Carlo Alberto

Riconoscere un telaio da crono...

22 posts in this topic

...e fin qui sembrerebbe facile!

In realtà parlo dei telai da crono prima dell'introduzione delle ruote di diametri diversi (26-28/24-28 e via dicendo)! Quelli in cui, per capirci, era ancora utilizzata la classica piega da strada e non i bull (quindi, se non dico una cavolata, fino agli anni '70)

In cosa si discostavano principalmente dai "normali" telai da strada? (mi ricordo qualche artificio, tipo il freno anteriore montato nella parte posteriore della forcella, ma poco altro)
O semplicemente erano telai da strada destinati alle prove a cronometro?

Illuminatemi!

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

una volta mi sono imbattuto in un crono anni '70

.telaio corsa quindi ruote da 28"

.mono-corona all'anteriore

.4 pignoni

.componenti e telaio alleggeriti

.pipa lunga per una posizione piu sdraiata

 

quindi alla fine un corsa con meno rapporti

Edited by Morbo (see edit history)
2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla fine anche io me lo chiedo , quello che ho trovato è identico ad un corsa, cambia solo la forca vhe è da 26

Share this post


Link to post
Share on other sites

una volta mi sono imbattuto in un crono anni '70

.telaio corsa quindi ruote da 28"

.mono-corona all'anteriore

.4 pignoni

.componenti e telaio alleggeriti

.pipa lunga per una posizione piu sdraiata

 

quindi alla fine un corsa con meno rapporti

infatti è anche quello che pensavo io (tranne poi in alcuni casi in cui è evidente l'utilizzo, ma parlo di prototipi o telai artigianali)

Share this post


Link to post
Share on other sites

In firma puoi vedere la mia, purtroppo rimaneggiata negli anni ... 

 

comunque. Due corone con pochissimo scarto o mono corona, tubi "pregiati", geometrie molto più tirate e dettaglio importantissimo passaggio cavi interno. 

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

In firma puoi vedere la mia, purtroppo rimaneggiata negli anni ... 

 

comunque. Due corone con pochissimo scarto o mono corona, tubi "pregiati", geometrie molto più tirate e dettaglio importantissimo passaggio cavi interno. 

la tua Battaglin è qualcosa di speciale!

ma già nei primi '70 facevano il passaggio cavi interno?

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

.aggiungerei nastratura manubrio solo in presa bassa

Aende-TT-bike.jpgengers2.jpgAende-TT-bike-dets.jpg

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

In firma puoi vedere la mia, purtroppo rimaneggiata negli anni ...

comunque. Due corone con pochissimo scarto o mono corona, tubi "pregiati", geometrie molto più tirate e dettaglio importantissimo passaggio cavi interno.

Quoto assoluttamente... vedete anche la mia paletti sempre in firma..

Share this post


Link to post
Share on other sites

.aggiungerei nastratura manubrio solo in presa bassa

Aende-TT-bike.jpgengers2.jpgAende-TT-bike-dets.jpg

 

Applausi per l'aende

Share this post


Link to post
Share on other sites

colnagocrono19841.jpg

 

Scusate se lo posto qui ma è porno e volevo condividerlo. (è 28-26)

7 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

colnagocrono19841.jpg

 

Scusate se lo posto qui ma è porno e volevo condividerlo. (è 28-26)

not bad ma non capisco il senso di una 26 all'anteriore se poi la posizione in sella resta quella di una 28-28..

Share this post


Link to post
Share on other sites

fondamentalmente

soluzioni aerodinamiche in generale. spesso in tubazioni molto leggere e prive del doppio rapporto all anteriore

rapporti molto duri dietro con pochissimi denti di differenza

correggetemi se ssbaglio

 

edit avevo risposto senza leggere i commenti sopra, avevano gia risposto! :)

Edited by Bolognetti (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma poi, spesso, la posizione dei supporti dei manettini del cambio, che stanno sopra al tubo obliquo, anzichè accanto..

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

colnagocrono19841.jpg

 

Scusate se lo posto qui ma è porno e volevo condividerlo. (è 28-26)

not bad ma non capisco il senso di una 26 all'anteriore se poi la posizione in sella resta quella di una 28-28..

 

 

E' più aerodinamica, ruota più bassa raggi più corti. Più metri di raggi hai meno la ruota è aerodinamica, però più la ruota è piccola di diametro meno è scorrevole. Quando l'UCI ha imposto l'obbligo di usare ruote di uguale diametro le 26 sono state abbandonate perchè il vantaggio aerodinamico era vanificato dallo svantaggio in scorrevolezza, la soluzione con ruota anteriore esposta al vento più aerodinamica e posteriore più scorrevole non era affatto stupida. Il fatto di abbassare all'inverosimile la presa invece era stupida perchè limitava la potenza che in una crono è fondamentale e comunque una posizione composta con schiena parallela all'asfalto è più aerodinamica di una con schiena curva sul manubrio.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

In firma puoi vedere la mia, purtroppo rimaneggiata negli anni ... 

 

comunque. Due corone con pochissimo scarto o mono corona, tubi "pregiati", geometrie molto più tirate e dettaglio importantissimo passaggio cavi interno. 

la tua Battaglin è qualcosa di speciale!

ma già nei primi '70 facevano il passaggio cavi interno?

 

su questo non so risponderti purtroppo, aspettiamo qualcuno di più esperto come @Doc.Gio che ha una bellissima Stelbel Crono 28-28

Edited by Vise (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.