cinas

ivrea trieste mestre

9 posts in this topic

insomma, domani mattina uscirò di casa con una bicicletta e me andrò fino a Trieste e poi un po' indietro a Mestre. Diciamo Ivrea-Novara-Crema-Verona-Montebelluna-Udine-Trieste-Venezia Mestre. Da Mestre prenderò i tregici interregionali che mi porteranno vicino a casa (ma a casa torno in bici, come ci sono partito).

Con qualche deviazione, mi farò 760 km in sette giorni.

La bici è una vecchia MTB anni '90, aggiustata da cicloturismo - copertoni da strada ma molto robusti e portabagagli - le borse sono delle buone Ortlieb e il peso di tutta sta roba è di circa 27 chili, non proprio la leggerezza della mia fissa.

Mi aspetto calore e fatica. Letture e dormite. Cibo e vino buono. Pensieri e riflessioni (i pensieri sono quelli che arrivano da soli, le riflessioni te le cerchi).

(no, tanto perchè uno stronzetto mi aveva equiparato a quelli che la bici la usano solo per fare i fighetti.)

  • Like 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

insomma, domani mattina uscirò di casa con una bicicletta e me andrò fino a Trieste e poi un po' indietro a Mestre. Diciamo Ivrea-Novara-Crema-Verona-Montebelluna-Udine-Trieste-Venezia Mestre. Da Mestre prenderò i tregici interregionali che mi porteranno vicino a casa (ma a casa torno in bici, come ci sono partito).

Con qualche deviazione, mi farò 760 km in sette giorni.

La bici è una vecchia MTB anni '90, aggiustata da cicloturismo - copertoni da strada ma molto robusti e portabagagli - le borse sono delle buone Ortlieb e il peso di tutta sta roba è di circa 27 chili, non proprio la leggerezza della mia fissa.

Mi aspetto calore e fatica. Letture e dormite. Cibo e vino buono. Pensieri e riflessioni (i pensieri sono quelli che arrivano da soli, le riflessioni te le cerchi).

(no, tanto perchè uno stronzetto mi aveva equiparato a quelli che la bici la usano solo per fare i fighetti.)

per chi non lo sapesse cinas è un signore di "mezza età".

Quando gli ho venduto le gabbiette ho aperto il portoncino principale del mio palazzo e me lo ritrovo davanti, un omone alto e grosso. Giacca cravatta (da ambito lavorativo, immaginatevi voi certi ambienti) e fissa specialized.

E sticazzi oh.

Secondo me merita di essere la mascotte dei torinesi.

Magari tutti quelli in giacca e cravatta fossero così.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

buone pedalate cinas!!e ricordati di farmi un fischio se vuoi vederci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se passi da Venezia fai un fischio.

Occhio che il ponte della Libertà è sotto lavori e potrebbero esserci problemi nell'attraversarlo (traffico pesante lento etc).

Share this post


Link to post
Share on other sites

insomma, domani mattina uscirò di casa con una bicicletta e me andrò fino a Trieste e poi un po' indietro a Mestre. Diciamo Ivrea-Novara-Crema-Verona-Montebelluna-Udine-Trieste-Venezia Mestre. Da Mestre prenderò i tregici interregionali che mi porteranno vicino a casa (ma a casa torno in bici, come ci sono partito).

Con qualche deviazione, mi farò 760 km in sette giorni.

La bici è una vecchia MTB anni '90, aggiustata da cicloturismo - copertoni da strada ma molto robusti e portabagagli - le borse sono delle buone Ortlieb e il peso di tutta sta roba è di circa 27 chili, non proprio la leggerezza della mia fissa.

Mi aspetto calore e fatica. Letture e dormite. Cibo e vino buono. Pensieri e riflessioni (i pensieri sono quelli che arrivano da soli, le riflessioni te le cerchi).

(no, tanto perchè uno stronzetto mi aveva equiparato a quelli che la bici la usano solo per fare i fighetti.)

respect, e quando arrivi a trieste non dimenticare di pedalare fino a Opicina e cercare qualche osmiza aperto (si tratta di osterie che vedono vino e prodotti casalinghi)

Share this post


Link to post
Share on other sites

orca miseria, massimo rispetto. Se puoi postaci un pò di aggiornamenti, foto, pensieri, impressioni nel mentre.

In bocca al lupo allora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

tornato.

ho beccato la settimana più fottutamente calda del secolo in questo periodo.

l'unico sistema è stato quello di bagnarsi la testa - ogni mezzora - e la maglietta ogni ora. fatica doppia, io odio il caldo e amo il freddo. (non sono riuscito a usare il casco. impossibile)

problemi di bici: ho gonfiato troppo il copertone (schwalbe marathon) e si è un po' deformato, il freno posteriore toccava. il ciclista di apparenti 105 anni che mi ha un po' sistemato il problema ha insultato:

i giovani (categoria alla quale per lui, data l'età appartenevo)

la mania di gonfiare troppo le gomme

i giovani

le MTB

le BMX

le BDC

tutte le bici insomma che non fossero quelle da passeggio anni '50 (non gli ho parlato delle fisse, emtti che mi sbatteva un martello in testa)

però non mi ha fatto pagare niente.

tante piste ciclabili in piccoli comuni, ma molte assurde, costruite tanto per.

vini. meravigliosi i bianchi friuliani, ma anche un valpolicella da urlo.

bellissino pedalare sfinito al 700 km e vedere casa che appare.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.