vonfid

wannabefixed nuovo di pacca =D

36 posts in this topic

Ciao a tutti! Mi sono appena iscritto e, tanto per cominciare, mi presento.

Mi chiamo Federico e studio architettura a Torino. Ad essere sincero la bicicletta non è mai stato un mezzo tra i miei preferiti. Sarà che sono un pigro di natura, sarà che non mi sono mai neanche realmente informato. Però ho sempre avuto la passione per il design e, girando tra vari blog, mi sono spesso imbattuto in questa tipologia di biciclette a me sconosciute...le fixed! Ammetto di essermene subito innamorato soprattutto per l'estetica, ma anche l'idea di avere un mezzo comodo e veloce per spostarsi in centro, fare un pò di esercizio fisico e che non costi mantenerlo mi ha fatto avvicinare a questo mondo. Non chiedetemi come, ma qualche giorno fa mi sono imbattuto nel vostro forum e ho iniziato a leggere e ad informarmi. Ovvio che se proprio avessi voluto la pappa pronta sarei potuto andare in un negozio ed acquistare la bici già pronta, ma non è nella mia natura. Oltre a considerare la cosa un pò da "poser", sono uno a cui piace sapere come funzionano le cose...soprattutto se è un mezzo meccanico. Ammetto che adesso come adesso ho una gran confusione in testa, ma conto sul vostro sito (ottimi tutorial) e sul vostro aiuto per fare ordine tra i vari pensieri. Da quello che ho potuto capire le cose fondamentali sono 2: i gusti personali e le mie dimensioni. Per quanto riguarda i primi premetto che i miei gusti sono molto razionalisti, quindi linee semplici e funzionali. Una delle biciclette che più mi ha fatto interessare a questo mondo è stata questa: http://www.bertellibici.com/product.php?works_id=112 , ma trovo molto bella anche questa: http://www.cycleexif.com/focale-44-polo-bike Insomma, inizio a rendermi conto che le possibilità di personalizzazione e di soddisfacimento dei gusti personali sono pressoché infinite. Per quanto riguarda le mie dimensioni direi che "alto e magro" sono due aggettivi che mi calzano a pennello; sono alto infatti 1,90m per poco meno di 75Kg di peso.

Dopo questa lunga presentazione chiedo a voi in quale direzione andare, dove rivolgermi qui a Torino e come muovere i primi passi in questo mondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti! Mi sono appena iscritto e, tanto per cominciare, mi presento.

Mi chiamo Federico e studio architettura a Torino. Ad essere sincero la bicicletta non è mai stato un mezzo tra i miei preferiti. Sarà che sono un pigro di natura, sarà che non mi sono mai neanche realmente informato. Però ho sempre avuto la passione per il design e, girando tra vari blog, mi sono spesso imbattuto in questa tipologia di biciclette a me sconosciute...le fixed! Ammetto di essermene subito innamorato soprattutto per l'estetica, ma anche l'idea di avere un mezzo comodo e veloce per spostarsi in centro, fare un pò di esercizio fisico e che non costi mantenerlo mi ha fatto avvicinare a questo mondo. Non chiedetemi come, ma qualche giorno fa mi sono imbattuto nel vostro forum e ho iniziato a leggere e ad informarmi. Ovvio che se proprio avessi voluto la pappa pronta sarei potuto andare in un negozio ed acquistare la bici già pronta, ma non è nella mia natura. Oltre a considerare la cosa un pò da "poser", sono uno a cui piace sapere come funzionano le cose...soprattutto se è un mezzo meccanico. Ammetto che adesso come adesso ho una gran confusione in testa, ma conto sul vostro sito (ottimi tutorial) e sul vostro aiuto per fare ordine tra i vari pensieri. Da quello che ho potuto capire le cose fondamentali sono 2: i gusti personali e le mie dimensioni. Per quanto riguarda i primi premetto che i miei gusti sono molto razionalisti, quindi linee semplici e funzionali. Una delle biciclette che più mi ha fatto interessare a questo mondo è stata questa: http://www.bertellibici.com/product.php?works_id=112 , ma trovo molto bella anche questa: http://www.cycleexif.com/focale-44-polo-bike Insomma, inizio a rendermi conto che le possibilità di personalizzazione e di soddisfacimento dei gusti personali sono pressoché infinite. Per quanto riguarda le mie dimensioni direi che "alto e magro" sono due aggettivi che mi calzano a pennello; sono alto infatti 1,90m per poco meno di 75Kg di peso.

Dopo questa lunga presentazione chiedo a voi in quale direzione andare, dove rivolgermi qui a Torino e come muovere i primi passi in questo mondo.

forse dovresti mangiare un po' di più!!! 75kg sono veramente pochi!!!! ahaha..no dai benvenuto!

Le biciclette da te postate sono molto diverse fra loro...

ma per qualsiasi chiarimento chiede e usa il cerca del forum...tutto è stato già chiesto e già detto..o almeno quasi tutto!

Leggiti anche il glossario che ti potrebbe aiutare non poco!

E soprattutto non fare la cagata di comprare prima e chiedere dopo...fatti un progetto (se sei architetto saprai cosa vuol dire) e rimani fedele a quello...tutti i cambiamenti in corso d'opera rischiano di farti sbagliare...

Sappi che soprattutto per la trasmissione, quindi moviemnto centrale guarnitura mozzi e pignoni non sono da comprare a caso per l'estetica ma hanno misure ben precise che devono interfacciarsi tra di loro!!!

In bocca al lupo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

benvenuto!

se cerchi un mezzo comodo e in bici ci vai poco... fatti una single speed, che sono "razionali" lo scatto fisso è bello ma può capitare sopratutto all'inizio che di comodo e pratico ha niente, sopratutto se utilizzi telai con geometrie da pista, non sono stati pensati per andar in giro comodi. comunque si tratta solo di vedere le cose in modo diverso e di avere una sintonia con la bici che è senza eguali ripsetto a tutte le altre bici, e senza eguali anche lo sforzo fisico fai almeno il doppio della fatica ;)

un altro problema è il budget... puoi trovare bici gia assembalte a 200 euro... ma puoi tranquillamente arrivar oltre i 1000 se inizzi a utilizzar componenti ricercati. prima vedi quanto vuoi spendere per una bici che è il problema principale, per il resto accostamenti di colori e pezzi da utilizzare direi che ne va solo del tuo gusto.

ciao ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

e mi sa che l'estetica la devi lasciare un po da parte sai? soprattutto per la prima fissa

se ti prendi una già assemblata dopodomani già stai pedalando e non vai tanto sullo sbagliato,

la prendi fissa/ruota libera così vedi se ti trovi bene con il movimento fisso (che effettivamente va preso nel modo giusto)

scrivi se hai bisogno io sono di torino e lavoro vicino piazza vittorio mi offri una birra e mi inondi di domande

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto per cominciare grazie mille per le risposte...è un piacere trovare un forum con tanta gente disponibile!

Come volevasi dimostrare ho una confusione in testa che non finisce più. Per me il termine fixed stava ad indicare una tipologia di bici che evidentemente non corrisponde alla realtà. Mi sembra di capire che esistono 3 tipologie:

- fixed

- contropedale

- scatto fisso

Dico bene? Avreste voglia di spigarmi velocemente le differenze tra loro? Giusto per rendermi conto di cosa sento il bisogno e di quale direzione prendere.

@seriocomico: dove lavori in piazza vitto? Passo spesso da quelle parti, una birra/caffè me la faccio volentieri!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao,

le tipologie di bici sono ben più di tre, ma soprattutto delle tre che hai detto tu due sono la stessa cosa.

per farla breve questo blog tratta di bici a scatto fisso o fixed per fare un po' gli internazionali. Lo scatto fisso è quello che si usa in pista, in questo caso il movimento dei pedali è quindi delle gambe è direttamente vincolato a quello della ruota, se i pedali girano in avanti la ruota gira in avanti, se girano indietro la ruota va indietro, se i pedali sono fermi la ruota deve essere ferma. da qui le ovvie problematiche a girarci per strada, se un amico automobilista ti taglia la strada tu devi bloccare le gambe per bloccare la ruota e farla sgommare (in gergo skiddare). come capirai bene questa operazione non è così semplice ne immediata.

altra cosa è il contropedale, la prima bici del bertelli che hai messo è una contropedale, in questo caso la bici si usa come una qualsiasi bici, ovvero pedali per andare avanti, fermi le gambe quando sei stanco (e la ruota continua a girare) ma in caso di frenata pedali all'indietro azionando una sorta di freno a tamburo situato nel mozzo. La frenata non è il massimo e io lo trovo abbastanza scomodo.

terza tipologia: la singlespeed: ovvero una bici normale ad un solo rapporto con due freni. L'estetica è praticamente la stessa fatta eccezione per l'aggiunta dei freni e dei relativi cavi.

poi ci sono le bici da corsa, quelle da discesa, quelle da ciclocross, quelle da trial, le bmx... e chi più ne ha più ne metta.

mah ogni volta mi sembra di essere poco chiaro e forse lo sono.

bless

Edited by guido (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dico bene?

Proprio no :P

La ruota può essere libera o fissa, poi ci sono i vari sistemi di freno e cambio che possono essere integrati nel mozzo. Ma quest'ultima parte non riguarda le fisse quindi.. :)

Ti consiglio qualche lettura:

http://www.fixedforum.it/forum/forum/70-glossario-della-fissa/

http://www.movimentofisso.it/biciclette_it.aspx?IdProd=14

http://it.wikipedia.org/wiki/Bicicletta_a_scatto_fisso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti! Mi sono appena iscritto e, tanto per cominciare, mi presento.

Mi chiamo Federico e studio architettura a Torino.

...

Da quello che ho potuto capire le cose fondamentali sono 2: i gusti personali e le mie dimensioni. Per quanto riguarda i primi premetto che i miei gusti sono molto razionalisti, quindi linee semplici e funzionali. Una delle biciclette che più mi ha fatto interessare a questo mondo è stata questa: http://www.bertellib...hp?works_id=112 , ma trovo molto bella anche questa: http://www.cycleexif...le-44-polo-bike Insomma, inizio a rendermi conto che le possibilità di personalizzazione e di soddisfacimento dei gusti personali sono pressoché infinite.

..

Dopo questa lunga presentazione chiedo a voi in quale direzione andare, dove rivolgermi qui a Torino e come muovere i primi passi in questo mondo.

innanzitutto benvenuto, poi se non hai da fare stasera, passi prima in velodromo in corso casale (fino alle 20) e poi siamo un po' più in tanti in via delle rosine 1, ci conosciamo, parliamo, una birra aggratis ci scappa, ecc....

http://10cento.blogs.../dzr-party.html

secondo: i gusti personali contano tanto e nulla...io ho preso sempre quello che passava al convento e valutato il miglio rapporto qualità prezzo di cosa prendevo (usato) e mi son sempre ritrovato con bici che mi piacciono e soddisfano al 100%.

son oramai convinto del tutto che la miglior fissa da città sia un buon telaio corsa in acciaio convertito: unisce la robustezza e (giusta) flessibilità del telaio, all'agilità nelle manovre e la giusta rigideza nei rilanci....se sutidi architettura un po' di scienza delle costruzioni dovresti dominarla...vero? ;)

dai ci si vede!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, bene, bene...adesso mi è tutto un pò più chiaro.

@Guido: gentilissimo, ti sei spiegato benissimo e mi hai chiarito le idee!

@as_: inizio a leggere ;-)

@riky76: Gentilissimo anche tu! Purtroppo questa sera ho degli impegni che mi impediscono di venire, ma prometto che verrò assolutamente a trovarvi al velodromo per mitragliarti/vi di domande =D

Tornando a me. Direi che propendo per una singlespeed. L'idea di skiddare mi preoccupa non poco. Inizio a rendermi conto che l'estetica debba essere messa in secondo piano, ma l'idea di tutti quei cavi dei freni non mi aggrada per nulla. Sarebbe possibile far passare i cavi all'interno del telaio? Oppure, è consigliabile montare un solo freno...magari all'anteriore?

Partendo dal telaio (credo sia il primo punto da cui iniziare), quali sono le principali caratteristiche che deve avere? La mia idea era di prendere un vecchio telaio da corsa e di li iniziare la costruzione...faccio bene?

Share this post


Link to post
Share on other sites

1.Tornando a me. Direi che propendo per una singlespeed. L'idea di skiddare mi preoccupa non poco.

2.Inizio a rendermi conto che l'estetica debba essere messa in secondo piano, ma l'idea di tutti quei cavi dei freni non mi aggrada per nulla. Sarebbe possibile far passare i cavi all'interno del telaio?

3.Oppure, è consigliabile montare un solo freno...magari all'anteriore?

4.Partendo dal telaio (credo sia il primo punto da cui iniziare), quali sono le principali caratteristiche che deve avere?

5.La mia idea era di prendere un vecchio telaio da corsa e di li iniziare la costruzione...faccio bene?

con ordine:

1. ok per la singlespeed, ma cosa c'è di preoccupante nello skid? boh...

2. bravo per l'estetica. Se il telaio è predisposto il cavo del freno post passa nell'orizzontale, accade sin dagli anni 80

3. una single speed DEVE avere i 2 freni, toglere il posteiore è pricoloso e basta (e non dire allora provo la contropedale che ti banniamo all'istante :-P)

4.il telaio (da corsa) deve essere innanzitutto non incidentato, con forcellini orizzontali (anche aperti anteriormente tipo i campagnolo 1010) ed essere della tua misura, non c'è altro

5. fai benissimo, stante il punto 4.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.