elpony

Fc Max e soglia anaerobica

66 posts in this topic

Vorrei sapere dagli esperti come si può calcolare la fc max e la soglia anaerobica

in internet si trova la formuletta per l'fc max (220-etá) ma mi sembra un po' generica, che dite voi? Va bene quella? O c'è qualcosa di piú preciso?

E per i valori di soglia aerobica/anaerobica?

Grazie mille!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

a quanto ne so io non sono valori misurabili in bici, io le ho sempre misurate correndo a piedi.
la frequenza max la misuri su ripetute in salita con recuperi molto brevi, la soglia anaerobica la misuri col test conconi facendo un lavoro a intensità crescente fino ad arrivare a un plateau di velocità e battiti

Share this post


Link to post
Share on other sites

a quanto ne so io non sono valori misurabili in bici, io le ho sempre misurate correndo a piedi.

la frequenza max la misuri su ripetute in salita con recuperi molto brevi, la soglia anaerobica la misuri col test conconi facendo un lavoro a intensità crescente fino ad arrivare a un plateau di velocità e battiti

Si non intendevo per forza in bici, una volta fatte le ripetute come vedo la fc max? É sicuramente il valore più alto misurato?

Il test conconi lo trovo in internet?

Share this post


Link to post
Share on other sites

si se cerchi su internet ci sono esattamente le specifiche su come farli, ovviamente devi avere un cardiofrequenzimetro per misurare con precisione i battiti

il test conconi lo devi fare con qualcuno in bici che ti segue e ti impone velocità costanti crescenti (da solo è dura ma potresti riuscirci con un gps)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il test Conconi in bici lo può fare un ciclista sicuramente ben allenato e pronto a livello muscolare, lo scopo del test è quello di stabilire la cosiddetta "Velocità di deflezione" cioè quel ritmo talmente alto da impedirti di effettuare un nuovo incremeto di velocità a causa dell'acido lattico. Il rischio di ottenere valori pesantemente sballati in bici è dato dal fatto che potresti non avere forza sufficiente per mandare in crisi il tuo sistema cardiocircolatorio e quindi potresti scambiare un limite muscolare con la velocità di deflezione. Il modo più semplice di effettuare il test Conconi autonomamente è di farlo correndo su un tappeto, nella corsa va sempre in crisi prima il cuore delle gambe, poi sul tappeto che "ti porta" di forza ne usi davvero poca. L'unica precauzione da prendere è quella di fare un po' di prove sul tappeto a velocità elevata perchè correrci sopra a 13/15 km/h non è banale e più di un test è finito con il testato "sparato fuori" dal tappeto stesso. Il test va fatto in condizioni ottimali dopo un riscaldamento "da manuale" e va ripetuto con una certa frequenza.

 

Tutto quello che scrivo sotto è un ragionamento assolutamente personale e assolutamente non supportato da teorie condivise, in pratica è quello che sento io e vale per me.

 

Il test Conconi su di me è una stronzata! Non saranno mai solo le mie gambe e il mio cuore i fattori limitanti della performance ma c'è un terzo elemento che si chiama volontà e questo elemento gioca un ruolo fondamentale. A parità di qualsiasi altro parametro se sono stimolato ad andare di più vado di più perchè lo stimolo mi permette di sopportare il disagio. Accelerare fa male, rallentare fa bene se non ho un motivo più che buono per accelerare non riuscirò mai ad accelerare abbastanza. Quando correvo mi basavo su un'unico parametro e cioè sulla sensazione di fatica data da una GARA di 10 km. Sulla base di quella sensazione regolavo il ritmo sia delle ripetute che della maratona o degli ultratrail. Se correvo un test di 10 km in autonomia magari staccavo un 4'30" al km in gara arrivavo a 4'25" quei 5" in più non erano sopportabili in autonomia ma erano possibili dato che riuscivo a correrli in gara. I test vanno bene per chi ha una disciplina della performance assolutamente solida io che sono un cazzone inevitabilmente rallenterò un pochino e invaliderò il test.

5 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie mille! domani proverò in bici intanto, mi sa però che molleranno prima le gambe

ti appoggio totalmente sul fatto che il rendimento è più alto se sei stimolato

ma se ho capito bene, da quello che o appena letto in internet, dal test conconi oltre al valore di soglia riesco a calcolare anche la fc max o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie mille! domani proverò in bici intanto, mi sa però che molleranno prima le gambe

ti appoggio totalmente sul fatto che il rendimento è più alto se sei stimolato

ma se ho capito bene, da quello che o appena letto in internet, dal test conconi oltre al valore di soglia riesco a calcolare anche la fc max o sbaglio?

si ci sono delle formule per calcolarlo però come sempre le formule hanno degli errori al loro interno.

 

 

 

 

Il test Conconi su di me è una stronzata! Non saranno mai solo le mie gambe e il mio cuore i fattori limitanti della performance ma c'è un terzo elemento che si chiama volontà e questo elemento gioca un ruolo fondamentale. A parità di qualsiasi altro parametro se sono stimolato ad andare di più vado di più perchè lo stimolo mi permette di sopportare il disagio. Accelerare fa male, rallentare fa bene se non ho un motivo più che buono per accelerare non riuscirò mai ad accelerare abbastanza. Quando correvo mi basavo su un'unico parametro e cioè sulla sensazione di fatica data da una GARA di 10 km. Sulla base di quella sensazione regolavo il ritmo sia delle ripetute che della maratona o degli ultratrail. Se correvo un test di 10 km in autonomia magari staccavo un 4'30" al km in gara arrivavo a 4'25" quei 5" in più non erano sopportabili in autonomia ma erano possibili dato che riuscivo a correrli in gara. I test vanno bene per chi ha una disciplina della performance assolutamente solida io che sono un cazzone inevitabilmente rallenterò un pochino e invaliderò il test.

quello che hai scritto non è assolutamente una cagata, la testa ha una componente troppo alta in uno sport non di forza, oltretutto i pro fanno il test conconi a inizio stagione, a metà e alla fine perché risente troppo dello stato psicofisico al momento del test e quindi facilmente falsabile.

l'unico vero modo per calcolare la soglia sarebbe di fare il test in lab con i prelievi di lattato dal sangue a ritmi costanti xo sono €€

Share this post


Link to post
Share on other sites

@white-scorpion

il contachilometri non è abbastanza preciso?

il contakm è preciso ma siccome il test va fatto di corsa, o ipotizzi di spingere una bici?!?!? oppure hai bisogno di qualcuno che la guidi di fianco a te e ti imponga la velocità che lui legge sul contakm...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei sapere dagli esperti come si può calcolare la fc max e la soglia anaerobica

in internet si trova la formuletta per l'fc max (220-etá) ma mi sembra un po' generica, che dite voi? Va bene quella? O c'è qualcosa di piú preciso?

E per i valori di soglia aerobica/anaerobica?

Grazie mille!!!

devi usare la formula  di Tanaka, in base alla quale la frequenza cardiaca massima è data da:

 
frequenza cardiaca massima (battiti/min) = 208 - (0,7 x età)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.