frank87

ciloturista/cicloamatore

14 posts in this topic

ragazzi naturalemnte molti di voi fanno parte di qualche squadra o gruppo sportivo ciclistico, dato che sono li per iscrivermi finalemnte ad un gruppo, sono nel dubbio se tesserarmi come cicloamatore o cicloturista, premetto che di gare quest anno penso di non potermele permettere a livello di preparazione fisica, e quindi sarei piu orientato per iscrivermi come ciloturista tanto per iniziare.

se cè qualcuno che puo darmi qualche dritta ringrazio

ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

M'accodo per stesse informazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo intanto che per l'attività di cicloturista non occorra il certificato agonistico

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo intanto che per l'attività di cicloturista non occorra il certificato agonistico

esatto quello sono sicuro, basta la visita del medico curante.

ho anche scoperto che se si vuole partecipare a manifestazioni, ci sono dei calendari specifici per i c.t.

ma nn ho idea di dove recuperarli, sapete se basta il tesserino FCI per andar ad allenarsi esempio a montichiari??

o è un certificato limitatissimo che ti permette solamente di uscir la domenica in gruppo e basta??

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho spostato io in sezione più consona...

allora, la differenza delle visita, ok, essenziale.

Con il solo tesseramento da cicloturista (per la quale basta la sola visita del medico di base) si ha praticamente solo una copertura assicurativa, sia in responsabilità civile, sia per infortuni in allenamento.

Per il tesserino cicloamatore (ma chiamiamolo agonista) serva la visita specifica, l'assicurazione è un po' maggiore e copre ANCHE le gare (occhio che le infortunistiche private in generale, hanno proprio la clausola che esclude le competizioni dalla copertura assicurativa.

Nei velodromi si gira solo con la tessera da agonista (udace o FCI che sia) storicamente, come già dicevamo con Dane, il mondo pista ha un po' avverso la udace....per una serie di politiche abbastanza cieche e un applicazione delle discipline per lo meno discutibile (il km da fermo dell'udace dura 800 metri..mah....)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che l'udace non piace proprio a nessuno..

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho spostato io in sezione più consona...

allora, la differenza delle visita, ok, essenziale.

Con il solo tesseramento da cicloturista (per la quale basta la sola visita del medico di base) si ha praticamente solo una copertura assicurativa, sia in responsabilità civile, sia per infortuni in allenamento.

Per il tesserino cicloamatore (ma chiamiamolo agonista) serva la visita specifica, l'assicurazione è un po' maggiore e copre ANCHE le gare (occhio che le infortunistiche private in generale, hanno proprio la clausola che esclude le competizioni dalla copertura assicurativa.

Nei velodromi si gira solo con la tessera da agonista (udace o FCI che sia) storicamente, come già dicevamo con Dane, il mondo pista ha un po' avverso la udace....per una serie di politiche abbastanza cieche e un applicazione delle discipline per lo meno discutibile (il km da fermo dell'udace dura 800 metri..mah....)

quindi con il tesseramento da cicloturista non potrei nemmeno entrar in velodromo nelle serate in cui organizzate di andare??... essendo neofità non volevo buttarmi direttamente nel agonismo ma arrivarci per gradi, magari l anno prossimo potrei essere pronto per qualche medio fondo, o cmq qualche gara amatoriale..

Share this post


Link to post
Share on other sites

(il km da fermo dell'udace dura 800 metri..mah....)

cmq una c.....a ma sono 1123 mt ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho spostato io in sezione più consona...

allora, la differenza delle visita, ok, essenziale.

Con il solo tesseramento da cicloturista (per la quale basta la sola visita del medico di base) si ha praticamente solo una copertura assicurativa, sia in responsabilità civile, sia per infortuni in allenamento.

Per il tesserino cicloamatore (ma chiamiamolo agonista) serva la visita specifica, l'assicurazione è un po' maggiore e copre ANCHE le gare (occhio che le infortunistiche private in generale, hanno proprio la clausola che esclude le competizioni dalla copertura assicurativa.

Nei velodromi si gira solo con la tessera da agonista (udace o FCI che sia) storicamente, come già dicevamo con Dane, il mondo pista ha un po' avverso la udace....per una serie di politiche abbastanza cieche e un applicazione delle discipline per lo meno discutibile (il km da fermo dell'udace dura 800 metri..mah....)

1) quindi con il tesseramento da cicloturista non potrei nemmeno entrar in velodromo nelle serate in cui organizzate di andare??...

2)essendo neofità non volevo buttarmi direttamente nel agonismo ma arrivarci per gradi, magari l anno prossimo potrei essere pronto per qualche medio fondo, o cmq qualche gara amatoriale..

1) esatto

2)mah, il fatto che tu faccia la tessera da agonista non implica che tu debba per forza far gare!

intanto fai una bella visita approfondita, che se l'istituto di medicina dello sport in cui la fai è serio (ed in genere lo è) hai un bel check up sul tuo fisico che non è male, secondo una buona copertura assicurativa mentre ti alleni (e nemmeno strettamente in bici...anche se corri o nuoti, ad esempio, sei coperto).

Percui il consiglio è di farla comunque, il momento dell'anno è perfetto...ti dura fino al 31/12 la tessera FCI, mentre la visiita dura 365 giorni dal momento in cui la fai.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho spostato io in sezione più consona...

allora, la differenza delle visita, ok, essenziale.

Con il solo tesseramento da cicloturista (per la quale basta la sola visita del medico di base) si ha praticamente solo una copertura assicurativa, sia in responsabilità civile, sia per infortuni in allenamento.

Per il tesserino cicloamatore (ma chiamiamolo agonista) serva la visita specifica, l'assicurazione è un po' maggiore e copre ANCHE le gare (occhio che le infortunistiche private in generale, hanno proprio la clausola che esclude le competizioni dalla copertura assicurativa.

Nei velodromi si gira solo con la tessera da agonista (udace o FCI che sia) storicamente, come già dicevamo con Dane, il mondo pista ha un po' avverso la udace....per una serie di politiche abbastanza cieche e un applicazione delle discipline per lo meno discutibile (il km da fermo dell'udace dura 800 metri..mah....)

1) quindi con il tesseramento da cicloturista non potrei nemmeno entrar in velodromo nelle serate in cui organizzate di andare??...

2)essendo neofità non volevo buttarmi direttamente nel agonismo ma arrivarci per gradi, magari l anno prossimo potrei essere pronto per qualche medio fondo, o cmq qualche gara amatoriale..

1) esatto

2)mah, il fatto che tu faccia la tessera da agonista non implica che tu debba per forza far gare!

intanto fai una bella visita approfondita, che se l'istituto di medicina dello sport in cui la fai è serio (ed in genere lo è) hai un bel check up sul tuo fisico che non è male, secondo una buona copertura assicurativa mentre ti alleni (e nemmeno strettamente in bici...anche se corri o nuoti, ad esempio, sei coperto).

Percui il consiglio è di farla comunque, il momento dell'anno è perfetto...ti dura fino al 31/12 la tessera FCI, mentre la visiita dura 365 giorni dal momento in cui la fai.

valuterò bene le cose allora, grazie nel frattempo

Share this post


Link to post
Share on other sites

rilancio questa discussione..

 

qualcuno saprebbe spiegarmi la diffierenza precisa tra tessera cicloturista e cicloamatore? chi le emette? l'altro giorno sono stato alla uisp e mi è sembrato che loro stessi facciano un pò di confusione.

 

quale tesseramento consigliate se doveste scegliere per la migliore copertura assicurativa?

ho visto che uisp non ha più carige ma ina-assitalia. esperienze? opinioni?

grazie a tutti.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

@joanfran Se ho capito bene la differenza tra cicloturista e cicloamatore la fa il certificato medico:

 

-Sana e robusta costituzione = Cicloturista e non puoi fare gare. (Per gara si intende manifestazione agonistica dove viene stilata ufficialmente una classifica)

-Certificato medico presso un centro di medicina sportiva = Cicloamatore e puoi gareggiare.

 

Poi ci sono mille manifestazioni "cicloturistiche" dove non viene stilata una "Classifica Ufficiale" ma la classifica c'è lo stesso con tanto di arrivo, cronometraggi e premi ma sarebbero tutte illegali. Se vuoi ridere fai conto che la RHC in Italia è una "Cicloturistica" seeeeeeeeeeccccerto! 

 

Per le coperture credo che dipenda più dall'ente che dal fatto di essere cicloturista o cicloamatore.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto giusto quello che ha detto @Dens , la vera differenza è l'impossibilità di fare alcuni lunghi nelle granfondo.. Per quanto riguarda l'assicurazione, la copertura è identica per le due categorie!

Quasi tutte le associazioni ciclistiche rilasciano entrambe le tessere!

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie a tutti per le informazioni.. dell evolte quando vai negli uffici a chiedere come funzionano le cose sembra che mirino più a fare confusione che altro.

 

RHC cicloturistica... l'italia e le sue leggi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.