Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 06/27/18 in all areas

  1. 46 points
    Sì, è una di loro. Fa compagnia a quell'altra puttanella della Laser. La uso una volta a settimana in velodromo quindi non ho foto con i suoi pedali originali. Deal with that. Telaio e forcella: De Rosa pista team Sammontana, 1982 direi, ovviamente grazie a @PELT Gruppo Campagnolo Record Pista, ruote 28 raggi, cerchi Fiamme ergal e tubolari Tufo s33, niente di che. Se qualcuno vuole farmi un regalo comunque io vorrei questi. Le sue ruote originali le tengo da parte. Serie sterzo Super Record Pista, mi manca il dado di chiusura, qualcuno mi aiuta? Pipa Cinelli e manubrio Cinelli Criterium 65, nastro Benotto e tappini De Rosa NOS, grazie a @gianfe Sella Selle Italia Turbo. 49-51/15 perché sono veramente fortissimo. Che dire? Poco... Mi veste come un guanto e sono felice. In alto sulla parabolica, @Fabio K1 con la sorella maggiore. ☀️
  2. 46 points
    Un altra chicca da aggiungere, io la lascio qui. La descrizione non la legge nessuno. Telaio: Cannondale Track 1993 - Forca originale - 55 stampato Serie Sterzo: Campagnolo Record Movimento Centrale: Campagnolo Record Guarnitura: Campagnolo Record Pista 165 Corona: Campagnolo Record Pista 48t Mozzi: Anteriore Campagnolo Shamal - Posteriore Miche Pistard Cerchi: Campagnolo Shamal black - Clincher NOS Sella: Specialized Romin Reggisella: Thomson Inline Pipa: NJS Nitto Pearl 12cm Manubrio: Nitto Shread Pedali: MKS Sylvan Un lato negativo, telaio purtroppo piccolo e le bici vanno pedalate. Lato forse positivo, le uniche Campagnolo Shamal nere clincher montate da pista con pista frenante ancora nera. Ciao
  3. 46 points
    E... niente, non è che avevo propriamente bisogno di un nuovo telaio, poi fisso o ss... figurarsi, comunque conosco @Aldo da anni, da prima che si trasformasse in Alman, ho visto i suoi primi esperimenti e poi nascere i suoi primi telai, l’ho sempre supportato su questa sua via e... ero uno dei pochi stronzi amici suoi che ancora non aveva un suo telaio per cui... taac. Il frame è sulla linea del mash work, stesse possibilità, montarlo fisso o ss, work o cxss, con gli stessi pivot smontabili per i freni, qualche modifica nell’angolo sterzo. Tubi sono un misto tra zona e cromor (mi pare), verniciatura by TonySpray. Componenti: guarna la solita sugino 75 corona miche 47t ruote (provvisorie) cerchi campagnolo omega 19 su mozzi miche pista ss chris king orpelli vari thomson sella zoncolan (l’ultima che mi è rimasta) Montaggio al momento diciamo provvisorio (ruote), i freni arriveranno e da quelli poi cambio ruote (pista frenante) e si deciderà se passare da riser a piega. Bless e grazie ad Aldo
  4. 43 points
    Molti di voi la conoscono già. Ad esempio, la potete trovare anche qui Ora è con me in quel di Modena. La considero la mia prima bici in acciaio, la adoro. Credevo che per via delle geometrie "strane" sarebbe risultata scomoda ma, dopo qualche mese di utilizzo (uni, consegne e caxxi vari), posso dire che è perfetta sotto il mio culo. Il montaggio è pressocchè definitivo. (Prossimamente nuovi cerchi e mozzo ant) Serie sterzo: Hatta Swan Super Deluxe NJS Pipa: ITM Eclypse Manubrio: Reverse Components Reggisella: Thomson elite Sella: San marco Zoncolan Cerchi: Nisi Mixer/HR22 Mozzi: e*thirteen bythehive ISO/ anonimo ant Pignone: 17T M2 Catena: Izumi Guarnitura: Campagnolo CRecord 165mm Movimento centrale: campagnolo Record Pista SALUTI E BUONE PEDALATE
  5. 38 points
    CANCELLATEMI DA QUESTO FORUM DI MERDA cit telaio/forca: 2016 LOW Pursuit mc: Miche Pista crank: Legnano corsa sabbiata corona: Legnano corsa 52t imbullonata M10 ss: Ritchey conica pipa: Subrosa BMX riser: bmx reggisella: non ne ho idea sella: Aeroyal BMX pedali: MKS pista cerchio ant: Gipiemme Tecno C946 26" cronometro cerchio post: cheap ass Gipiemme sfondato nuff said.
  6. 36 points
    Dopo non so quanto tempo, torno a presentare quello che sarà il mio mezzo per i prossimi 2/3 anni. A settembre mi trasferisco in quel di Modena per chiudere i due anni di magistrale, di conseguenza sapevo che sarebbe servito qualcosa per muovermi. L'ho trovato sul forum e attratto dalle geometrie l'ho preso al volo. Non conoscendo minimamente la storia che c'è dietro questo ferro, passo direttamente all'elenco delle componenti. Telaio e forcella: Tomas pista SS: Non ne ho idea Pipa: ITM Riser: Un generico flat bar Sella: San Marco Concor x Cinelli Team Reggisella: Decathlon Guarnitura: Gipiemme con corona Miche 46t Catena: Miche pista Pignone: Miche 17t Ruote: Miche Pistard Copertoni: Continental GP4000 s2 Pedali: CrankBrothers Eggbeater La qualità delle foto fa cagare, passatemele lo stesso. Qua con le gabbiette:
  7. 36 points
    Sinceramente non avrei mai pensato di tornare a presentare qualcosa qui (a meno di non trovare un GT track o una bianchi pista d2 della mia taglia, nel caso bussate alla mia porta). Ma due soldi in tasca, la voglia di cambiare a quasi 5 anni dal ferriveloci ed il black friday hanno fatto il resto. Finita di montare una settimana fa, con i pezzi che avevo in casa più o meno. Frameset con ss e reggisella: Dolan Seta taglia 54 Ruote pignone e copertoncini: American Classic track con pignone dura ace 15 njs su continental gp4000 tour de france da 25 all'anteriore e gatorskin da 28 al posteriore. Catena: sram pc1 da cambiare Guarnitura: Campagnolo pista 165 con corona da 44 denti Pedali: wellgo simili a degli attacchi strada ma spd Sella: prologo kappa dea da donna Attacco manubrio, riser, manopole: ritchey wcs 220 (bello, leggero ma rognoso da montare) su banalissimo riser ritchey comp e manopole non so che marca, ma costano poco e sono colorate. A voi i commenti.
  8. 35 points
    Ciao FF, purtroppo non sono ancora arrivato a finire la storia del restauro di questa bici (sono fermo alla prima parte) ma ormai l'ho quasi finita (e da un po' anche) e l'altro giorno ho fatto qualche scatto (non definitivo). Come ho scritto nella sezione eroica (non ripeto nulla) telaio molto croccante, in tubazioni Columbus Record (le più leggere del periodo e le stesse usate per costruire la bici del record di Merckxxx), con diversi alleggerimenti volti a limitare il peso della bici completa (che infatti pesa 6.5 kg)! Merckxx fece il record nel 72 ma questa bici è stata rifatta, immagino in onore di quell'occasione, nel 76! Questa bici ha inoltre il merito (o no) di essere esattamente il prototipo di bici a cui si ispirò l'UCI quando vietò l'uso di tutte le bici senza il doppio triangolo: in pratica è l'anti BANDIT! In attesa della decal mancante e di qualche miglioria volta a ridurne ulteriormente il peso (questo kg di differenza rispetto alla bici di Merckxx un po' mi pesa) ecco un primo scatto (dopo ovviamente la solita lista componenti)! TELAIO E FORCELLA: Colnago Hour Record replica in tubazioni Columbus Record MOVIMENTO CENTRALE: Campagnolo Super Record (perno titanio) GUARNITURA: Campagnolo Super Record (corona da 51 t) PEDALI: Campagnolo Super Record (perno titanio) GABBIETTE: ALE in Dural CINGHIETTI: Alfredo Binda (originali) REGGISELLA: Campagnolo Super Record SELLA: 3TTT SL SERIE STERZO: Campagnolo Super Record PIPA: 3TTT pista modello 3 PIEGA: 3TTT pista (mod. Dazzan) MOZZI: Campagnolo Record pista a flangia alta (28 h) CERCHI: Nisi Speciale Pista da 200 g TUBOLARI: Vittoria Pistard metà 70 PIGNONE: Campagnolo 15t RAGGI: Alpina (s) da 2mm (anteriore: incrocio radiale, posteriore: in 2a) CATENA: Regina track 53
  9. 35 points
    Ok. Direi che è arrivato il momento di presentarla. Telaio presto njs Componenti: Guarnitura e corona: dura-ace 7710 pista e gipiemme pista Ruote: mozzi dura-ace e cerchi Ambrosio excellight x colnago (ora ho riverniciato la pista frenante) Reggisella: dura-ace easton 7410 Serie sterzo: dura-ace 7410 Pipa e manubrio: nitto Jaguar e nitto pista B123 njs #BICIDELCACCIO
  10. 35 points
    Colnago Dream Pista riverniciato dal mitico Tony Spray con livrea Reflex guarnitura Omnium corona M2 49t catena Mike Black Pignone Fixkin 17t Ruote con mozzi Fixkin Splined e cerchi in carbonio 20 mm tubolare 20/24 raggi Tubolari Tufo Scusate le foto
  11. 34 points
    Oramai scrivo poco/nulla sul forum, ma questo non vuol dire che non mi faccia sempre piacere condividere con voi i miei piccoli progetti da salotto (nel senso che ovviamente sono bici fine a se stesse...non certo fatte per essere pedalate) Questo giro vi presento una bicicletta che ho da un pò, ma a cui non ho mai trovato il tempo di fare due foto decenti. Visto che l'altro giorno ci sono riuscito, eccovele. Telaio: Pelizzoli (Ciocc) Pursuit pista tubazioni Columbus Air – mai stato a catalogo per quanto ne sappia; veniva realizzato solo su richiesta specifica del cliente. Restaurato da Pelizzoli un paio di anni fa.Serie sterzo: Campagnolo C-Record Movimento centrale: Compagnolo C-Record Pista Reggisella: ovviamente Columbus Air Sella: Cinelli Volare SLX Guarnitura e corona: Campagnolo C-Record Pista Pedali: Campagnolo C-Record Pista TBS Pipa: Cinelli 1R in black Manubrio: Cinelli LA84 Pignone: Campagnolo Pista Ruota anteriore: non ne ho la più pallida idea. Sta bene con la Logos posteriore, quindi va bene (in realtà c'è meno differenza di colore rispetto a quanto appaia in foto) Ruota posteriore: Ambrosio Logos
  12. 34 points
    Ciao, so che beccherò più insulti che altro postando l'ennesimo Mash, ma è il mio primo Cinelli dopo 10 anni che ho in mente di prenderne uno e tutto sommato mi piace abbastanza prendere insulti. L'ho montato non troppo cagone considerando che deve stare parecchie ore al giorno legato ad un palo lontano dalle mie amorevoli attenzioni. Si, le ruote sono cinesi (avevo preso delle DT Swiss T1800 ma per una serie di sfortunati eventi non sono mai arrivate a destinazione).. :( Telaio: Cinelli Mash Cyanotype 54 Serie Sterzo: Columbus Movimento Centrale: Stronglight JP 400 Guarnitura: Stronglight Track 2000 Corona: Stronglight 44T Mozzi: Novatec Cerchi: Boh, no brand china Reggisella: Thomson Elite Attacco manubrio: Zipp Service Course 80mm Manubrio: Crankbrothers Opium (tagliato a 60cm) Pignone: Miche 16T (a breve passerò a 15T) Catena: Izumi Pedali: Vp Components vp-531 Sella: BLB Stealth
  13. 33 points
    Ciao Bbelli, é lunedì e quindi presento. poi presento/aggiorno anche le altre. Intanto quella che ormai uso tutti i giorni: Lino Tempesta pista di inizio anni 80. Arrivato dalla Lituania col furgone (dio solo sa che cazzo ci facesse sta prelibatezza in mezzo a quei bevi-vodka) a fine giugno. Nel frattempo che arrivasse ho contattato Silvio (il figlio di Lino, saldatore nonché zio di guerciotti per chi fosse all'oscuro) che mi ha dato qualche informazione tipo le tubazioni, tipo il fatto che sia stata fatta su misura per un seigiornista di cui non mi ha rivelato l'identità, le tubazioni e che questo modello con il doppio scasso (vedere foto per capire) è stato prodotto solo in 6/7 esemplari. il montaggio è poco coerente con provenienza e anni ma a me FOTTESEGA LISTA: -telaio e forca: Lino Tempesta 53.5v x 54 o in columbus pl -mc e ss: dura ace 7600 e campagnolo mista -attacco e manubrio: pipa dura ace e riser generico random con nastro di tela -reggi e sella: dura ace (1ª gen credo) e flite titanium guarnitura: dura ace 7600 165mm con @Ceciocorona da 47t (bacini) catena: hkk vortex blu (bacini @fedep) ruote: dura ace 7600 su cerchi ambrosio nemesis tubolare a raggi saldati con pignone random da 15 pedali: suntour sprint
  14. 33 points
    C'è una ragazza che dorme in strada sotto casa mia e non riesco proprio a far finta di niente, è giovane sui vent'anni, direi centroafricana, parla italiano abbastanza bene o almeno così mi sembra ( ci siamo detti 4 parole in croce). Le ho portato un caffè e una coperta, ha accettato il caffè ma ha rifiutato la coperta. Ho provato ad insistere ma non l'ha voluta. Il fatto è che fa freddo, ormai è inverno e va sotto zero e con una giaccaventina non è una situazione sostenibile. L'ho già vista altre sere, credo che arrivi sul tardi e si raggomitola sulla rientranza di una porta che ha 2 scalini e dove non passa nessuno. Quando mi sono avvicinato si è spaventata ma poi mi ha ringraziato e mi è sembrata lucida, non mi sembrava drogata o ubriaca e questo per lei è sicuramente un bene ma non può passare l'inverno così. Lodi è una città tranquilla ma qualche balordo gira e a stare li oltre che crepare di freddo rischia pure di subire qualche violenza. Non me la sento di chiamare la polizia perchè se è clandestina le creo altri problemi inutili e mi sembra che ne abbia già anche troppi. Cosa diamine si fa in una situazione del genere? Domani sera se è ancora li le porto un'altro caffè e riprovo con la coperta ma non è una soluzione. Forse la Caritas o la Croce Rossa ma tutti i senza tetto sanno che c'è la Caritas e se non ci va avrà i suoi motivi. Potrei provare a mandare a parlarci la mia compagna magari di una donna si fida di più. Lo so che non salvo il mondo ma no può stare li tutto l'inverno. Che mondo di merda!
  15. 33 points
    Dopo un bel po' di tempo torno finalmente a pubblicare in gallery! Questo perché trovare un Moser pista non è per nulla facile e quindi ho optato per qualcosa di diverso (per la felicità di @DeMarco), anche se un legame con Moser c'è stato: agli antipodi era verniciato giallo e nero con le decals moser. Ma queste sono altre storie! Avevo già presentato questa bici in gallery per conto di un amico ma qualche tempo fa ha deciso di vendere il telaio! Mi piacevano molto le geometrie e ho deciso di prendermelo! Avrei voluto montarlo con due lenticolari ma alla fine ho optato per un look più easy! Devo sistemare un'ultima cosa e poi sarà definitivo: la guarnitura montata in questo momento è strada e con il Mc pista non va molto d'accordo! Non ho potuto stringere molto la guarnitura sul perno lato dxe per questo non ho potuto provarlo come si deve! Solo un piccolo giretto in garage per capire come gira! Telaio Faggin Pursuit Pista 1985 (restaurato da Pellizzoli) Serie sterzo: Campagnolo Super Record Pista (anche se l'anello è record e dietro c'è una brutta storia!) MC: Campagnolo Record Pista Pipa: ITM 1A style Piega: Città di Bassano Guarnitura: Super Record (Strada) con corona da 51 (Strada) Mozzi: Campagnolo Record Pista a flangia Cerchi: Ambrosio Aerodynamic (28 / 26) Raggi: Alpina Inox (s) (raggiatura in 2a) Pignone: Campagnolo in Ergal 16t e lock campagnolo Tubolari: Gommitalia Track 6 e Vittoria Junores Pedali: Superleggeri Pista con gabbiette e laccetti Cristophe Catena: Regina 80 Nastro: Benotto Reggisella: Campagnolo Super Record Sella: Concor Profil Ecco le foto dalle quali ho messo in evidenza le tolleranze da urlo!
  16. 33 points
    BACK TO THE 2009 Ebbene si, si torna alle convertite con i cerchi tamarri e le stickerate violente. Se vi ricordate il Moro convertito pettinatissimo di Boston rieccolo in versione un pelo più arrogante(per chi non se lo ricorda vi lascio il link sotto) Telaio: Moro TopRace/forca pista Stem: WR compositive carbonio Manubio: riser china carbon swag manopole: Cannondale Reggisella: no brand MTB Sella: Prologo Guarnitura: Omnium + corona by @Cecio MC: Omnium Catena: KMC Pedali: no brand Ruota anteriore: Tecno Ruota posteriore: ambrosio excursion mozzo iso xt pignone @Cecio yess
  17. 32 points
    E niente, ecco la nuova arrivata. Quarta fissa, dopo la prima, il pistino, il mash work si ritorna alle origini con una bella convertitona low cost. È veramente uno spasso e ci skiddo facile sul parquet nel tragitto letto-bagno-divano-cucina (non per forza in quest'ordine). Ho provato a mettere il 47-17 come rapporto e devo dire che è veramente una bomba. Telaio: Falaschi, preso da @Macrobob, grazie a @danieledp per lo sbatti per farmelo avere Forcella: Columbus, non la sua Serie sterzo: Shimano 600 presa da @sean Pipa: 3t pro chrome, presa sempre da @sean Riser: Ergotec, tagliato a 60cm con frenino anteriore Movimento centrale: Miche Guarnitura: Stronglight track 2000 presa da @saimonfvg con corona miche da 47 presa da @riky76 Pedali: Mks sylvan track con gabbiette e laccetti doppi blb Ruote: Cerchi nisi laser HR 22 con Mozzo ant campa e Mozzo post ISO Shimano M525A con pignone M2 da 17 prese tempo fa da @Dinosauro Reggisella e sella: Boh, sella Flite titanium Baci
  18. 31 points
    In un anno non sembra, ma di cose possono accaderne. Possono sembrare piccole, se le prendi da sole... poi però capita che ti volti e le vedi tutte in fila, in lontananza e dici "Cazzo però", (oppure inseriteci la vostra frase preferita riservata alle grandi occasioni di consapevolezza autoindotta). Ad esempio, può capitare di venire mollati dalla donna della vita a ridosso di Natale. Di dare le dimissioni dal lavoro più odioso che potresti mai immaginarti, nel limbo del quale hai galleggiato per 9 (nove) (cazzo NOVE) fottutissimi anni, allo scoccare della mezza di Capodanno. Di trovare la band in cui hai sempre desiderato cantare i primi giorni di gennaio. E poi può capitare di voler pedalare qualcosa di diverso. Dopo una vita a ruota libera, facendo finta di sembrare un atleta, arriva il momento di voler sentire un altro mal di gambe, quello che viene quando anziché spingere per andare più forte, devi tirare per cercare di non ammazzarti. Quello che viene il sabato notte, anziché la domenica mattina. Di sentirsi meno quadrato e più bastardo, più luppolo e meno barrette, più smog e meno colline verdi. Di infilare qualche senso contrario ogni tanto, perché no. Cazzotene. Così un giorno apri un forum diverso, ti rendi conto che esistono posti in cui le cose si possono scrivere così come le si pensano. Perché non solo la fatica, ma anche gli otto tubi che te la strappano fuori possono avere una faccia diversa, con più anima. L'anima. L'anima pesa più del carbonio e meno dell'aria. L'anima ha pedali più sinceri, seguono in sincro la strada che scorre, non la prendono per il culo con cambi sincronizzati. O con il lusso di potersi prendere una pausa. C'è la salita? O ce la fai o scendi, bianco o nero, vinci o perdi. Le mezze misure sono mezze sconfitte gentili. Forse la cosa più bella è scoprire che la sincerità non è una qualità. Semmai è un bisogno, di diventare un tutt'uno con lei, di sentire più forti gioie e dolori. L'anima ha anche la marcia indietro, se riesci a stare in equilibrio. Ok, ne voglio una. Telaio: P&B CMNDR, taglia 54, ex @KiraYosumaky Stem: Ritchey, 120mm Manubrio: FSA Pro Carbon Leve Freno: doppio bicipite femorale Nastro: cork Violet Guarnitura: SRAM Omnium 48T MC: SRAM GXP Catena: Wipperman 1Z1 Pedali: BLB Reggisella: Cinelli Pillar Sella: No brand da 4soldi Ruote: Campagnolo Omega V, mozzi Profile Racing, doppio pignone 17 - 20v, ex @Nicole
  19. 31 points
    Telaio e forcella: Faggin Velomatic Zero ex @psychonaut e passato per le mani di mezzo forum Manubrio: Cinelli Integralter o Look pista con stem Leonardi Racing Johnny XC (lo so, è uno stem ideato per il cross country, ma è pornissimo e fa -20°) Trasmissione: Sram Omnium con corona aarn 49t, mc Sram Blackbox ceramico, catena Izumi V NJS, pignone Miche 17t Reggisella: Thomson Sella: Selle Italia Flite Ruote: Mavic Ellipse con i miei amatissimi copertubolari Tufo C S33 Pro da 21 In futuro presenterò anche un setup cittadino più sobrio ;)
  20. 29 points
    Volevo riprovare un acciaio e così, ancora incerto, finì per codare un Pinarello marchiato FCI. Arrivato a Milano ci ho schiaffato subito una Wound Up che girava in casa da un sacco di tempo e questo è quello che ne è uscito Frame: Pinarello (Montello?) FCI 50x52 tubi oria Fork/Headset: Wound Up / Tecora Crankset/Bottom Bracket: Stronglight 165mm bcd144 JIS / Miche 107mm Pedals: Shimano m525 Cog/Chainring/Chain: Fixkin iso 17t / Miche 47t / Miche Handlebars/Stem: riserone KCNC Rampant da tagliare/ ITM eclypse Saddle/Seatpost: Selle Italia SLR/ Thomson 27.2 Front Wheel/Hub/Tire: Ambrosio boh / Ambrosio by FRM (una chicca) / Conti GatorHardshell Rear Wheel/Hub/Tire: Ambrosio Excursion / Novatec iso+ Bobsaxle / Conti GatorHardshell Ringrazio di nuovo tutti quelli che hanno contribuito nel farmi arrivare questo bel telaio Pics di @Amedeo23
  21. 29 points
    Ciao regaz, partiamo dal presupposto che mi é sempre piaciuto il Mash Work, ma, per via del suo prezzo e delle geometrie inadatte per il mio fisico ho preferito optare per un telaio su misura più o meno simile. Ovviamente per abbattere i costi ho scelto di farlo saldare a Renesto (inoltre abita a 12km da casa mia). Volevo un telaio saldato a TIG, con tolleranze per copertoni fino a 42x700c e la serie sterzo da 1" 1/8; su consiglio di Luigi (me lo ha saldato lui) abbiamo apportato alcune modifiche al progetto originale: no TIG sì congiunzioni, copertoni fino a 35x700C e sterzo da 1". Il telaio é costruito con tubi Columbus Cromor, può montare freni V-Brake sia all'anteriore che al posteriore (i perni sono removibili) e ha i forcellini con placchette in acciaio inox interne ed esterne (così non si rovina la vernice). Nonostante le varie modifiche son comunque contento del risultato, é venuta fuori una bici robusta, reattiva, versatile e abbastanza leggera (perfetta in contesto urbano). Vi lascio alle foto brutte, siate gentili mi raccomando, la sella é bassa perché se no quando faccio i salti ci sbatto le palle D: Telaio: Renesto Work dei povery 49.5 x 51.5 Forcella: Pista da 1" testa piatta (forata) Serie Sterzo: Tecora E Movimento Centrale: Sugino RD2 JIS Pedivelle: Sugino Messenger 165mm Corona: Sugino 46 denti Catena: Miche Pistard by Izumi Mozzo Anteriore: Shimano Deore anni '90 quick release Cerchio Anteriore: H+ Son TB14 Copertoncino Anteriore: Ritchey Comp JB 35x700C (terribile) Mozzo Posteriore: Shimano Deore a disco convertito con kit Velosolo Cerchio Posteriore: H+ Son TB14 Copertoncino Posteriore: Ritchey Comp JB 35x700C (schifo) Sella: Bontrager Montrose Comp Reggisella: Aplina 27.2 Pipa: Nitto Jaguar 90mm Manubrio: Nitto B260AA Manopole: Odyssey Aaron Ross trasparenti Pignone: Velosolo Cromo 17 Denti Pedali: Odyssey Grandstand Tom Dugan Straps: Restrap Tendicatena: Surly Per chi viene la vedrà quasi sicuramente alla Dome to Dome. Ci si becca in giro :)
  22. 29 points
    Lagaredesgars è la nuova ciclofficina sociale di Cremona che nasce dall'esperienza del lavoro educativo e ciclo meccanico maturato in questi anni dalla cooperativa Cosper. Si trova presso la stazione degli autobus, in via Dante 90: è uno spazio sociale, di incontro e di scambio, ma al contempo è luogo di lavoro e formazione. Ripariamo biciclette su commissione, restauriamo, ricondizioniamo e vendiamo biciclette usate, lavoriamo con i ragazzi e insegnamo le tecniche di riparazione. L'officina e la Social Room sono aperti a tutti: si possono usare i banchi di autoriparazione e gli attrezzi, supportati dai consigli del meccanico. La Social Room è una stanza polifunzionale: è strutturata come un grande salotto in cui poter fermarsi a parlare, studiare, leggere un libro, bere un caffè, ma può facilmente prestarsi a varie attività perchè dotata di una ventina di sedie e impianto con videoproiettore fisso. Qui possono trovare uno spazio aperto e accogliente anche le persone che non si interessano di biciclette ma vivono tutti i giorni la zona della stazione. Vi aspettiamo tutti il 16 novembre dalle ore 17,00 per l'inaugurazione ufficiale con taglio del nastro e rinfresco! IN SINTESI Nome evento: Inaugurazione La Garedesgars Dove: Cremona, Via Dante 90 Data: Venerdi 16 novembre Orario di ritrovo: 17.00 Orario di partenza: Tipo di evento: aperitivo Tipo di bici: qualsiasi bici Costo iscrizione: AGGRATIS Cosa portare: macchina fotografica Link evento FB: https://www.facebook.com/events/263068404391430/ Hashtag: #lagaredesgars #ciclofficina #cremona #inaugurazione
  23. 29 points
    Ho sempre desiderato avere un C-track ma sono povero quindi mi sono accontentato di questo Colossi che richiama un po' l'estetica del C-track, preso dal buon @Tatai , overlappa ma mi trovo bene, per adesso usato per i tragitti casa - lavoro . Rapporto un po' duro ma ho già un pignone da 17 pronto all'uso. TELAIO: Colossi al Colossione tg 56 RUOTA ANT: Campagnolo Vento / copertone : Michelin dynamic sport 700x23 RUOTA POST: Miche Pistard WR silver pignone da 14 Miche / copertone: Schwalbe active lugano 700x23 MC: Campagnolo Record Carbon GUARNITURA: Fsa Gimondi 165 , 48 denti PEDALI: Shimano SPD CATENA: Miche Pista REGGISELLA : Shimano Durace 7410 ? SELLA: Selle Italia Titanium Gel MANUBRIO: Cinelli Integralter con adattatore manubrio / nastro nero S.S: Modus Via ai commenti , insulti Peace and Love
  24. 28 points
    Telaio Masi Prestige 1990 Gruppo cambio Sram Red / Force 10v Guarnitura Rotor 3d Freni Ciamillo Zero gravity Ruote Spada Breva Pro Pedali Ritchey SS Chris king Reggisella Miche Supertype Peso 8,7
  25. 28 points
    È passato quasi un anno da quando mi è arrivato questo splendido telaio (grazie a @LaNori e @saimonfvg ).Nel frattempo ho cambiato vita e città, perciò l’ho finito di montare da poco. Finalmente ci siamo, viaggiarci su è uno spettacolo. Telaio: Mauro Sannino Pista (56 cf vert., 54,5 cc oriz.) in tubi columbus Ego (una bomba). Forcella: Alman (porn e incazzatissima, grazie!) Serie Sterzo: Hatta Swan Super Deluxe njs Movimento Centrale: Dura-Ace BB-7600 njs Guarnitura: Miche primato pista advanced da 170 Corona: Miche pista primato advanced 144 bcd da 50t Ruote: Galli squadra corse Sella: Selle Italia Flite Titanium Reggisella: Thomson arretrato Pipa: ITM Eclypse Manubrio: riser in carbonio [CINESE] Pedali: CrankBrothers eggbeater 1// Grazie a @Cecio per gli innumerevoli consigli tecnici e a @michelangelopetralito per i componenti njs
  26. 27 points
    Ciao a tutti Questa e' la mia nuova build che eredita la maggior parte dei pezzi da Hypergrace Cimellia. L'ho usata per circa tre settimane e me ne sono innamorato. Penso che non tornero' mai piu' indietro dall'acciaio :) Spero vi piaccia come l'ho montata! FOTO BUILD 1 ANNO DOPO Frame/Telaio: Cinelli Vigorelli Steel Track 56cm Fork/Forcella: Columbus Futura Caliper Headset/Serie sterzo: Chris King Inset 7 Mango Stem: Enve Road stem gen 1 full carbon 130mm Handlebar/Manubrio: Enve Road Bar Compact 40cm gen 2 Bar Tape/Nastro: God and Famous 3M reflective Seatpost/Reggisella: Enve Road seatpost gen 1 Saddle/Sella: Astute Starlite VT green with carbon rails Bottom bracket/Movimento centrale: Sram GXP Crank/Guarnitura: Sram Omnium Chainring/Corona: Sean Truvativ 48T Pedals/Pedali: Time Atac XS Sprockets/Pignoni: Rarketa Stainless Steel 15T/17T, Mack Superlight orange lockrings Chain/Catena: Izumi Jetblack Rims/Cerchi: Zipp Firecrest Clincher 303 2018 Spokes & Nipples/Raggi & Nipple: Sapim CX-sprint J-bend black, Sapim brass nipples Hubs/Mozzi: Mack Superlight low-flange rear hub orange 24 holes, Zipp front 20 holes (aggiornato presto a Mack arancio) Tyres/Copertoncino: Continental GP4000SII davanti, Continetal 4 Seasons dietro Weight/Peso: 7.15Kg FOTO BUILD ORIGINALE
  27. 26 points
    E' tornata sabato notte e con Sabrina ha parlato un po' di più, ci ha detto di aver perso il lavoro come badante e poi di aver perso la casa. E' molto orgogliosa e minimizzava la sua situazione, comunque oltre al solito caffè e a qualcosa da mangiare gli abbiamo lasciato l'indirizzo di due dormitori femminili e gli abbiamo spiegato che sono tutte donne e non doveva avere nessun timore a rivolgersi a loro. Ci ha detto che ci sarebbe andata ma ha rifiutato categoricamente di farsi accompagnare. Oggi mi ha contattato la Caritas per comunicarmi che da domenica è ospite in una loro struttura e si stanno attivando per cercare di aiutarla, ritengono abbia grossi problemi e la strada sarà lunga. Fondalmentalmente la cosa da fare è stabilire un contatto, presentarsi e offrire aiuto senza imporsi, queste persone hanno grossi problemi e aiutarle in maniera efficace è difficilissimo ma nel 2018 almeno evitare che muoiano di freddo è assolutamente possibile, i servizi basilari di aiuto ci sono. Il problema più grosso è la totale esclusione sociale, se un senzatetto muore di freddo per strada non è perchè manca un posto caldo dove farlo andare a passare la notte ma più spesso perchè lui e quel posto caldo non riescono ad incontrarsi. Fiducia, rispetto e informazioni sono il primo passo.
  28. 25 points
    Ricordo una volta di aver pubblicato qualcosa nella sezione "progetti transeunti", parlavo di un crono tutto strano con pezzi altrettanto strani. Bene, il missile oggi ha visto la luce e non è più tanto transeunto ;) Tutto iniziò quando - preso dalla fotta - due anni fa comprai un gruppo Mavic Mektronic, volevo vedere se funzionava davvero, alla faccia di tutto quel che se ne diceva, anche perchè correva l'anno 2016 e l'etap di Sram era appena uscito e il paragone sui vari forum e siti venne immediato. Poi tra le mie varie ricerche salvate su ebay per i pezzi di bikeporn mi cadde l'occhio su un telaio Cougar, faccio due ricerche e scopro che fu il primo marchio di Terry Dolan (proprio il Dolan dei vostri Pre Cursa), specializzato all'epoca nei telai da cronometro e da pista che saldava insieme a Paul Donohue (lui poi si è messo a fare le sue bici, spettacolari, dateci un occhio). Trovato il Cougar su ebay, mi sono messo a montarlo con la varietà di pezzi strani accumulati negli anni. Provata questo pomeriggio.. il telaio è una spada, grazie anche alle geometrie da ergastolo con tolleranze da far sbiancare i pista (e vabbè che c'ho messo su i 25, ma sono davvero molto tirate) mentre il gruppo è sorprendente: già nel 94 era uscito il Mavic Zap 8v a filo in stile Di2, nel 1996 dropparono il Mektronic 9v wireless, ovvero esattamente 20 anni prima di Sram. Aveva i suoi diffettini e difettoni, ma fu comunque una rivoluzione per l'epoca. Telaio e forcella: Cougar in tubi Reynolds 731OS Race Serie sterzo: Timec su rulli Cockpit: Look Ergostem 1' con bull Mavic 355 ed estensioni Mavic 357 Gruppo: misto Mavic Mektronic e Dura Ace 7700 9v, con corone 54/42 e pacco pignoni Marchisio ultraleggero 13/28 Reggisella e sella: HQ Fibre Blade (ci ho messo mesi a trovarlo, volevo proprio quello) e Flite TT 165gr Ruote: Mavic Cosmos perchè sono le uniche che avevo in casa da metterci su, ma tutto sommato ci stanno più che bene Portaborraccia: Zefal Carbon, altra chicca dell'epoca
  29. 24 points
    Onde evitare malintesi e teorie del complotto il motivo per cui non intendo continuare ad organizzare la LLL nel solito modo è che non me la sento di assumermi la responsabilità civile di farlo, la decisione è mia e solo mia e non ho assolutamente ricevuto pressioni ne da enti locali ne da enti sportivi per smettere. Al contrario enti locali e enti sportivi si sono dichiarati assolutamente disponibili a inquadrarla eventualmente in una qualche forma di ufficialità, chiaramente questo solo nel rispetto di leggi e regolamenti. Dato che a me non va di continuare ad essere organizzatore senza nessuna tutela ma non mi va nemmeno di trasformarla in una delle tante cicloturistiche o rando o quel che vogliamo semplicemente PER ME la scelta più coerente è chiuderla qui. Il motivo per cui non intendo assumermi la responsabilità civile di continuare alla solita maniera è che con numeri in crescita il rischio di incidenti aumenta, a quelli che pensano che intanto non succede nulla ricordo che abbiamo mandato almeno 6 partecipanti al pronto soccorso per, tagli, abrasioni, traumi cranici costole e clavicole rotte. Ricordo inoltre che in 6 edizioni almeno 4 persone estranee alla LLL sono state coinvolte in incidenti CAUSATI da partecipanti alla LLL, 3 frontali con ciclisti che non centravano nulla e una sciura a piedi investita da un partecipante, fortunatamente si sono rivelate tutte persone comprensive e si sono leccate le loro non gravi ferite. Uno di questi comunque mi ha trovato e mi ha contattato per chiedermi se poteva rivalersi su una qualche assicurazione perchè al momento non sembrava nulla ma lui si è ritrovato con una costola e un deragliatore rotti, anche lui persona sensata capito che non c'era modo di rivalersi su una qualche assicurazione ha lasciato perdere e si è pagato i suoi danni. Per inciso quei danni secondo me doveva pagarli il partecipante della LLL che lo ha messo sotto e che non so chi sia. Aggiungo che ad ogni edizione ormai ricevo iscrizioni di persone che mi mandano il loro numero di tessera ciclistica, che chiedono se il percorso è tabellato, che chiedono se ci saranno classifiche separate per categorie di età o per federazione, che chiedono cos'è un file GPX e cosa devono farci o ciliegiona sulla torta che manco fanno lo sforzo di mandarmi una mail semplicemente si presentano li e basta. Lo scorso anno 200 iscritti 248 partenti... non mi sembrano complicate le procedure di iscrizione eppure in 48 non hanno trovato il tempo o il modo di dirmi "Oh ci sono anch'io". Ultima considerazione c'è pieno di celoduristi con l'instagram potente e la gamba farlocca che puntualmente arrivano in lacrime, pallidi, al limite del buio o talmente sovreccitati per l'impresa della vita che rischiano di infartare dopo l'arrivo. Se nella Muzza invece che @noodles, giovane in gamba e supportato da un gruppo solido ci finiva il tipo che non riusciva a sganciarsi dai pedali all'arrivo da quanto era cotto è probabile che lo scorso anno avremmo avuto il primo cadavere da ripescare e sinceramente me lo risparmio volentieri. Il modo di fare le cose legali passa da soldi, cartellini, visite mediche, giudici e compagnia bella; il modo di farle "alla nostra maniera" passa per la fiducia di chi organizza in chi partecipa e sinceramente negli ultimi anni ho visto partire e arrivare decine di persone di cui non riesco a fidarmi. Sprovveduti totali che partono per la LLL perchè fa figo ma che di cosa sia la LLL non hanno capito un cazzo e questi sono bombe innescate pronte a far danno, decine di bombe innescate! Per tutti il percorso rimane e la Roubaix la oganizzano tutti gli anni fondamentalmente io non servo più, chissà magari avremo una LLL 2.0 che si organizza da sola o magari semplicemente finirà tutto così. Ripeto GRAZIE A TUTTI E' STATO BELLO!
  30. 24 points
    puntuale come il natale l'officina casbah ciclo club, altrimenti conosciuto come SO Sarpi, vi invia l'augurio di un natale sereno. L'inedita miniatura ritrovata negli archivi Casbah, qui allegata, pare abbia ispirato Charles Dickens per il suo celebre romanzo breve "A Christmas Carrol" in ogni caso cerco consigli su potenziometri, seriamente. auguri!
  31. 24 points
  32. 24 points
    ... va bhè le foto si sa che le faccio di merda ... ma dato che @maestroyoda ci tiene tanto a vederla e che l'anno prossimo compie 10 anni ve la faccio vedere ... tra l'altro sono arrivato a quasi 34 anni per togliere il frenulo. Praticamente 33 anni vergine ma da quando l'ho tolto il divertimento si è moltiplicato. Beata vecchiaia che m'insegna a vivere. Ci ho messo anche qualche gnocca che non guasta mai. Questa biga ha attraversato tantissimi step e 1000 componenti (quasi tutti targati FF). TELAIO: CINELLI GAZZETTA RUOTE: mozzi PHIL WOOD con cerchi HSON+ GUARNITURA: MICHE con corona M2 -13- PEDALI: BMX con straps BRN (FANNO IL LORO MESTIERE) SS: DIA COMPE ... prossimamente CK PROMESSO STEM: FUNN STRYGE RISER: SPANK SPOON con manopole ignoranza by @NEKRO REGGISELLA: MICHE SELLA: SELLE ITALIA FILANTE Se non vi piace fottesega è la mia bici!
  33. 24 points
    condivido con voi che mi conoscete quello che ho scritto in merito alla tragedia del crollo del viadotto Morandi a Genova, buona lettura, spero di aver usato parole comprensibili da tutti https://riky76omnium.wordpress.com/2018/08/23/il-dovere-di-scrivere-il-mio-pensiero-sul-crollo-del-pontemorandi-a-genova/
  34. 23 points
    Ciao giovani! Vi presento la mia fixiebike. Telaio: Colnago Super Pista numero 23 (prima metà anni '70), serie sterzo Dura Ace 7400 Guarnitura: Sram Omnium con corona custom 57T Ruote: Miche Pistard, pignone Miche 22T, copertoncini 28C-25C Sella: Concor Supercorsa su reggi panto Ernesto Colnago Sterzo: riserone Ridewill su pipa 3TTT, manopole ghesboro Pedali e straps: VP Components Questo invece è il montaggio un pò più sobrio di qualche mese fa.
  35. 23 points
    Questo é un telaio che avevo spedito, poi me ne sono pentito, ho bloccato la spedizione …. bé eccolo qua. Ho seguito i preziosi consigli letti nei post del forum; dove c'era ruggine ho grattato con la carta vetrata fina e poi ho pennellato con il trasparente, nella speranza che la bici possa avere una nuova lunga vita. L' allestimento é coerente con l'anno . tutto circa 88 escluso il riser che ho montato per comodità e per guadagnare qualche centimetro mantenendo la pipa Nitto negativa. Il telaio ha delle particolarità che mi piacciono come le congiunzioni , il nodo sella, il ponticello del carro etc...… la storia del telaista della 3Rensho é interessante Inserisco anche il Master nelle foto , finito.. assieme stanno bene. Telaio: 3 Rensho record export Guarnitura: Dura Ace 7400 Pignone :Dura Ace 7400 Ruote: Ambrosio Durex con mozzi Gipiemme Special Pipa: Nitto Riser : Nitto Reggisella:: Dura Ace Sella: Turbo Pedali: MKS
  36. 23 points
    Presento, 2 anni dopo averla montata, la mia mtb fissa. L'ho presa intera a 25€ da un ragazzo che stava svuotando la cantina del nonno morto, in perfette condizioni, mancava solo la catena. L'avevo lasciata a casa di un amico in un paese vicino dopo che avevo rotto uno strap (per questo é senza, quindi calmi calmi). Sono andato a prendermela stamattina perché ha minacciato di buttarla. Telaio: Atala anni 80/90 Ruote: davanti una ruota regalatmi dal mio ciclista dietro quella di una subsin da treet anteriore con freno a disco modificata per il carro posteriore. Guarnitura: Lasco original vintage (ha 10 anni, quindi entra per diritto nel vintage xD) 46 denti. Pignone: M2 iso da 18 denti (praticamente il pezzo migliore, pagato quasi più della bici). Pedali: flat della subsin Sella: sempre depredata dalla subsin da street. Il resto é davvero roba presa dalla discarica lottando con i topi. Per gli straps avevo pensato di farmeli da solo, con una cinghia in nylon inbullonata ai pedali. Aggiornerò.
  37. 23 points
    Ciao, vi presento la mia prima fixy. Ho trovato 'sta foto. Ho pensato al forum. VVB.
  38. 23 points
    https://www.pedalroom.com/bike/gianni-motta-personal-2001r-25564
  39. 23 points
    Dimenticavo! In assetto un po' ingnorante definibile #ratcarbon
  40. 22 points
    Mai un attimo di tempo per buttar giù due righe... Ho tre pezzi nuovi ancora orfani di presentazione... l'njs della morosa, la mia e quella dell'hijo de puta di mio figlio. Quest'ultima. Telaio incidentato di una cliente. Lei ha preso i soldi dell'assicurazione e si è fatta la bici nuova, io mi son portato a casa il telaio e ho messo un 12enne su una fissa (cosa che chiedeva da mesi). La storiella è che il telaio aveva una colorazione salmone abbastanza imbarazzante e quindi... e quindi spray.bike. Telaio: 8Bar KRZBERG V3 - S Forca: la sua in carbo Guarna: prototipo 8Bar con corona narrow/wide da 45, pignone da 17 Ruote: No logo raggiate in 4^, Schwalbe Lugano Endurance da 25mm Piega: Ritchey Neoclassic / Stem 8Bar 80mm Pedali: BLB Flat con Straps Veganski Reggi: BBB Aero + Specy Power. Foto fatte dal figliol prodigo che aveva mega fretta di saltarci sopra. -"Papà, hier pass super! Lass mich schnell ein paar Foto!" (io) "ma non vedi che c'è la siepe dietro e non si vede un cazzo?" click click click clik. Ok. Ora ha la sella più bassa e due freni. "Quando avrai 18anni farai come te pare". (cit. genitore qualunque)
  41. 22 points
  42. 22 points
    che bello passare in 10 anni da gara illegale a gara vinta dalla squadra della polizia....
  43. 22 points
    Salve Salvini a tutti !! Ho trovato questa piccola bomba a mano nei meandri stretti e bui di un velodromo. Me ne sono innamorato all'istante e l'ho presa Taglia perfetta (dopo anni di ricerca!!) visto che fin ora ho girato con i fuori sella astronomici ed inguardabili Ha graffietti e segni normali di usura, avando più di 20 anni non mi aspettavo molto. Lo sporco ha saputo mantenere buona la vernice a parte qualche punto, pantografato solo sul tubo sterzo, e ha dei buchi sotto l' MC ma nessuna scritta o logo particolare.. Monta componenti che avevo nella fissa precedente quindi non proprio top!! TELAIO: Grandis campione del mondo 60x59 tubi Culumbus SERIE STERZO: Gipiemme Special Pista ATTACCO MANUBRIO: ITM Eclypse MANUBRIO: Passeggione ITM MANOPOLE: No Brand REGGISELLA: Campagnolo SELLA: Selle Italia (con nastro isolante in punta) MC: Gipiemme Special Pista PEDIVELLE: Gipiemme Special Pista CORONA: Gipiemme Pista 50t PEDALI: MKS GABBIETTE E FACETTE: BLB CERCHI: Fir EA60 MOZZO ANT: Miche Primato MOZZO POST: Miche Primato Pista con pignone Miche 17t COPERTONI: Kenda (il post è pista ma devo cambiarli!!) Già provveduto al raddrizzamento sella e tirato per bene la catena, le foto sono della bici appena montata Consigli ed insulti tutti ben accetti !!!
  44. 21 points
    una lama Telaio: Luigi Montagner congiunzioni Cinelli probabilmente tubazioni in SL 61x57 --> FUN FACT ABOUT LUIGI <-- Forcella: la sua pantografata Serie Sterzo: Gipiemme Movimento Centrale: Del cazzo Guarnitura: Campagnolo Record Corona: Campagnolo Record 50T Pignone: Sugino 18T Ruote: Mavic Ellipse 2015 Sella: Prologo Nago (nonquelladabigmoney) Reggisella: Campagnolo Record Pipa: ITM Eclypse - Pipa 3TT non ricordo il mod, comunque strada panto Benotto Manubrio: Riser KCNC SC Bone scandium 700mm - Piega 3TT mod. Competizione Pedali: Crankbrothers Candy 3 pic fatte dalla morosa il 1/7/2018 al velodromo di Ferrara in una giornata organizzata da Arieti
  45. 21 points
    Ultima nata. Scapin Eos 7 acciaio Columbus ultra foco, forcella wound up. Sram Red Yellow, mavic ksyrium es. 8,100kg. Un proiettile di reattività. Rigidissima. Spero vi piaccia.
  46. 21 points
    E rieccomi a presentare il mio terzo ponc da gravel/cx/endurance, spero anche l'ultimo. Dopo aver distrutto al 20k quello precedente me lo sono fatto rifare con qualche lieve modifica da Ponc, non dovendola più usare come bici da corsa principale anche. L'ho già testare sia in assetto gravel alla Novaremberg, ma prima di presentarla volevo inaugurarla come si deve con un bel lungo. Non posso che essere soddisfatto del risultato: sicuramente non scattante, reattiva e leggera quanto una bici da corsa, ma quando si tratta di fare tante ore in sella e sullo sconnesso non delude. Passo alla lista componenti, che sono quasi tutti mutuati da quella vecchia: Telaio: Ponc 111X-009 Forcella: Deda CX Fullcarbon Serie Sterzo: Chris King InSet 7 Matte Jet Stem: Thomson X4 -10° 110mm matchy con il telaio Piega: Zipp Service Course SL 44cm Nastro: Zipp CX Reggisella: Thomson Elite Seatback 27,2 Sella: San Marco Aspide Dynamic Comandi e Freni: Sram Red 22 HRD 2017 Flat Mount Cambio: Sram Force 22 2017 Long Cage Deragliatore: Sram Force 22 2017 Pacco Pignoni: Sram Force 22 11-28 Catena: Sram Red 22 Dischi: Sram Centerline X 160mm ant/ 140mm post Guarnitura: Rotor 3D+ Corone: Rotor Q Rings 50-34 Movimento Centrale: Rotor bsa30 steel Pedali: Time XC4 Ruota Posteriore: Velosa 50mm Carbon Clinchers / Mason x Hunt 650b Adventuresport Disc Ruota Anteriore: DT Swiss RR1400 Dicut / Mason x Hunt 650b Adventuresport Disc Copertoni: Continental Gatorskin Folding 28mm / WTB Horizon 650bx47 Estensioni: 3T Team Qualche fotina fatta male: Edit: Mi ero dimenticato di scrivere che saltuariamente ci corro anche le alleycat di @fedep
  47. 21 points
    "BUT WAIT, THERE'S MORE" volevo ringraziare Andre @TheNathan che ha sempre creduto in me, i miei genitori, la mia fidanzata, i miei soci e tutti quelli che dal mondo mi contattano per avere telai dozzinali saldati male a elettrodo. Ciao Enzo, ciao campione
  48. 21 points
    lui è quello che le fotte
  49. 21 points
    Aggiungo altre foto qui perché non me ne fa aggiungere altre
  50. 21 points
    Ciao gente mi ero promesso di pigliare un Vigorally solo se fosse stato di questa colorazione e così è stato (grazie @Mr.Simpatia) Presento la biga che ultimamente mi accompagna ovunque in giro per modena é odiata da molti ma apprezzata da tanti. a me poco importa, pedalo e mi diverto. Telaio e forca: Vigorelli 2010 Serie sterzo: Columbus Stem: Thomson x4 Reggisella. Thomson elite Manubrio: Zipp service course Sl80 (grazie @dariota) Sella: San marco regale Guarnitura: sram omnium Corona: Shimano DA 7600 50t Ruote: open pro su shimano DA7600 ant e Fixkin ISO post Pignone: 17t Fixkin
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00