Jump to content

manubrio artigianale in legno - ciclismo o design?


Dane
 Share

Recommended Posts

Un sabato pomeriggio qualunque entro nella Bottega del Reverendo perchè mi servono dei raggi per le ruote dell'Amazzone. Sono le 19, il Reverendo è in chiusura ma è troppo signore per mandarmi affanculo, così blocca la saracinesca, si arma di pazienza e prende a misurare mozzi e cerchi che gli ho portato per determinare la misura dei raggi occorrenti. In quel momento, approfittando della ritardata chiusura del negozio, altri due clienti entrano e si mettono in coda. Così, mentre faccio lo 'gnorri aggirandomi fischiettante per il negozio, onde evitare gli strali di maledizione del Reverendo, incrocio sul bancone un manubrio di legno.

Chieste notizie Menthos mi spiega che gliel'ha portato l'autore, si tratta di un manubrio artigianale in legno ma con anima in acciaio e mi propone di testarlo. Come Jack lo Squartatore di fronte all'offerta di una Michela Vittoria Brambillla, mi avvento sull'oggetto che monterò su

la domenica mattina successiva.

Da ormai un mese lo sto testando e devo dire che la risposta è più che positiva. Costituito da due semicilindri incollati (presumo...) intorno all'anima di acciaio e verniciato con protettivo lucidante, l'oggetto si presenta esteticamente accattivante oltre che per il tradizionale fascino del legno anche per la notevole cura delle rifiniture (mirabili le scanalature che "segnano" l'impugnatura, così come il "gradino" bar end...). Girando per Milano nei giorni del Salone del Mobile l'oggetto ha riscosso notevole successo tra i fotografi scatenati per le vie della città, purtroppo non al punto da riuscire a scambiarlo con qualcuna delle modelle che li accompagnava (inutile, i fotografi sono pessimi mercanti....aridateme li Fenici!...).

Ma è la risposta nelle prestazioni che sorprende.

I vari manubri in legno già provati infatti davano sufficiente sensazione di solidità solo se di notevole spessore, magari con ispessimento centrale per attacco manubrio over, e comunque l'apprezzabile elasticità consentiva sì di ammortizzare le vibrazioni ma a scapito di qualche dubbio sull'integrità della struttura in casi limite di particolare sollecitazione (non a caso mi pare ci siano stati problemi di brevetto e assicurazione, in tal senso): controllare se ci è rimasto del prezzemolo tra i denti può essere utile, farlo specchiandoli da vicino sulla pipa lucida può essere un po' meno rassicurante...

Questo manubrio al contrario appare solido anche in condizioni non dico di emergenza ma di grave sollecitazione, come ad esempio quando si impenna per salire sul marciapiede o quando, peggio ancora, dal marciapiede si scende buttando tutto il peso sul manubrio. In questo caso evidentemente l'anima in acciaio fa la differenza perchè la flessione è molto ma molto più controllata, sufficiente ad ammortizzare la vibrazione (per la felicità delle nostre stanche braccia che hanno contato banconote tutto il giorno...) così come a mantenere una certa rigidità che eviti di scomporre la postura del ciclista cagionandone il controllo del mezzo. Non fosse che per le frequenti cadute dovute alla specialità, arriverei a consigliarlo tranquillamente anche per il freestyle o il bike-polo.

Le uniche perplessità che ancora riverso su questo modello consistono nell'attacco manubrio: bisogna stringere bene per avere la giusta affrancatura del combo manubrio-pipa senza però mordere troppo il legno perchè potrebbe pregiudicare la futura integrità delle fibre del legno (se sentite uno strano crick-crock mentre pedalate okkio: non è detto che siano i crackers sbriciolati nella vostra Messengers...). Il sogno sarebbe un cilindro centrale di metallo nella posizione dell'attacco (che però ho paura farebbe esplodere i costi di manifattura), io per sicurezza ci ho avvolto intorno un foglio d'alluminio (basta squartare una lattina come sognate di fare con vostra suocera) e in generale consiglierei pipe o attacchi-manubrio con l'alloggiamento più largo possibile, in modo da distribuire le sollecitazioni su una superficie di legno più ampia.

Altro piccolo dubbio (soprattutto per me, abituato al manubrio ovale di Milonga) riguardante questo particolare modello è che, fatto per pipe da 26,0 mm e stringendosi ergonomicamente come i normali manubri, risultata essere piuttosto sottile all'impugnatura. Montare delle manopole sarebbe uno sfregio estetico ed un controsenso filosofico, l'impugnatura fine è ottima e leggera per l'uso "civile" ma per un uso più "sportivo" potrebbe risultare un po' poco energica e dinamica.

In conclusione, un po' di voti:

Idea: 9. Manubri di legno se ne son già visti tanti, produrne uno così curato dal punto della finitura e così razionale dal punto di vista della progettazione potrebbe inaugurare un concreto e stabile filone commerciale. Aaahhh, la Capitale del Design.....sarà per quello che la città è un cesso?!...mah...

Solidità: 7 per il momento, potrebbe salire a 8 nel caso dopo lungo tempo il legno non perdesse solidità oppure scendere al 6 nel caso la zona dell'attacco manubrio venisse intaccata troppo dalle sollecitazioni. Il voto è ovviamente zavorrato dalla possibilità che cadendo o ricevendo un colpo il legno possa creparsi o scheggiarsi...

Comodità: 8 per questo modello, potrebbe salire con un impugnatura più larga...

Prestazioni: 8 al momento, il giusto equilibrio tra rigidità e ammortizzamento. Vedremo se scenderà in futuro, stay tuned!...

Estetica: 9, perchè il legno si commenta da sè. Potrebbe aspirare al 10 completando la parure con sella Brooks e rotafixiane power-grips in cuoio nella medesima tinta (per lode e bacio accademico servono cerchi Ghisallo). Ci facciamo procurare il mordente da Massi, alle donne poi la scelta della borsetta da abbinare...

Promosso! Ci vediamo all'happy-hour...

p.s.: che gioiellini si trovano nelle botteghe giuste...

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

qualcosa di simile si trova qui:

http://www.officinemilanifirenze.it/

in questo caso l'anima di metallo taglia il manubrio in tutta la lunghezza, mentre mi sembra che il tuo fosse un cilindro.

A vederlo preferisco di netto il tuo, questo mi fa un po' effetto coltello della nonna, ma forse potrebbe aiutare la robustezza.

L'altra cosa che non mi spiego troppo di questi linkati è il fatto che il pezzo centrale del manubrio dove si aggancia la pipa, sia più stretto del resto del manubrio, si dovrebbe graffiare tutto montandolo!

Edited by iloveboh (see edit history)
Link to comment
Share on other sites

qualcosa di simile si trova qui:

http://www.officinemilanifirenze.it/

in questo caso l'anima di metallo taglia il manubrio in tutta la lunghezza, mentre mi sembra che il tuo fosse un cilindro.

A vederlo preferisco di netto il tuo, questo mi fa un po' effetto coltello della nonna, ma forse potrebbe aiutare la robustezza.

L'altra cosa che non mi spiego troppo di questi linkati è il fatto che il pezzo centrale del manubrio dove si aggancia la pipa, sia più stretto del resto del manubrio, si dovrebbe graffiare tutto montandolo!

Per montare quel manubrio occorre un supporto con morsetto in due pezzi come è spiegato nella pagina

Link to comment
Share on other sites

qualcosa di simile si trova qui:

http://www.officinemilanifirenze.it/

in questo caso l'anima di metallo taglia il manubrio in tutta la lunghezza, mentre mi sembra che il tuo fosse un cilindro.

A vederlo preferisco di netto il tuo, questo mi fa un po' effetto coltello della nonna, ma forse potrebbe aiutare la robustezza.

L'altra cosa che non mi spiego troppo di questi linkati è il fatto che il pezzo centrale del manubrio dove si aggancia la pipa, sia più stretto del resto del manubrio, si dovrebbe graffiare tutto montandolo!

Ce l'hanno anche i ragazzi della StranaOfficina in diversi modelli

http://www.fixedworld.it/LA_STRANA_OFFICINA.html

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
  • 4 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .