Jump to content

Quale scegliere..cinelli, dodici, bianchi o dosnoventa?


Surfikus
 Share

Recommended Posts

Ciao.. Sto per fare nuovo progettino ....

Ma come telaio non so...

Cinelli mash

Dodici special

Bianchi pista

Dosnoventa huston

Secondo voi.. ??

A me piace di piu il dosnoventa ma forse solo perche tanta pubblicita'..

Il cinelli vado sul sicuro..

Dodici non so.. Anche se li conosco e mi piacciono ma il prezzo e giustificato?

Bianchi.. Vabbe per me rimane la bicicletta per eccellenza..

Link to comment
Share on other sites

Se qualcuno ne ha uno mis 55/56...?

nel mercatino c'è un bianchi pista taglia 56

EDIT: e anche un dodici special sempre 56 mi pare

Edited by ppezzo (see edit history)
Link to comment
Share on other sites

@Surfikus con quel budget vuoi sapere cosa farei io?

Sicuramente andrei da Pelizzoli o se volessi fare proprio il tamarro da Ingria.

Se inveve vuoi risparmiare qualcosa, bhe prenditi quel cazzo di Bianchi nel mercatino che è pure della tua taglia oltre ad essere una bomba.

Edited by simosurfer (see edit history)
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Perché non comprate italiano al 100% (mi raccomando poi dite che voglio solo fare polemica)?

Cosa vi spinge a comprare un telaio cinese via internet?

E aggiungo: ma a Colombo costerebbe tanto fare costruire quelle lattine (e pure il SC ormai è in mano a terzisti da anni) in Italia, nel suo stabilimento, formando manodopera specializzata?

Un etichetta non fa MAI il made in Italy!

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Perché non comprate italiano al 100% (mi raccomando poi dite che voglio solo fare polemica)?

Cosa vi spinge a comprare un telaio cinese via internet?

E aggiungo: ma a Colombo costerebbe tanto fare costruire quelle lattine (e pure il SC ormai è in mano a terzisti da anni) in Italia, nel suo stabilimento, formando manodopera specializzata?

Un etichetta non fa MAI il made in Italy!

Mah io sinceramente piu che guardare al fatto che il prodotto sia 100% italiano guardo alla bontà e al rapporto qualità prezzo dello stesso.Poi che sia italiano o no, mi importa poco se posso prendere un qualcosa di fatto bene.

Per capirci:se un fantomatico Ferriveloci aprisse domani in Ungheria, io mi comprerei un telaio ungherese se mi piace, con la sicurezza di avere un prodotto valido anche se non italiano.

Dopo tutto sto pippone, c'è un però:in questo campo (ciclismo) è innegabile il fatto che in Italia sicuramente possediamo delle eccellenze, perciò si trova l'ottimo prodotto a prezzo competitivo.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .