SaxoBank

Nuovo Kevlar più resistente ed economico

16 posts in this topic

La notizia era uscita a maggio, un laboratorio dell'università Milano-Bicocca ha scoperto un materiale molto più resistente e leggero di acciaio, carbonio e kevlar e anche molto più economico da produrre.

 

Link:http://www.lescienze.it/lanci/2013/05/20/news/universit_milano-bicocca_il_nuovo_kevlar_pi_resistente_leggero_ed_economico_dellacciaio-1663965/

 

Qualcuno sa se i produttori di biciclette abbiano cominciato ad interessarsene? Biciclette più resistenti e sicure anche a pesi inferiori degli attuali potrebbero far modificare i limiti UCI.

 

Resta da vedere se saranno anche più economiche, il materiale a quanto pare lo è, ma le logiche commerciali in genere aumentano il prezzo all'aumentare delle caratteristiche tecniche.

 

Andrea

Share this post


Link to post
Share on other sites

come detto da visconte.. prima che inizieranno una produzione passeranno minimo un paio di anni.. poi  prima che la diffusione arriverà alle fabbriche cinesi aggiungiamo qualche lustro e infine ora che i marchi che fanno carbonio  tireranno fuori qualcosa  di diverso su cui campare, tipo una fibra di titanio magnesio diamantato e quindi non lo si cagherà minimamente..

 

cmq ieri o guardato uno di quei film intellettuali pesanti e con tutte le trame iperconcettuali: machete..

tutto questo per dirvi che una cosa seria la dicevano: dove piu i costi sono alti, maggiori sono i guadagni! aka arrivate da soli alla morale :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

cmq credo  che la discussione  sarebbe stata a suo agio in caffetteria non nei tecnici

Share this post


Link to post
Share on other sites

come detto da visconte.. prima che inizieranno una produzione passeranno minimo un paio di anni.. poi  prima che la diffusione arriverà alle fabbriche cinesi aggiungiamo qualche lustro e infine ora che i marchi che fanno carbonio  tireranno fuori qualcosa  di diverso su cui campare, tipo una fibra di titanio magnesio diamantato e quindi non lo si cagherà minimamente..

 

cmq ieri o guardato uno di quei film intellettuali pesanti e con tutte le trame iperconcettuali: machete..

tutto questo per dirvi che una cosa seria la dicevano: dove piu i costi sono alti, maggiori sono i guadagni! aka arrivate da soli alla morale :D

perdonami, ti prego, ma non ce la faccio.

 

1) "prima che" vuole il congiuntivo.

2) la frase in rosso... non l'ho capita.

3) la grafia del verbo "avere" all'indicativo presente terza persona singolare è "ho"

4) il "dove" non ci sta

5) l'accento grave sulla "u" di "più"

 

ortografia a parte non è detto che vada così. voglio dire, quando hanno iniziato a usare il carbonio in aeronautica e poi in formula 1, non è passato molto tempo prima che colnago (per citare uno dei grandi produttori) cominciasse a farne uso, per esempio collaborando con ditte che già avevano esperienza in questo (vedi ferrari).

se si dimostra utile, non passerà molto prima che venga sperimentato in formula 1 e di lì poi la strada è breve -credo.

nel settore del ciclismo si fa ricerca sui materiali, ma non al punto da finanziare progetti di ricerca per INVENTARNE di nuovi, troppo costoso. lasciano il lavoro alle università e all'aeronautica, dopodiché se si può sfruttano la scoperta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma si si , bello, bici sempre più leggere, ancora più leggere, immateriali. Bici che volano con una pedalata, bici che vanno all'infinito. Di più, sempre di più.

Ma tutto questo non vi fa più felici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma si si , bello, bici sempre più leggere, ancora più leggere, immateriali. Bici che volano con una pedalata, bici che vanno all'infinito. Di più, sempre di più.

Ma tutto questo non vi fa più felici.

 

perchè?

Share this post


Link to post
Share on other sites

come detto da visconte.. prima che inizieranno una produzione passeranno minimo un paio di anni.. poi  prima che la diffusione arriverà alle fabbriche cinesi aggiungiamo qualche lustro e infine ora che i marchi che fanno carbonio  tireranno fuori qualcosa  di diverso su cui campare, tipo una fibra di titanio magnesio diamantato e quindi non lo si cagherà minimamente..

 

cmq ieri o guardato uno di quei film intellettuali pesanti e con tutte le trame iperconcettuali: machete..

tutto questo per dirvi che una cosa seria la dicevano: dove piu i costi sono alti, maggiori sono i guadagni! aka arrivate da soli alla morale :D

perdonami, ti prego, ma non ce la faccio.

 

1) "prima che" vuole il congiuntivo.

2) la frase in rosso... non l'ho capita.

3) la grafia del verbo "avere" all'indicativo presente terza persona singolare è "ho"

4) il "dove" non ci sta

5) l'accento grave sulla "u" di "più"

 

ortografia a parte non è detto che vada così. voglio dire, quando hanno iniziato a usare il carbonio in aeronautica e poi in formula 1, non è passato molto tempo prima che colnago (per citare uno dei grandi produttori) cominciasse a farne uso, per esempio collaborando con ditte che già avevano esperienza in questo (vedi ferrari).

se si dimostra utile, non passerà molto prima che venga sperimentato in formula 1 e di lì poi la strada è breve -credo.

nel settore del ciclismo si fa ricerca sui materiali, ma non al punto da finanziare progetti di ricerca per INVENTARNE di nuovi, troppo costoso. lasciano il lavoro alle università e all'aeronautica, dopodiché se si può sfruttano la scoperta.

mii, un vero grammar nazi...era un po' che non se ne vedevano in giro...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

ma si si , bello, bici sempre più leggere, ancora più leggere, immateriali. Bici che volano con una pedalata, bici che vanno all'infinito. Di più, sempre di più.

Ma tutto questo non vi fa più felici.

 

perchè?

 

Ma si bcfilo, è così. Insomma dov'è che vogliamo arrivare esattamente? Camperemo sempre meglio ma mi pare che la miseria umana non accenni ad arretrare.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

ma si si , bello, bici sempre più leggere, ancora più leggere, immateriali. Bici che volano con una pedalata, bici che vanno all'infinito. Di più, sempre di più.

Ma tutto questo non vi fa più felici.

 

perchè?

 

Ma si bcfilo, è così. Insomma dov'è che vogliamo arrivare esattamente? Camperemo sempre meglio ma mi pare che la miseria umana non accenni ad arretrare.

 

assolutamente, anzi, però l'importante è che noi continuiamo per la nostra strada, il kevlar lo lasciamo al team sky and company!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

ma si si , bello, bici sempre più leggere, ancora più leggere, immateriali. Bici che volano con una pedalata, bici che vanno all'infinito. Di più, sempre di più.

Ma tutto questo non vi fa più felici.

 

perchè?

 

Ma si bcfilo, è così. Insomma dov'è che vogliamo arrivare esattamente? Camperemo sempre meglio ma mi pare che la miseria umana non accenni ad arretrare.

 

assolutamente, anzi, però l'importante è che noi continuiamo per la nostra strada, il kevlar lo lasciamo

il punto secondo me non è avere bici più leggere, ma più solide a parità di peso. vale a dire che se cado e il telaio prende una botta non lo devo buttare perché non so se si è criccato internamente o no (anche l'acciaio va controllato dopo una caduta, ma il carbonio è drammatico in fatto di urti). già trent'anni fa si sono acorti che il peso non è la morte e l'inerzia serve (vedi lenticolari), credo non se lo siano dimenticati. penso sappiano che limare peso è utile solo fino a un certo punto.

 

poi magari faranno telai appositi per le scalate con un peso ancora inferiore, mentre in piano... boh, potrebbero arrivare a zavorrare i telai e giocare anche con la distribuzione dei pesi (tipo concentrare i pesi nella zona del movimento centrale per abbassare il baricentro e avere una bici più stabile) come fanno in formula uno dove mettono dei pesi in punti strategici per arrivare al limite dei 600kg.

Edited by Vash the Stampede (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

 

ma si si , bello, bici sempre più leggere, ancora più leggere, immateriali. Bici che volano con una pedalata, bici che vanno all'infinito. Di più, sempre di più.

Ma tutto questo non vi fa più felici.

 

perchè?

 

Ma si bcfilo, è così. Insomma dov'è che vogliamo arrivare esattamente? Camperemo sempre meglio ma mi pare che la miseria umana non accenni ad arretrare.

 

assolutamente, anzi, però l'importante è che noi continuiamo per la nostra strada, il kevlar lo lasciamo

 

?

Share this post


Link to post
Share on other sites

@bcfilo boh il mio computer ha fatto casino, ora ho riscritto il messaggio. si vede vero?

si, bisogna vedere anche la rigidità di questo simil-kevlar, comunque il limite dovrà pur rimanere, già il peso attuale da regolamento si può abbassare enormemente assemblando un carbonio con solo pezzi lightweight. Ad ogni modo si, hai perfettamente ragione, una bici assemblata di 7 chili utilizzabile tutti i giorni, senza il panico delle cadute non sarebbe per un cazzo male, io rimango un amante dell'acciaio, però a livello commerciale sarebbe una gran cosa!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.