frank87

ho visto un vero messenger

68 posts in this topic

venerdi mattina passando per un giro a lugano..ho intravisto tra le macchine un bike messenger... sinceramente è il primo che vedo, cosi come me li immagino in stile americano... bag enorme e di corsa tra semafori, macchine e maricapiedi... ma aveva una bici in acciaio da corsa con cambio.. forse per le salitelle che ci sono in quella zona..??

chi lo sà, ma pensando a quelli di s.francisco.....non cè storia bhè quelli fanno paura!

un +1 a tutti quelli che con la bici ne hanno fatto un lavoro...

Share this post


Link to post
Share on other sites

a lugano hanno i soldi, appena si rompe il cambio comprano una bici nuova ;D

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche a Londra molti usano il cambio, alcuni anche il Bullit. E anche quelli "fanno paura"! :)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

venerdi mattina passando per un giro a lugano..ho intravisto tra le macchine un bike messenger... sinceramente è il primo che vedo, cosi come me li immagino in stile americano... bag enorme e di corsa tra semafori, macchine e maricapiedi... ma aveva una bici in acciaio da corsa con cambio.. forse per le salitelle che ci sono in quella zona..??

chi lo sà, ma pensando a quelli di s.francisco.....non cè storia bhè quelli fanno paura!

un +1 a tutti quelli che con la bici ne hanno fatto un lavoro...

Gli hai chiesto se potevi toccarlo?!...

8 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che se uno usa la bici tutto il giorno per lavoro finisce con l'usare una bici con la quale si trova bene, e siccome non siamo tutti uguali ci sara' chi usa la fissa, chi la bici da corsa, chi un'ibrida, chi una mountain bike stradalizzata e via cosi'...

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Settimana scorsa ero in germania, in una cittadina, Mannheim, e ne ho visti parecchi di bike messenger: tutti con MTB!!! credo che siano indubbiamente le bici migliori per stare nel traffico 8 ore al giorno..

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando io e Revo abbiamo fatto i corrieri per TNT post avevamo delle mtb da donna monomarcia, con v brake.

Devo dire che coi carichi pesanti è piú comoda la ruota libera, almeno in discesa puoi riposarti. Poi, per le raccomandate ogni tanto giocavo a fare il messenger e usavo la mia fissa, ma perdevo piú tempo a legarla per bene che a consegnare :)

Vero è che era un lavoro diverso dal messenger, in quanto coinvolgeva un percorso semi fisso con tanti stop&go.

Poi vero, ognuno usa quello che gli pare, suppongo. (Valutazione personale) Dovessi fare io il messenger opterei per una mtb/29er monomarcia, anche se tanto dipende dalla struttura della città, pendii e fondo.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Settimana scorsa ero in germania, in una cittadina, Mannheim, e ne ho visti parecchi di bike messenger: tutti con MTB!!! credo che siano indubbiamente le bici migliori per stare nel traffico 8 ore al giorno..

na meraviglia guarda!!!

spingili tu 13 kg circa tutto il giorno e spero tu stia parlando di mtb senza sospensioni!

Share this post


Link to post
Share on other sites

na meraviglia guarda!!!

spingili tu 13 kg circa tutto il giorno e spero tu stia parlando di mtb senza sospensioni!

La mtb in citta' ha pregi e difetti, come tutte le bici del resto.

Sempre ammesso di non andare in giro coi copertoni tassellati da fango, ma con qualcosa di un po' piu' scorrevole e stretto, la mtb non e' poi cosi' male.

Il peso lo senti soprattutto in salita (ma potresti non doverne fare, dipende dal posto, e comunque anche la fissa in salita non e' il massimo) e nelle partenze, quando acceleri. Certo se a ogni partenza tiri alla morte e' ovvio che la mtb sia un mattone, ma se hai un'andatura piu' regolare non e' poi cosi' terribile. Per contro una mtb ti permette di non preoccuparti troppo di buche e gradini: ci vai dentro senza dover scartare di lato per evitarli non sapendo se da dietro arriva qualcuno oppure no. Anche la forcella ammortizzata se non e' un budino ma viene tenuta un po' dura non e' poi cosi' male per le braccia e soprattutto i polsi. Certo la fissa e' piu' elegante, funzionale, ti da' un controllo millimetrico specie sul lento ed e' molto piu' leggera, ma come dicevo prima alla fine ognuno sceglie non necessariamente la migliore di tutte le bici, ma quella sulla quale si trova meglio.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come già detto da quasi tutti la scelta è personale, effettivamente nei film con messengers tedeschi ho visto anch'io spesso un grande uso di mountain bike (con gomme slick strette, 1.5 forse), a Londra un sacco di messengers in fissa (e single speed con ruota libera), ma anche altri che usano la mountain bike da 15 anni e non la cambierebbero con nulla, e altri ancora (in particolare un amico, a quanto pare rinomato per la gamba, i cui tragitti erano solitamente lunghi, attraversando da parte a parte la city) che dopo aver provato la fissa hanno deciso di tornare alla bici da corsa. Insomma, è chiaramente un universo variegato, ognuno usa il messo che gli è più congeniale

Quando io e Revo abbiamo fatto i corrieri per TNT post avevamo delle mtb da donna monomarcia, con v brake.

Devo dire che coi carichi pesanti è piú comoda la ruota libera, almeno in discesa puoi riposarti. Poi, per le raccomandate ogni tanto giocavo a fare il messenger e usavo la mia fissa, ma perdevo piú tempo a legarla per bene che a consegnare :)

[...]

Visto che la mia fissa a quei tempi era questa e la mia zona di lavoro era rappresentata da lande desolate, zone residenziali semi abbandonate di giorno e zone industriali, quando in TNT non mi concessero più la Taurus d'ordinanza, io non mi degnavo neanche quasi mai di legarla risparmiando una quantità di tempo considerevole :)

Edited by Revo (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

na meraviglia guarda!!!

spingili tu 13 kg circa tutto il giorno e spero tu stia parlando di mtb senza sospensioni!

La mtb in citta' ha pregi e difetti, come tutte le bici del resto.

Sempre ammesso di non andare in giro coi copertoni tassellati da fango, ma con qualcosa di un po' piu' scorrevole e stretto, la mtb non e' poi cosi' male.

Il peso lo senti soprattutto in salita (ma potresti non doverne fare, dipende dal posto, e comunque anche la fissa in salita non e' il massimo) e nelle partenze, quando acceleri. Certo se a ogni partenza tiri alla morte e' ovvio che la mtb sia un mattone, ma se hai un'andatura piu' regolare non e' poi cosi' terribile. Per contro una mtb ti permette di non preoccuparti troppo di buche e gradini: ci vai dentro senza dover scartare di lato per evitarli non sapendo se da dietro arriva qualcuno oppure no. Anche la forcella ammortizzata se non e' un budino ma viene tenuta un po' dura non e' poi cosi' male per le braccia e soprattutto i polsi. Certo la fissa e' piu' elegante, funzionale, ti da' un controllo millimetrico specie sul lento ed e' molto piu' leggera, ma come dicevo prima alla fine ognuno sceglie non necessariamente la migliore di tutte le bici, ma quella sulla quale si trova meglio.

Non sono molto d'accordo, soprattutto lavorando a milano!

Principalmente lavori su stop&go, e di trackstand ne fai tantissimo.

A seconda delle consegne che hai non puoi decidere un'andatura più easy, devi poter scannare e avere una bici che sia robusta ma leggera!

Dopo 6 ore che sei in sella e hai consegne veloci se devi scannare 4 kg di differenza di peso li senti tutti.

La forcella ammortizzata, dura che sia rallenta inevitabilmente la reattività soprattutto se sei in mezzo alle macchine e soprattutto se stai scannando.

Il controllo millimetrico, lo hai anche sul veloce non solo sul lento, per quello usi riser cortissimi.

Su una mountain non userei mai un riser da 40 e questo vuol dire rischiare di imbottigliarti e non riuscire a passare in spazi risicati.

Questa è la mia esperienza poi ognuno usa quello che vuole.

Su una città collinare userei una bici da corsa (acciaio) con una corona anteriore e cassetta da 3 pignoni dietro, con riser da 40 e per l'inverno metterei un freno a disco anteriore.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

[...]

Su una città collinare userei una bici da corsa (acciaio) con una corona anteriore e cassetta da 3 pignoni dietro, con riser da 40 e per l'inverno metterei un freno a disco anteriore.

Quoto, set-up provato ed approvato. Ri-citando Londra (semplicemente perché è l'unica città con discreta presenza di messengers in cui ho vissuto e che, un minimo, conosco) alcuni corrieri usano questa combinazione (però con piega, che anch'io preferisco, e qualche rapporto in più al posteriore, 5-7)

Share this post


Link to post
Share on other sites

na meraviglia guarda!!!

spingili tu 13 kg circa tutto il giorno e spero tu stia parlando di mtb senza sospensioni!

La mtb in citta' ha pregi e difetti, come tutte le bici del resto.

Sempre ammesso di non andare in giro coi copertoni tassellati da fango, ma con qualcosa di un po' piu' scorrevole e stretto, la mtb non e' poi cosi' male.

Il peso lo senti soprattutto in salita (ma potresti non doverne fare, dipende dal posto, e comunque anche la fissa in salita non e' il massimo) e nelle partenze, quando acceleri. Certo se a ogni partenza tiri alla morte e' ovvio che la mtb sia un mattone, ma se hai un'andatura piu' regolare non e' poi cosi' terribile. Per contro una mtb ti permette di non preoccuparti troppo di buche e gradini: ci vai dentro senza dover scartare di lato per evitarli non sapendo se da dietro arriva qualcuno oppure no. Anche la forcella ammortizzata se non e' un budino ma viene tenuta un po' dura non e' poi cosi' male per le braccia e soprattutto i polsi. Certo la fissa e' piu' elegante, funzionale, ti da' un controllo millimetrico specie sul lento ed e' molto piu' leggera, ma come dicevo prima alla fine ognuno sceglie non necessariamente la migliore di tutte le bici, ma quella sulla quale si trova meglio.

Non sono molto d'accordo, soprattutto lavorando a milano!

Principalmente lavori su stop&go, e di trackstand ne fai tantissimo.

A seconda delle consegne che hai non puoi decidere un'andatura più easy, devi poter scannare e avere una bici che sia robusta ma leggera!

Dopo 6 ore che sei in sella e hai consegne veloci se devi scannare 4 kg di differenza di peso li senti tutti.

La forcella ammortizzata, dura che sia rallenta inevitabilmente la reattività soprattutto se sei in mezzo alle macchine e soprattutto se stai scannando.

Il controllo millimetrico, lo hai anche sul veloce non solo sul lento, per quello usi riser cortissimi.

Su una mountain non userei mai un riser da 40 e questo vuol dire rischiare di imbottigliarti e non riuscire a passare in spazi risicati.

Questa è la mia esperienza poi ognuno usa quello che vuole.

Su una città collinare userei una bici da corsa (acciaio) con una corona anteriore e cassetta da 3 pignoni dietro, con riser da 40 e per l'inverno metterei un freno a disco anteriore.

In più,

avete idea di che usura subisca una bici lavorandoci tutti i giorni con qualsiasi condizione e facendo circa 600 km a settimana??

é una cosa impressionante e se devi anche pensare a gestire cambio e regolazioni varie diventa un delirio, nonchè una spesa.

Del resto è il motivo principale per il quale hanno iniziato ad usare le fisse, costo basso (ai tempi) manutenzione ridotta al minimo e leggerezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

...

In più,

avete idea di che usura subisca una bici lavorandoci tutti i giorni con qualsiasi condizione e facendo circa 600 km a settimana??

é una cosa impressionante e se devi anche pensare a gestire cambio e regolazioni varie diventa un delirio, nonchè una spesa.

...

E' vero: per quanto mi riguarda di Km a settimana ne faccio circa un decimo (75) per andare al lavoro 5 giorni, eppure gia' cosi' l'usura non e' trascurabile e specie quando piove trovo che i freni si consumino a velocita' doppia, forse perche' con tutta la schifezza che c'e' per terra sulla pista frenante piu' che acqua si finisce con l'avere una specie di pasta abrasiva. Da questo punto di vista la fissa e' imbattibile proprio perche' la manutenzione e' ridotta al minimo indispensabile, e anche per le ragioni di cui parlavi nel tuo post precedente, del resto se passi sei ore in sella tutti i giorni saprai ben quel che dici. Resto comunque convinto che alla fine quella della bici sia una scelta personale, dettata si' da fattori oggettivi ma anche da preferenze soggettive e -non ultimo- dalla propria condizione fisica. Non mi stupisco quindi se qualcuno scrive di aver visto in Germania dei messenger in mtb, magari li' usa cosi' e avranno le loro buone ragioni pure loro. :-)

Edited by Valter (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.