VeganGrizzly

Da dicembre niente bici sulla metro ATM

16 posts in this topic

Oggi ho avuto una simpatica sorpresa.

Non stavo molto bene e volevo tornarmene a casa prima possibile.Ero in bici e arrivavo da corso sempione.

Decido abitando vicino alla fermata della mm3 Brenta di tornarmene per poche fermate in metro.

Erano le 22.30 e col mio biglietto potevo salire in bici sulla carrozza .

Arrivo alla fermata di Duomo,timbro il biglietto entro e mentre mi stavo avvicinando alle rampe sento che mi chiamano.

Mi vietavano di scender in metro con la bici perchè per tutto il mese di dicembre alle bici è vietato entrare in metro.(tengo a precisare che la metro era quasi deserta).

Faccio presente che non sapevo di questo regolamento e che non era ben visibile e comunque avendo timbrato il biglietto e non stando bene potevan chiudere un occhio e lasciarmi andare ... ma niente.Inamovibili.

Inizio ad irritarmi dal loro tono di sfida.Dico di multarmi ma poi loro insistono dicendomi di uscire e di legger il regolamento.

Capisco che il regolamento esiste e loro lo applicano.

Chiedo come possa fare a riavere indietro i soldi del mio biglietto.

Mi rispondono di tornare domani e chieder all'atm point che loro non sanno.

Mi danno un foglio di reclamo.Chiedo le generalita' dell'omino atm ma mi risponde da dietro il vetro solo con un numero "3066" ... chiedo allora le generalita'..."signor?" e risponde " non possiamo dare le nostre generalita'.

Chiedo allora di mostrarmi il tesserino e lui con spocchia mi fa veder il trentasessantasei.

Il regolamento era nascosto dietro mille cartelli pubblicitari.

Alla fine nonostante stessi di merda ho fatto altri 100 metri. sono entrato nella metro di missori e ho preso la metro.Li evidentemente non c'era nessun omino atm che aveva voglia di rompere i coglioni e di fare lo sbirro mancato.

bah.

207721_121593881250898_121225857954367_163051_8201053_n.jpg

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

sempre giusto per incentivare ad usare la bici al posto della macchina..

noi qui la metro manco la abbiamo, sono due fermate del cazzo, ma non credo comunque si possano portare le bici..

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutto sta all'elasticità e all'intelligenza delle persone!

personalmente oggi ho fatto duomo-lotto e posso capire che portare una bicicletta fosse davvero fisicamente impossibile dato che a malapena ci stavo io con la mia borsa!

Però alle 22.30 con metro completamente vuota mi pare francamente inconcepibile, nonostante i regolamenti vadano rispettati.

Edited by Robixx (see edit history)
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutto sta all'elasticità e all'intelligenza delle persone!

personalmente oggi ho fatto duomo-lotto e posso capire che portare una bicicletta fosse davvero fisicamente impossibile dato che a malapena ci stavo io con la mia borsa!

Però alle 22.30 con metro completamente vuota mi pare francamente inconcepibile, nonostante i regolamenti vadano rispettati.

Si ma mi sembra ovvio nell'orario di punta senza una carrozza adeguata ,,, ma a metro semivuota !!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutto sta all'elasticità e all'intelligenza delle persone!

personalmente oggi ho fatto duomo-lotto e posso capire che portare una bicicletta fosse davvero fisicamente impossibile dato che a malapena ci stavo io con la mia borsa!

Però alle 22.30 con metro completamente vuota mi pare francamente inconcepibile, nonostante i regolamenti vadano rispettati.

Si ma mi sembra ovvio nell'orario di punta senza una carrozza adeguata ,,, ma a metro semivuota !!!

Innanzitutto complimenti per aver preteso generalità, regolamenti ecc.

Rompi il cazzo tu, un altro, e altri mille al giorno, e vedi che la gente non vota piu' Pisapia

Insomma dopo la Moratti un altro sindaco di merda. Era tutto fumo pure lui.

Questa notizia non ci voleva, dato che ero pronto a salire a milano e prendere anche la metro in bici.

A Roma il regolamento è diverso e ci si salva ancora, ma senza una carrozza apposita siamo sempre da terzo mondo

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi danno un foglio di reclamo.Chiedo le generalita' dell'omino atm ma mi risponde da dietro il vetro solo con un numero "3066" ... chiedo allora le generalita'..."signor?" e risponde " non possiamo dare le nostre generalita'.

Chiedo allora di mostrarmi il tesserino e lui con spocchia mi fa veder il trentasessantasei.

Il regolamento era nascosto dietro mille cartelli pubblicitari.

Come mai hai chiesto le generalità all'omino? Stava facendo male il suo lavoro? Da come descrivi la situazione sembra solo stesse applicando un regolamento che e', come dici, nascosto ma esiste.

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutto sta all'elasticità e all'intelligenza delle persone!

personalmente oggi ho fatto duomo-lotto e posso capire che portare una bicicletta fosse davvero fisicamente impossibile dato che a malapena ci stavo io con la mia borsa!

Però alle 22.30 con metro completamente vuota mi pare francamente inconcepibile, nonostante i regolamenti vadano rispettati.

Si ma mi sembra ovvio nell'orario di punta senza una carrozza adeguata ,,, ma a metro semivuota !!!

Innanzitutto complimenti per aver preteso generalità, regolamenti ecc.

Rompi il cazzo tu, un altro, e altri mille al giorno, e vedi che la gente non vota piu' Pisapia

Insomma dopo la Moratti un altro sindaco di merda. Era tutto fumo pure lui.

Questa notizia non ci voleva, dato che ero pronto a salire a milano e prendere anche la metro in bici.

A Roma il regolamento è diverso e ci si salva ancora, ma senza una carrozza apposita siamo sempre da terzo mondo

Anche io ho pensato la stessa cosa.

Ma piu' che altro ho compreso il discorso natalizio .Sicuramente uno in bici nel bordello dei giorni caldi di shopping da regali(ma poi non ci son piu' soldi ... non c'era la crisi?) puo' romper le palle.

In orari tranquilli invece non vedo che fastidio si crei.

tra l'altro da poco avevo sentito che avevano allargato la fascia per il trasporto delle bici in metro quindi la cazzata l'han fatta loro che non han messo dei bei cartelli con scritto DA DICEMBRE LE BICI NON POSSONO ENTRARE.

Il regolamento aveva millemila voci scritte in piccolissimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi danno un foglio di reclamo.Chiedo le generalita' dell'omino atm ma mi risponde da dietro il vetro solo con un numero "3066" ... chiedo allora le generalita'..."signor?" e risponde " non possiamo dare le nostre generalita'.

Chiedo allora di mostrarmi il tesserino e lui con spocchia mi fa veder il trentasessantasei.

Il regolamento era nascosto dietro mille cartelli pubblicitari.

Come mai hai chiesto le generalità all'omino? Stava facendo male il suo lavoro? Da come descrivi la situazione sembra solo stesse applicando un regolamento che e', come dici, nascosto ma esiste.

Perchè a mio avviso stava si applicando il regolamento ma UNO : non mi sapeva dire come fare a riavere il rimborso del biglietto DUE: non ha avuto un briciolo di umanita' mentre cercavo di spiegargli che non stavo per niente bene e che dovevo prender il metro per tornare a casa.

Alla fine non ero moribondo ma mi immagino un ciclista che per qualche motivo si sente male e rinuncia a fare gli ultimi 3 km perchè non ce la fa.

Viene cacciato dalla metro dalla matricola "stocazzo" e se ne torna a casa in bici ;magari ha un malore e si fa gravemente male....ecco in quel caso prender le generalita' dell'omino atm puo' servire.

ERo incazzato e volevo scriver una lettera di reclamo ,quindi volevo il numero del tipo.

Tra l'altro faro' presente che a Missori nessuno mi ha chiesto nulla

- tra l'altro a chiunque puo' succeder la sfiga che si rompa la bici o in qualche modo si rimanga a piedi.

Basterebbe far pagare un supplemento in piu' al limite...ma non fare entrare le bici proprio non lo capisco.

Poi pero' quando entri in metro vedi i cartelli con le frecce con il logo handicappati e a fianco biciclette.

Ricordando che un handicappato in carrozzina fa una fatica boia a prendere i mezzi (infatti non si vedon quasi mai) e le biciclette non possono entrare.Pero' a occhio uno straniero vedendo i cartelli potrebbe pensare " tutto perfetto ,hanno tutti i servizi in questa città".

Non mi stupirei se nel regolamento ci sia anche scritto" per il mese di dicembre è vietato l'accesso alle carrozzine..."

Edited by VeganGrizzly (see edit history)
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi danno un foglio di reclamo.Chiedo le generalita' dell'omino atm ma mi risponde da dietro il vetro solo con un numero "3066" ... chiedo allora le generalita'..."signor?" e risponde " non possiamo dare le nostre generalita'.

Chiedo allora di mostrarmi il tesserino e lui con spocchia mi fa veder il trentasessantasei.

Il regolamento era nascosto dietro mille cartelli pubblicitari.

Come mai hai chiesto le generalità all'omino? Stava facendo male il suo lavoro? Da come descrivi la situazione sembra solo stesse applicando un regolamento che e', come dici, nascosto ma esiste.

Perchè a mio avviso stava si applicando il regolamento ma UNO : non mi sapeva dire come fare a riavere il rimborso del biglietto DUE: non ha avuto un briciolo di umanita' mentre cercavo di spiegargli che non stavo per niente bene e che dovevo prender il metro per tornare a casa.

Alla fine non ero moribondo ma mi immagino un ciclista che per qualche motivo si sente male e rinuncia a fare gli ultimi 3 km perchè non ce la fa.

Viene cacciato dalla metro dalla matricola "stocazzo" e se ne torna a casa in bici ;magari ha un malore e si fa gravemente male....ecco in quel caso prender le generalita' dell'omino atm puo' servire.

ERo incazzato e volevo scriver una lettera di reclamo ,quindi volevo il numero del tipo.

Tra l'altro faro' presente che a Missori nessuno mi ha chiesto nulla

- tra l'altro a chiunque puo' succeder la sfiga che si rompa la bici o in qualche modo si rimanga a piedi.

Basterebbe far pagare un supplemento in piu' al limite...ma non fare entrare le bici proprio non lo capisco.

Poi pero' quando entri in metro vedi i cartelli con le frecce con il logo handicappati e a fianco biciclette.

Ricordando che un handicappato in carrozzina fa una fatica boia a prendere i mezzi (infatti non si vedon quasi mai) e le biciclette non possono entrare.Pero' a occhio uno straniero vedendo i cartelli potrebbe pensare " tutto perfetto ,hanno tutti i servizi in questa città".

Non mi stupirei se nel regolamento ci sia anche scritto" per il mese di dicembre è vietato l'accesso alle carrozzine..."

Perdonami se insisto, non voglio far polemica ma capirci di più.

Capisco che tu possa segnalare il controllore perché non ti ha saputo indicare come fare richiesta di rimborso, capisco ma mi sembra un po esagerato: non mi sembra che i controllori debbano per statuto avere con loro i moduli per la richiesta rimborso e comunque ci possono fare poco, non voglio giustificarlo ma non so cosa ti aspettavi, pensavi che ti avrebbe reso i soldi sul posto? Indicandoti di andare all'info point potrebbe aver espletato fino in fondo, anche se con poca cortesia, le sue funzioni, no?

Per quel che riguarda l'umanità (o mancanza di) non so proprio quanto valga la pena segnalarlo, lui stava soltanto facendo il suo lavoro e spero che nessuno lo sanzioni per questo. Lo so, anche i soldati nazisti facevano il loro lavoro, mi dirai, ma bisogna fare un distinguo:

Stavi male ma evidentemente non sembravi moribondo, forse in un caso veramente grave avrebbe fatto una eccezione?

Una cosa e' valutare il suo comportamento da un punto di vista umano e li, ti do ragione, non ci siamo. Un'altra e' da un punto di vista professionale, ed e' li che vai ad agire nel caso tu faccia un reclamo col suo nome e matricola, da questo punto il controllore non ha torto, mi pare.

Se chiediamo che le leggi ed i regolamenti vengano piegati quando ci serve o ci fa comodo si puo benissimo arrivare all'esempio seguente, mi perdonerai se e' un po tirato per i capelli ma spero tu capisca:

Tipo x beve a una cena, la sua tipa si sente male, non e' grave ma vuole tornare a casa di fretta e non ha voglia di prendere taxi o mezzi pubblici.

Vengono fermati dalla polizia mentre tornano a casa in macchina e gli viene sequestrata la macchina e la patente.

Il tipo si incazza perché stava accompagnando la tipa malata a casa. Il tipo ha ragione ad incazzarsi? Ha diritto a chiedere che il provvedimento venga revocato? ha diritto a segnalare il poliziotto?

Te dirai si, ma uno al volante che ha bevuto e' pericoloso, ed hai ragione, ma io ti potrei dire che la tua bici sulla metro in caso di un lieve incidente tipo tamponamento potrebbe essere sbalzata in avanti ferendo qualcuno, in quel caso il controllore che ha chiuso un occhio potrebbe incorrere in sanzioni pesantissime, se mai potessero risalire a lui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho preso le generalità per il fatto che ne avevo il diritto .

Non voglio rovinare la matricola 666 semplicemente mi son sentito trattato come un inutile rompipalle.

Poteva anche dirmi" guarda io ti farei passare ma se ti beccano fanno il culo a me" .UMANITA' - siam persone allo stesso livello.è un dipendente non li fa lui i regolamenti ok.evitare la spocchia e cercare di venir incontro al cliente fa si che il servizio sia efficiente.

Vengo trattato di merda? Io reclamo e mi incazzo visto che pago.

Anni fa dopo esser stato trattato in maniera cafona al tel da uno di sky ho disdetto l abbonamento motivando il tutto per la scarsa professionalità dell addetto al call center.mi trattate male? Perdete un cliente

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui a Madrid ci sono le fascie orarie ad elevata presenza di viaggiatori in cui non è possibile portare le bici in metro (ovviamente senza sovrapprezzo), risultano cmq essere orari limitati e si possono utilizzare in questi orari:

SÁBADOS, DOMINGOS Y FESTIVOS: Durante todas las horas de servicio

LUNES A VIERNES: De 10:00 a 12:30 h y de 21:00 h. hasta el cierre del servicio

Biciclette in testa o infondo al metro.

Non ci sono scomparti apposta o dove legarle ma solo meno "seggiolini" e più spazio per stivarle.

Personalmente ne ho viste ben poche in questo anno e mezzo ma è perchè prendevo la metro negli orari dove non è consentito il transito a quei mezzi.

P.s. Nel 3 mondo manco ce le hanno sti tipi di trasporti percui sono meno incazzati di noi nella maniera in cui ce li fanno usare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi danno un foglio di reclamo.Chiedo le generalita' dell'omino atm ma mi risponde da dietro il vetro solo con un numero "3066" ... chiedo allora le generalita'..."signor?" e risponde " non possiamo dare le nostre generalita'.

Chiedo allora di mostrarmi il tesserino e lui con spocchia mi fa veder il trentasessantasei.

Il regolamento era nascosto dietro mille cartelli pubblicitari.

Come mai hai chiesto le generalità all'omino? Stava facendo male il suo lavoro? Da come descrivi la situazione sembra solo stesse applicando un regolamento che e', come dici, nascosto ma esiste.

Perchè a mio avviso stava si applicando il regolamento ma UNO : non mi sapeva dire come fare a riavere il rimborso del biglietto DUE: non ha avuto un briciolo di umanita' mentre cercavo di spiegargli che non stavo per niente bene e che dovevo prender il metro per tornare a casa.

Alla fine non ero moribondo ma mi immagino un ciclista che per qualche motivo si sente male e rinuncia a fare gli ultimi 3 km perchè non ce la fa.

Viene cacciato dalla metro dalla matricola "stocazzo" e se ne torna a casa in bici ;magari ha un malore e si fa gravemente male....ecco in quel caso prender le generalita' dell'omino atm puo' servire.

ERo incazzato e volevo scriver una lettera di reclamo ,quindi volevo il numero del tipo.

Tra l'altro faro' presente che a Missori nessuno mi ha chiesto nulla

- tra l'altro a chiunque puo' succeder la sfiga che si rompa la bici o in qualche modo si rimanga a piedi.

Basterebbe far pagare un supplemento in piu' al limite...ma non fare entrare le bici proprio non lo capisco.

Poi pero' quando entri in metro vedi i cartelli con le frecce con il logo handicappati e a fianco biciclette.

Ricordando che un handicappato in carrozzina fa una fatica boia a prendere i mezzi (infatti non si vedon quasi mai) e le biciclette non possono entrare.Pero' a occhio uno straniero vedendo i cartelli potrebbe pensare " tutto perfetto ,hanno tutti i servizi in questa città".

Non mi stupirei se nel regolamento ci sia anche scritto" per il mese di dicembre è vietato l'accesso alle carrozzine..."

Perdonami se insisto, non voglio far polemica ma capirci di più.

Capisco che tu possa segnalare il controllore perché non ti ha saputo indicare come fare richiesta di rimborso, capisco ma mi sembra un po esagerato: non mi sembra che i controllori debbano per statuto avere con loro i moduli per la richiesta rimborso e comunque ci possono fare poco, non voglio giustificarlo ma non so cosa ti aspettavi, pensavi che ti avrebbe reso i soldi sul posto? Indicandoti di andare all'info point potrebbe aver espletato fino in fondo, anche se con poca cortesia, le sue funzioni, no?

Per quel che riguarda l'umanità (o mancanza di) non so proprio quanto valga la pena segnalarlo, lui stava soltanto facendo il suo lavoro e spero che nessuno lo sanzioni per questo. Lo so, anche i soldati nazisti facevano il loro lavoro, mi dirai, ma bisogna fare un distinguo:

Stavi male ma evidentemente non sembravi moribondo, forse in un caso veramente grave avrebbe fatto una eccezione?

Una cosa e' valutare il suo comportamento da un punto di vista umano e li, ti do ragione, non ci siamo. Un'altra e' da un punto di vista professionale, ed e' li che vai ad agire nel caso tu faccia un reclamo col suo nome e matricola, da questo punto il controllore non ha torto, mi pare.

Se chiediamo che le leggi ed i regolamenti vengano piegati quando ci serve o ci fa comodo si puo benissimo arrivare all'esempio seguente, mi perdonerai se e' un po tirato per i capelli ma spero tu capisca:

Tipo x beve a una cena, la sua tipa si sente male, non e' grave ma vuole tornare a casa di fretta e non ha voglia di prendere taxi o mezzi pubblici.

Vengono fermati dalla polizia mentre tornano a casa in macchina e gli viene sequestrata la macchina e la patente.

Il tipo si incazza perché stava accompagnando la tipa malata a casa. Il tipo ha ragione ad incazzarsi? Ha diritto a chiedere che il provvedimento venga revocato? ha diritto a segnalare il poliziotto?

Te dirai si, ma uno al volante che ha bevuto e' pericoloso, ed hai ragione, ma io ti potrei dire che la tua bici sulla metro in caso di un lieve incidente tipo tamponamento potrebbe essere sbalzata in avanti ferendo qualcuno, in quel caso il controllore che ha chiuso un occhio potrebbe incorrere in sanzioni pesantissime, se mai potessero risalire a lui.

Te hai anche ragione,ma se uno vuole reclamare perchè è stato trattato in modo "sgarbato" per me può farlo e ne ha il diritto. E' giusto che le persone che lavorano a contatto con la gente abbiano dei modi quantomeno decorosi nel rivolgersi ai clienti che pagano. Nessuno obbliga nessuno a fare un lavoro a contatto con il pubblico.Se io contribuisco a pagarti lo stipendio e tu mi tratti male , anche se hai ragione, per me ho tutto il diritto di farlo notare, non ci vedo nulla di male.

Sull'inciviltà dei mezzi di trasporto italiani c'è poco da dire....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente mi fa altamente rodere il culo che per far spazio all' ennesima frenesia Natalizia, l' Amministrazione comunale , e dunque il Sindaco Pisapia in questo caso,

si preoccupino di rendere una metropolitana inagibile a chi usa altri mezzi che non generano profitto a :

- comune con le multe e la sosta parcheggi che durante la festività aumentano in maniera esponenziale

- tassisti che si vedrebbero diminuire i clienti che potendo permetterselo fanno shopping di lusso

- negozianti che si vedrebbero veder comprare meno prodotti perchè la gente non puo' caricarsi il televisore nel Suv

- benzinai che erogano meno benzina per i vari spostamenti

- ecc ecc

Tradotto in parole povere. Il Comune di Milano e chi siede nelle varie giunte politiche o istituzionali

DEVE fare sempre e comunque gli interessi del Sacro Mercato , e mai del cittadino.

A fanculo la gente che china il capo e in maniera strafottente dice di stare li' per far rispettare un regolamento,

un regolamento che vieta la libertà di spostarsi con un mezzo che è fondamentalmente utile/non invasivo/ non inquinante/ ecc ecc

Fossi il Presidente del Pianeta Milano, anzichè costruire due-tre grattacieli per l'expo (per gli amici di quelli che stanno in giunta e in politica, tipo Assicurazioni - Banche - Organizzazioni varie che vedranno li dentro i loro uffici e i loro guadagni),

avrei fatto costruire una 20 ina di carrozze apposite per le biciclette. Semplice.

Purtroppo gli omini in divisa, o la gente che fa la fila davanti ai negozi, 'ste cose non le capiscono

tutti troppo impegnati a seguire i "regolamenti" imposti dal Comune per favorire il mercato, le lobby, mica i cittadini.

Sveglia cazzo.

Edited by frabike (see edit history)
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.