Capiero

La truffa con ami

25 posts in this topic

La scorsa settimana ho subito un furto dalla carta di credito ricaricabile.

Sono caduto nelle maglie del phishing, rispondendo ad una mail delle Poste in tutto e per tutto reale, fornendo tutti i miei dati personali richiesti, per una richiesta di (finto) aggiornamento del sistema di sicurezza.

Qualche giorno dopo mi sono ritrovato tra le operazioni, un prelievo per una scommessa sisal da 65 euro.

 

Ho sempre utilizzato la carta sempre e solo per accreditare l'importo necessario per le transizioni a beneficio altrui; malauguratamente, per un acquisto che non contemplava l'uso della transizione Poste pay/pal, ho dovuto ripiegare su un bonifico bancario; mi sono ritrovato così l'importo sulla carta, inutilizzato, in attesa del suo nefasto utilizzo.

 

Ho deciso di farmene una ragione, i soldi sono persi e non andrò a sporgere denuncia per un eventuale recupero. Meglio perdere 65 euro che sporgere denuncia davanti ad una divisa.

Sicuramente estinguerò la carta, ma la mia preocupazione è per i miei dati personali, potenzialmente diffusi in rete, che rimane.

Che fare?

Cari/e utenti del foro di biciclette a scatto fisso, che ne dite, cosa mi consigliate di fare?

:-(

:-(

:-(

phishing.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

come hai detto tu:

- chiudere la prepagata

- fai un bel cambio pswd a quelle più sensibili

- per un pò di tempo evita di fare transazioni

- io avevo fatto denuncia, ma non ho mai più saputo nulla

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me è meglio che fai denuncia...serve per tutelarti! :)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che dovresti andare alla polizia postale...non faranno nulla, ma ti cauteli nel caso in cui chi ti ha rubato i dati li usa per fare danni 

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per i consigli.;-)

Credo di rimanere sulle mie iniziali decisioni, però rimane la preoccupazione delle info personali fluttuanti.

Non conosco le leggi del caso; il dubbio indugia sulla mancata denuncia: in caso possibili illeciti a mio nome compiuti da terzi, potrebbe essermi imputata ad una sorta di complicità?

Mmmhh...

Share this post


Link to post
Share on other sites

successo anke a me con Postepay : risposto ad un messaggio di poste italiane sulla sicurezza e in un attimo fregati € 80,00 con ricarica di una SIM.

Non ricordo più le ore perse in Posta e in questura per la denuncia.

Ovviamente le solite risposte : noi nn ci possiamo fare nulla, è colpa sua se non si è accorto di entrare in un area che non era htpps (area sicura), noi non chiediamo mai i dati della sua carta, non doveva seguire il link indicato nella mail, ecc.ecc.

Ho cercato di fargli notare che la mail fraudolenta era nello spazio mail di Poste Italiane e che nel complesso avevo 34 mail nelle quali mi si richiedeva di seguire link per motivi di sicurezza.........tutte come mittente Poste Italiane.

Alla fine ho eliminato la carta e me ne sono fatta emettere una nuova.

Certo che per un gestore che pubblicizza un pò ovunque la sicurezza dei suoi strumenti, mi sembra un pò troppo facile essere truffati............,,,

Edited by fundoc (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che per un gestore che pubblicizza un pò ovunque la sicurezza dei suoi strumenti, mi sembra un pò troppo facile essere truffati............,,,

 

NI...è come lasciare sul bancomat un postit con il pin.

Purtroppo vi hanno fregato, ma la colpa non è dei sistemi di sicurezza: puoi avere l'allarme più cazzuto al mondo ma se dai la chiave di accesso a qualcuno diventa come fosse inesistente

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma no Piero, cosa combini :(
Si anche secondo me ti conviene far denuncia. Magari prima prova a far presente l'accaduto mandando una mail alle Poste o andando a chiedere direttamente in Posta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Certo che per un gestore che pubblicizza un pò ovunque la sicurezza dei suoi strumenti, mi sembra un pò troppo facile essere truffati............,,,
  NI...è come lasciare sul bancomat un postit con il pin. Purtroppo vi hanno fregato, ma la colpa non è dei sistemi di sicurezza: puoi avere l'allarme più cazzuto al mondo ma se dai la chiave di accesso a qualcuno diventa come fosse inesistente
giusto ed è il motivo per cui me ne sono fatta una ragione, ho puntato il primo muro a spigolo che ho trovato e .............ho preso la rincorsa !!! Certo che l'azienda sappia della miriade di messaggi pishing che girano nel suo stesso spazio mail, tutti come mittente Poste Ita. e non si muova per fare qualcosa : un pò mi smarona

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma no Piero, cosa combini :(

Si anche secondo me ti conviene far denuncia. Magari prima prova a far presente l'accaduto mandando una mail alle Poste o andando a chiedere direttamente in Posta.

Si, magari andrò allo sporello per parlare di persona.

Ho già chiamato il call center, mi ha risposto un bravo ragazzo, preparato più che altro a dare pacche sulla spalla ad un tonto ultraquarantenne e analogico.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

il dubbio indugia sulla mancata denuncia: in caso possibili illeciti a mio nome compiuti da terzi, potrebbe essermi imputata ad una sorta di complicità?

Sembra che tra chi campa di quelle rubbacce giri una tale mole di dati personali altrui che la probabilità che prima o poi siano utilizzati proprio i tuoi..... è assolutamente pari a quella di tutti gli altri ;-)

MA

"Loro" lo sanno che "nessuno" più fa i pacchi su internet a nome proprio (tranne qualche idiot forse) e quindi puoi stare tranquillo.

Rimane che se è la schedina gialla per rifarla causa furto/smarrimento DEVI fare denunzia, ma è una cosa di pochi minuti. Portati il numero la data di apertura/scadenza e tutto quello che ti ricordi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dimenticavo un pezzo:

Dicevo di rifarla con denunzia per esperienza di mio cugino a cui hanno consigliato: sforbicia in due la schedina e rifalla come persa dalle tasche, tanto se non campi di pacchi su internet anche "loro" lo sanno quindi tranquillo. E nella remota eventualità che si dovesse finire a domandarti "e come li hanno ottenuti i suoi dati?" la risposta è naturalmente Booooh.

Sorry mancava questo per dare senso al post.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzzi (mi sembra di essere bersani ma..)

non voglio fare il saccente o altro.. ma vi ricordo due cose.. nessuna..e proprio NESSUNA banca, istituto , carta di credito od altro vi manderà mai la richiesta di aggiornare i codici di sicurezza a mezzo di una e mail.. le comunicazioni, qualora ce ne fossero, saranno cartacee con la richiesta di presentarsi allo sportello di emissione della carta od direttamente alla banca di appoggio del conto..

tutto quello che vi arriva per mail chiedendovi d inserire i dati di sicurezza della vostra carta è un tentativo di pishing.. che deve essere segnalato al vostro gestore di posta elettronica come spam, o tentativo di pishing se previsto e segnalato alla polizia postale...

 

nel caso aveste dei dubbi prima di fare l'operazione telefoante alla banca, od all'istituto che ha emesso al carta e chiedete informazioni telefoniche.. mi raccomando si rischiano guai grossi altriemnti

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzzi (mi sembra di essere bersani ma..)

non voglio fare il saccente o altro.. ma vi ricordo due cose.. nessuna..e proprio NESSUNA banca, istituto , carta di credito od altro vi manderà mai la richiesta di aggiornare i codici di sicurezza a mezzo di una e mail.. le comunicazioni, qualora ce ne fossero, saranno cartacee con la richiesta di presentarsi allo sportello di emissione della carta od direttamente alla banca di appoggio del conto..

tutto quello che vi arriva per mail chiedendovi d inserire i dati di sicurezza della vostra carta è un tentativo di pishing.. che deve essere segnalato al vostro gestore di posta elettronica come spam, o tentativo di pishing se previsto e segnalato alla polizia postale...

 

nel caso aveste dei dubbi prima di fare l'operazione telefoante alla banca, od all'istituto che ha emesso al carta e chiedete informazioni telefoniche.. mi raccomando si rischiano guai grossi altriemnti

Quando ho aperto la mail-abbocco, ho trovato esattamente la pagina iniziale di Poste.it, con tanto di pubblicità di film. Spiazzante.

Ci ho creduto e mi sono dimenticato, come tu giustamente dici, che nessun ente creditizio spedisce mail del genere.:-(

A Spezia lo chiamano 'Il momento del bélinone...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzzi (mi sembra di essere bersani ma..)

non voglio fare il saccente o altro.. ma vi ricordo due cose.. nessuna..e proprio NESSUNA banca, istituto , carta di credito od altro vi manderà mai la richiesta di aggiornare i codici di sicurezza a mezzo di una e mail.. le comunicazioni, qualora ce ne fossero, saranno cartacee con la richiesta di presentarsi allo sportello di emissione della carta od direttamente alla banca di appoggio del conto..

tutto quello che vi arriva per mail chiedendovi d inserire i dati di sicurezza della vostra carta è un tentativo di pishing.. che deve essere segnalato al vostro gestore di posta elettronica come spam, o tentativo di pishing se previsto e segnalato alla polizia postale...

 

nel caso aveste dei dubbi prima di fare l'operazione telefoante alla banca, od all'istituto che ha emesso al carta e chiedete informazioni telefoniche.. mi raccomando si rischiano guai grossi altriemnti

Quando ho aperto la mail-abbocco, ho trovato esattamente la pagina iniziale di Poste.it, con tanto di pubblicità di film. Spiazzante.

Ci ho creduto e mi sono dimenticato, come tu giustamente dici, che nessun ente creditizio spedisce mail del genere.:-(

A Spezia lo chiamano 'Il momento del bélinone...

che è una cosa che può capitare a tutti tranquillo.. io ho avuto culo che è capitato ad un mio conoscente e ci hanno fatto na capa quadra a spiegarci sta roba tutto quà... purtroppo ce gente moooolto mooolto brava con la programmazione web e crea siti praticamente identici

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.