Jump to content

Campagnolo Ekar GT


SaveTheSteel
 Share

Recommended Posts

Come probabilmente avrete già visto Campagnolo ha lanciato un nuovo gruppo gravel/endurance, 13 velocità simile al già esistente Ekar ma più economico, da base grazie ad un downgrade nei materiali (guarnitura, catena pignoni...)

Sinceramente mi pare la prima mossa giusta fatta da Campagnolo negli ultimi 5/6 anni durante i quali ha proposto solo gruppi e ruote sempre più costosi eliminando quasi completamente l'entry level ed il mid level, scomparendo dal ciclismo world tour, e senza tenere il passo con le tendenze globali (elettronico wireless solo il Super Record alla modica cifra di 5k, quando con 1000 euro ti porti a casa un 105 di2 o un rival axs); ci sta benissimo avere una vision diversa dai competitors, continuare a puntare moltissimo sul meccanico e sui freni rim, però quella intrapresa da Campagnolo, fino ad oggi per lo meno, mi sembra solo una strategia suicida, anche alla luce di tutti i nuovi gruppi orientali che stanno spuntando a destra e a manca.

Spero quindi che questo Ekar GT possa essere il primo passo per un ritorno di campagnolo nel ciclismo popolare e non solo su delle super raffinate Pegoretti da collezionisti. 

Opinioni?

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

prima di tutto finalmente mi hanno ascoltato (gli avevo scritto personalmente) e vivaddio ora si può avere una guarnitura da 36! se girato a modo (95-97rpm di cadenza) con un 36-9 sei già pulito ai 50km/h e per me che piace la classica sensazione di "sentire la catena" e far girare le gambe anche nelle discese lunghe è stato una manna. (ok io ho accrocchiato sta cosa con una guarnitura direct mount e corona "limata" da 12v ma funziona da dio)

 

seconda cosa... ragionando a voce alta:  posto che non sia così impossibile ingegnerizzare un comando meccanico da flat bar, la frizione del cambio ekar gt sicuramente è tarabile più dura per un uso più estremo, 11-48 già c'è, con una qualunque guarnitura direct Mount ed una corona limata da 12 riesci a gestire le 13 (e come scritto lo sto usando quindi sì) … monti il corpetto n3w su di una ruota fulcrum e sbam hai un gruppo da mtb competitivo!

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, riky76 ha scritto:

prima di tutto finalmente mi hanno ascoltato (gli avevo scritto personalmente) e vivaddio ora si può avere una guarnitura da 36! se girato a modo (95-97rpm di cadenza) con un 36-9 sei già pulito ai 50km/h e per me che piace la classica sensazione di "sentire la catena" e far girare le gambe anche nelle discese lunghe è stato una manna. (ok io ho accrocchiato sta cosa con una guarnitura direct mount e corona "limata" da 12v ma funziona da dio)

 

seconda cosa... ragionando a voce alta:  posto che non sia così impossibile ingegnerizzare un comando meccanico da flat bar, la frizione del cambio ekar gt sicuramente è tarabile più dura per un uso più estremo, 11-48 già c'è, con una qualunque guarnitura direct Mount ed una corona limata da 12 riesci a gestire le 13 (e come scritto lo sto usando quindi sì) … monti il corpetto n3w su di una ruota fulcrum e sbam hai un gruppo da mtb competitivo!

Sarebbe una bella ventata di novità nel mondo MTB... L'unico "problema" potrebbe essere legato all'eventuale prezzo, ma paragonandolo ad un xtr o un Eagle alla fine dubito riuscirebbe a costare di più...  Oltretutto sarebbe sicuramente bello esteticamente (che l'ultimo SRAM bello era l'x.0 dei primi 2000 e l'ultimo Shimano bello l'xtr 950-953)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Il 23/2/2024 at 10:32 , SaveTheSteel ha scritto:

Come probabilmente avrete già visto Campagnolo ha lanciato un nuovo gruppo gravel/endurance, 13 velocità simile al già esistente Ekar ma più economico, da base grazie ad un downgrade nei materiali (guarnitura, catena pignoni...)

Sinceramente mi pare la prima mossa giusta fatta da Campagnolo negli ultimi 5/6 anni durante i quali ha proposto solo gruppi e ruote sempre più costosi eliminando quasi completamente l'entry level ed il mid level, scomparendo dal ciclismo world tour, e senza tenere il passo con le tendenze globali (elettronico wireless solo il Super Record alla modica cifra di 5k, quando con 1000 euro ti porti a casa un 105 di2 o un rival axs); ci sta benissimo avere una vision diversa dai competitors, continuare a puntare moltissimo sul meccanico e sui freni rim, però quella intrapresa da Campagnolo, fino ad oggi per lo meno, mi sembra solo una strategia suicida, anche alla luce di tutti i nuovi gruppi orientali che stanno spuntando a destra e a manca.

Spero quindi che questo Ekar GT possa essere il primo passo per un ritorno di campagnolo nel ciclismo popolare e non solo su delle super raffinate Pegoretti da collezionisti. 

Opinioni?

Dico la mia.

Ho sempre ammirato Campagnolo, ma devo dire che non sono rimasto soddisfatto di Ekar. Ho incontrato diversi problemi con la prima serie: rumore, difficoltà di regolazione, design delle leve poco ergonomico e una serie di altri dettagli fastidiosi.

Sono profondamente preoccupato per il futuro dell'azienda e ritengo che l'unico modo per sopravvivere nel prossimo futuro sia rimanere in una nicchia estremamente costosa, specializzata e high end.
Proprio per questo motivo, la mossa di Campagnolo di buttarsi nel "segmento GRX" mi è sembrata quasi suicida.

Avrei capito molto più un "Ekar WRL" ma viste le difficoltà di produzione che hanno avuto con il nuovo Super Record, penso che per quello ci sia bisogno di molto più tempo.

Speriamo che questo GT funzioni bene per lo meno 😇

 

 

 

 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Il 23/2/2024 at 11:02 , riky76 ha scritto:

prima di tutto finalmente mi hanno ascoltato (gli avevo scritto personalmente) e vivaddio ora si può avere una guarnitura da 36! se girato a modo (95-97rpm di cadenza) con un 36-9 sei già pulito ai 50km/h e per me che piace la classica sensazione di "sentire la catena" e far girare le gambe anche nelle discese lunghe è stato una manna. (ok io ho accrocchiato sta cosa con una guarnitura direct mount e corona "limata" da 12v ma funziona da dio)

 

seconda cosa... ragionando a voce alta:  posto che non sia così impossibile ingegnerizzare un comando meccanico da flat bar, la frizione del cambio ekar gt sicuramente è tarabile più dura per un uso più estremo, 11-48 già c'è, con una qualunque guarnitura direct Mount ed una corona limata da 12 riesci a gestire le 13 (e come scritto lo sto usando quindi sì) … monti il corpetto n3w su di una ruota fulcrum e sbam hai un gruppo da mtb competitivo!

Ma il passaggio da 9 a 10 , secondo te, non è troppo alto?

  • Confused 1
Link to comment
Share on other sites

Il 24/2/2024 at 20:12 , Matt989 ha scritto:

Ma il passaggio da 9 a 10 , secondo te, non è troppo alto?

non ho capito la domanda

Link to comment
Share on other sites

Il 24/2/2024 at 18:45 , Vise ha scritto:

Dico la mia.

Ho sempre ammirato Campagnolo, ma devo dire che non sono rimasto soddisfatto di Ekar. Ho incontrato diversi problemi con la prima serie: rumore, difficoltà di regolazione, design delle leve poco ergonomico e una serie di altri dettagli fastidiosi.

Sono profondamente preoccupato per il futuro dell'azienda e ritengo che l'unico modo per sopravvivere nel prossimo futuro sia rimanere in una nicchia estremamente costosa, specializzata e high end.
Proprio per questo motivo, la mossa di Campagnolo di buttarsi nel "segmento GRX" mi è sembrata quasi suicida.

Avrei capito molto più un "Ekar WRL" ma viste le difficoltà di produzione che hanno avuto con il nuovo Super Record, penso che per quello ci sia bisogno di molto più tempo.

Speriamo che questo GT funzioni bene per lo meno 😇

 

dato che il tuo parere ha un peso specifico molto alto, ti dico che anche dal mio canto avendo una primissima serie ekar, sono stati necessari un tot di aggiustamenti:

1. nuova rondella interna del pacco pignoni per eliminarne la rumorosità (era nero ora è silver ed ha misure differenti)

2. tracciato del cavo del cambio da studiare molto bene e già son fortunato che sul mio telaio è tutto esterno, con i passaggi interni ekar lavora male, o comunque è molto suscettibile nel perder regolazione... io dopo aver rifatto tutto il tracciato e messo un cavo/guaina di alta qualità ho risolto ma prima riscontravo le stesse difficoltà

3. a me l'ergonomia delle leve piace tantissimo,  e questo GT le ha ancora ottimizzate, sarei molto curioso di provarle

4. a quali altri dettagli ti riferisci?

 

 

detto questo sì, l'altissima gamma all'estero continuerà a trovare forti riscontri di gradimento e vendite... essere fuori dal WT ovviamente non è comunque un buon segno.

comunque c'è chi ha usato un super record wireless in coppa del mondo cx e a quanto pare è andato un gran bene, quindi se non altro non sono prodotti "delicatini"

Login to view the image

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, riky76 ha scritto:

dato che il tuo parere ha un peso specifico molto alto, ti dico che anche dal mio canto avendo una primissima serie ekar, sono stati necessari un tot di aggiustamenti:

1. nuova rondella interna del pacco pignoni per eliminarne la rumorosità (era nero ora è silver ed ha misure differenti)

2. tracciato del cavo del cambio da studiare molto bene e già son fortunato che sul mio telaio è tutto esterno, con i passaggi interni ekar lavora male, o comunque è molto suscettibile nel perder regolazione... io dopo aver rifatto tutto il tracciato e messo un cavo/guaina di alta qualità ho risolto ma prima riscontravo le stesse difficoltà

3. a me l'ergonomia delle leve piace tantissimo,  e questo GT le ha ancora ottimizzate, sarei molto curioso di provarle

4. a quali altri dettagli ti riferisci?

 

 

detto questo sì, l'altissima gamma all'estero continuerà a trovare forti riscontri di gradimento e vendite... essere fuori dal WT ovviamente non è comunque un buon segno.

comunque c'è chi ha usato un super record wireless in coppa del mondo cx e a quanto pare è andato un gran bene, quindi se non altro non sono prodotti "delicatini"

Login to view the image

 

 

Ciao Riky 

Ahaha, niente "peso specifico molto alto", solo che ne ho visti parecchi passare 🙂

Ti rispondo punto per punto:

1. L'upgrade è uscito quasi 4 mesi dopo e ha rovinato l'esperienza di molte persone, me compreso. A volte, la sostituzione dello spessore interno non risolveva completamente i rumori, ma era necessario sostituire l'intera cassetta.

2. Esattamente, con guaine originali Campagnolo e un passaggio interno (non integrato), la regolazione doveva essere fatta praticamente ad ogni uscita con la prima versione. Su un gruppo moderno e "semplice" come l'Ekar, questo è semplicemente inaccettabile.

3. È stato ottimizzato sul GT perché sulla prima versione è stato un disastro; dove il coprileve si appoggia al manubrio si forma sempre un gradino molto fastidioso.

4. I materiali (esclusa la meravigliosa guarnitura) secondo me non sono all'altezza, la rapportatura è troppo impegnativa per le mezze seghe come me e le calotte pro-tech si insozzano facilmente nonostante la guarnizione extra.

 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Il 24/2/2024 at 18:45 , Vise ha scritto:

Sono profondamente preoccupato per il futuro dell'azienda e ritengo che l'unico modo per sopravvivere nel prossimo futuro sia rimanere in una nicchia estremamente costosa, specializzata e high end

Secondo me il core business diventerà quello delle ruote, già ora (purtroppo) si vedono sempre più gruppi shimano e sram accompagnati da ruote campy

Come dici tu, anche secondo me i gruppi finiranno solo su bici super costose di stranieri che cercano il full made in italy

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

15 minuti fa, Vise ha scritto:

 

[...]

4. I materiali (esclusa la meravigliosa guarnitura) secondo me non sono all'altezza, la rapportatura è troppo impegnativa per le mezze seghe come me e le calotte pro-tech si insozzano facilmente nonostante la guarnizione extra.

 

hahaha pensa che, proprio per la questione rapporti, ora il mio ekar è senza quella guarnitura che sto provando invece a devastare nelle gare cx 😄  palando di materiali lasciami dire che il pacco pignoni (nonostante i problemi di gioventù di cui al punto 1) lo trovo letteralmente un capolavoro di ingegneria meccanica ❤️

in quanto alla rapportatura ora ci siamo per un po' tutte le gambe... io da quando ho la corona da 36 ed il 9-42 dietro ho davvero trovato la pace in tutte tutte le situazioni, comprese le salite smosse fatte a bici carica...

 

chiudo dicendo che a distanza di anni trovo ancora oggi la frenata semplicemente spettacolare (grazie al cazzo, dirai, è Magura!) 

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, riky76 ha scritto:

non ho capito la domanda

Scusa, ho scritto a cazzo.

 

Il salto di cadenza che si ha tra il pignone da 9 e il successivo da 10, parlando di ciclismo su strada,non è troppo alto?

 

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, Matt989 ha scritto:

Scusa, ho scritto a cazzo.

 

Il salto di cadenza che si ha tra il pignone da 9 e il successivo da 10, parlando di ciclismo su strada,non è troppo alto?

 

aaahh ok ok, beh no... è un dente solo di fatto. Poi ci potremmo fare un gran discorso su quanto effettivamente io usi il 9 in un normale giro gravel (poco, ovviamente) ma di suo devo dire che nei lunghi tratti pianeggianti che spesso mi capitano in questo periodo, tutta la parte finale del pacco pignoni, con salti tutti da un solo dente tra pignoni, è veramente perfetta... hai sempre la cadenza giusta in tutte le situazioni e per lunghi tratti

 

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Anche secondo me, come dice @riky76 il punto di forza sta proprio in quella cassetta che a mio parere é
LA cassetta gravel. É una cassetta corsa che nel finale sale parecchio, ma di per sé la vedo piú road.
Tutti gli altri produttori ne usano semplicemente una da MTB, che é ben altro.

 

 

 

Edit: scusate, sostituite la parola cassetta con "pacco pignoni"... non si dice in italiano cassetta, vero?

Edited by Olio (see edit history)
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, Olio ha scritto:

[...]

 

Edit: scusate, sostituite la parola cassetta con "pacco pignoni"... non si dice in italiano cassetta, vero?

no no si usa anche cassetta... tutto regolare! 🙂

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

20 minuti fa, riky76 ha scritto:

no no si usa anche cassetta... tutto regolare! 🙂

Nel parlato è giustissimo.

Ma, chiedo, in teoria "cassetta" è ad avvitare (filetto femmina) con ruota libera e "pacco pignoni" è solo l'assieme pignoni espessori da serrare sul corpetto (con classico filetto mashio e tutte le nuove sfumature XD, Campy e via dicendo), vero?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .