march

ennesima discussione sulla verniciatura

15 posts in this topic

buongiorno/buonasera a tutti, mi trovo con il classico vecchio telaio vicini e tutti componenti di basso rango per buttar su la prima fissa. già montata una volta mi sono stufato presto del telaio perchè sia le decal che la vernice cominciava..come dire..a scrostarsi. ed è per questo che lo vorrei riverniciare. visto che scartavetrare un telaio intero è uno scartavetramento di ***** ho usato uno smerigliatrice da banco che montava quelle specie di setole metalliche che girano velocissime e tu con mano ferma devi cercare di non giocarti la mano. il risultato della forcella sembra per ora soddisfacente, lo è? si ok non sarà una sabbiatura, ma il telaio non ha troppo valore e non ho intenzione di spenderci troppi soldoni.
ho già preso in considerazione l'idea di farlo dal carrozziere, mi ha detto un amico che mi farà sapere ma qualora la spesa dovesse rivelarsi troppo onerosa mi butterò sull'home made.
qui sorge il dubbio, o meglio, i dubbi: per farla breve ho letto su internet talmente tante cose che sono più confuso di prima sul da farsi.

Ho letto di: veli di lucido prima (1,2,3,4 volte) con pennellini o non perchè i pennellini lasciano la strisciata, bomboletta no meglio compressore o meglio bomboletta ma non economica (esistono bombolette che non costino 5 euro?), antiruggine, un velo di trasparente, pasta abrasiva, e poi chi più ne ha più ne metta.
risultato: il caos, la confusione più totale, non so se l'antiruggine lo devo mettere prima, dopo o durante la verniciatura.
qualche santo che ha già fatto questo tortuoso percorso puo' indicarmi la via? grazie in anticipo
il mio telefono se la tira e fa le foto troppo pesandi che non posso postare, ora trovo il modo per metterle

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come prima cosa su un forum solitamente è buona cosa presentarsi. Secondariamente cercando sul forum ci sono già numerose discussioni sull'argomento verniciatura con informazioni e consigli utili.

Comunque, ottenere una buona verniciatura non è facile e dipende da numerosi fattori (preparazione della superficie, vernici utilizzate, modalità di applicazione...) e sicuramente la scelta migliore è quella di affidarsi ad un carrozziere. Se scegli di intraprendere la strada del fai da te lo strumento migliore è il compressore, non otterrai mai lo stesso risultato con le bombolette e tantomeno a pennello.

Personalmente io di solito preparo bene il telaio rimuovendo la vecchia vernice e dando una passata di carta vetrata 600, poi do una mano di fondo antiruggine e scartavetro (carta vetrata 1000 ad acqua) il fondo fino ad ottenere una superficie regolare, senza alcun segno profondo. Dopo il fondo do alcune mani di vernice, che alla fine scartavetro con carta 1500-2000 ad acqua e infine due mani di trasparente che per finire scartavetro con 2000 e lucido.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusa non sono molto pratico, provvederò agli errori!
per "ad acqua" intendi bagnare la carta abrasiva? perchè?
più il numero di carta abrasiva è alto (2000) più la carta è sottile?
a che serve il trasparente?
se il telaio è rovinato da qualche parte, io posso scartavetrare quanto voglio ma quel segno, quel "bozzetto" rimarra in ogni caso no?
non usi un'aggrappante?
grazie :D

Edited by march
mi ero scordato una cosa :D (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì per "ad acqua" si intende proprio il mettere a bagno i fogli di carta abrasiva prima di utilizzarli. È un procedimento che di solito su usa con le carte vetrate di grana più fine (più il numero è alto più la grana è fine) per fare in modo che i residui della carteggiatura non impastino subito la carta rendendola inutilizzabile. 

Il trasparente serve per dare maggiore lucentezza alla vernice e soprattutto per fornire una protezione a eventuali grafiche o decalcomanie. Puoi anche non usarlo se non hai intenzione di fare cose particolari.

Se i segni sul telaio sono leggeri non dovrebbero esserci problemi, dovrebbe bastare il fondo per eliminarli, se invece sono più profondi basta usare un po' di stucco per metalli e risolvi. No, l'aggrappante non lo uso, basta il fondo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sono dato da fare con la forcella e, una volta scartavetrata (smerigliatrice da banco + carta abrasiva di basso numero) ho dato la prima mano di antiruggine, il risultato mi è sembrato soddisfacente tranne una piccola gocciolina maledetta (colpa mia di essermi avvicinato troppo).

sul retro della bomboletta c'è scritto che una volta asciugata si puo' passare con una carta abrasiva 600 per poi passare alla verniciatura. io passerei con una 800 che ho a casa per cercare di livellare quella gocciolina maledetta o altre eventuali imperfezioni, e poi dare le mani di vernice (a proposito: quante? a che distanza l'una dall'altra?). che ne pensi/pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ci sono già passato (dopo aver letto km di info sul web) e sai dove sta la fregatura? Che se poi il telaio non lo "cuoci" la vernice non terrà mai un cazzo e salterà appena la appoggi ad un palo. Anche con fondi antiruggine, carte vetrate 600-800-2000-2milioni e tonnellate di trasparente. Salta a schegge proprio, grosse come quelle del parmigiano. Non sai poi la delusione dopo ore ad aver giocato a fare il Michelangelo...

Edited by Davey Monkey (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

per ora mi sto limitando alla forcella, ho dato una seconda mano di antiruggine perchè avendo scartavetrato con la 800 per togliere la gm (gocciolina maledetta) era andata anche parte di antiruggine. il risultato sembra buono..ma ancora manca la vernice. se vedo che è uno schifus allora il telaio lo porto a far verniciare dal cazzoziere, anche se c'avevo il pallino di farmela da solo perchè mi divertiva farlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah, ma farlo è divertentissimo. Peccato che alla prima scheggia la gocciolina maledetta ti scende dagli occhi mentre imprechi.
Davey Monkey - Lumia 920

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah, ma farlo è divertentissimo. Peccato che alla prima scheggia la gocciolina maledetta ti scende dagli occhi mentre imprechi.
Davey Monkey - Lumia 920

​Beh se l'unica cosa che ti interessa è che la vernice sia resistente e resista molto bene agli urti l'unica soluzione che hai è far verniciare il telaio a polvere (che tra l'altro costa anche meno che farlo verniciare a liquido da un carrozziere). Poi io finora ho verniciato un po' di telai a casa e le ultime volte sono riuscito ad ottenere un risultato più che buono a livello di resistenza senza avere il forno. Non dico che il forno non migliori il risultato ma anche senza si riesce a fare bei lavori, pur usando vernici di qualità (personalmente uso smalti acrilici e trasparente acrilico bicomponente). 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sono dato da fare con la forcella e, una volta scartavetrata (smerigliatrice da banco + carta abrasiva di basso numero) ho dato la prima mano di antiruggine, il risultato mi è sembrato soddisfacente tranne una piccola gocciolina maledetta (colpa mia di essermi avvicinato troppo).

sul retro della bomboletta c'è scritto che una volta asciugata si puo' passare con una carta abrasiva 600 per poi passare alla verniciatura. io passerei con una 800 che ho a casa per cercare di livellare quella gocciolina maledetta o altre eventuali imperfezioni, e poi dare le mani di vernice (a proposito: quante? a che distanza l'una dall'altra?). che ne pensi/pensate?

​Per le mani direi 3-5, regolati in base a come sta venendo il lavoro. Meglio dare più mani leggere che una sola pesante col rischio di creare gocce. Il tempo tra una mano e l'altra dipende dalla vernice, leggi il tempo di asciugatura sulla bomboletta. Solitamente la vernice delle bombolette è nitro e non sta molto ad asciugarsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok, seconda mano di antiruggine data, sembra essere abbastanza omogenea la situazione. ora per la verniciatura vera e propria mi si presentano davanti due opzioni (escluso il cazzoziere): bomboletta o compressore. la prima è molto più pratica ma molto meno duratura e su questo abbiamo discusso più che abbondantemente.
veniamo alla seconda: di cosa ho bisogno?

un compressore direi (quel coso solitamente rosso con cui si gonfiano le ruote delle biciclette che appena lo accendi fa un rumore di dio va bene?)
se non sbaglio un aerografo ma già considerando solo questo la spesa si alza ben oltre il farlo riverniciare dal carroziere giusto?

vernice quale e quanta non he ho idea
nient'altro?

lo so, sono una palla, grazie a chi spende il suo tempo per rispondere alle mie domande :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Poi io finora ho verniciato un po' di telai a casa e le ultime volte sono riuscito ad ottenere un risultato più che buono a livello di resistenza senza avere il forno. 

 

​tutto quello che serve, guida passo passo e foto or didn't happen

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok, seconda mano di antiruggine data, sembra essere abbastanza omogenea la situazione. ora per la verniciatura vera e propria mi si presentano davanti due opzioni (escluso il cazzoziere): bomboletta o compressore. la prima è molto più pratica ma molto meno duratura e su questo abbiamo discusso più che abbondantemente.
veniamo alla seconda: di cosa ho bisogno?

un compressore direi (quel coso solitamente rosso con cui si gonfiano le ruote delle biciclette che appena lo accendi fa un rumore di dio va bene?)
se non sbaglio un aerografo ma già considerando solo questo la spesa si alza ben oltre il farlo riverniciare dal carroziere giusto?

vernice quale e quanta non he ho idea
nient'altro?

lo so, sono una palla, grazie a chi spende il suo tempo per rispondere alle mie domande :D

​Esattamente, ti servirà un compressore (quel "coso rosso" va bene) possibilmente con regolatore di pressione e filtro anticondensa e una pistola a spruzzo. Questa non serve che sia costosissima, la Asturo fa modelli abbastanza decenti e che costano poco. 

Riguardo il tipo di vernice devi continuare con lo stesso tipo del fondo, quindi guarda sulla bomboletta che tipo di vernice è (acrilica, nitro o sintetica) e compra un barattolo di vernice dello stesso tipo. Come quantità non te ne serve tantissima per un telaio, mezzo chilo basta e avanza. Riguardo il dove comprare vai in un colorificio dove probabilmente sapranno anche consigliarti.

Poi io finora ho verniciato un po' di telai a casa e le ultime volte sono riuscito ad ottenere un risultato più che buono a livello di resistenza senza avere il forno. 

​tutto quello che serve, guida passo passo e foto or didn't happen

Stavo proprio pensando di farla, appena ho un po' di tempo butto giù qualcosa.​

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.