puttane? provo ad aggiungere rialzi (ne uso uno) o a cambiare il gommino o dovrò cambiare i pedali? A voi è capitato?
  5. Ciao a tutti! Vi faccio una domanda da novellino ebete! Però è un cruccio fondamentale che ho. Da due mesi giro per Milano con la mia bella fissa. Ho le mie gabbiette, il mio freno di davanti che uso nelle evenienze, scatto fisso messo e via, si corre finché si può o finché non si incontra un maledetto gruppo di turisti cinesi che non presta attenzione e non capisce le maledizioni che mando. Ma il problema è un altro.. ho problemi a skiddare e non capisco il perché. Non voglio farlo perché "fa figo", ma perché vorrei frenare in fretta senza dover forzare per rallentare la pedalata. Mi verrebbe molto più semplice e soprattutto non mi farebbe sembrare un idiota che quando tenta di farlo non riesce e continua a seguire la pedalata.. I dubbi che mi ponevo sono i seguenti: A - Sono pirla io e ho forza nelle gambe pari a quelle di una nonna (ma giuro che ci ho provato in tutte le maniere e posizioni ma nulla) anche se ho dei problemi alle ginocchia niente male e anche quando pedalo mi fanno un male bestia. B - Devo solo imparare la tecnica o sperimentare di più provando e riprovando C - il rapporto della mia biga non va bene per sKiddare e mi crea difficoltà nel farlo. (ho un 44-16) A voi l'ardua sentenza. Grazie mille comunque per i consigli che mi darete!
  6. Dopo il primo challenge per il titolo di Campione Italiano a scatto fisso, Chiodo fisso organizza un'evento per la promozione della cultura a scatto fisso: "Hai una fixed? In occasione dell'apertura del punto-vendita De Marchi vieni a trovarci a Conegliano. Omnium aperto a tutti: Skid, Surplace, Criterium. Premi a sorteggio e… un calice di prosecco per tutti!" Vi si aspetta sabato 18 ottobre dalle 17.30 a Conegliano! Evento FB
  7. Occhei, un paio di settimane fa mi si sono spaccati così -per simpatia- alla base (proprio verso il nipplo), un paio di raggi. Questa settimana è successo ancora, però in un momento particolare: skiddando. Praticamente tutte e due le volte nella maniera medesima mentre skiddavo lateralmente verso sx (praticamente facendo "uscire" la ruota post a sinistra) sento uno "sdeng" secco e raggio saltato. Ora volevo capire se è mai capitato a qualcun altro o se sono sfigato io. Capisco che la tensione a cui si sottopone la ruota in quel momento non è la abituale, però se un raggio è fatto per pigliarsi le buche col peso dei miei 70 e passa chili sopra, perché sottoposto a questo sforzo dovrebbe saltare? Raggi usurati, fallati ecc? a questo punto stavo pensando di cambiarli tutti... e si che non uso merdaccia di primo costo, ma sono raggi inox. susu datemi pareri ed esperienze personali.
  8. Sono un patacca?

    Ciao a tutti ormai sarà un mesetto buono che vado in fissa, ma ancora non riesco a skiddare, cioè riesco a bloccare la ruota ma giusto per un'attimo, la mia domanda è sono io che sono un patacca paraplegico o il rapporto che uso 5318 è troppo "duro" per skiddare a dovere?? Illuminatemi please
  9. Salve a tutti vorrei un consiglio e una delucidazione riguardo ad un problema che ho con la mia ruota fissa. Allora il mio pignone si avvita in senso orario (fino a qua tutto ok) il problema è che ANCHE il contropignone si avvita in senso orario, quindi quando faccio nemmeno due skiddate si svita tutto. Cosa posso fare? Esistono contropignoni che si avvitano in senso antiorario? Dove sta il problema?
  10. ho fatto un edit con alcune coperture girate durante le Skid Wars, tanto per non sprecarle enjoy
  11. mashare

    salve forum, dopo parecchio duro lavoro vi presento il mio mash. telaio: cinelli mash histogram movimento centrale: miche guarnitura: miche primato pista advanced 47t pignone: miche primato 18 t catena: miche pista cerchi miche pistard wr su mozzi miche primato (adesivi già tolti) pedali: weelgo con gabbiette reggisella: cinelli vai collarino: miche serra:san marco concor attacco:deda pista bullhorn: deda low crono nastro: cinelli ecco le foto fatte appena l'ho finito di montare: via agli insulti
  12. Consigli per lo skid!

    AIUTO non riesco a skiddare! monto un 47x17 con copertoncini thickslick corsa.....
  13. anche oggi ho beccato il solito tizio col mash sul ponte in carlo farini... e ho visto che per frenare faceva dei saltellini contropedalando (tra l'altro facendolo gli è partito lo sgancio rapido)... non è la prima volta che lo vedo fare. l'ho visto fare anche al Vanni nel video dell'ovomaltina XD... è comodo? ho provato ma non mi viene un gran che!
  14. Che gomme usare?

    Scusate ma cambia qualcosa il tipo di gomma montata sulla posteriore per skiddare? Ci sono delle tipologie di gomme più consigliate (che facilitano lo skidding)? Oppure non cambia niente che le ruote siano lisce o lievemente "ruvide", "tassellate"? Io monto esattamente queste! Commenti? http://www.ilovebike.it/shop/copertura-vittoria-rubino-pro-700-x-23-bianco.html
  15. Mi permetto di aprire questa discussione causa mia pivellitudine. Che si intende per "alleycat"? E "checkpoint"? Perché "si skidda"? Ragazzi...fatemi fare una cultura! Takk
  16. Skiddare?

    Cito un post trovato sul blog di un appassionato di bici fisse, nick Seppi4 Non si tratta solamente di frenare, per quello è sufficiente opporre una certa resistenza al pedale che sale posteriormente, cercando di non farsi sbalzare fuori sella. Io parlo proprio di skiddare, bloccare la ruota posteriore ed effettuare in “planata” qualche metro. Certo chi è in gamba e su di una pavimentazione adeguata può farlo per metri, nel mio caso si tratta di brevi tratti. In verità devo dirlo, i tratti sono molto ridotti sull’asfalto della mia zona, che non è proprio il massimo, direi infatti che è piuttosto “grutuluto” o quantomeno a pasta grossolana. Devo così ricorrere a stratagemmi, tra cui: scegliere una bella discesa con una buona pendenza, oppure bagnare la gomma, o sperare in uno strato di foglie, oppure ancora sfruttare la sabbiolina o il limo del Po. Quale che sia il metodo impiegato, i risultati si vedono ed in effetti è permesso anche a me effettuare qualche metro in totale assenza di aderenza posteriore. No non sono stato sincero: per fortuna l’aderenza rimane, e pure l’attrito che ne consegue purtroppo, tanto da grattugiare il preziosissimo copertone Vittoria Rubino Pro. Ed ecco spiegato l’uso intenso di stratagemmi per aumentare in qualche modo la scivolata risparmiando qualcosa di copertoni. E’ importante mettere il peso in avanti, spostando il baricentro e alleggerendo la gomma posteriore, ma fino a quando non ho preso dimestichezza col mezzo, mi riusciva difficile, in discesa, buttare tutto il peso in avanti, appoggiando il basso ventre e altro sul manubrio. Sei in discesa, l’istinto ti consiglia di portare il peso indietro, invece tu, oltre alla preoccupazione della velocità che inizi ad acquistare e che ti rende insicuro, tenendo conto che non hai che un freno solo, alla ruota davanti, che oltretutto non puoi usare, o meglio non vuoi, perché sai benissimo che il miglior modo di imparare ad andare su questa bici è non farti sconti e non lasciarti tentare dalla abitudine e dalla comodità del freno, reliquia di un tempo passato ormai che non dovrebbe più toccarti e che hai promesso a te stesso che qualunque cosa fosse successa non ti saresti lasciato tentare, hai anche l’incombenza di doverti buttare in avanti, proprio la cosa che più è lontana dalle tue ambizioni del momento, quindi contro ogni istinto di conservazione, quasi ad occhi chiusi ti sposti in avanti. E non succede niente. Eh già cosa credi? A parte che quello lo chiami spostarsi in avanti? Ma non farmi ridere! Spostarsi di pochi centimetri impercettibili non ti aiuterà di certo! Vabbè ci torneremo dopo. Non basta che tu ti sposti in avanti, eh no! Dopo questo grande sforzo di volontà, dopo questo gesto incosciente devi riprendere possesso delle tue facoltà, che hai dovuto abbandonare il giorno che ti hanno regalato la bici e tu hai detto STRAFIGA!!, e usarle per comandare ai tuoi deboli muscoli del polpaccio di irrigidirsi e bloccare la ruota posteriore. Già. E’ una parola! Non avevo idea delle forze in gioco. Ma porca miseria questa ruota così sottile, snella, delicata, elegante nella sua finezza, PESA DA FARE SCHIFO! Si trasforma in un volano da un numero imprecisato di chili, una forza inarrestabile, quasi dotata di vita propria, perché più ti sforzi più lei si oppone e avanza. E via così. Il primo giro di pedali se ne va col ginocchio che fa un movimento inconsueto e si avvicina paurosamente al manubrio toccandolo e se non sei ancora caduto, ecco che ti tocca rieffettuare lo sforzo disumano per fermare quella motrice che ti segue, ti travolge. E tu speri che lo sforzo appena effettuato dovrà senza dubbio aver intaccato la potenza rotativa di quel mulino, e così rincuorato e con rinnovato vigore aspetti il prossimo passaggio dei pedali nella posizione migliore per frenare. Ecco sta per arrivare e già mandi il segnale alle ginocchia e poi ai polpacci perché si irrigidiscano, credi di giocare d’anticipo e fregare la macchina. No Mentre tu in quella manciata di centesimi di secondo elaboravi la tattica, quella fetente di una motrice, durante il giro a vuoto che hai atteso perché si verificasse il ricongiungimento astrale della combinazione della posizione dei pedali corretta, ha acquistato nuovo vigore vanificando quasi lo sforzo iniziale fatto da te, e così ti coglie alla sprovvista e debella le tue gambe come uno strike al bowling. E via un altro giro! Ma questa volta gliene fai fare solo mezzo e pronto e astuto ti ricordi che anche con l’altro piede puoi esercitare una forza che si opponga al moto, e così non le permetti di avvantaggiarsi nuovamente. Riesci così a non sgommare ma per lo meno freni efficacemente la discesa, che tra poco finirà perché astutamente l’hai scelta corta. Meglio tornare in piano, e mettere in campo altri mezzucci, probabilmente avrai più successo. Certamente non è un problema tuo, sarà colpa delle gomme, troppo aderenti, oppure della postura, o forse del sellino, o peggio ancora potrebbe essere il rapporto 45/18 che si prende gioco di te. E pensare che credevi di essere forte e allenato va! Per chi se la sta ridendo propongo di provare. Hahaha, tutto vero!
  17. salve a tutti, spero di non aver sbagliato... da un po giro in fissa... e da quando ho iniziato mi gira in testa la domanda... ma la fissa quanto bene mi fa ai legamenti? parlo da persona con un ginocchio di titanio e legamenti non propriamente apposto... usandola mi capita spesso di sentire dei dolorini qua e la, e in generale mi accorgo che tanto bene non mi fa... VOI CHE NE PENSATE?