Dane

INFERMIERIIIII!.....

25 posts in this topic

http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2014/03/23/news/lite-con-spranga-in-strada-vittime-i-ciclisti-paralimpici-1.8912400

 

Lite con spranga in strada Vittime i ciclisti paralimpici

 

Francavilla, gli atleti della Nazionale ricostruiscono l’aggressione subìta «L’automobilista era una furia, ha rischiato di mandarci in ospedale»

di Paola Toro

 

FRANCAVILLA. «Ci è andata bene: il furgone della Nazionale, con i vetri infranti e botte lungo tutta la fiancata, ha subìto danni ingenti, ma più di un atleta poteva finire all’ospedale». Il giorno dopo la lite in strada con un automobilista armato di spranga, il gruppo di ciclisti aggredito due giorni fa da un francavillese, poi denunciato, ricostruisce l’accaduto.

A finire nel mirino del sessantenne sono stati gli atleti della Nazionale di ciclismo paralimpico, a Francavilla per un ritiro collegiale coordinato dal ct Mario Valentini. L'episodio è avvenuto venerdì mattina. I ciclisti stavano concludendo l'ultima seduta di allenamento mattutina quando, percorrendo il tratto di lungomare a senso unico nei pressi del circolo nautico e del porto, si sono trovati davanti a E.S. e sono stati incalzati dall'uomo alla guida di un'auto, infastidito dal dover rallentare la marcia a causa del gruppo in sella alle due ruote. I ciclisti in marcia sono stati fermati dall'automobilista, E.S. A quel punto, tra il gruppo e l’uomo si è accesa una violenta discussione alla quale sono seguite minacce con una spranga di ferro e poi colpi inferti con la stessa sbarra contro il furgone della squadra

«Stavamo pedalando verso l’albergo quando un tale, seguendoci, ha cominciato a suonare il clacson», testimonia Michele Pittacolo, 43enne di Varmo, uno degli atleti di punta della Nazionale (4 mondiali e un bronzo alle Paralimpiadi di Londra). «A un certo punto, abbiamo perso la pazienza e sono volate parole grosse». L’automobilista avrebbe superato il gruppo per poi scendere dalla vettura con una spranga in mano. Gli azzurri, tutti portatori di disabilità fisiche, non hanno reagito vedendo il francavillese perdere il controllo. «L’uomo ha colpito a bastonate chiunque fosse alla sua portata», spiega Michele, portacolori dell’Alè Cipollini al Messaggero Veneto. Poi è stata la volta del collaboratore federale alla guida del furgone che accompagnava il gruppo di atleti, Gianni Fratarcangeli, che ha avuto la peggio. «Sceso dal furgone per difenderci, è stato colpito ripetutamente, tanto da dover ricorrere alle cure del pronto soccorso». Con quella spranga E.S. avrebbe colpito più volte e danneggiato il furgone. Tempestiva la chiamata ai vigili urbani di Francavilla. Vani i tentativi di calmare l’uomo, almeno fino all'arrivo dei carabinieri, arrivati sul posto dopo pochi minuti. Gli uomini del comandante Antonio Solimini hanno verificato che E.S. si era messo alla guida senza patente e che l'auto non era provvista di assicurazione. La denuncia è scattata anche per il porto abusivo di oggetti atti a offendere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

testa di cazzo

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era sul nostro giornale locale domenica...

Che tristezza!

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Solidarietà e vicinanza al gruppo di ciclisti aggrediti e persona al seguito.

Massimo disprezzo per l'automobilista, portabandiera dell'ignoranza regnante.

Che si auto-estingua col suo stesso odio inquinante; lui e tutti quelli come lui.

5 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

va sempre bene finché l'altro non reagisce..

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che vergogna!!!

















Vabbè che da un chietino................ (si scherza...forse)

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'aggressore è un noto malvivente della zona, e non è la prima volta che combina danni del genere.

 

Mi autocensuro, perché sennò Capiero mi radia a vita.

Dico solo che c'entra il mio avatar.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non cominciamo ad evocare forche e tempi bui, per favore, che è del tutto inutile e fuorviante.

 

Purtroppo qui c'entra un'intera società; magari si trattasse di un automobilista-testa-di-cazzo-e-pericoloso solo.

5 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non cominciamo ad evocare forche e tempi bui, per favore, che è del tutto inutile e fuorviante.

 

Purtroppo qui centra un'intera società; magari si trattasse di un automobilista-testa-di-cazzo-e-pericoloso solo.

Infatti.

Tornando in topic

MICHELE ORGOGLIO FRIULANO!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho parole per descrivere la vergogna che provo. 

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

oh, massimo rispetto per sti atleti.

Io non riuscirei a rialzarmi dopo aver perso una gamba o un braccio, figuriamoci rimettermi a far sport...

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già la cosa  è gravissima di per sè, in più lo fai contro un gruppo di disabili?!

La nostra cara società riesce sempre più a stupirmi con fatti del genere, mi accodo alla vergogna di danieledp.

Facciam cagare

Share this post


Link to post
Share on other sites

testa di cazzo

mi hai tolto le parole di bocca

che tristezza

Share this post


Link to post
Share on other sites

@danieledp perchè provi vergogna?

"mi vergogno di essere italiano"?
"mi vergogno che la psicopolizzia non preveda questi episodi"?
"mi vergogno di questa vergognosa classe politica"?

non capisco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.