oromisso

anti ACTA

4 posts in this topic

Le manifestazioni contro ACTA avranno luogo in tutta Europa oggi. In Italia ce ne sono quattro in crüse, ma se vi va, fate un salto, e comunque diffondete

https://www.accessnow.org/policy-activism/press-blog/acta-protest-feb-11

qui per firmare

https://www.accessnow.org/page/s/just-say-no-to-acta

a qui per un po' di info

http://en.wikipedia.org/wiki/Anti-Counterfeiting_Trade_Agreement#Threats_to_freedom_and_fundamental_human_rights

trovo particolarmente preoccupante :

- il fatto che sarà di fatto resa quasi impossibile la circolazione di software libero,

- che i providers saranno responsabili dei contenuti ospitati

- che i providers saranno obbligati a fornire gli IP degli utenti (da quanto si capisce più o meno su semplice richiesta della "parte lesa"

- che non sia chiara la definizione di "uso di copyrighted material": in teoria se postate in un blog un testo in cui parlate male di Mc Donald, corredandolo di una foto di un negozio, possono attaccarvi per uso indebito di materiale protetto da copyright

Share this post


Link to post
Share on other sites

Porca troia, io è tre giorni che mi cerco le immagini per il tumblr. Stiamo raggiungendo livelli vergognosi, ridicoli.

Non è possibile andare avanti così.

Internet, da quando è pubblico, ha aiutato tutti noi ad essere parte del mondo più attivamente, a conoscere, a condividere.

Senza internet la primavera araba sarebbe solo un bel (o un brutto?) sogno; ora altre iniziative, proteste, rivoluzioni potrebbero tornare a esserlo con questa campagna.

E mi chiedo: è giusto che una persona, o un ristretto gruppo di persone, in virtù di poteri acquisiti non per meriti ma per semplice votazione, possano decidere della "sorte" del mondo intero?

Di quello che dobbiamo conoscere e non?

Di quello che possiamo fare e non?

L'anno scorso ho letto 1984, e sinceramente in alcuni tratti mi ha davvero fatto paura, proprio perché capivo che bastava un niente per arrivare a quei livelli, specie perché oggi siamo tutti dipendenti da internet. Ecco, se non protesteremo, potremmo rischiare di arrivare a quei livelli.

Spero di no, spero di poter continuare a condividere quel cazzo che mi pare, di poter continuare a usufruire di ciò che altri caricano in rete per me, insomma di poter continuare a essere libero.

Ho 15 anni e tutta una vita davanti, e non voglio passarla controllato da multinazionali e potenti. Proprio NO!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Porca troia, io è tre giorni che mi cerco le immagini per il tumblr. Stiamo raggiungendo livelli vergognosi, ridicoli.

Non è possibile andare avanti così.

Internet, da quando è pubblico, ha aiutato tutti noi ad essere parte del mondo più attivamente, a conoscere, a condividere.

Senza internet la primavera araba sarebbe solo un bel (o un brutto?) sogno; ora altre iniziative, proteste, rivoluzioni potrebbero tornare a esserlo con questa campagna.

E mi chiedo: è giusto che una persona, o un ristretto gruppo di persone, in virtù di poteri acquisiti non per meriti ma per semplice votazione, possano decidere della "sorte" del mondo intero?

Di quello che dobbiamo conoscere e non?

Di quello che possiamo fare e non?

L'anno scorso ho letto 1984, e sinceramente in alcuni tratti mi ha davvero fatto paura, proprio perché capivo che bastava un niente per arrivare a quei livelli, specie perché oggi siamo tutti dipendenti da internet. Ecco, se non protesteremo, potremmo rischiare di arrivare a quei livelli.

Spero di no, spero di poter continuare a condividere quel cazzo che mi pare, di poter continuare a usufruire di ciò che altri caricano in rete per me, insomma di poter continuare a essere libero.

Ho 15 anni e tutta una vita davanti, e non voglio passarla controllato da multinazionali e potenti. Proprio NO!

Io 1984 l'ho letto molti e molti anni fa.......e mi ha fatto paura perché ci siamo già a quei livelli!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Porca troia, io è tre giorni che mi cerco le immagini per il tumblr. Stiamo raggiungendo livelli vergognosi, ridicoli.

Non è possibile andare avanti così.

Internet, da quando è pubblico, ha aiutato tutti noi ad essere parte del mondo più attivamente, a conoscere, a condividere.

Senza internet la primavera araba sarebbe solo un bel (o un brutto?) sogno; ora altre iniziative, proteste, rivoluzioni potrebbero tornare a esserlo con questa campagna.

E mi chiedo: è giusto che una persona, o un ristretto gruppo di persone, in virtù di poteri acquisiti non per meriti ma per semplice votazione, possano decidere della "sorte" del mondo intero?

Di quello che dobbiamo conoscere e non?

Di quello che possiamo fare e non?

L'anno scorso ho letto 1984, e sinceramente in alcuni tratti mi ha davvero fatto paura, proprio perché capivo che bastava un niente per arrivare a quei livelli, specie perché oggi siamo tutti dipendenti da internet. Ecco, se non protesteremo, potremmo rischiare di arrivare a quei livelli.

Spero di no, spero di poter continuare a condividere quel cazzo che mi pare, di poter continuare a usufruire di ciò che altri caricano in rete per me, insomma di poter continuare a essere libero.

Ho 15 anni e tutta una vita davanti, e non voglio passarla controllato da multinazionali e potenti. Proprio NO!

Per "loro" é questo il problema, con internet siamo troppo liberi e informati... cosí non va affatto bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.