Search the Community

Showing results for tags 'biciclette'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Calendars

  • Calendario eventi
  • Criterium
  • CX / Gravel

Found 9 results

  1. qualche torinese la riconosce?... io quando non vedo foto delle bici intere mi insospettisco sempre molto... e voi no?!?!?!?! http://www.subito.it/biciclette/mtb-26-biammortizzata-torino-215515595.htm
  2. ... dopo 50 anni mia madre mi ha rivelato che mio nonno era un ciclista agonista o qualcosa del genere, ma ho poche informazioni a riguardo, perché mia madre ha perso il padre molto giovane, quindi i suoi ricordi si fermano ai racconti fatti ad ella da mia nonna, pertanto privi di dettagli importanti. Chiedo quindi agli amici in generale ed in particolare agli amici napoletani, se posso avere qualche dettaglio in più. Scenario: anni 30/40 in piena guerra mondiale un certo Antonio Barbato fugge dalla Campania - provincia Napoli o Caserta - in quanto comunista convinto pertanto non in "sintonia" con le varie presenze in città tra neri e bruni presenti. Chiaramente fugge in bicicletta, verso est - presumibilmente Molise o Abruzzo. Fuga in Bicicletta perché apparteneva ad un gruppo di ciclisti che non saprei se amatoriali o professionisti per l'epoca. Quindi la domanda/ricerca è questa; Sapete a chi potrei rivolgermi per cercare un archivio dei gruppi ciclisti dell'area campana o quantomeno un elenco di chi partecipava alle gare dell'epoca in bicicletta? grazie a quanti perderanno del tempo a rispondermi e chi avrà qualche info dettagliata in merito.
  3. Nuova bici......

    .....per tutti, credete regga bene la sella???
  4. ....chiedete ai novelli buffoni di corte, politicizzati, ideologici e sognatori di un mondo migliore, ma solo per i loro interessi, se conoscono questa segnaletica stradale! Fategli questa semplice domanda, e se rispondono solo SI, per logica fotografica, chiedetegli il perché esiste una segnaletica simile in paesi ad alta concentrazione di ciclisti veri, e bassa concentrazione di chiacchieroni politici acchiappavoti che vanno in bici solo durante la campagna elettorale!!
  5. Avrei una proposta o un suggerimento per gli Admin e per il forum. Ho visto con molto piacere da diverso che almeno nella mia città - Roma - e credo anche in altre, è aumentato il numero di ciclisti che quotidianamente fanno il loro bel viaggio tra casa ed il lavoro utilizzando la bicicletta. Facendo biketowork da più di 6 anni, ho notato il costante aumento dei ciclisti anche sulla strada che faccio giornalmente. Non posso non notare come spesso l'improvvisazione o l'approssimazione dei neociclisti sia molte volte un danno, che finisce per non far più andare in bicicletta, ma far tornare sulle auto gli utenti delle città. Gente che pedala con vecchie biciclette arrugginite al limite della resistenza, biciclette fuori misura o peggio con ruote diverse avanti e dietro. Neo ciclisti che competono con scooter sui percorsi perché convinti ancora di stare in auto, ed altre varie assurdità che mettono a rischio l'andare in bicicletta, sia per andare al lavoro sia nella classica uscita domenicale. Chiedo quindi a voi esperti ciclisti, e chiaramente anche rivolgendomi agli Admin, di poter mettere a disposizione di questi wannabee della bici, le vostre competenze, le vostre professionalità i vostri consigli riguardo l'uso della bicicletta in città. Spiegare per esempio come pedalare spingendo con le punte dei piedi piuttosto che con il tallone o il centro piede, al fine di evitare dolori vari. Oppure dotarsi di sorgenti luminose adeguate, per chi magari rientra a casa quando è calato il sole, o dotazioni tecniche, di abbigliamento utili per non ritrovarsi a dire......basta è troppo faticoso andare in bici! L'usura delle ruote, il cambio ed i rapporti da usare. La sicurezza attiva e passiva, i "trucchi" da osservare al fine di non avere guai come gia per esempio è stato fatto con la pagina delle biciclette rubate, dove lo scambio di informazioni ho letto, ha avuto un buon successo anche nel recupero delle bici rubate. Insomma fare una "piattaforma", estesa anche ad altri utenti che magari solo di passaggio vedono il forum, ma che serva anche da attira nuovi utenti. Implementandola costantemente con i suggerimenti vostri. Una interfaccia da consultare rapidamente, e dove l'utente web/ciclista, può rapidamente avere info utili riguardo la bicicletta. Chiaramente il lavoro deve essere una completa sinergia tra chi porta il background da ciclista, e chi magari sa smanettare nella costruzione di una interfaccia web, utilizzando gli strumenti esterni ed interni al forum, e magari con un processo magari attraente, si riesce anche ad avere qualche sponsor che captando quanto la pagina viene consultata può contribuire ad altri sviluppi, perché no anche economici.
  6. ciclofficine/negozi usato

    Ciao a tutti, sono Sacha da Pisa. Una mia amica che si e' trasferita a Bologna mi ha chiesto di consigliarle una o piu' ciclofficine dove puo' risparmiare un po' per la sua bicicletta. Avendo una ciclofficina a Pisa so bene che il "risparmiare" e' tutto un dire pero' non conoscendo bene il giro di Bologna vorrei qualche nome per indirizzarla. Sapete aiutarmi? Grazie mille in anticipo!
  7. Sarei curioso di sentire le vostre opinioni.
  8. allora ragazzi, mi rivolgo a voi che sicuramente siete più esperti di me. stasera tornando a casa, all'interno dell'ascensore alzo la bici e l'occhio mi cade su questa crepa. ora a me sembra un leggera crepa della cromatura, ma poi mi è venuto il dubbio visto che affronto buche,sampietrini,tombini e cazzi e mazzi dentro sta città de merda che non ama i ciclisti. Voi che ne pensate? Specifico che la crepa non scende anche sotto la parte bassa della forcella, ma si ferma dove vedete in foto.
  9. Ragazzi buongiorno, ritorno sul forum come un rompipalle, su un tema che forse qualcuno ha dimenticato: LA NOSTRA SICUREZZA IN BICICLETTA! Continuo a vedere almeno nella mia città, Roma, che molti ciclisti della domenica usano le strade per fare i loro allenamenti, dove è espressamente vietato il transito delle biciclette. Il ricordo di un mio carissimo amico morto in bici, su una strada a scorrimento veloce con il limite a 90kmh e dove per poter dimostrare che ci poteva andare abbiamo dovuto fotografare ben 16 km di strada, per poter dimostrare che la mancanza di segnaletica verticale gli consentiva di poter pedalare su quella strada, mi ha suggerito di scrivervi e ricordarvi che le amministrazioni locali pur di non pagare a seguito di incidenti stanno risolvendo il problema mettendo la segnaletica verticale. Qualcuno di voi dirà.......sti cazzi!!! E no non è così, perché il precetto amministrativo del divieto si materializza con la segnaletica verticale e non con quella orizzontale, questo significa - per chi non avezzo di CdS e leggi italiche - che l'utente deve osservare la disposizione, in quanto deve per forza averla vista e se non gliene frega nulla, sarà lui stesso responsabile del sinistro e nessun altro. Quindi se avete amici o voi stessi la domenica vi divertite con la vostra bici pedalando in tangenziale est - dove magari scorre la ciclabile vicino - sappiate che ad ogni ingresso della tangenziale vi è un cartello verticale che dice "divieto di transito alle bici", oppure se andate su una strada consolare come la Colombo o la Nomentana - per citarne un paio, sappiate che non si possono occupare le corsie centrali perché vietato. Insomma guardate sti cazzo de cartelli, perché poi in caso di incidente, e spero non mortale perché vedere un ciclista morto è sempre una rottura di coglioni ve lo posso assicurare, in caso di incidente dicevo vi troverete addebitate anche altre spese in quanto avete volontariamente violato un cartello verticale che vi obbligava a non pedalare su quella strada. ATTENZIONE QUINDI PS poi fate come cazzo ve pare, però sappiate che rischiate e rischiare ad minchiam è da stupidi!