Jump to content

SUGGERIMENTI H+ o VELOCITY B43 IN CARBONIO COLORATO


le_coux
 Share

Recommended Posts

Se qualcuno producesse i Velocty B43 o gli H+ in carbonio (intendo completamente in carbonio, non materiali compositi..) con forature da 32 e da 36, per copertoncino, senza pista frenante, di tutte le colorazioni dei DeepV (..o quasi..)..che ne pensareste??

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 37
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

troppo fragili...anche perchè andrebbero abbinati a un mozzo con pochissimi raggi...che li renderebbe inutilizzabili in strada con un prezzo folle.....

Link to comment
Share on other sites

Se qualcuno producesse i Velocty B43 o gli H+ in carbonio (intendo completamente in carbonio, non materiali compositi..) con forature da 32 e da 36, per copertoncino, senza pista frenante, di tutte le colorazioni dei DeepV (..o quasi..)..che ne pensareste??

..la durezza di un materiale, ad esempio l'acciaio, si differenzia in base al tenore di carbonio presente in esso. Più un materiale ha una percentuale alta di carbonio più è resistente, meno ne ha più è duttile...

...inutile dire quanto possa diventare resistente un tessuto di carbonio col giusto collante e alla giusta temperatura...

almeno questo secondo quanto ne so io, se qualcuno ne sa di più, sono ben felice di esser corretto...

Link to comment
Share on other sites

scusa se mi permetto ma penso tu abbia le idee un po confuse riguardo la variazione delle caratteristiche meccaniche dei metalli e soppratutto del loro successivo impiego in campo ciclistico.

non è che piu aggiungi carbonio piu la situazione migliora, con % superiori al 2% circa vai a parlare di ghise...e mi sembra un po ridicolo parlare di un cerchio il ghisa:D(so che non era questo che intendevi;-) ).

comunque per mia opinione in un contesto urbano utilizzare una ruota con una notevole percentuale di fibra di carbonio al limite del 100% aumenta la fragilita del materiale in maniera esponenziale, al pari della loro rigidezza. quindi puoi avere una ruota molto reattiva,ma rischi anche che si sbricioli un pezzo di profilo nel caso di ,per esempio, una foratura saltando da un gradino:P

io preferisco tornar con a casa con il cerchio storto:P

Link to comment
Share on other sites

...grazie Cimetta!

il tuo intervento è stato molto prezioso!(..in chimica ero una sega!!!) : D

Riguardo alla tua opinione su un cerchio in carbonio avrei un due punti su cui discutere

(sempre dall' ASSAI modica esperienza che ho.. : P )

1 in commercio ci sono cerchi assai diffusi che sono di materiale molto meno resistente rispetto al carbonio..

2 il carbonio si sfilaccia nel caso di un urto...

3 ormai la pratica della riparazione del carbonio è ampiamente diffusa (..il più delle volte basta una passata di resina epossidica..)

4 credo, e sottolineo la mia incertzza nell'affermarlo, che anche in ambito MTB (anche se per lo più in gara..) vengano usati dei cerchi in carbonio

5 e..anche se sembrerò un pò a poser a dirlo..vogliamo parlar del fattore estetico?!? : P

Link to comment
Share on other sites

già un cerchio come quella merda dell H+son costa una cifra folle a 70-80 euro, un carbonio ne costerebbe almeno il doppio ... colorato poi almeno il triplo, tutto SOLO per poserare, ma i soldi a voi li regalano?

Link to comment
Share on other sites

già un cerchio come quella merda dell H+son costa una cifra folle a 70-80 euro, un carbonio ne costerebbe almeno il doppio ... colorato poi almeno il triplo, tutto SOLO per poserare, ma i soldi a voi li regalano?

ahahahhahahahahaha...aldone meriteresti rispetto solo per la schiettezza....

purtroppo c'è da considerare però che poser o meno si sta parlando sempre di un bisogno da soddisfare e la tua accezione negativa credo che sia una prerogativa più tua che del mercato delle fisse..anzi,credo che tu sia in netta controtendenza...ma se non lo fossi, forse, non meriteresti il rispetto che ti è riconosciuto.. : P

..parla uno dei tanti che prima di venirgli la passione per le fisse ha conosciuto il tuo blog...e per questo non finirò mai di ringraziarti... : D

detto ciò..posso chiederti un parere tecnico??

Link to comment
Share on other sites

già un cerchio come quella merda dell H+son costa una cifra folle a 70-80 euro, un carbonio ne costerebbe almeno il doppio ... colorato poi almeno il triplo, tutto SOLO per poserare, ma i soldi a voi li regalano?

Aldone Hipsters' Inquisitor.

A mio parere il carbonio potrebbe offrire prestazioni che in strada, per un uso urbano della bici, servirebbero davvero a poco, rendendo la spesa ingiustificata.

E' più saggio secondo me investire in cerchi robusti (es. il chukker), sacrificando un po' il peso, ma senza doversi preoccupare di avere delle bomboniere raggiate ai mozzi.

Link to comment
Share on other sites

E' più saggio secondo me investire in cerchi robusti (es. il chukker), sacrificando un po' il peso, ma senza doversi preoccupare di avere delle bomboniere raggiate ai mozzi.

giusto ieri sera abbiamo fottuto ben 2 ruote giocando a bike polo :-)

Link to comment
Share on other sites

già un cerchio come quella merda dell H+son costa una cifra folle a 70-80 euro, un carbonio ne costerebbe almeno il doppio ... colorato poi almeno il triplo, tutto SOLO per poserare, ma i soldi a voi li regalano?

Aldone Hipsters' Inquisitor.

A mio parere il carbonio potrebbe offrire prestazioni che in strada, per un uso urbano della bici, servirebbero davvero a poco, rendendo la spesa ingiustificata.

E' più saggio secondo me investire in cerchi robusti (es. il chukker), sacrificando un po' il peso, ma senza doversi preoccupare di avere delle bomboniere raggiate ai mozzi.

..e allora,fatta eccezione per il bike polo (in cui magari la larghezza dei chukker assicura di più..) i B43 sono ancora meglio, no?!?!

Link to comment
Share on other sites

già un cerchio come quella merda dell H+son costa una cifra folle a 70-80 euro, un carbonio ne costerebbe almeno il doppio ... colorato poi almeno il triplo, tutto SOLO per poserare, ma i soldi a voi li regalano?

Aldone Hipsters' Inquisitor.

A mio parere il carbonio potrebbe offrire prestazioni che in strada, per un uso urbano della bici, servirebbero davvero a poco, rendendo la spesa ingiustificata.

E' più saggio secondo me investire in cerchi robusti (es. il chukker), sacrificando un po' il peso, ma senza doversi preoccupare di avere delle bomboniere raggiate ai mozzi.

..e allora,fatta eccezione per il bike polo (in cui magari la larghezza dei chukker assicura di più..) i B43 sono ancora meglio, no?!?!

i B43 sono spacciato per specifici freestyle quindi venduti come bombproof, gli H+son sono il cerchio da poser per eccellenza perchè sottili come carta velina

Link to comment
Share on other sites

...grazie Cimetta!

il tuo intervento è stato molto prezioso!(..in chimica ero una sega!!!) : D

Riguardo alla tua opinione su un cerchio in carbonio avrei un due punti su cui discutere

(sempre dall' ASSAI modica esperienza che ho.. : P )

1 in commercio ci sono cerchi assai diffusi che sono di materiale molto meno resistente rispetto al carbonio..

2 il carbonio si sfilaccia nel caso di un urto...

3 ormai la pratica della riparazione del carbonio è ampiamente diffusa (..il più delle volte basta una passata di resina epossidica..)

4 credo, e sottolineo la mia incertzza nell'affermarlo, che anche in ambito MTB (anche se per lo più in gara..) vengano usati dei cerchi in carbonio

5 e..anche se sembrerò un pò a poser a dirlo..vogliamo parlar del fattore estetico?!? : P

Ciao a tutti,

scusate l'intromissione, sono nuovo e discretamente feticista del carbonio, allora, giusto per chiarire un paio di cosette:

TENORE DI CARBONIO negli acciai, la cosa è molto più complessa di quello che sembra, ma soprattutto non c'entra una minchia con la roba realizzata in coposito.

CARBONCHIO & Co. il carbonio è figo come non si può immaginare, però dire che è bastardo è fargli un complimento, vediamo brevemente perchè.

I pezzi realizzti in composito di carbonio sono dannatamente rigidi, ma altrettanto fragili, il carbonio è una schifezza per quanto riguarda i carichi trasversali (tipo le nostre ossa), quindi se prende una botta si rompe senza troppi complimenti, inoltre, essendo bastardo inside, se prende una botta e sembra apparentemente sano come un pesce, non detto che non ci sia stato qualche simpatico fenomeno di danneggiamento interno come cricche o scollamento della fibra dalla matrice di resina (debonding per gli amici), che rendono il pezzo estremamente poco resistente, e poi....un sacco di altre cosa che non vi sto qui a dire che poi vi rompo le balle.

ERGO

Il carbonio è strafigo ma pericoloso per essere usato per ruote da maltrattare, è estremamente fragile, estremamente poco tollerante all'acqua e al sole. Un prò è tranquillo perchè tanto butta via tutto (e manco paga lui).

Differente è la storia per il Kevlar che è un gran simpaticone e le botte le prende con piacere (ci fanno i paracadute e i giubbotti antiproiettile), ma questa è un'altra storia.

P.S. è semplice riparare i manufatti in composito se si tratta di robetta che non ti frega niente il comportamento strutturale, per pezzi strutturali la cosa è diversa....moooolto diversa.

P.S.2

scusate la rottura di maroni ma era solo per fare chiarezza.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

....e se fossero in fibra di kevlar misto a carbonio si riuscirebbero a collimare i difetti di entrambi i componenti???

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .