FiXMaX

Alcuni pensieri sulla Bici Fissa

12 posts in this topic

Alcuni pensieri (e/o Deliri) sulla Bici Fissa

lunedì 22 dicembre 2008 alle ore 21.22 |

Ri- acquistare la Consapevolezza del Gesto! ..e del Mezzo.

• Semplicità ..dell’idea, quindi possibilità, realizzabilità

• Essenzialità ..della struttura, azione come pensiero (il fare coincide quasi con l'ideare)

• Precisione ..meccanica, cura del dettaglio

• Estetica ..minimale

• Silenzio ..totale

• Bici non solo come sport, esasperato da tecno-feticismi consumistici, competività, alterazioni fisiologiche indotte..

ma come:

(filosofia e) Stile di vita, Spirito di gruppo (anche per necessità di Cooperazione)

• Auto-gestione

cioè Creazione individuale, padronanza e condivisione delle risorse, Attenzione cura e manutenzione non-mediata ma in prima persona

Riciclaggio! dei manufatti

Recupero! dei saperi del fare

• Unicità (della realizzazione, rispetto alla serialità della produzione sempre più industriale e delocalizzata e sempre meno artigianale e territoriale)

• Unità, Integrità psico-fisica

ovvero il Gesto puro e non mediato da trasformazioni/alienazioni di dispositivi, pro-pone il Mezzo come Estensione diretta dei propri Arti e quindi dei propri Sensi

• Disponibilità a ri-mettersi in Gioco: il vincolo della pedalata continua, della cadenza, della assenza di freni come disturbo perturbativo per ri-ottenere nuovi e giusti Equilibri fisico-mentali, Concentrazione, Presenza Qui e Ora

Share this post


Link to post
Share on other sites

WOW!

LucyintheSkywithDiamonds!

Lo considero un complimento al mio delirio - un omaggio, anche se non nella serie limitata firmata da Dr. Albert Hofmann in persona -

anche perché unico commento ricevuto (sigh!!)

vabbé capisco: tutti presi a smanettare le vs. bighe (almeno spero!) o peggio persi tra le razze dei vs. Aerospoke...

Volare un po' più in alto no eh?

èokxme

FlyLowMaX

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto vero!

fino a qualche anno fa correvo, come agonista, in MTB.

Poi ho smesso, fermo del tutto per qualche anno, ogni volta che riprendevo la bici in mano c'era la voglia di agonismo ma purtroppo non più l'allenamento....poi ho trovato per caso informazioni sullo scatto fisso, proprio quello che ci voleva! semplicità del mezzo, "semplicità" di pensiero, si monta in sella e via, con il pensiero alla meccanica ridotto al minimo, la fluidità del pedalare costante, è il mezzo che ti porta in un'altra dimensione rispetto a tutti gli altri.

Non a caso amo citare "less is more" è proprio vero, la filosofia del "togliere" per arrivare all'essenziale liberandoci da tutti gli orpelli inutili e ingombranti e si vive molto meglio!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un artista di Minimal Art (tale Donald Judd) diceva che "poco è tanto", io dico sempre che "meno è ancora troppo"........

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa,deduco che il tuo post,sia una tua opinione personale,ma la cosa che mi colpisce e il tuo odio per gli aerospoke.Non si suppone,che,ognuno,la bici,se la fa' un po come vuole?Volare piu in alto?Lo dici te oppure fa parte di un decalogo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa,deduco che il tuo post,sia una tua opinione personale,ma la cosa che mi colpisce e il tuo odio per gli aerospoke.Non si suppone,che,ognuno,la bici,se la fa' un po come vuole?Volare piu in alto?Lo dici te oppure fa parte di un decalogo?

scusa-odio?- mMadDàii!!

era solo un sottile velo di ironia forse, constatata la frenesìa che sta imperversando proprio sul forum per la ricerca di queste ruote ..never mind!

il volare alto (a cui per altro contrappongo il mio VolaBassoMaX) me l'ha forse suggerito l'immagine psichedelica ricevuta in omaggio(?)

LiberiTutti!! LiberiTutti!!

KeepOnFlyingLowMaX

Share this post


Link to post
Share on other sites

• Semplicità dell’idea, quindi possibilità, realizzabilità

• Precisione meccanica, cura del dettaglio

• Estetica minimale

• Riciclaggio dei manufatti

• Recupero dei saperi del fare

• Unicità della realizzazione, rispetto alla serialità della produzione sempre più industriale e delocalizzata

• Mezzo come Estensione diretta dei propri Arti e quindi dei propri Sensi

• Concentrazione, Presenza Qui e Ora

condivido il tuo approccio soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che quoto, gli altri forse mi suonano un po' astratti e retorici, ma capisco cosa intendi. ma proprio perché condivido il tuo punto di vista ho il massimo rispetto per Ed Giroux e le sue invenzioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.