Jump to content

Telaio da favola ma senza marchio e Gruppo Dura Ace anni 80


dannylux
 Share
Followers 1

Recommended Posts

Ho acquistato questa bici ad una Asta Pubblica della mia città.
Qualcuno magari osservando le varie foto e soprattutto la scatola movimento potrebbe darmi qualche info in più per identificarla con certezza.
L'ultima foto è come l'ho trovata. Attualmente è tutta smontata in attesa del dafarsi.

DESCRIZIONE SOMMARIA
Il telaio, stando alle rifiniture ed alla certosina precisione delle congiunzioni, sembra di elevata qualità ed eccellente conservazione ma non presenta marchi o loghi.
Solo sulla forcella è impressa la sigla DBS.
Era montata per la quasi totalità (solo le levette cambio ed il deragliatore anteriore è campagnolo Record) tutto il resto nientepopodimeno che con Dura Ace anni 80/82 pedali compresi quindi dovrebbe essere una bici di quegli anni e dal costo, per l'epoca, non indifferente.
E' stata usata molto poco, infatti la cassetta posteriore 6v e le corone 42/53, tutto rigorosamente Shimano Dura Ace, sono praticamente intonse così come le sfere dei cuscinetti del Movimento Centrale e della serie Sterzo.

LE MIE RICERCHE:
La sigla DBS della forcella mi riporta dopo varie ricerche a delle bici Norveggesi che facevano produrre telai dalla Daccordi di San Miniato (Pi) e applicavano il loro logo "La Migliore" sul tubo obliquo vicino a quello Daccordi ed il logo DBS davanti ed impresso in bassorilievo sulla forcella.
Altro indizio, ma secondo me poco significativo, i porta borraccia sono marchiati Benotto.
Abitando a poche decine di Km da San Miniato (Pi) anche se in provincia diversa, mi sembra assai probabile che sia una Daccordi di pregio, la così detta "La Migliore" della fu ....DBS Internazionale.
....ma magari mi sbaglio e qualcuno di voi saprà o potrà illuminarmi
Grazie

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Login to view the image

Link to post
Share on other sites

Ciao! La scatola mc alleggerita con passacavi “seri” fa pensare a un buon telaio. Purtroppo non sono presenti altri dettagli (a parte i forcellini Campagnolo del tutto comuni in telai dell’epoca) che aiutano l’identificazione del costruttore o il brand. La forcella spesso non è un indizio affidabile: nel tuo caso il telaio ha congiunzioni classiche mentre la forcella ha una congiunzione di tipo “unicrown” più recente. Per coerenza dovrebbero essere dello stesso tipo. Inoltre quando si pantografava la forcella si pantografava di solito anche il telaio. Dalle foto il telaio sembra un 54/55 che con buone tubazioni il peso si aggira intorno ai 2,4 kg senza movimenti e cromature. Detto questo non sono la Bibbia per cui prendi il tutto come semplici considerazioni in attesa di altre info. Rimane comunque un bel telaio tutto da pedalare! Ciao M

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
12 ore fa, DeMarco ha scritto:

Ciao! La scatola mc alleggerita con passacavi “seri” fa pensare a un buon telaio. Purtroppo non sono presenti altri dettagli (a parte i forcellini Campagnolo del tutto comuni in telai dell’epoca) che aiutano l’identificazione del costruttore o il brand. La forcella spesso non è un indizio affidabile: nel tuo caso il telaio ha congiunzioni classiche mentre la forcella ha una congiunzione di tipo “unicrown” più recente. Per coerenza dovrebbero essere dello stesso tipo. Inoltre quando si pantografava la forcella si pantografava di solito anche il telaio. Dalle foto il telaio sembra un 54/55 che con buone tubazioni il peso si aggira intorno ai 2,4 kg senza movimenti e cromature. Detto questo non sono la Bibbia per cui prendi il tutto come semplici considerazioni in attesa di altre info. Rimane comunque un bel telaio tutto da pedalare! Ciao M

Grazie mille comunque.

Sono in attesa di una risposta dalla "Daccordi" di Pisa perchè gli indizi portano li.
Un amico di mio figlio, molto esperto di bici d'epoca l'ha datato 1980/1982.
Ha detto che vista la qualità delle finiture è probabilmente di tipo artigianale di qualche società sportiva che correva ad alti livelli e che non ha fatto apporre le marcature di costruzione per poter utilizzare le loro decalcomanie ...magari erano avversari sportivi e anche a quei tempi vi erano problemi di marketing e concorrenza.
Volendolo riverniciare e darle un nome, le mie ricerche continuano.
Marcarlo così a caso non mi piace anche se ovviamente non rubo nulla a nessuno, non dovendolo destinare alla vendita.
...che ne pensi della componentistica? Dura Ace anni 80 è anche molto rara in Italia vero?

Edited by dannylux (see edit history)
Link to post
Share on other sites
19 ore fa, DeMarco ha scritto:

... Dalle foto il telaio sembra un 54/55 che con buone tubazioni il peso si aggira intorno ai 2,4 kg senza movimenti e cromature...

L'ho pesato oggi, pesa esattamente 1.900 grammi, senza forcella ovviamente

Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, marco pedro ha scritto:

Diamine, se questo è un telaio da favola...

Ogni scarrafone è bello ‘ a mamma soja

Link to post
Share on other sites

Il Telaio e la bici hanno finalmente un nome e cognome!

E' una "DBS Professionale"  Realizzata da Daccordi (San Miniato Pisa) per la allora società Norvegese DBS. 
E' lo stesso identico telaio della versione "Daccordi Turbo" realizzato con tubazioni Columbus Sl/Slx
La mancanza delle scritte DACCORDI in bassorilievo è dovuto appunto ad una questione di Marketing.
Anno 1982 circa:
Come detto versione "Professionale DBS" cioè montata con gruppo Shimano Dura Ace.
Fratello gemello della versione "La Migliore DBS" montato però con Campagnolo Super Record.
Ho deciso di ripulirlo a fondo, toglendo anche le più piccole macchioline di ruggine (francamente non ce ne sono molte) per poi stendere il trasparente bi-componente quindi lasciandolo color Acciaio spazzolato.
Tutto le rifiniture in nero cioè decalcomanie, guaine, sella, ruote (i cerchi sono Ambrosio Montreal per tubolari)  
Quando l'avrò finita posto le foto. 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, LR84 ha scritto:

Ogni scarrafone è bello ‘ a mamma soja

...si come la storiella della volpe e l'uva

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .