Jump to content

Lele85
 Share

Recommended Posts

Il 26/6/2019 at 10:11 , Vittodevemorire ha scritto:

Soffro i 90 troppo spesso. Tra adesivi e violenza non ci dimentichiamo il Colnago di @andrygroove

Figli del disagio. E della pizza

Link to comment
Share on other sites

Ma perché non vi fate un cazzo di gravel forum e ci andate a mettere le vostre bici da froci?

la più grande truffa della storia della bici.

  • Like 2
  • Haha 3
Link to comment
Share on other sites

12 minuti fa, Olio ha scritto:

Ma perché non vi fate un cazzo di gravel forum e ci andate a mettere le vostre bici da froci?

la più grande truffa della storia della bici.

Ti do ragione sul fatto truffa, ma in parte e poi spiego.

Con ordine: io non avevo minimamente preso sul serio ‘sta gallery, tant’è che c’ho messo delle foto mie; ma c’è chi ci tiene (o ci crede) e ben venga, vivi e lascia morire. Sul discorso truffa: attribuire cred (che io conoscevo solo per street-cred) a cicloviaggiatori o hipster che se ne stanno in Oregon o chissà, e per cred intendo glorificarli non fa impazzire neanche me: se uno è bravo ad assemblare bici fuoristrada o viaggia tantissimo buon per lui, ma c’è un limite a tutto. Che invece fare “gravel” abbia qualcosa di più profondo della moda in corso è da dire. Io son cresciuto con la mtb sugli argini e le strade di campagna, che in Polesine non è mica come in Kansas, ma funziona così. C’è, insomma, gente che fa gravel da prima che si chiamasse gravel e non bisogna vantarsi del pionierismo (con il “ci sono arrivato prima” non ci si mangia).

Comunque la maggior parte delle bici postate sono mtb in assetto da mtb. Come se una bici anni ‘90 fosse detta eroica.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Si, ripensandoci si poteva anche orientare come mtb '90 montati moderni, ma sarebbe stata più limitata

E' dura qui fare qualcosa di propositivo e positivo...

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, Lele85 ha scritto:

Si, ripensandoci si poteva anche orientare come mtb '90 montati moderni, ma sarebbe stata più limitata

E' dura qui fare qualcosa di propositivo e positivo...

 

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, filixeo ha scritto:

C’è, insomma, gente che fa gravel da prima che si chiamasse gravel e non bisogna vantarsi del pionierismo

Hai centrato in pieno

Link to comment
Share on other sites

20 ore fa, Lele85 ha scritto:

ogni volta i soliti discorsi 

da diarrea a spruzzo

Non te la prendere, ci sono diverse questioni in ballo:

  1. Il dibattito street-cred Vs poser è sempre attivo: come si misura la cred? Si dice da un po' che il componente top o meno dev'essere usato, meglio, sfruttato: una bici da pista con un milione di km che fa consegne, commuting, picnic, alley e crit, aperitivo e magari un paio di traslochi, quindi qualche striscio da palo, i segni di un po' di cadute, pignone consumato ma non da buttare, un po' di sporco nascosto, un rack messo lì per essere usato e non per caricarci solo la frutta al mercato. Questo non risponde al quesito se c'è più cred nella Specy pista montata top, pulita e pettinata davanti al bar in piazza o nella convertita sbombolettata appoggiata davanti al panettiere, ma dà un'idea. Per contro, un telaio di mtb "vintage" (passami il termine) con montato un Xtr appena uscito dalla confezione o uno Sram Eagle scintillante, o delle Zipp o dei freni Paul Components... Insomma, se fanno bling bling sono sintomo di cash e non di cred, imho.
  2. 'Sta storia della moda gravel. Cito il @Visconte Cobram "Ormai gravel lo scrivono anche sui cereali", e non scherzo: da me hanno fatto la pedalata gravel in concomitanza con la festa della birra. Ora, nulla in contrario, ma c'è più "gravel-cred" nel tipo che per due, tre anni di fila ha portato a termine il lungo della MiAMi con una bici da trekking che in quelli che si presentano colla bici fiammante a una pedalata di 60 km (e magari cagano il cazzo urlando di rallentare, bruttodio). Allo stesso modo nascono progetti da mostrare, fotografare, sfoggiare e magari idolatrati solo cavalcando l'onda di 'sta moda. Ma queste bici sono pedalate davvero sulle strade bianche e gli sterrati del mondo o ci fanno due foto e le mettono in vendita o le espongono nell'officina di turno che prima o poi finirà su The Radavist?
  3. Il rischio concreto (e tu te ne sei accorto, se non sbaglio) è di trovarsi in una certa ridondanza con le gallery: CX porn, Parliamo di MTB anni '90 e in alcuni casi sia Streetcred che Bikeporn.

Nessuna critica ai tuoi intenti (visto che hai pure apprezzato quelle tre cose che ho partorito e postato), solo uno dei miei spiegoni a cazzo.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

22 minuti fa, Visconte Cobram ha scritto:

ho davvero scritto sta stronzata?

 

Sì, mo’ cerco per conferma scritta

Eccolo: 

Login to view the image

diciamo che ho parafrasato ma il senso mi par quello

Edited by filixeo (see edit history)
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .