Sign in to follow this  
saturday

Costruire fissa con ruote da 20"

18 posts in this topic

Ciao,

oggi andando da un ciclistica torinese mi sono imbattuto in due splendide bici da 20" di cui una fissata per giocare a bike polo(il ragazzo aveva rotto il raggio). Era fantastica ed assomigliava a questa:

http://www.tokyofixedgear.com/shopexd.asp?id=2483

L'altra era una cannondale hooligan con freni a disco decisamente costosa.

Essendo un mezzo sul quale non vorrei investire molti soldi pensavo di costruirmene una che mi potesse permettere di andare al lavoro e magari di fare qualche sterrato divertente oltre che di cazzeggiare amabilmente divertendomi nel farla prima di guidarla.

Oggi sono andato a vedere un pò di telai ed ho notato che quasi tutti sono composti da un tubo sella e da una pipa che non si infila direttamente nel telaio ma che si incastra (a sgancio rapido) in un altro tubo in modo tale da, oltre che renderle all'occorrenza miscroscopiche, ospitare persone sopra il 1.80con grazie al doppio gioco dei tubi.

Un graziella forse potrebbe essere la soluzione solo che utilizzando ruote da 20" invece che da 24" ho paura che le pedivelle poi tocchino.

Insomma un telaietto come quello del link senza spendere su tokyofixed 560 sterline dove me lo procuro? cosa riutilizzo? Sono fatti con "geometrie" particolari oppure si riescono a trovare?

Grazie.

Attendo dritte e procedo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che geometrie particolari a me sembrano proprio pazzerellamente uniche...

La bici di tokyofixed mi sfugge quale sorta di vantaggi possa avere... è davvero poco più piccola di una bici normale e nemmeno pieghevole.

Comunque se è per divertirsi, potresti trovare un cancello di telaio e far modificare il carro posteriore in modo da tenere più alto il movimento centrale. Sull'anteriore mantieni la forca da 28 e ci monti una ruota da venti e via brakeless!

Altrimenti telaio tipo Graziella e ti assumi il rischio del pedale rasoterra.

Tanto i 50 all'ora in curva non li farai :)

Su base graziella io ho appunto in mente un progetto da affidare alle dis-abili mani del Doc. Cimetta... vediamo se nelle prossime settimane va in porto.

Edited by Nephasto (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quella che hai visto a Torino era con buona probabilità una polo bike di Skiddharta (cercali qui sul forum, hanno la loro sezione). IMHO se vuoi un po' cazzeggiarci e non spendwere tanti soldi va bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che geometrie particolari a me sembrano proprio pazzerellamente uniche...

La bici di tokyofixed mi sfugge quale sorta di vantaggi possa avere... è davvero poco più piccola di una bici normale e nemmeno pieghevole.

Comunque se è per divertirsi, potresti trovare un cancello di telaio e far modificare il carro posteriore in modo da tenere più alto il movimento centrale. Sull'anteriore mantieni la forca da 28 e ci monti una ruota da venti e via brakeless!

Altrimenti telaio tipo Graziella e ti assumi il rischio del pedale rasoterra.

Tanto i 50 all'ora in curva non li farai :)

Su base graziella io ho appunto in mente un progetto da affidare alle dis-abili mani del Doc. Cimetta... vediamo se nelle prossime settimane va in porto.

Riguaro le geometrie mi sembrano diverse rispetto ad una pista/corsa (vedi carro posteriore e movimento centrale) così come mi sembra più piccola (ci sta in macchina senza dover fare pazzie). Ritornando sulle geometrie intendevo dire che dovendo avere un largo fuorisella (nel caso di una simil graziella) così come un manubrio molto più alto sicuramente le geometrie da ricercaresarebbero diverse.

Rimane comunque una bici da usare tutti i giorni per andare a lavoro (due chilometri) e metterla sotto la scrivania.

Sentirò i ragazzi di skiddarta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riguaro le geometrie mi sembrano diverse rispetto ad una pista/corsa (vedi carro posteriore e movimento centrale) così come mi sembra più piccola (ci sta in macchina senza dover fare pazzie). Ritornando sulle geometrie intendevo dire che dovendo avere un largo fuorisella (nel caso di una simil graziella) così come un manubrio molto più alto sicuramente le geometrie da ricercaresarebbero diverse.

Rimane comunque una bici da usare tutti i giorni per andare a lavoro (due chilometri) e metterla sotto la scrivania.

Sentirò i ragazzi di skiddarta.

Secondo me se il telaio non è pieghevole (parlo della bici che hai linkato di tokyofixed) il guadagno in termini di spazio per lo stivaggio in macchina è davvero minimo.

Khs_overlay.jpg

Certamente nel caso di una folding le geometrie del telaio sono studiate ad hoc.

Prova anche a dare un'occhiata ai siti della Brompton e della Dahon che mi sembra abbiano in catalogo anche modelli da corsa con tanto di piega ma ruotini da bimbo (la dahon dash mi pare...).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono molto ignorante ma mi chiedo:

la lunghezza della bici di tokyofixed è di 480mm mentre una corsa della mia misura sarebbe 560mm, le ruote da 20" hanno un diametro inferiore rispetto le classiche 700cc, mi chiedo in che modo possono occupare lo stesso spazio.

Ripeto sono anche matematicamente un vero brocco.

Aiutami.

:)

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

quella di tokyofixed mi sembra proprio uguale-uguale a quella di skiddartha.

E' una bici simpaticissima (la skiddartha), avendola toccata con mano posso dire che è davvero divertente da portare e customizzare.

per il confronto con la pieghevole: la mia ragazza ha una dahon vitesse - sempre da 20 - che però a differenza di questa pesa molto di più. Io sceglierei la skiddartha tranquillamente, costa pure molto meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh... non mi son messo lì con il righello. La foto che ho postata l'ho presa in rete.

Ragionando sul problema dell'ergonomia, le bici nana deve permetterti di prendere circa la stessa posizione della bici tradizionale. Quindi i punti estremi di riferimento sono sella, manubrio e mc.

Se prendiamo in esame un telaio tipo fixedtokyo l'escursione del fuorisella e della pipa rimarranno comunque minime in fase di impacchettamento.

Mentre un telaio tipo graziella, dove manca il tubo orizzontale, resta molto più basso ed escursione di sella e manubrio diventano decisamente più ampie.

Poi la foto che ho postato mostra una bici nana con un carro posteriore effettivamente lunghetto...

Resta il fatto che la vera furbata di una portatile sta nel telaio pieghevole che dimezza letteralmente l'ingombro.

La mia impressione, al di la delle misure effettive, è che, smontando l'anterioe e girando il manubrio all'indietro, una fissa normale occuperà circa lo stesso spazio del modello tokyofixed. (magari poi mi sbaglio)

Dopotutto se sullo stesso telaio monti ruote da 28" o da 20" la differenza per ruota saranno 4"(visto che si va a calcolare sul raggio (28:2)-(20:2)=4) e sul totale della bici 8".

Possono fare la differenza... ma non è poi molta.

Quindi per estremizzare la situazione via il tubo orizzontale e telaio piegato in 2. -> Graziella e tutte le nipotine :)

Tra l'altro anche Decathlon vende delle folding a prezzi molto + bassi.

Potresti cercarne una usata da fissare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah, per carità: personalmente, da un punto di vista estetico, io preferirei comunque quella di tokyofixed o skiddharta o simili :)

Ma se parliamo di dinero e spazio fisico...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per i consigli, valuterò. ero solo curioso di capirne la reale grandezza.

Oltre gli 8 pollici che sono 20 cm bisogna togliere gli 8 cm del tubo orizzontale del telaio misura 56 diventando cosi 28 cm. non ho rispetto al carro posteriore informazioni di lunghezza dunque non saprei quantificarlo.

Arrotondiamo, dimostra la mia cultura matematica, a 30cm.

30 cm di differenza mi sembrano abbastanza da non farle sembrare uguali.

In ogni caso la pieghevole è sicuramente migliore se la prima necessità, penso ad esempio ad un rappresentante, è quella di arrivare in centrocittà ed andare a trovare i clienti avendo sempre la bici in macchina.

Oltre questo nonv edo molti altri particolari vantaggi se non avere un mezzo divertente sotto il culo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh... non mi son messo lì con il righello. La foto che ho postata l'ho presa in rete.

Ragionando sul problema dell'ergonomia, le bici nana deve permetterti di prendere circa la stessa posizione della bici tradizionale. Quindi i punti estremi di riferimento sono sella, manubrio e mc.

Se prendiamo in esame un telaio tipo fixedtokyo l'escursione del fuorisella e della pipa rimarranno comunque minime in fase di impacchettamento.

Mentre un telaio tipo graziella, dove manca il tubo orizzontale, resta molto più basso ed escursione di sella e manubrio diventano decisamente più ampie.

Poi la foto che ho postato mostra una bici nana con un carro posteriore effettivamente lunghetto...

Resta il fatto che la vera furbata di una portatile sta nel telaio pieghevole che dimezza letteralmente l'ingombro.

La mia impressione, al di la delle misure effettive, è che, smontando l'anterioe e girando il manubrio all'indietro, una fissa normale occuperà circa lo stesso spazio del modello tokyofixed. (magari poi mi sbaglio)

Dopotutto se sullo stesso telaio monti ruote da 28" o da 20" la differenza per ruota saranno 4"(visto che si va a calcolare sul raggio (28:2)-(20:2)=4) e sul totale della bici 8".

Possono fare la differenza... ma non è poi molta.

Quindi per estremizzare la situazione via il tubo orizzontale e telaio piegato in 2. -> Graziella e tutte le nipotine :)

Tra l'altro anche Decathlon vende delle folding a prezzi molto + bassi.

Potresti cercarne una usata da fissare.

Anche vero che comunque la skiddarta da quanto ho letto dal report ha caratteristiche interessanti rispetto ad una pieghevole eventualmente da fissare:

- forcellini orizzontali

- Mozzo posteriore flip-flop

- Movimento centrale alto = pieghe sfrenate

Share this post


Link to post
Share on other sites

La bici che hai visto è la mia è una progressive, marca giapponese che era da ingaggiare da risiko (dove l'hai vista) peccato che tutto è andato a monte e io mi sono tenuto la bici! Per altre info contattami in privato

Share this post


Link to post
Share on other sites

nonv edo molti altri particolari vantaggi se non avere un mezzo divertente sotto il culo

La manovrabilità delle ruotine è uno spasso.

Se poi si potesse avere delle geometrie non proprio Barbie come sono quelle della graziella... una figata!

procedi con le tue ricerche e tienimi aggiornato che la questione mi incuriosisce ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.