alan

Il Re è caduto

87 posts in this topic

Sarà il nuovo che avanza? Tant'è che Fabien Cancellara non ce l'ha fatta a vincere il quinto titolo di campione del mondo a cronometro...

Tony Martins, che quest'anno le aveva già suonate un paio di volte al campione svizzero si impone anche ai campionati del mondo di Copenghen.

E intanto i commentatori televisivi continuano a ribadire quanto anche nelle crono su strada sia importante una giusta preparazione in pista...già...e l'Italia? Non è nemmeno una comparsa, ormai australiani, inglesi e tedeschi ci prendono a legnate sempre e ovunque.

E domenica come andrà a finire?

Edited by alan (see edit history)
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah.... io dico che vince Gilbert, però se vincesse

uno dei nostri, allora sarebbe bello lo facesse Viviani,

che appunto viene dalla pista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah.... io dico che vince Gilbert, però se vincesse

uno dei nostri, allora sarebbe bello lo facesse Viviani,

che appunto viene dalla pista.

Già anch'io vivo nel sogno che vinca Viviani...poi mi sveglio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

E taglia il traguardo boisson hagen !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uèh, Alan che mi fai il verso?! :-D

La grandezza di Cancellara è data dal fatto che un suo terzo posto (per incidente, altrimenti era argento) venga vista come una notizia! ;-)

Grande l'Airone di Cottbus che per tutto l'anno è volato più veloce della Locomotiva di Berna, bravo anche Wiggins, un vero campione.

Buon commento di Cassani quando fa notare il progetto pista degli australiani e quando fa notare la pedalata rotonda da pistaed di Phinney. A proposito dell'americano, come cazo si fa ad esser delusi della sua prova?! A quell'età il futuro è suo, e la sua postura con quell'assetto è 10 anni avanti a tutti gli altri (per me lo copieranno tutti prima o poi). Federazione permettendo, ovviamente.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uèh, Alan che mi fai il verso?! :-D

La grandezza di Cancellara è data dal fatto che un suo terzo posto (per incidente, altrimenti era argento) venga vista come una notizia! ;-)

Grande l'Airone di Cottbus che per tutto l'anno è volato più veloce della Locomotiva di Berna, bravo anche Wiggins, un vero campione.

Buon commento di Cassani quando fa notare il progetto pista degli australiani e quando fa notare la pedalata rotonda da pistaed di Phinney. A proposito dell'americano, come cazo si fa ad esser delusi della sua prova?! A quell'età il futuro è suo, e la sua postura con quell'assetto è 10 anni avanti a tutti gli altri (per me lo copieranno tutti prima o poi). Federazione permettendo, ovviamente.....

Ti aspettavo..:-) Ma un pronostico per domenica?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uèh, Alan che mi fai il verso?! :-D

La grandezza di Cancellara è data dal fatto che un suo terzo posto (per incidente, altrimenti era argento) venga vista come una notizia! ;-)

Grande l'Airone di Cottbus che per tutto l'anno è volato più veloce della Locomotiva di Berna, bravo anche Wiggins, un vero campione.

Buon commento di Cassani quando fa notare il progetto pista degli australiani e quando fa notare la pedalata rotonda da pistaed di Phinney. A proposito dell'americano, come cazo si fa ad esser delusi della sua prova?! A quell'età il futuro è suo, e la sua postura con quell'assetto è 10 anni avanti a tutti gli altri (per me lo copieranno tutti prima o poi). Federazione permettendo, ovviamente.....

ahahahahahha :-) alla tua tenera età ancora vivi nella speranza ;-)

A proposito, oltre all'eccellente pezzo su Pettenella che avevo

letto a suo tempo e per il quale mi congratulo di nuovo, io

aspettavo (e ancora aspetto) con ansia il pezzo sulle maledette

Federazioni. O il direttore te l'ha bocciato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buon commento di Cassani quando fa notare il progetto pista degli australiani e quando fa notare la pedalata rotonda da pistaed di Phinney. A proposito dell'americano, come cazo si fa ad esser delusi della sua prova?! A quell'età il futuro è suo, e la sua postura con quell'assetto è 10 anni avanti a tutti gli altri (per me lo copieranno tutti prima o poi). Federazione permettendo, ovviamente.....

perchè che posizione ha? non son mica riuscito a vederlo il mondiale oggi...;-s

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Alan: mah, i pronostici son sempre difficili, soprattutto al Mondiale che è una gara che fa storia a sè (se riesco domani posto un pezzo sul tema). Gara complicata perchè non ha strappi che possano far selezione e quindi sono alte le probabilità di veder arrivare il gruppone. Per questi motivi si parla di gara per velocisti e tutti danno per favorito Cavendish. Però a differenza dell'anno scorso (dove senza lo zampino di Eolo avrebbe vinto il favorito Gilbert) non sono molto convinto del pronostico perchè secondo me sottovalutano l'arrivo in leggera salita (ci fosse stato solo uno strappettino o una selezione più accentuata lo stra-favorito sarebbe di nuovo Gilbert), il pericolo pioggia e vento (che per un velocista sono più fatali di una salita) e soprattutto la preparazione di Cavendish (che ha tirato al Tour fin troppo e si è ritirato dalla Vuelta troppo presto).

Tolto l'inglese i nomi sono i soliti ma l'incerteza è datta dal fatto che ognuno di essi ha una zavorra: Sagan (cazzo, sto qua è un fenomeno, se solo corresse in un'altra nazionale!...), Hushovd (boicottato dalla Garmin nella preparazione dopo l'annuncio del passaggio di squadra e il bis storicamente è roba da volpi alla Bettini), Boasson Hagen (con Thor stavolta la Norvegia ha una squadra decente ma è in netto calo di forma dopo il Tour), Tyler Farrar (ha la mente al Mondiale da mesi e di solito paga la tensione), Greipel (la Germania ha una bella squadra a livello di singoli e gregari ma le tre punte sono un po' in polemica internamente), Freire (si nasconde sempre furbescamente, ma stavolta sembra veramente tanto nascosto...), Cancellara (il miglior Cancellara su un percorso del genere potrebbe metterseli tutti nello zaino e portarli al traguardo, il problema è che quest'anno il miglior Cancellara non s'è quasi mai visto).

Il cuore mi dice Gilbert: il percorso potrebbe andargli bene, da mago vallone del ciclocross non soffre di certo pioggia e vento e nell'ultimo anno è maturato tatticamente. Però solitamente vuole sempre vincere, quindi lo aspettano al varco e lui a volte si fa prendere dalla frenesia e parte troppo presto. Soprattutto il fatto di non avere una squadra (come aveva invece nella Pharma-Lotto) potrebbe farlo cadere in tentazione. Però la settimana scorsa a Montreal ha recuperato ai fuggitivi 16 secondi in 400 metri (sì, avete letto bene: SEDICI SECONDI IN QUATTROCENTO METRI!!!...) e di una cartuccera di questo tipo bisogna tenere conto...

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Lelefix: no, è ancora in anticamera ma tranquillo, non mi son dimenticato. :-P

Se non pubblicano lo posto qua... ;-)

@Lele200mph: sai che per la Federazione Internazionale la distanza tra movimento centrale e prolunghe deve essere al massimo di 75 cm (è così da quando O'Bree inventò la postura stile Superman sul trespolo da pappagallo), poi i ciclisti più alti di un metro e 80 possono chiedere la deroga che però è di pochi cm e non è calcolata in proporzione all'altezza (più sei alto e più dovresti correre sdraiato, primo perchè hai più attrito e secondo perchè la mole maggiore pesa di più sui reni) quindi i ciclisti più alti soffrono (è il caso di Wiggins, che in allenamento allunga le prolunghe quanto cazzo vuole e ottiene performance ben più alte mentre in gara soffre e bestemmia maledicendo la Federazione).

Phinney viene dalla pista, e correndo l'inseguimento ha sperimentato un assetto più avanzato. Non essendoci un regolamento sull'avanzamento della sella (ma solo sulla bolla, cosa che però in questo caso, avanzando l'assetto, lo aiuta a stare più dritto e a non scivolare avanti: così non pesa troppo sulle braccia e sul collo) lui sposta più avanti la sella (e quindi il baricentro) così che il torace sia appoggiato alle braccia più ripiegate sotto il torace. Così non soffre le prolunghe corte che anzi lo aiutano a sostenere il torace che a sua volta sostiene meglio il collo (uno dei problemi della crono è che dopo i primi 30 km cominci a soffrire alla cervicale, così tendi ad abbassare la testa in avanti e così non solo perdi l'aerodinamicità della "pinna" del casco ma anzi questa, andando a vento, fa effetto vela e ti rallenta) e con la sella avanzata si ritrova le gambe più distese all'indietro potendo così avere una leva maggiore (più o meno la stessa legge fisica di quando skiddiamo chinandoci in avanti e tenendo bloccato il pedale dietro con la gamba tesa). Il problema sarebbe il richiamo dei pedali, che però abbassando un po' la sella e con gli agganci dei pedali moderni si risolve.

Nell'insieme ne risulta una silhouette più compatta e raccolta e che sprigiona maggior potenza, unico problema è che con quella posizione i gomiti risultano leggermente più allargati (come faceva notare Cassani oggi in diretta) e creano dei vortici dietro di essi che pregiudicano il guadagno aerodinamico: in pista (dove Phinney ha sdraiato tutti fino a ieri) soprattutto al coperto non è mai stato un problema, all'aperto (si vide già al Velodromo di Buenos Ayres) e su strada la cosa pesa di più. La cosa che Cassani non ha capito è che i gomiti così larghi dipendono appunto dal nuovo assetto di Phinney che infatti dovrà solo lavorare alla ricerca del miglior compromesso, ma ne ha tutto il tempo: parliamo di un ventunenne che ha già vinto 3 ori nel pursuit ai Mondiali su pista Senior e su strada ha vinto 2 ori Juniores e Under 23 (molto Under 23...) e che oggi a 21 anni era lì a correre la crono con mostri come Cancellara e Martin.

L'esperimento è in atto, se la Federazione non si inventa minchiate sull'avanzamento della sella i passisti alti han trovato l'Uovo di Colombo...

Edited by Dane (see edit history)
2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Lelefix: no, è ancora in anticamera ma tranquillo, non mi son dimenticato. :-P

Se non pubblicano lo posto qua... ;-)

@Lele200mph: sai che per la Federazione Internazionale ....

...

L'esperimento è in atto, se la Federazione non si inventa minchiate sull'avanzamento della sella i passisti alti han trovato l'Uovo di Colombo...

dane: roba che vale la pena iscriversi al forum solo per leggere questo, che da altre parti non leggi o trovi a spizzichi e bocconi tra un mare ci cazzate, banner e pubblicità varia.

ho visto l'ultima parte della replica di ieri sera e giuro che mentre dallo studio criticavano la posizione dell'americanino pensavo:

cavolo, ma nel IP son messi esattamente così e viaggiano sotto soglia cardiaca ai 55 all'ora sul parquet, che son rincoglioniti loro o effettivamente si viaggia bene messi così?

e infatti.... invece tutti i commentatori a focalizzarsi sul gomitino largo, no ma bravi eh...al solito salvo solo il falco (e ci mancherebbe)

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Lelefix: no, è ancora in anticamera ma tranquillo, non mi son dimenticato. :-P

Se non pubblicano lo posto qua... ;-)

@Lele200mph: sai che per la Federazione Internazionale ....

...

L'esperimento è in atto, se la Federazione non si inventa minchiate sull'avanzamento della sella i passisti alti han trovato l'Uovo di Colombo...

dane: roba che vale la pena iscriversi al forum solo per leggere questo, che da altre parti non leggi o trovi a spizzichi e bocconi tra un mare ci cazzate, banner e pubblicità varia.

ho visto l'ultima parte della replica di ieri sera e giuro che mentre dallo studio criticavano la posizione dell'americanino pensavo:

cavolo, ma nel IP son messi esattamente così e viaggiano sotto soglia cardiaca ai 55 all'ora sul parquet, che son rincoglioniti loro o effettivamente si viaggia bene messi così?

e infatti.... invece tutti i commentatori a focalizzarsi sul gomitino largo, no ma bravi eh...al solito salvo solo il falco (e ci mancherebbe)

Eccellente, Dane, eccellente spiegazione.

Piccolo angolo del Feticista: ma com'è bella la bici da crono di Cancellara?

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Lelefix: no, è ancora in anticamera ma tranquillo, non mi son dimenticato. :-P

Se non pubblicano lo posto qua... ;-)

@Lele200mph: sai che per la Federazione Internazionale la distanza tra movimento centrale e prolunghe deve essere al massimo di 75 cm (è così da quando O'Bree inventò la postura stile Superman sul trespolo da pappagallo), poi i ciclisti più alti di un metro e 80 possono chiedere la deroga che però è di pochi cm e non è calcolata in proporzione all'altezza (più sei alto e più dovresti correre sdraiato, primo perchè hai più attrito e secondo perchè la mole maggiore pesa di più sui reni) quindi i ciclisti più alti soffrono (è il caso di Wiggins, che in allenamento allunga le prolunghe quanto cazzo vuole e ottiene performance ben più alte mentre in gara soffre e bestemmia maledicendo la Federazione).

Phinney viene dalla pista, e correndo l'inseguimento ha sperimentato un assetto più avanzato. Non essendoci un regolamento sull'avanzamento della sella (ma solo sulla bolla, cosa che però in questo caso, avanzando l'assetto, lo aiuta a stare più dritto e a non scivolare avanti: così non pesa troppo sulle braccia e sul collo) lui sposta più avanti la sella (e quindi il baricentro) così che il torace sia appoggiato alle braccia più ripiegate sotto il torace. Così non soffre le prolunghe corte che anzi lo aiutano a sostenere il torace che a sua volta sostiene meglio il collo (uno dei problemi della crono è che dopo i primi 30 km cominci a soffrire alla cervicale, così tendi ad abbassare la testa in avanti e così non solo perdi l'aerodinamicità della "pinna" del casco ma anzi questa, andando a vento, fa effetto vela e ti rallenta) e con la sella avanzata si ritrova le gambe più distese all'indietro potendo così avere una leva maggiore (più o meno la stessa legge fisica di quando skiddiamo chinandoci in avanti e tenendo bloccato il pedale dietro con la gamba tesa). Il problema sarebbe il richiamo dei pedali, che però abbassando un po' la sella e con gli agganci dei pedali moderni si risolve.

Nell'insieme ne risulta una silhouette più compatta e raccolta e che sprigiona maggior potenza, unico problema è che con quella posizione i gomiti risultano leggermente più allargati (come faceva notare Cassani oggi in diretta) e creano dei vortici dietro di essi che pregiudicano il guadagno aerodinamico: in pista (dove Phinney ha sdraiato tutti fino a ieri) soprattutto al coperto non è mai stato un problema, all'aperto (si vide già al Velodromo di Buenos Ayres) e su strada la cosa pesa di più. La cosa che Cassani non ha capito è che i gomiti così larghi dipendono appunto dal nuovo assetto di Phinney che infatti dovrà solo lavorare alla ricerca del miglior compromesso, ma ne ha tutto il tempo: parliamo di un ventunenne che ha già vinto 3 ori nel pursuit ai Mondiali su pista Senior e su strada ha vinto 2 ori Juniores e Under 23 (molto Under 23...) e che oggi a 21 anni era lì a correre la crono con mostri come Cancellara e Martin.

L'esperimento è in atto, se la Federazione non si inventa minchiate sull'avanzamento della sella i passisti alti han trovato l'Uovo di Colombo...

Più chiaro di così...grazie come sempre Dane per le tue analisi sempre precise.

post-1272-0-83604100-1316685788_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Riky: è la differenza che passa tra l'avere come commentatore un Cassani e avere un Martinello. Poi è chiaro che se addirittura mandi a commentare i Mondiali Pista Sgarbozza, ti viene da richiedere indietro i soldi del canone...

Di Phinney e del suo assetto avanzato (tra l'altro se lo guardate notate che anche in sella sta seduto avanti avanti, se trovate in rete le immagini dell'ultimo Mondiale Pista sembra che voglia alzarsi sui pedali da un momento all'altro...) ne parlo "clandestinamente" con l'amico Simone Basso da qualche anno sui forum, mentre i commentatori istituzionali si limitano a "sì, un grande talento, al momento penalizzato da quell'assetto un po' impreciso..."

Coglioni! Quell'assetto è quello che gli ha permesso di sdraiare tutti gli avversari dai 16 anni in poi! Oltre al garnde talento, ovvio, che questo è figlio del dio Mercurio e della dea Minerva...

@Lelefix: la bici di Cancellara è un dildo ciclistico, pochi cazzi.....poi così tutta nera...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.