greeso

Roma Fixed

20 posts in this topic

Ciao a tutti, sono Marco, vent'enne con una voglia di pedalare rimasta sopita troppo a lungo.
Mi son ri-trasferito a Roma da poco meno di un anno per frequentare l'Università e son riuscito a convincere i miei a comprarmi una bici sia per consentire il commute mattutino che per fare un minimo di attività fisica, che a causa delle lezioni ero stato costretto a mettere in un primo momento da parte. Che dire, dopo un primo periodo per abituarsi al traffico, mi ha preso parecchio e alla fine mi sono come tutti voi innamorato del mezzo. Ora son qui, dopo un anno di pedalate (che mi rendo conto non siano un cazzo) a cercare qualcosa che sembro vedere solo nelle fisse (fin'ora ho usato una BDC pesantuccia). 

Il percorso che dovrei fare (per chi conosce Roma): Rampa Salaria, Po, Veneto, Tritone, Corso, Venezia(Sampietrini), Marcello e arrivo a Testaccio.

Le mie domande sono:

Grado di fattibilità? (non sono nessuno, ma mi piace morire in salita e fare a gara con le macchine)
Proposte per il telaio? (ne ho trovati che mi garbano, ma son scelte dettate da quanto è figa una cosa e non è un ottimo criterio)
Non son stato buono a trovare una comunità con cui farsi dei giri, mi date una mano?
Costo accettabile moralmente?


Grazie tutti in anticipo, spero che questo sia il primo di tanti messaggi sul questo forum.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Marco,

benvenuto.

Per la fattibilità del percorso cito i romani + attivi (passivi) @TheSnatch e @Romafix ma anche credo @Stefano865 bazzichi per Roma o la conosca.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

per me la fissa come unica bici è una merda. ... se ne hai solo una per me deve esse corsa. per quanto riguarda le geo scegli quelle che piacciono a te, ma tieni conto che se hai da fare parecchi sampietrini meglio se hai la possibilità di montare copertoni fino a 700x28...o almeno 700x25.

la comitiva dei fissati non so dove bazzica, magari cerca quelli del bike polo dell'ex snia.  i negozi di riferimento a roma sono ziobici e monkey cycles. se vuoi farti un telaio su misura ti posso dare un contatto.

per altre info sono qui, di sicuro stefano 865 ne sa piu di ne....

 

Edited by TheSnatch (see edit history)
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prendi quello che ha detto @TheSnatch e buttalo via, adesso prendi una bici, fissala e usala per tutto: gravel, sterrati impegnativi, commuting estremo, skidde tra amici. Perchè questo è fixedforum e fanculo i roadie. #backto2009 quando essere zarri bastava.

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come avrai intuito @TheSnatch non è un fissato!

A dire il vero proprio proprio tutti i torti non li ha!

Io pure ti direi 28 tutta la vita, telaio d'acciaio strada di un po' di annetti fa (poca spesa e tanta resa) e, come ti sarai reso conto tu stesso, gestire il traffico romano non è sempre semplicissimo e quindi brakeless è da fuoriclasse un po' pazzi.

Quindi metti un frenino davanti. Poi diventerai un fenomeno e non lo userai mai... ma intanto mettilo!!!

Il tuo percorso è fattibilissimo. Buone pedalate!

 

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto capablu e dico meglio averlo li e non usarlo che averne bisogno e non averlo! mi ha salvato da una visita al maxillo facciale un paio di volte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A piriposito, che bici da corsa hai, acciaio o alluminio? posta foto, se è fissabile cominci con quella, per prenderci la mano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti per le risposte, non ho ancora avuto il tempo di leggerle, ma ne approfitto per postare la bici. Il telaio è in alluminio. 

_20160826_020108.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cos è tipo fit Bike city turismo

per Roma ci vuole la fat Bike elettrica...

se vuoi confort serve gomma cicciosa.

se vuoi andare a spada serve gomma fina.

o una mtb montata tipo corsa o una sorta di ciclocross

oppure fanculo tutto ci metti una forca in carbonio... Dicono che assorbe ma gomma larga 25-28 almeno davanti.

che che se ne dica e lanteriore che ti salva .

anche una fissa puoi usare. Meglio mozzo flip flop e poi con il montaggio puoi mettere componenti meno rigidi e più confortevoli.

pero pista e confort sono cose .... Un ossimoro ... Cose propio opposte...

l'un po come usare una formula uno per i rally.

comunque benvenuto.

io terrei la bici che hai già per tutti i giorni! È una fissa per le uscite.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, greeso ha scritto:

Grazie a tutti per le risposte, non ho ancora avuto il tempo di leggerle, ma ne approfitto per postare la bici. Il telaio è in alluminio. 

_20160826_020108.JPG

bene....io la lascerei cosi e la utilizzerei cone bici da tutti i giorni. non è un telaio fissabile per via dei forcellini verticali.

considerando  lo stato delle strade di roma valuterei seriamente di continuare con questa fino a distruggerla.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io direi di cercarti una vecchia cx in acciaio, mozzo flupflop posteriore, lasci una sola corona all'anteriore e tutte e due i freni e via fino alla fine dei tempi.

Il telaio cx riesce ad ospitare gomme più ciccione, quindi staresti apposto come confort, ma mantiene più o meno le stesse geometrie di un telaio strada.

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, greeso ha scritto:

Ciao a tutti, sono Marco, vent'enne con una voglia di pedalare rimasta sopita troppo a lungo.
Mi son ri-trasferito a Roma da poco meno di un anno per frequentare l'Università e son riuscito a convincere i miei a comprarmi una bici sia per consentire il commute mattutino che per fare un minimo di attività fisica, che a causa delle lezioni ero stato costretto a mettere in un primo momento da parte. Che dire, dopo un primo periodo per abituarsi al traffico, mi ha preso parecchio e alla fine mi sono come tutti voi innamorato del mezzo. Ora son qui, dopo un anno di pedalate (che mi rendo conto non siano un cazzo) a cercare qualcosa che sembro vedere solo nelle fisse (fin'ora ho usato una BDC pesantuccia). 

Il percorso che dovrei fare (per chi conosce Roma): Rampa Salaria, Po, Veneto, Tritone, Corso, Venezia(Sampietrini), Marcello e arrivo a Testaccio.

Le mie domande sono:

Grado di fattibilità? (non sono nessuno, ma mi piace morire in salita e fare a gara con le macchine)
Proposte per il telaio? (ne ho trovati che mi garbano, ma son scelte dettate da quanto è figa una cosa e non è un ottimo criterio)
Non son stato buono a trovare una comunità con cui farsi dei giri, mi date una mano?
Costo accettabile moralmente?


Grazie tutti in anticipo, spero che questo sia il primo di tanti messaggi sul questo forum.

Il tragitto è fattibile, se hai le gambe non dovrebbe essere pesante la parte in salita, non ho compreso cosa intendi per "rampa Salaria", ma supponendo che tu arrivi da via Salaria per immetterti a via Po, il dislivello è minimo. 

Qui nel forum molti sanno che faccio attenzione ad un po' di "particolari", quando pedalo e che sono più salvavita che non necessariamente di legge. MI spiego meglio; Se non hai una assicurazione sulla vita, percorrere le strade romane rimane di per se pericoloso, perché la mancanza di segnaletica verticale, oppure la sua presenza fa a differenza in caso di sinistro. 
La via Salaria per esempio è ciclabile e qui non ci sono problemi, ma già il tratto dopo viale Liegi inizia ad avere problematiche, perché le auto spesso in doppia fila, possono coprirti la visuale - e coprirla a chi si immette nella strada dalle vie laterali - ti suggerisco quindi di fare molta attenzione, perché ad essere preso è un attimo e se preso da dietro hai sempre ragione, preso di lato molto spesso devi giocartela con gli avvocati e le compagnia assicurative. Basta solo che la vettura che si immette nella strada non lascia segni di frenata per terra, che i vigili urbani non possono rilevare la velocità, ed ecco che la responsabilità è divisa in due - chi parcheggia ad minchiam prenderà solo una multa e non sarà coinvolto nel sinistro a meno che tu no gli faccia causa diretta. 
Via veneto; Qui le criticità sono ridotte, sempre che tu resti sulla corsia preferenziale, perché se come molti occupi la corsia delle auto, resti praticamente in mezzo con anche il cordolo a romperti i coglioni. Restando in mezzo ti sottoponi a doppio pericolo, da un lato i bus - o quegli stronzi degli NCC che non tutti hanno l'autorizzazione per il transito sulla preferenziale -  dall'altro il traffico normale, che in salita è sempre più veloce perché i veicoli vengono lanciati. Cosa che non comprendo da automobilista, ma che a molti utenti romani  piace. 
Tritone e Corso, nessun problema basta che tieni la destra sempre, evitando i pedoni che attraversano ad minchiam - non siamo in Olanda!!
Venezia e Teatro Marcello........qui il discorso si fa interessante, perché l'ampiezza della strada, ti spaventa e come molti ciclisti vedo fare quotidianamente "tagliano" la piazza esponendosi al sorpasso a destra di molti veicoli, compresi i pericolosi scooter. Ebbene suggerisco anche qui di fare una piccola attenzione tenendo al massimo la destra, quindi al momento che lasci via del Corso - ricordati che devi dare la precedenza  per chi viene da via Quattro novembre/piazza Battisti -la cosa migliore sarebbe svoltare verso via del Plebiscito ed attraversare la strada dove ci sono i pedoni, cosi da mantenere la destra su tutta la piazza, passando sotto il balcone ed arrivando in piazza San Marco, via Del Campidoglio e Teatro Marcello sempre sulla destra. Discorso inverso, scendendo dal Campidoglio, attraversi piazza Venezia all'altezza dei fori imperiali, e punti dritto per via del corso restando sulla destra.
Con un po' di attenzione si può fare, anche in inverno - io pedalo anche sotto la pioggia - una buona dotazione visiva - luci un po' ovunque - ed una attenta gommatura evitano che tu possa passare un guaio, resta sempre il buon senso che purtroppo vedo mancare a molti ciclisti primaverili o troppo "sportivi" che subito pronti ad accusare il sistema, non si rendono invece conto delle enormi cazzate che compiono in una città mai nata per i ciclisti e credo mai abbastanza accogliente per i ciclisti, anche in futuro.    

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Romafix ha scritto:

Il tragitto è fattibile, se hai le gambe non dovrebbe essere pesante la parte in salita, non ho compreso cosa intendi per "rampa Salaria", ma supponendo che tu arrivi da via Salaria per immetterti a via Po, il dislivello è minimo. 

Qui nel forum molti sanno che faccio attenzione ad un po' di "particolari", quando pedalo e che sono più salvavita che non necessariamente di legge. MI spiego meglio; Se non hai una assicurazione sulla vita, percorrere le strade romane rimane di per se pericoloso, perché la mancanza di segnaletica verticale, oppure la sua presenza fa a differenza in caso di sinistro. 
La via Salaria per esempio è ciclabile e qui non ci sono problemi, ma già il tratto dopo viale Liegi inizia ad avere problematiche, perché le auto spesso in doppia fila, possono coprirti la visuale - e coprirla a chi si immette nella strada dalle vie laterali - ti suggerisco quindi di fare molta attenzione, perché ad essere preso è un attimo e se preso da dietro hai sempre ragione, preso di lato molto spesso devi giocartela con gli avvocati e le compagnia assicurative. Basta solo che la vettura che si immette nella strada non lascia segni di frenata per terra, che i vigili urbani non possono rilevare la velocità, ed ecco che la responsabilità è divisa in due - chi parcheggia ad minchiam prenderà solo una multa e non sarà coinvolto nel sinistro a meno che tu no gli faccia causa diretta. 
Via veneto; Qui le criticità sono ridotte, sempre che tu resti sulla corsia preferenziale, perché se come molti occupi la corsia delle auto, resti praticamente in mezzo con anche il cordolo a romperti i coglioni. Restando in mezzo ti sottoponi a doppio pericolo, da un lato i bus - o quegli stronzi degli NCC che non tutti hanno l'autorizzazione per il transito sulla preferenziale -  dall'altro il traffico normale, che in salita è sempre più veloce perché i veicoli vengono lanciati. Cosa che non comprendo da automobilista, ma che a molti utenti romani  piace. 
Tritone e Corso, nessun problema basta che tieni la destra sempre, evitando i pedoni che attraversano ad minchiam - non siamo in Olanda!!
Venezia e Teatro Marcello........qui il discorso si fa interessante, perché l'ampiezza della strada, ti spaventa e come molti ciclisti vedo fare quotidianamente "tagliano" la piazza esponendosi al sorpasso a destra di molti veicoli, compresi i pericolosi scooter. Ebbene suggerisco anche qui di fare una piccola attenzione tenendo al massimo la destra, quindi al momento che lasci via del Corso - ricordati che devi dare la precedenza  per chi viene da via Quattro novembre/piazza Battisti -la cosa migliore sarebbe svoltare verso via del Plebiscito ed attraversare la strada dove ci sono i pedoni, cosi da mantenere la destra su tutta la piazza, passando sotto il balcone ed arrivando in piazza San Marco, via Del Campidoglio e Teatro Marcello sempre sulla destra. Discorso inverso, scendendo dal Campidoglio, attraversi piazza Venezia all'altezza dei fori imperiali, e punti dritto per via del corso restando sulla destra.
Con un po' di attenzione si può fare, anche in inverno - io pedalo anche sotto la pioggia - una buona dotazione visiva - luci un po' ovunque - ed una attenta gommatura evitano che tu possa passare un guaio, resta sempre il buon senso che purtroppo vedo mancare a molti ciclisti primaverili o troppo "sportivi" che subito pronti ad accusare il sistema, non si rendono invece conto delle enormi cazzate che compiono in una città mai nata per i ciclisti e credo mai abbastanza accogliente per i ciclisti, anche in futuro.    

Grazie davvero per la meticolosa analisi,soprattutto quella sulle casistiche dei fattacci, non mi son mai fermato a rifletterci troppo. Per quanto riguarda il comportamento che consigli di mantenere è esattamente quello che adotto io da quando ho iniziato l'anno scorso e per adesso (tocco ferro) è andata bene. La mia era più una domanda sulla fattibilità del punto di vista dello sforzo in fissa, ma penso che sia effettivamente una domanda alla quale solo io posso rispondere (magari però un consiglio sul rapporto). 
Rampa Salaria è la salita che dall'altezza dell'immissione alla circonvallazione porta a Piazza di Priscilla.
 

Per il resto ho capito che mi serve spazio per copertoni da ventotto ed entrambi i freni, mozzo flip flop per possibili ripensamenti(?) e un telaio cx (per il quale mi servirebbero tanti consigli, perchè altrimenti continuo a guardare quello che mi dice l'hype, perchè ho trovato un parallax usato e sto invidiando le città con asfalti decenti anche se per me novellino è probabilmente sprecato)

Edited by greeso (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Romafix ha scritto:

una buona dotazione visiva - luci un po' ovunque

Un elemento molto importante ANCHE di giorno!!!

Per la bici tieniti la tua così e per la fissa io ti consiglio una vecchia strada d'acciaio (un 28 ti entra tranquillamente) con dotazione minima e poco appariscente: ruote basso profilo, guarnitura buona da una vecchia strada, gabbiette o strap del deca... Per intenderci niente che monterebbe uno fighetto sulla sua fixed, altrimenti prima o poi ti fanno piangere. Con un po' di pazienza ti monti con pochi soldi una fissa molto valida e poco appariscente.

E con le 700 sterline che risparmi la prossima estate ti fai una bella vacanzetta in bici... oppure... ti sbronzi all'inverosimile un fottio di volte... oppure... dalla tangenziale giri la bici verso fuori e vai a conoscere un sacco di signorine simpatiche...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.