Jump to content

Uci gravel world series


mariazzo
 Share

Recommended Posts

2 ore fa, mariazzo ha scritto:

Ma anch'io sono ottimista e credo che ci sia un lato positivo della medaglia.

Quello che mi spaventa effettivamente (ma un po' lo è già) che verranno a mancare eventi (gare) dal basso
come la LLL o anche il trittico (anche se non è propriamente gravel) dove il celodurismo è relativamente basso, al max c'è del poserismo nel sfoggiare autentici gioielli su 2 ruote e dove l'essenziale sono le birre all'arrivo.

 

Ignoranza mia, perché verrebbero a mancare? Alla fine chi vuole organizzare e partecipare potrà sempre farlo, ci saranno delle perdite, nel senso che a ste garette organizzate sui forum sicuramente ci sarà qualcuno con la gamba da pro che salterà l'eventino a favore dell'eventone, ma poche perdite.

Oh.....se poi qualcuno preferisce stare il pomeriggio sul divano a guardare uno sport che visto da fuori è una rottura di coglioni, mi riferisco al ciclismo su strada in generale, al posto di viverlo di persona, cavoli suoi

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, TheSnatch ha scritto:

Ignoranza mia, perché verrebbero a mancare? Alla fine chi vuole organizzare e partecipare potrà sempre farlo, ci saranno delle perdite, nel senso che a ste garette organizzate sui forum sicuramente ci sarà qualcuno con la gamba da pro che salterà l'eventino a favore dell'eventone, ma poche perdite.

Oh.....se poi qualcuno preferisce stare il pomeriggio sul divano a guardare uno sport che visto da fuori è una rottura di coglioni, mi riferisco al ciclismo su strada in generale, al posto di viverlo di persona, cavoli suoi


una mia riflessione: LLL o affini hanno avuto il successo che hanno avuto perché eventi di quel genere ce n'erano pochi e il tam tam di appassionati ha fatto sì che di anno in anno ci fossero sempre più iscritti. questo però è stato anche il tallone d'achille, per cui ad un certo punto l'organizzazione diventava "pericolosa" perchè non regolamentata. Per cui o decidi di metterti in regola e la fai diventare una sorta di GF con tutti i permessi, chiedendo del cash agli iscritti per coprire le spese vive, o chiudere baracca e burattini. Ora l'attenzione verso il gravel è molto alta, per cui se organizzi la "garetta" rischi di ritrovarti magari 500/1000 iscritti... E qui entrano in gioco i poterifortihnoncielodiconoh. Arriva l'RCS di turno che organizza la supergravelfighissima con paccogara/ristori/assistenza/pastaparty alla modica cifra di XXX e ti senti più "tutelato".

Forse l'unico modo per fare eventi dal basso che abbiano un senso è proporre (come è successo durante la pandemia) delle "Solo edition". Crei l'evento, crei il percorso, dai agli iscritti una finestra temporale per poter fare il giro, consegni un attestato di partecipazione. Così chi organizza è sgravato da determinati obblighi, e tu alla fine ti fai una sgambata con gli amici in un posto figo o inedito.

 

  • Like 5
Link to comment
Share on other sites

Io comunque sono uomo immagine della LLL 2017............così tanto per dire!

  • Like 2
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

25 minuti fa, mariazzo ha scritto:


una mia riflessione: LLL o affini hanno avuto il successo che hanno avuto perché eventi di quel genere ce n'erano pochi e il tam tam di appassionati ha fatto sì che di anno in anno ci fossero sempre più iscritti. questo però è stato anche il tallone d'achille, per cui ad un certo punto l'organizzazione diventava "pericolosa" perchè non regolamentata. Per cui o decidi di metterti in regola e la fai diventare una sorta di GF con tutti i permessi, chiedendo del cash agli iscritti per coprire le spese vive, o chiudere baracca e burattini. Ora l'attenzione verso il gravel è molto alta, per cui se organizzi la "garetta" rischi di ritrovarti magari 500/1000 iscritti... E qui entrano in gioco i poterifortihnoncielodiconoh. Arriva l'RCS di turno che organizza la supergravelfighissima con paccogara/ristori/assistenza/pastaparty alla modica cifra di XXX e ti senti più "tutelato".

Forse l'unico modo per fare eventi dal basso che abbiano un senso è proporre (come è successo durante la pandemia) delle "Solo edition". Crei l'evento, crei il percorso, dai agli iscritti una finestra temporale per poter fare il giro, consegni un attestato di partecipazione. Così chi organizza è sgravato da determinati obblighi, e tu alla fine ti fai una sgambata con gli amici in un posto figo o inedito.

 

 

18 minuti fa, Nekro ha scritto:

Io comunque sono uomo immagine della LLL 2017............così tanto per dire!

2 casi differenti in cui il successo crea problemi...... legali o mentali, sempre problemi so

  • Like 1
  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

al deca in UK vendono qualsiasi tipo di cibo... e le gravel.

#siamavanti

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, Alb ha scritto:

al deca in UK vendono qualsiasi tipo di cibo... e le gravel.

#siamavanti

Quando te la regalerà l'unieuro se fai un acquisto minimo di una tv/elettrodomestico da almeno 699€ sarà giunta l'ultima ora delle gravel 🙂

 

O se te la regala Mastrotta con un set di pentole mondial casa.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Il 24/9/2021 at 08:54 , Alb ha scritto:

che la storia del gravel ha oramai quasi 3 anni nella popolazione mondiale o nel mainstream linguaggio.

Anzi, diciamo che gia' tramite Salsa dal 2012 si parlava di Gravel ma son primordi. E poi gli ammerigani solo leader..la prima dirty kanza che c'erano due gatti iscritti e' del 2006.

ovvio, c'e' stato di mezzo il covid negli ultimi anni ma imho UCI e molte altre associazioni sono' arrivate tardi.

Qua in UK i primi nazionali gravel ci son stati weekend scorso, percorso corto 73 km e medie da paura con pro sulla linea di partenza da ogni paese.

 

Vediamo se dura sto fenomeno o se passa come le fisse in 7-8 anni.

 

Link to comment
Share on other sites

Il 24/9/2021 at 10:55 , riky76 ha scritto:

sì e no... alla fine una delle cose più belle che abbia mai fatto con la gravel è stata la leggendaria LodiLeccoLodi della quale non ti devo spiegare nulla, ed è sempre stata una gara, poche palle! però organizzata così, con entusiasmo e dal basso dal maestro @Dens chiaramente portava con se tutte le emozioni di una sfida cavalleresca tra amici e non una roba di quelle disgustose che ha fatto fuggire anche me da un certo tipo di ciclismo.

Ora ci saranno anche le gare UCI con i pro? beh esticazzi? nel senso, vedo solo vantaggi per il mercato, ancora più vivo e con ancora più innovazione nel segmento, quindi di riflesso dovremmo avere a che guadagnarci. 

Se poi alla gara super fighissima dei pro, fanno come in Belgio che il giorno prima te la fai per amatori senza troppo stress e con partenza alla francese, beh, perchè no!

 

 

Il 24/9/2021 at 10:57 , filixeo ha scritto:

Pippone "storico"

Un'accelerante delle prime organizzazioni negli Stati Uniti era la riscoperta delle strade a bassa o nulla manutenzione, fossero l'equivalente delle nostre provinciali abbandonate o delle forestali che troviamo sul Grappa. Non ho mai avuto il piacere di partecipare agli eventi lombardi come la LLL, mentre sul fronte veneto ho apprezzato anche proprio questo aspetto, cioè le porzioni di Cammino di Sant'Antonio, gli argini del Brenta e del Muson, le madonne nei capitelli e quelle per raggiungerli, gli sterrati attorno al lago di Fimon e via così che non avrei mai visto se non grazie ad Alessio (@Ciclo Azione) o agli Scavezzon. Non volevo ricascarci e invece lo riscrivo: eventi per gentiluomini (e gentildonne, ovviamente) e una certa forma di slow tourism.
Comunque, per risponderti @Alb, se la manutenzione stradale prosegue al ritmo attuale, il fenomeno non durerà nemmeno sei di anni e l'UCI riclassificherà gli eventi per fat biammortizzate.

non sono positivo, a modo mio, perchè lo vedo come un volano per sdoganare definitivamente il modello GF anche in ambito Gravel, che invece ho sempre visto come "eventi per gentiluomini (e gentildonne, ovviamente) e una certa forma di slow tourism." come dice giustamente filixeo...

a me non piacciono le GF e tutto quello che c'è dietro , non è il ciclismo che amo, ma se piace a tanti altri così sia...

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Il 24/9/2021 at 17:35 , mariazzo ha scritto:


una mia riflessione: LLL o affini hanno avuto il successo che hanno avuto perché eventi di quel genere ce n'erano pochi e il tam tam di appassionati ha fatto sì che di anno in anno ci fossero sempre più iscritti. questo però è stato anche il tallone d'achille, per cui ad un certo punto l'organizzazione diventava "pericolosa" perchè non regolamentata. Per cui o decidi di metterti in regola e la fai diventare una sorta di GF con tutti i permessi, chiedendo del cash agli iscritti per coprire le spese vive, o chiudere baracca e burattini. Ora l'attenzione verso il gravel è molto alta, per cui se organizzi la "garetta" rischi di ritrovarti magari 500/1000 iscritti... E qui entrano in gioco i poterifortihnoncielodiconoh. Arriva l'RCS di turno che organizza la supergravelfighissima con paccogara/ristori/assistenza/pastaparty alla modica cifra di XXX e ti senti più "tutelato".

Forse l'unico modo per fare eventi dal basso che abbiano un senso è proporre (come è successo durante la pandemia) delle "Solo edition". Crei l'evento, crei il percorso, dai agli iscritti una finestra temporale per poter fare il giro, consegni un attestato di partecipazione. Così chi organizza è sgravato da determinati obblighi, e tu alla fine ti fai una sgambata con gli amici in un posto figo o inedito.

 

Motivo per cui è morta anche la To.Pa. dopo qualche edizione...ma tranquillo continueremo come Ciaparat ad organizzare eventi klandistini notiziati in maniera karbonara a ristretta cerchia... alla maniera che conosci 

Edited by oldschool (see edit history)
  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, oldschool ha scritto:

 

non sono positivo, a modo mio, perchè lo vedo come un volano per sdoganare definitivamente il modello GF anche in ambito Gravel, che invece ho sempre visto come "eventi per gentiluomini (e gentildonne, ovviamente) e una certa forma di slow tourism." come dice giustamente filixeo...

a me non piacciono le GF e tutto quello che c'è dietro , non è il ciclismo che amo, ma se piace a tanti altri così sia...

chiaro, quello che tratteggi tu è il male assoluto... ma spero non attachi... 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, riky76 ha scritto:

chiaro, quello che tratteggi tu è il male assoluto... ma spero non attachi... 

vorrei capire perché male assoluto però.
Io capisco la convivialità di un evento dove diciamo la "classifica" non è prioritaria, ma è prioritario arrivare in fondo però alla fine una minima di agonismo c'è sempre, anche verso se stessi.


Non voglio fare nomi, ma ci sono GF organizzate bene e altre che lasciano a desiderare...o cmq si sono un po' perse per strada. Parlando esplicitamente: ca$h pe$o. Capisco i costi vivi, ma mi fai pagare una GF 100€??? ok mi dai la maglia tecnica (che più delle volte risulta della taglia sbagliata, pur utilizzando lo stesso prodotto), ma poi ti ritrovi ai ristori a mangiare crostatine e sali, strade aperte dopo 40km...
ecco questo no.
Per non parlare poi di questi eventi che stanno spopolando sempre più che sembrano "ciclismo dal basso", ti chiedono un iscrizione di 50€ (o anche più) per poi fare una cosa in autosufficienza senza supporti...che senso ha? Solo per avere il tuo nome tra i finishers... boh.


 

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, mariazzo ha scritto:

vorrei capire perché male assoluto però.
Io capisco la convivialità di un evento dove diciamo la "classifica" non è prioritaria, ma è prioritario arrivare in fondo però alla fine una minima di agonismo c'è sempre, anche verso se stessi.


Non voglio fare nomi, ma ci sono GF organizzate bene e altre che lasciano a desiderare...o cmq si sono un po' perse per strada. Parlando esplicitamente: ca$h pe$o. Capisco i costi vivi, ma mi fai pagare una GF 100€??? ok mi dai la maglia tecnica (che più delle volte risulta della taglia sbagliata, pur utilizzando lo stesso prodotto), ma poi ti ritrovi ai ristori a mangiare crostatine e sali, strade aperte dopo 40km...
ecco questo no.
Per non parlare poi di questi eventi che stanno spopolando sempre più che sembrano "ciclismo dal basso", ti chiedono un iscrizione di 50€ (o anche più) per poi fare una cosa in autosufficienza senza supporti...che senso ha? Solo per avere il tuo nome tra i finishers... boh.


 

tutto vero, ho sintetizzato troppo...

la GF santini ad esempio è a dir poco spettacolare, anche per lo spirito con cui viene vissuta ed organizzata: la classifica la fa SOLO la somma dei tempi sulle salite, ergo il "granfondistamedioitaliano" non ci va perchè non può scannare dal primo metro --> risultato GF godibilissima in una cornice unica.

dall'altro lato concordo assolutamente con te che 50€ per un banchetto partenza/arrivo è osceno ... ne consegue che l'evento più figo in circolazione ce l'abbiamo noi qui: la Torino - Nice rally, costo di iscrizione = ZERO €

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, riky76 ha scritto:

tutto vero, ho sintetizzato troppo...

la GF santini ad esempio è a dir poco spettacolare, anche per lo spirito con cui viene vissuta ed organizzata: la classifica la fa SOLO la somma dei tempi sulle salite, ergo il "granfondistamedioitaliano" non ci va perchè non può scannare dal primo metro --> risultato GF godibilissima in una cornice unica.

dall'altro lato concordo assolutamente con te che 50€ per un banchetto partenza/arrivo è osceno ... ne consegue che l'evento più figo in circolazione ce l'abbiamo noi qui: la Torino - Nice rally, costo di iscrizione = ZERO €

quello è un sogno pornografico.

Ma anche la Nova Eroica per come organizzata mi piace, tratti a cronometro e via. poi liberi tutti. a differenza di (ok faccio i nomi) Strade Bianche che in confronto è organizzata peggio secondo me.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

20 minuti fa, mariazzo ha scritto:

quello è un sogno pornografico.

Ma anche la Nova Eroica per come organizzata mi piace, tratti a cronometro e via. poi liberi tutti. a differenza di (ok faccio i nomi) Strade Bianche che in confronto è organizzata peggio secondo me.

Come mai?
Io le ho fatte entrambe e non di recente, Strade Bianche nel 2017 e Nova Eroica nel 2018, tutte e due costate circa 50€ (cioè non poco ma almeno cifre simili) e anche le situazioni pre e post gara erano simili: "village" con mercatini e stand eno-gastronomici, accoglienza da sagra, ristori e pasta party con prodotti tipici, vino e birra; ben diversa l'organizzazione in gara con attenzione massima alla Strade Bianche (strade quasi completamente chiuse, era il giorno dopo dei pro), presidi e pure qualche "tifoso" ad incitare chi come me la gamba non ce l'ha mentre alla Nova Eroica con la scusa dei tratti cronometrati ho trovato traffico aperto con stronzi in macchina pure nella stradina più imbucata.
Tu hai trovato robe peggiori (sempre visto e considerato il periodo Covid che ha per forza limitato sagre e ristori)?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .