uri

Colnago_insegnatemi

52 posts in this topic

premettendo che ho già provato a cercare in giro per il forum, vorrei chiedere se c'è qualche anima buona più acculturata di me che mi racconti un po' la storia dei Colnago, i vari modelli...

Lo so che potrei usare Internet, ma farlo sul forum dal racconto diretto di altre persone secondo me è un'altra cosa e magari potrebbe venir fuori una storia comune consultabile da tutti.

Il motivo della mia richiesta è che ho trovato un negozio in cui non si riesce quasi a entrare da quante bici ci sono, e ha il soffitto tappezzato di telai Colnago di tutte le epoche e colori...e siccome forse ogni tanto ci andrò a lavorare volevo farmi una cultura!

grazie a chiunque voglia spendere un po' di tempo su questa cosa

Edited by uri (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vendimi qualche colnago appeso, che stanno prendendo polvere!

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

prima dicci dov'è il negozio (lol)

:D

cazzo proprio colnago? è lunghissima e complessa :D

un altro brand meno famoso e magari defunto? sarebbe più facile :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

prima dicci dov'è il negozio (lol)

:D

cazzo proprio colnago? è lunghissima e complessa :D

un altro brand meno famoso e magari defunto? sarebbe più facile :D

Ma più che altro Colnago si svegliava la mattina e diceva: ehi, quel master... presto, verniciatelo come un esamexico e mettete la forca del super!

Si trovano robe che a catalogo non dovrebbero esistere...

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, so di aver dimenticato molti modelli (dall'Esamexico al Master Più fino ai modelli recenti), ma non la conosco alla perfezione nemmeno io la storia, poi rischierei di dilungarmi un po' troppo...

Albe, t'ho chiamato settimana scorsa... te l'ha detto tuo padre? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vendimi qualche colnago appeso, che stanno prendendo polvere!

eh magari, ho già tentato io di comprarli....non sono in vendita :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

prima dicci dov'è il negozio (lol)

:D

cazzo proprio colnago? è lunghissima e complessa :D

un altro brand meno famoso e magari defunto? sarebbe più facile :D

il negozio è in Bozen, via Firenze ....

(se hai una Create bianca e sei iscritto al forum e sei a Bolzano, vieni fuori....sono quello che ti ha affiancato al semaforo stamattina in viale Druso)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inizia intanto a guardarti la storia sul sito Colnago, c'è parecchio di interessante.

Per Colnago c'è una data che ha segnato la sua storia, ed è il 1970. E' l'anno in cui si adottò il nuovo logo, quello dell'asso di fiori. Aneddoti e storielle varie ne trovi parecchie in rete.

Prima di quell'anno la realtà Colnago era forse più improntata sull'artigianato, da allora in poi è diventa invece una vera e propria industria.

All'epoca dell'aquila (primo logo adottato negli anni '50) Ernesto Colnago faceva il meccanico per vari grandi corridori, faceva telai e non conosco bene i modelli.

Ad inizio anni '70, forse fine '60 addirittura, venne proposto il Super, il primo modello Colnago a far storia. Tutti gli appassionati del marchio ne hanno avuto o ne hanno uno (personalmente ne ho due o tre, un paio li ho venduti perchè fuori misura e perchè valevano parecchi soldi). Aveva tubazioni Columbus SL, buona fattura globale, design molto classico. Venne prodotto fino ad inziio anni '80.

Modello unico, ma da ricordare, è il celeberrimo telaio di Merckx per il record dell'ora: una bici da 5.5kg con molte parti in titanio, trapanata ovunque per alleggerire, saldata con tubazioni appositamente prodotte dalla Columbus con spessori incredibilmente sottili per l'epoca. La leggenda racconta che nemmeno Ernesto credeva potesse reggere e che era in pista a Città del Messico con una seconda bici pronta in caso di rottura.

Dal record dell'ora prende il nome la Mexico di (credo) fine anni '70. Non chiedetemi le caratteristiche... non ho memoria fotografica per memorizzarle, mi pare avesse qualche tubo leggermente schiacchiato!

Negli anni '70 Colnago iniziò a terzializzare moltissimo, diventando un colosso dell'industria ciclistica italiana: terzisti che realizzavano Colnago ce ne sono ovunque in Veneto.

Nel 1983, sulla scia delle vittorie di Saronni con il Mexico, venne prodotto un telaio in acciaio destinato a far storia. Si tratta del Master: Colnago e Columbus realizzarono in collaborazione le famose tubazioni trafilate a freddo denominate volgarmente "stellari" per la sezione che avevano (che fra l'altro ricorda il logo di Colnago).

Da qui si sviluppano tutta una serie di prototipi che caratterizzano l'industria della bici degli anni '80.

L'Oval CX fu un telaio con tubazioni appunto ovali. Il Bititan, uno dei primi in titanio realizzati da Colnago, aveva due tubi obliqui paralleli e più sottili: a parità di area della sezione infatti è più elevato il momento di inerzia di due tubi uguali rispetto ad uno unico.

Questo principio fu riportato anche sul Carbitubo, uno dei primissimi telai in carbonio prodotti: Colnago collaborò con la Ferrari per lo sviluppo di questo telaio con un materiale nuovo per il ciclismo (non furono forse i primi, ma certamente fra i pionieri del carbonio per bici). Mi pare di ricordare che però davano qualche problema: erano tubi in carbonio incollati con congiunzioni e forcellini in alluminio, che talvolta si scollavano. Degno di nota è anche il C35 che mi sembra sia dello stesso periodo, forse successivo di un paio di anni.

Nel 1988-89 la collaborazione con la Ferrari (versione ufficiale...) portò allo sviluppo della forcella a steli diritti, la famosa Precisa di cui si dotò il Master con un binomio da leggendo del ciclismo.

Nel decennio successivo furono prodotti moltissimi modelli, fra tutti il C-40, telaio in carbonio con congiunzioni in carbonio, forse il modello più vittorio dell'intera storia del ciclismo con i colori Mapei.

Altra icona è il C-50, di dieci anni più vecchio.

Fra i telai in alluminio il Dream, nelle sue molte varianti, ha fatto pure una parte di storia del ciclismo con le sue tubazioni ancora una volta "stellari".

Ok, so di aver dimenticato molti modelli (dall'Esamexico al Master Più fino ai modelli recenti), ma non la conosco alla perfezione nemmeno io la storia, poi rischierei di dilungarmi un po' troppo...

l Oval cx venne prima del Master e dopo il Super era uno dei primi esprimenti per irrigidire il telaio anni 82/83

:)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

il negozio è in Bozen, via Firenze ....

(se hai una Create bianca e sei iscritto al forum e sei a Bolzano, vieni fuori....sono quello che ti ha affiancato al semaforo stamattina in viale Druso)

Difficilmente chi ha una Create a Bz è attivo sul forum.. anzi, non lo è nessuno tranne me e bark.. :D

Il negozio è quello all'angolo con via Napoli o all'incrocio con viale Druso(Torchia)? immagino il primo se dici che è tappezzato di bici..

Share this post


Link to post
Share on other sites

se ricordo bene,tubi stellari ,li ho visti su una stayer anni 50...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Può essere benissimo, ma non c'entra nulla con la storia di Colnago...

Share this post


Link to post
Share on other sites

l Oval cx venne prima del Master e dopo il Super era uno dei primi esprimenti per irrigidire il telaio anni 82/83

:)

Giusto, ha una logico. Non conosco l'anno dell'Oval CX per cui non l'ho specificato e l'ho messo in genere come anni '80. Colnago in quegli anni pagò anche delle royalties a Pettenella per quando riguarda i tubi schiacciati per irrigidire il telaio.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

il negozio è in Bozen, via Firenze ....

(se hai una Create bianca e sei iscritto al forum e sei a Bolzano, vieni fuori....sono quello che ti ha affiancato al semaforo stamattina in viale Druso)

Difficilmente chi ha una Create a Bz è attivo sul forum.. anzi, non lo è nessuno tranne me e bark.. :D

Il negozio è quello all'angolo con via Napoli o all'incrocio con viale Druso(Torchia)? immagino il primo se dici che è tappezzato di bici..

esatto il primo

grazie ragazzi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.