manco_travaglio

Ciclista investito, ciclista multato

14 posts in this topic

"info.gifIl ciclista correva a 42 kmh?Complimenti: una velocità da giro d'Italia,ma forse un pò troppo per una bicicletta lungo una pubblica via aperta al traffico.Avrebbero dovuto elevargli anche altre multe essendo una bicicletta da corsa:mancanza di fanali anteriori e posteriori,mancanza di catarifrangenti ai pedali,mancanza di segnalazione di svolta alla rotatoria (si deve sempre indicare la direzione che si vuole intraprendere).Ed il ciclista anche nella fase finale della ripresa video aveva le mani al centro del manubrio e non posizionate vicino ai freni.Ribadisco quanto da me sostenuto più volte:assicurazione obbligatoria per i ciclisti,targatura del mezzo,divieto di circolazione su strada alle biciclette da corsa,obbligo di omologazione del mezzo con rilascio di libretto di circolazione da parte del Ministero dei Trasporti e obbligo di revisione biennale,divieto di trasporto di persone oltre il guidatore(indipendentemente dall'età del trasportato).Divieto per i minori di anni 14 di circolare sulla pubblica via.In presenza di piste ciclabili assoluto divieto di circolazione sulla carreggiata adibita agli altri veicoli.Un piccolo inciso:il capo della polizia provinciale asserisce che non si prevedono controlli a tappeto sulle biciclette...e perché non ne fanno?Troppo oneroso?Troppo poco gratificante?La bicicletta NON viene considerato un mezzo alla stregua degli altri?Dire che non si fanno controlli non è ammettere che non si fa il proprio dovere?"

 

 

aaron-paul-boo-bitch.gif

Sdrammatizziamo che sono senza parole.

Edited by stez (see edit history)
6 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

"info.gifIl ciclista correva a 42 kmh?Complimenti: una velocità da giro d'Italia,ma forse un pò troppo per una bicicletta lungo una pubblica via aperta al traffico.Avrebbero dovuto elevargli anche altre multe essendo una bicicletta da corsa:mancanza di fanali anteriori e posteriori,mancanza di catarifrangenti ai pedali,mancanza di segnalazione di svolta alla rotatoria (si deve sempre indicare la direzione che si vuole intraprendere).Ed il ciclista anche nella fase finale della ripresa video aveva le mani al centro del manubrio e non posizionate vicino ai freni.Ribadisco quanto da me sostenuto più volte:assicurazione obbligatoria per i ciclisti,targatura del mezzo,divieto di circolazione su strada alle biciclette da corsa,obbligo di omologazione del mezzo con rilascio di libretto di circolazione da parte del Ministero dei Trasporti e obbligo di revisione biennale,divieto di trasporto di persone oltre il guidatore(indipendentemente dall'età del trasportato).Divieto per i minori di anni 14 di circolare sulla pubblica via.In presenza di piste ciclabili assoluto divieto di circolazione sulla carreggiata adibita agli altri veicoli.Un piccolo inciso:il capo della polizia provinciale asserisce che non si prevedono controlli a tappeto sulle biciclette...e perché non ne fanno?Troppo oneroso?Troppo poco gratificante?La bicicletta NON viene considerato un mezzo alla stregua degli altri?Dire che non si fanno controlli non è ammettere che non si fa il proprio dovere?"

 

 

aaron-paul-boo-bitch.gif

Sdrammatizziamo che sono senza parole.

Vorrei rispondere a questo obbrobrio, a questo specimen di italianitudine automunita che scrive sul corriere; vorrei rispondere a tutti gli individui raccapriccianti che votano positivamente il commento o che si dichiarano 'divertiti'. Ma non ha senso interagire sulle pagine del corriere con persone ottuse, reazionarie, in mala fede. Persone il cui ragionare rispecchia quello di chi, alle vittime di violenza sessuale, rinfaccia il modo di vestirsi. Vorrei rispondere, ma non è compito mio educare gli zoticoni, vorrei rispondere ma non ha senso dialogare con chi ride dell'altrui sofferenza, con chi, di fronte a una patente e grave violazione del codice della strada (svoltare chiudendo, nel giungere da sinistra dopo un sorpasso, un veicolo che giunge a velocità costante) non ha nulla da dire sul comportamento di chi è forte e nel torto, ma preferisce scagliarsi su chi è oggettivamente più debole. Vorrei rispondere a chi a tali scempiaggini concettuali e umane aggiunge che le biciclette dovrebbero essere proibite ai minori di 14 anni. O ancora che dovrebbero essere omologate (la cultura dell'omologazione, già, perfettamente in sintonia con l'italiota tutto auto-tv-centro commerciale e palestra, perché non ci si tiene in forma nello spazio comune, ma in spazi a pagamento con una bella tv piantata di fronte alla cyclette).

Vorrei rispondere ma non rispondo, perchè questi sono dinosauri, dai quali guardarsi perchè mentre sono in vita possono far danni, ma che sono anche destinati a sparire. Nel frattempo non rispondo, perché con i rettili non parlo, ma mi tengo a debita distanza, preferendo interloquire con gli esseri umani presenti su questo forum.

Edited by oromisso (see edit history)
9 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ribadisco quanto da me sostenuto più volte:assicurazione obbligatoria per i ciclisti,targatura del mezzo,divieto di circolazione su strada alle biciclette da corsa,obbligo di omologazione del mezzo con rilascio di libretto di circolazione da parte del Ministero dei Trasporti e obbligo di revisione biennale,divieto di trasporto di persone oltre il guidatore(indipendentemente dall'età del trasportato).Divieto per i minori di anni 14 di circolare sulla pubblica via.In presenza di piste ciclabili assoluto divieto di circolazione sulla carreggiata adibita agli altri veicoli.Un piccolo inciso:il capo della polizia provinciale asserisce che non si prevedono controlli a tappeto sulle biciclette...e perché non ne fanno?

Sdrammatizziamo che sono senza parole.

 

HEIL FUHRER! :)

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certi individui (tipo il coglione che ha scritto quel commento che oltretutto dice "da me sostenuto più volte" (minchia!! ((cit:

 

) andrebbero solamente ignorati

Share this post


Link to post
Share on other sites

"info.gifIl ciclista correva a 42 kmh?Complimenti: una velocità da giro d'Italia,ma forse un pò troppo per una bicicletta lungo una pubblica via aperta al traffico.Avrebbero dovuto elevargli anche altre multe essendo una bicicletta da corsa:mancanza di fanali anteriori e posteriori,mancanza di catarifrangenti ai pedali,mancanza di segnalazione di svolta alla rotatoria (si deve sempre indicare la direzione che si vuole intraprendere).Ed il ciclista anche nella fase finale della ripresa video aveva le mani al centro del manubrio e non posizionate vicino ai freni.Ribadisco quanto da me sostenuto più volte:assicurazione obbligatoria per i ciclisti,targatura del mezzo,divieto di circolazione su strada alle biciclette da corsa,obbligo di omologazione del mezzo con rilascio di libretto di circolazione da parte del Ministero dei Trasporti e obbligo di revisione biennale,divieto di trasporto di persone oltre il guidatore(indipendentemente dall'età del trasportato).Divieto per i minori di anni 14 di circolare sulla pubblica via.In presenza di piste ciclabili assoluto divieto di circolazione sulla carreggiata adibita agli altri veicoli.Un piccolo inciso:il capo della polizia provinciale asserisce che non si prevedono controlli a tappeto sulle biciclette...e perché non ne fanno?Troppo oneroso?Troppo poco gratificante?La bicicletta NON viene considerato un mezzo alla stregua degli altri?Dire che non si fanno controlli non è ammettere che non si fa il proprio dovere?"

 

 

aaron-paul-boo-bitch.gif

Sdrammatizziamo che sono senza parole.

la gente che dice ste robe non ha mai riflettuto sul fatto che allora bisognerebbe costruire una strada ciclabile parallela a TUTTE le strade del paese, si dovrebbero mettere un numero di parcheggi pari a quello delle auto ecc.. ecc...

 

sennò il sistema non sta in piedi

 

e poi, lui stesso chiede se la bici non viene considerato un mezzo al pari degli altri e poi dice che 42 kmh erno troppi per una bici... wat? se è un mezzo al pari degli altri può andare alla velocità che vuole entro i limiti di velocità

Edited by RudeRider (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vicinanza e solidarietà al ciclista investito.

5 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vicinanza e solidarietà al ciclista investito.

 

Sono d'accordo era in una strada provinciale, non in centro città, in rettilineo e la troia ha anche provato a dare una versione diversa dal vero.

Poche polemiche, ha ragione in pieno.

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

"info.gifIl ciclista correva a 42 kmh?Complimenti: una velocità da giro d'Italia,ma forse un pò troppo per una bicicletta lungo una pubblica via aperta al traffico.Avrebbero dovuto elevargli anche altre multe essendo una bicicletta da corsa:mancanza di fanali anteriori e posteriori,mancanza di catarifrangenti ai pedali,mancanza di segnalazione di svolta alla rotatoria (si deve sempre indicare la direzione che si vuole intraprendere).Ed il ciclista anche nella fase finale della ripresa video aveva le mani al centro del manubrio e non posizionate vicino ai freni.Ribadisco quanto da me sostenuto più volte:assicurazione obbligatoria per i ciclisti,targatura del mezzo,divieto di circolazione su strada alle biciclette da corsa,obbligo di omologazione del mezzo con rilascio di libretto di circolazione da parte del Ministero dei Trasporti e obbligo di revisione biennale,divieto di trasporto di persone oltre il guidatore(indipendentemente dall'età del trasportato).Divieto per i minori di anni 14 di circolare sulla pubblica via.In presenza di piste ciclabili assoluto divieto di circolazione sulla carreggiata adibita agli altri veicoli.Un piccolo inciso:il capo della polizia provinciale asserisce che non si prevedono controlli a tappeto sulle biciclette...e perché non ne fanno?Troppo oneroso?Troppo poco gratificante?La bicicletta NON viene considerato un mezzo alla stregua degli altri?Dire che non si fanno controlli non è ammettere che non si fa il proprio dovere?"

 

 

aaron-paul-boo-bitch.gif

Sdrammatizziamo che sono senza parole.

 

Oh cristo, questo sta male, leggevo un articolo che affermava come chi si muove in bici sia molto più felice rispetto agli autisti, credo sia un esempio lampante di tutto ciò, cristo santo mai letta tanta incoerenza in un solo post!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei rispondere a questo obbrobrio, a questo specimen di italianitudine automunita che scrive sul corriere; vorrei rispondere a tutti gli individui raccapriccianti che votano positivamente il commento o che si dichiarano 'divertiti'. Ma non ha senso interagire sulle pagine del corriere con persone ottuse, reazionarie, in mala fede. Persone il cui ragionare rispecchia quello di chi, alle vittime di violenza sessuale, rinfaccia il modo di vestirsi. Vorrei rispondere, ma non è compito mio educare gli zoticoni, vorrei rispondere ma non ha senso dialogare con chi ride dell'altrui sofferenza, con chi, di fronte a una patente e grave violazione del codice della strada (svoltare chiudendo, nel giungere da sinistra dopo un sorpasso, un veicolo che giunge a velocità costante) non ha nulla da dire sul comportamento di chi è forte e nel torto, ma preferisce scagliarsi su chi è oggettivamente più debole. Vorrei rispondere a chi a tali scempiaggini concettuali e umane aggiunge che le biciclette dovrebbero essere proibite ai minori di 14 anni. O ancora che dovrebbero essere omologate (la cultura dell'omologazione, già, perfettamente in sintonia con l'italiota tutto auto-tv-centro commerciale e palestra, perché non ci si tiene in forma nello spazio comune, ma in spazi a pagamento con una bella tv piantata di fronte alla cyclette).

Vorrei rispondere ma non rispondo, perchè questi sono dinosauri, dai quali guardarsi perchè mentre sono in vita possono far danni, ma che sono anche destinati a sparire. Nel frattempo non rispondo, perché con i rettili non parlo, ma mi tengo a debita distanza, preferendo interloquire con gli esseri umani presenti su questo forum.

Mito.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

io dall'estero mi domando solo del perchè di questo odio automobilistico nei confronti dei ciclisti

fossi gente meglio (WM) sparerei un ipotesi sociologica-materialista dove urlare contro i ciclisti crea da una parte inconsciamente un senso di vicinanza tra ricco e povero tipo il calcio, e per il proletario, il "poveraccio" gli permette di avere anche lui un debole su cui sfogarsi.

in questo senso, chi commenta su un video del genere è la stessa persona che commenta su un articolo su immigrati "che vengono a rubare il lavoro" o giovani precari "tutti laureati coi soldi di papà che non hanno voglia di sporcarsi le mani".

molto spesso noto che il commento degenera sul tema "e i politici/polizia sta li a guardare".

 

 

ma non sono gente meglio, perciò boh mi limito alla solidarietà al ciclista

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

"info.gifIl ciclista correva a 42 kmh?Complimenti: una velocità da giro d'Italia,ma forse un pò troppo per una bicicletta lungo una pubblica via aperta al traffico.Avrebbero dovuto elevargli anche altre multe essendo una bicicletta da corsa:mancanza di fanali anteriori e posteriori,mancanza di catarifrangenti ai pedali,mancanza di segnalazione di svolta alla rotatoria (si deve sempre indicare la direzione che si vuole intraprendere).Ed il ciclista anche nella fase finale della ripresa video aveva le mani al centro del manubrio e non posizionate vicino ai freni.Ribadisco quanto da me sostenuto più volte:assicurazione obbligatoria per i ciclisti,targatura del mezzo,divieto di circolazione su strada alle biciclette da corsa,obbligo di omologazione del mezzo con rilascio di libretto di circolazione da parte del Ministero dei Trasporti e obbligo di revisione biennale,divieto di trasporto di persone oltre il guidatore(indipendentemente dall'età del trasportato).Divieto per i minori di anni 14 di circolare sulla pubblica via.In presenza di piste ciclabili assoluto divieto di circolazione sulla carreggiata adibita agli altri veicoli.Un piccolo inciso:il capo della polizia provinciale asserisce che non si prevedono controlli a tappeto sulle biciclette...e perché non ne fanno?Troppo oneroso?Troppo poco gratificante?La bicicletta NON viene considerato un mezzo alla stregua degli altri?Dire che non si fanno controlli non è ammettere che non si fa il proprio dovere?"

 

 

aaron-paul-boo-bitch.gif

Sdrammatizziamo che sono senza parole.

 

Proibire il transito delle biciclette da corsa su strada presuppone il totale e immediato fallimento di tutte le fabbriche che producono biciclette e a cascata di altre centinaia di piccoli artigiani che le riparano senza contare tutto il resto della galassia che ruota attorno al ciclismo.

Detto questo il codice della strada indica già una serie di obblighi per i ciclisti che se rispettati sono più che sufficienti a far convivere entrambi.

Molti ciclisti sono sicuramente maleducati e pensano di essere in gara ma anche molti automobilisti dovrebbero mettersi una mano sulla coscienza e invece di telefonare, mandare messaggi, leggere il giornale e scaccolarsi contemporaneamente potrebbero anche svegliarsi 

Share this post


Link to post
Share on other sites

solidarietà al poveraccio.

Nel futuro in città ci saranno solo auto che si guidano da sole e andare in bici sarà più sicuro e piacevole.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.