AndreaGarba

"Freschi"?

129 posts in this topic

Ragazzi.. Mi hanno regalato una vecchia bici corsa "FRESCHI" ... Ma qualcuno l'ha mai sentita?!?!? Manco su internet la trovo...,!?

Share this post


Link to post
Share on other sites

il telaista è Emiliano Freschi di milano, sulle sue bici lascia il nome del padre: Francesco Freschi FF; ha collaborato con Pogliaghi, ha alcune congiunzioni simili a quelle di Pogliaghi (per esempio la vite per stringere il reggisella molto simile a quella di psm),

sicuramente qualcun'altro saprà darti più delucidazioni (vedi Pherrill'o / Pogliaghi ecc)

http://biciak.blogspot.com/2008/03/christmas-in-milano-by-barbara-kelly.html

http://www.classicrendezvous.com/Italy/freschi.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.classicrendezvous.com/Italy/freschi.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tienitrla stretta più che puoi!!!!!

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

il telaista è Emiliano Freschi di milano, sulle sue bici lascia il nome del padre: Francesco Freschi FF; ha collaborato con Pogliaghi, ha alcune congiunzioni simili a quelle di Pogliaghi (per esempio la vite per stringere il reggisella molto simile a quella di psm),

sicuramente qualcun'altro saprà darti più delucidazioni (vedi Pherrill'o / Pogliaghi ecc)

http://biciak.blogspot.com/2008/03/christmas-in-milano-by-barbara-kelly.html

http://www.classicrendezvous.com/Italy/freschi.htm

Più che collaborato era il redponsabile del servizio ingegneria di Pogliaghi.

Ha lavorato con lui fino a poco prima della vendita del marchio a Basso.

Quando chiuse aprì un negozio/laboratorio di bici a Milano in Piazza 10.

Adesso pare abbia una piccolissima bottega nel Padovano.

È stato l'ideatore di una marea di particolari dei Pogliaghi, tra cui ricordiamo la chiusura del tubo sella sui pendini, li congiunzioni allegerite, i forcellini stondati.

Tutti suoi brevetti che poi ha continuato ad usare sulle due bici.

Vero, le bici prendono il nome del padre Francesco (ecco perché il logo è una doppia F.

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi piacerebbe vedere le foto. Ne ho una anch'io ed è uno spettacoli mozzafiato da guardare.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Pherrill'o: per caso hai qualche informazione in più riguardo la posizione di questa bottega nel padovano? Ovvero città o paese dove si trova?

Grazie per l'attenzione

Edited by Fino (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

il telaista è Emiliano Freschi di milano, sulle sue bici lascia il nome del padre: Francesco Freschi FF; ha collaborato con Pogliaghi, ha alcune congiunzioni simili a quelle di Pogliaghi (per esempio la vite per stringere il reggisella molto simile a quella di psm),

sicuramente qualcun'altro saprà darti più delucidazioni (vedi Pherrill'o / Pogliaghi ecc)

http://biciak.blogsp...bara-kelly.html

http://www.classicre...aly/freschi.htm

Più che collaborato era il redponsabile del servizio ingegneria di Pogliaghi.

Ha lavorato con lui fino a poco prima della vendita del marchio a Basso.

Quando chiuse aprì un negozio/laboratorio di bici a Milano in Piazza 10.

Adesso pare abbia una piccolissima bottega nel Padovano.

è stato l'ideatore di una marea di particolari dei Pogliaghi, tra cui ricordiamo la chiusura del tubo sella sui pendini, li congiunzioni allegerite, i forcellini stondati.

Tutti suoi brevetti che poi ha continuato ad usare sulle due bici.

Vero, le bici prendono il nome del padre Francesco (ecco perché il logo è una doppia F.

io pure sarei interessato ad avere informazioni sulla sua bottega. L'ho conosciuto una ventina di anni fa, e mi ha costruito la mia amata bici da cicloturismo. Era uno degli unici a capire che una bici da cicloturismo NON è una bici da passeggio un po' sportiva. Insomma, era capace di nobilitare un genere di bici bistrattato dai "puristi". Ho anche un altro suo telaio e ho perso per un soffio un'asta per un telaio con il piantone sdoppiato.

Potete entrambi postare le foto? grazie

Pherrill'o confermerà o meno, ma a me pare che fra i suoi particolari costruttivi ricorrenti (oltre al fatto che il carro posteriore vada a finire sul collarino, anzichè sul piantone) vi siano i rinforzi sulla parte superiore dei pendenti (li ho visti su quasi tutte le sue bici) e le soluzioni per la cavistica.

Le foto qui sotto sono inguardabili.

post-2241-0-71910200-1327137934_thumb.jp

post-2241-0-27254300-1327137987_thumb.jp

post-2241-0-43745200-1327138032_thumb.jp

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

neanche a farlo apposta: il telaio del quale ho perso l'asta è il cugino di questo

Share this post


Link to post
Share on other sites

neanche a farlo apposta: il telaio del quale ho perso l'asta è il cugino di questo

questo e' di slotcar55!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.