Sign in to follow this  
Followers 0
Guest

COME TI RAGGIO UNA RUOTA episode 1/4

6 posts in this topic

Cominciamo come promesso a trattare il discorso costruzione ruote dividendo in quattro momenti le nozioni che Vi trasformeranno in provetti raggiatori del 2000. In questa prima puntata di quattro, cominceremo a vedere come e da cosa è composta, come si disfà e successivamente come si costruisce una ruota a raggi. Quando ci accingeremo a costruire le prime ruote, converrà prendere il lavoro in maniera piuttosto zen onde evitare di mandare all’aria tutto…. Il montaggio ed il tensionamento all’ inizio sono piuttosto lenti e tediosi e conviene non aver fretta anzi conviene proprio dividere il lavoro in più sessioni in maniera tale da non perderci in salute.

Inizialmente l’ideale sarebbe avere a portata di mano una vecchia ruota da smontare e rimontare in modo da capire come è costruita ed avere cosi un DUMMIE su cui fare pratica.

Gli attrezzi di cui avrete bisogno sono un cacciavite a taglio 4mm, una chiave per i raggi, una forcella centra ruote ed un calibro di campanatura. Questi ultimi due aggeggi Vi serviranno nell’ ultima puntata quando centreremo e tensioneremo la ruota.

Come vi dicevo, impariamo a smontare e ricostruire una vecchia ruota cosi avremo modo di fare una buona pratica. Una ruota è composta da un cerchio, un mozzo, raggi e nipples. Questi ultimi, per chi non lo sapesse, sono quelle speciali vitine che servono a tendere i raggi….ogni raggio ha un suo nipples.

Poniamo il caso ci capiti sotto mano una ruota a 36 raggi, la più comune per la pista. Ebbene avremo un cerchio con 36 buchi più il buco dove passa la valvola della camera d’aria, questi buchi saranno orientati alternativamente uno verso destra e uno verso sinistra, 36 raggi, 36 nipples ed un mozzo da 18 fori per lato (36 appunto).

Se analizzate attentamente la ruota noterete che ciascun lato (salvo casi particolari) è identico all’ altro quindi provate a dividere tutto il malloppo di raggi e nipples esattamente a metà e ad occuparvi solo di un lato per volta del lavoro sulla ruota. Questo faciliterà le cose sia in smontaggio che in montaggio e sarà il fondamento per il nostro metodo che, una volta scomposto in quattro passi diventerà di una semplicità disarmante.

Dicevo in quattro passi perché una volta che avremmo scordato uno dei due lati della ruota occupandoci, per esempio del lato dove si avvita il pignone, scomporremo ancora a metà il gruppo dei 18 raggi che sono da quel lato. Avremo cosi 9 + 9 raggi.

Attenti, se tenete il lato pignone verso di voi e il buco della valvola in alto ore 12 noterete che per esempio il primo raggio a destra della valvola piega nella direzione di marcia…segnatelo con un pennarello rosso o un pezzetto di scotch. Il secondo raggio (nero) va dietro quindi non ci serve, il terzo rosa è inclinato all’opposto del senso di marcia ed è antagonista del rosso quindi in questo primo step da 9 raggi non ci serve, il quarto blu è l'antagonista del nero al lato opposto, il qiunto rosso è un raggio che di nuovo assolve alla stessa funzione del primo.

Quindi uno si e tre no, troveremo i nostri 9 raggi rossi che sono quelli che sul lato pignone piegano nel senso di marcia. Cominciate con la chiave a svitare i nipples di questi nove e a smontarli. vedrete che sono nel buco 1, 5, 9, 13,etc cioè sono sempre i primi di un gruppo di 4 raggi (1 marcia lato pignone, 2 marcia lato opposto, 3 contromarcia lato pignone, 4 contromarcia lato opposto), quattro per nove 36 appunto . Tolti questi primi 9 raggi nel senso di marcia lato pignone, la situazione comincerà ad essere più chiara e saranno rimasti solo i raggi antagonisti contromarcia (sempre lato pignone) vedete che sul mozzo si sono liberati un buco si ed uno no (9 buchi, appunto + 9 antagonisti x due lati del mozzo = 36) e vedete che, sempre uno si ed uno no, i raggi sono infilati nei buchi del mozzo in maniera alterna - uno dall'esterno verso l'interno e viceversa. Ora girate la ruota e prendete in mano il lavoro del lato opposto smontando 9 raggi gemelli a quelli che avete smontato prima (quelli neri) che però, avendo girato di 180° la ruota, sono diventati antagonisti opposti al senso di marcia (piegano a sinistra). Ora la ruota comincia a liberarsi e dobbiamo di nuovo girare per smontare tutti i raggi bianchi rimasti sul lato pignone (quelli che ad inizio smontaggio erano e sono antagonisti ai rossi).

Ora rigiriamo e smontiamo 9 raggi blu dal lato opposto. Ora avete un mozzo da tirare in testa a qualcuno per sfogarvi. Cercate di capire bene il concetto del dividere il lavoro in 4 (che va bene sempre con qualsiasi numero di raggi avrà la vostra ruota e di sapere rispetto al buco che occupa sul cerchio , la funzione assolta da quel raggio. Alla prossima puntata, cari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bomba!! anch io e' da un paio di anni che sono appassionato di wheel bulding...personalmente(dopo svariati acquisti e ricerche) ho trovato molto utile una guida acquistabile in internet in formato .pdf , non mi va di dire l indirizzo per non rovinare l' ottimo lavoro che stai facendo.

Fare un guida in italiano con tanto di foto in formato pdf e' un progetto che ho in testa da un po di tempo.

In bocca al lupo .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianluca, se hai bisogno di una mano per la costruzione di ruote basta che fai un fischio!

Magari apro un topic esponendo il mio metodo, a partire dal calcolo della lunghezza dei raggi. Se si hanno a disposizione due metodi magari molto simili, ma con le proprie peculiarità, chi vuole cimentarsi può scegliere i lati positivi di un metodo e dell'altro, lasciando stare i punti deboli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

woww...bellali!! novello?? ...azzz che piacere sentirti.!!! riusciamo a beccarci prima o poi??..ormai ne ho fatte un bel po di ruote ma mi piacerebbe scambiare quattro chiacchiere a riguardo...poi tu magari hai delle dritte di qualche "vecio".:-) ....dai dai

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' tutto l'inverno che faccio ruote. Ne ho sfornate varie decine, oltre alla tecnica per farle bene ho imparato anche qualche trucco per andare veloce. C'ho preso gusto...

Purtroppo a Vicenza vengo sempre più raramente, un salto e via. L'ultima volta ho portato una fissa ad una prof dell'università :D

Se una sera andate a pedalare da qualche parte fai un fischio!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se una sera andate a pedalare da qualche parte fai un fischio!

OVVIO!! noi ci becchiamo sempre il mercoledi!! dai che c ho voglia di vederti....abbiamo in programma alcune cose per giugno daje!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.