Ponz'n'roll

Nuovo ruotafissaro

32 posts in this topic

7 ore fa, Ponz'n'roll ha scritto:

Mah guarda.. Tra quattro esami dovrei essere ingegnere nautico ma non centra nulla, se non nel capire più facilmente la teoria che sta alla base..

Con un po' di impegno chiunque può fare tutto.. Basta mettersi lì, prima capire il perché, poi capire il come e poi mettersi lì, provare e riprovare.. La manualità l'ho presa a star dietro alla moto, solo ultimamente mi sono dedicato alle bici.. L'unico limite sono gli strumenti, per il resto basta prendere un po' di dimestichezza e si fa tutto.. Ascoltare chi ne sa, leggere, informarsi e poi provare con cognizione.. Di danni ad oggi non ne ho mai fatti, però se avessi fatto a senso, senza sentire bene chi ne sapeva di più, li avrei fatti sicuramente.. 

Per quanto riguarda raggiarsi le ruote è come la meccanica razionale.. È più leggenda che altro, basta mettersi lì, una volta capito come funziona non è niente di speciale.. Certo, tra montarle discretamente per un uso senza pretese, a montarle tensionate con precisione al micron per uso pista, ci stanno in mezzo anni e anni di specializzazione professionale, ma non è di certo il nostro caso, non il mio, almeno.. 

Per un uso "disimpegnato" basta informarsi (nel webbe ci sono tanti articoli interessanti, anche qui sul forum) capire un po' come funziona e mettersi lì armati di pazienza..

 

Per quanto riguarda la componentistica della fissa unieuro alcune cose non sono malaccio.. Altre sì.. Il manubrio come dicevi tu è onesto, ha l'attacco da un pollice (25.4 mm) e fa il suo dovere.. I cerchi non riesco a inquadrarli.. Sono sicuramente robusti e abbastanza rigidi, non hanno occhielli quindi boh.. Però non mi hanno mai dato problemi se non il fatto che il paranippli si strappò, la camera d'aria gonfiata a morte si infilò in uno dei fori e si deformò notevolmente.. A ogni modo un problema così si risolve anche preventivamente cacciando il paranippli ormai usurato e sostituendolo con uno nuovo o con dei meno raffinati ma più resistenti giri di nastro isolante..

Quello che non mi ha convinto per niente sono stati i mozzi e la corona.. Sia chiaro, non l'ho trattata bene la bici.. Però il mozzo posteriore mi si è sfilettato, nell'anteriore si era cristallizzato il grasso (?) e le sfere mi avevano rovinato le piste.. La corona a forza di scannarci si è consumata ed i fori si sono ovalizzati..

Però nel complesso non è malvagia.. Visto il prezzo poi

La meccanica di una bici è sicuramente più semplice rispetto a quella di una macchina o di una nave, alla fine basta volersi applicare e avere un minimo di manualità.

Una bici intera allo stesso prezzo di alcuni reggisella in carbonio non è sicuramente un cattivo affare. Poi penso che sia meglio esercitarsi con la meccanica su una bici così prima di mettere le mani sulla bdc ...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Motubuntu1 ha scritto:

La meccanica di una bici è sicuramente più semplice rispetto a quella di una macchina o di una nave, alla fine basta volersi applicare e avere un minimo di manualità.

Una bici intera allo stesso prezzo di alcuni reggisella in carbonio non è sicuramente un cattivo affare. Poi penso che sia meglio esercitarsi con la meccanica su una bici così prima di mettere le mani sulla bdc ...

Su questo non ci piove :) e poi alla fine basta avere un mezzo da pedalare, divertircisi e farsi la gamba

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.