jcc

AAA Ciclista di peso cerca bici adatta

17 posts in this topic

Ciao,

premetto che non vado in bicicletta da due anni e prima usavo una bici da corsa in acciaio con cerchi in acciaio, in questa configurazione ho solo dovuto ri-raggiare le ruote un  paio di volte per via di qualche rottura ma ad affidabilità e comfort mi sono sempre trovato bene anche sulle uscite più lunghe.

Ora vorrei riprendere ad andare in bici con regolarità dopo aver avuto problemi alla schiena quindi sono in cerca di una nuova BDC e vorrei capire i limiti di alluminio (la schiena può subire) e carbonio (fragilità?) rispetto al peso del ciclista: intorno ai 95 kg da ottobre a maggio, 88 kg circa nei mesi estivi. Una volta capito su cosa orientarmi sarà la volta delle ruote da montare che dalla mia esperienza fanno la differenza più sostanziale in questi casi.

Chiamo a raccolta tutti i pesi massimi del forum , so che ci siete

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sono 95 tutto l'anno, ho una bici in acciaio con forcella prima carbonio, adesso alluminio, ruote mavic aksium, mai avuto problemi con nessuno dei componenti detti, evidentemente avevi dei materiali che non erano all'altezza...

L'alluminio, se hai problemi alla schiena, secondo me è troppo rigido, l'unico è se ha la forcella anteriore e posteriore in carbonio; il carbonio devi cercare il più adatto, perchè a seconda di che tipi di intrecci di fibre ha, potrebbe essere o rigidissimo o non adatto al peso; l'acciaio, se non prendi acciai troppo sottili, non hai nessun problema, come comodità in generale sono i meno estremi.

Dipende da che tipo di uso ne fai...

Spero di non aver detto castronerie, sono la mia esperienza, e di essere stato utile...

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, jcc ha scritto:

Ciao,

premetto che non vado in bicicletta da due anni e prima usavo una bici da corsa in acciaio con cerchi in acciaio, in questa configurazione ho solo dovuto ri-raggiare le ruote un  paio di volte per via di qualche rottura ma ad affidabilità e comfort mi sono sempre trovato bene anche sulle uscite più lunghe.

Ora vorrei riprendere ad andare in bici con regolarità dopo aver avuto problemi alla schiena quindi sono in cerca di una nuova BDC e vorrei capire i limiti di alluminio (la schiena può subire) e carbonio (fragilità?) rispetto al peso del ciclista: intorno ai 95 kg da ottobre a maggio, 88 kg circa nei mesi estivi. Una volta capito su cosa orientarmi sarà la volta delle ruote da montare che dalla mia esperienza fanno la differenza più sostanziale in questi casi.

Chiamo a raccolta tutti i pesi massimi del forum , so che ci siete

Ciao,

come hai già detto tu l'alluminio ha il limite del comfort, anche se ci sono vari sostenitori che sono di parere contrario, da mia esperienza non lo sceglierei per una bici nuova. Il carbonio non è assolutamente fragile, non sei un peso massimo, non parliamo di + di 100kg, quindi non hai problemi con questo materiale.

Se hai problemi di comfort la cosa migliore è indirizzarsi verso la scelta di un telaio con geometrie marathon o endurance, quindi quelle con una misura di "stack" adatta, lo stack è la misura verticale dal centro del movimento centrale al centro dell'asse forcella in corrispondenza dell'attacco manubrio, io per esempio ho una 57 (large) e la mia bici ha uno stack di 604, la bici è una Canyon Endurace CF 8.0. Con un cavallo di 90 ed una regolazione sella ad 80 mi trovo molto bene anche sulle lunghe percorrenze.

image.png.cf129bdb47a0379cc03201307424c009.png

Edited by carlof83 (see edit history)
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

io più che sul materiale per il discorso schiena mi orienterei sul discorso geometrie. Quindi endurance e non racing come diceva @carlof83.

Io ho un caad12 (leggasi alluminio racing) e personalmente non lo trovo scomodo e ci ho fatto anche più di 300 km al giorno.

Per il discorso ruote punterei magari su un medio profilo, le ruote totali sarebbero magari 24 raggi al post e 21 all'anteriore con un bel cerchio medio profilo assemblate.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 23/10/2018 at 11:43 , carlof83 ha scritto:

Ciao,

come hai già detto tu l'alluminio ha il limite del comfort, anche se ci sono vari sostenitori che sono di parere contrario, da mia esperienza non lo sceglierei per una bici nuova. Il carbonio non è assolutamente fragile, non sei un peso massimo, non parliamo di + di 100kg, quindi non hai problemi con questo materiale.

Se hai problemi di comfort la cosa migliore è indirizzarsi verso la scelta di un telaio con geometrie marathon o endurance, quindi quelle con una misura di "stack" adatta, lo stack è la misura verticale dal centro del movimento centrale al centro dell'asse forcella in corrispondenza dell'attacco manubrio, io per esempio ho una 57 (large) e la mia bici ha uno stack di 604, la bici è una Canyon Endurace CF 8.0. Con un cavallo di 90 ed una regolazione sella ad 80 mi trovo molto bene anche sulle lunghe percorrenze.

image.png.cf129bdb47a0379cc03201307424c009.png

Fra le varie opzioni che avevo visto c'era proprio la Canyon che trovo esteticamente fantastica e a geometrie ci saremmo. Come ti trovi in generale? Problemi di manutenzione col manubrio integrato? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, jcc ha scritto:

Fra le varie opzioni che avevo visto c'era proprio la Canyon che trovo esteticamente fantastica e a geometrie ci saremmo. Come ti trovi in generale? Problemi di manutenzione col manubrio integrato? 

regaz io vado leggeremente off topic e vi riporto la mia esperienza....

nulla contro canyon anzi...avere soldi una aeroad e una ultimate cf sl me le farei più che volentieri ma vi consiglio di girare anche dai ciclisti e vi spiego perché....

mi sono capitate sotto mano un caad12 2019 - 105 disc nuovo a 1250 euro

e un altro non disc 105 - 2018 sempre nuovo a 950 euro....

 

Edited by Aledisca (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, jcc ha scritto:

Fra le varie opzioni che avevo visto c'era proprio la Canyon che trovo esteticamente fantastica e a geometrie ci saremmo. Come ti trovi in generale? Problemi di manutenzione col manubrio integrato? 

In generale mi trovo davvero bene, ad ora ho fatto solo 3000 km, aspetto di farne una valutazione completa arrivato alla decina.

Vorrei farci anche un tour verso la puglia l'anno prossimo e macinare molti km, è davvero confortevole ma la tempo stesso reattiva e scattante.

Non ho il manubrio integrato, la mia versione ha ancora quello classico che preferisco per poterlo personalizzare e montare accessori. Unica pecca ha la serie sterzo da 1 e 1/4, quindi bisogna trovare stem appositi, comunque la Ritchey lo fa, costa solo un po' di +. Il diametro del manubrio è invece di tipo oversize classico.

Inoltre i freni a disco idraulici sono fantastici, bisogna solo adattare il modo di frenare, ma sono potenti e soprattutto molto molto modulabili.

Edited by carlof83 (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 23/10/2018 at 11:15 , jcc ha scritto:

 Una volta capito su cosa orientarmi sarà la volta delle ruote da montare che dalla mia esperienza fanno la differenza più sostanziale in questi casi.

Chiamo a raccolta tutti i pesi massimi del forum , so che ci siete

Io sono 195 cm, allenato stavo sui 77kg, ora so una sega, so solo che ho delle Fulcrum Racing0 (prima avevo le shamal ultra) e delle bontrager alto profilo (cerchi in allumino e profilo in carbonio, la soluzione migliore per me) quando passo sui binari del treno di solito accelero e faccio come se avessi una mtb, copertoni da 25. Sulle shamal e sule Racing0 mai rotto un raggio, mai un problema. Prendi le Racing1 usate che si trovano a due lire e vai sereno. Oppure ti fai un coppia di mavic open pro (o hplus archetype a 32 raggi con  mozzi che piacciono a te e alle tue tasche) e tra 10 anni vediamo se hai rotto un raggio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, carlof83 ha scritto:

 

Inoltre i freni a disco idraulici sono fantastici, bisogna solo adattare il modo di frenare, ma sono potenti e soprattutto molto molto modulabili.

Anche li monto, ma mi chiarisci cosa intendi sul modo di frenare? A volte ho la sensazione di non frenare correttamente^^'

Share this post


Link to post
Share on other sites

dipende dal fondo e dalla copertura, la potenza che ti danno spesso è superiore al grip che il mix copertone/terreno ti possono garantire. Serve un minimo di esperienza, puoi pinzare forte se il fondo lo permette e se hai copertoni da 25/28 altrimenti rischi di andare lungo o peggio ancora di cadere se vai lungo e arrivi pinzato in curva. Io ho sempre pinzato forte con l'anteriore e leggero col posteriore per poi lasciare l'anteriore in inserimento e gestire la curva col posteriore, come si fa poi con i freni classici. Puoi spostare il punto di staccata più avanti rispetto ai freni a pattino, questo è sicuro.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Nekro ha scritto:

Anche li monto, ma mi chiarisci cosa intendi sul modo di frenare? A volte ho la sensazione di non frenare correttamente^^'

 

19 minuti fa, Pablohoney ha scritto:

dipende dal fondo e dalla copertura, la potenza che ti danno spesso è superiore al grip che il mix copertone/terreno ti possono garantire. Serve un minimo di esperienza, puoi pinzare forte se il fondo lo permette e se hai copertoni da 25/28 altrimenti rischi di andare lungo o peggio ancora di cadere se vai lungo e arrivi pinzato in curva. Io ho sempre pinzato forte con l'anteriore e leggero col posteriore per poi lasciare l'anteriore in inserimento e gestire la curva col posteriore, come si fa poi con i freni classici. Puoi spostare il punto di staccata più avanti rispetto ai freni a pattino, questo è sicuro.

@Nekro l'ha spiegato perfettamente @Pablohoney, la forza dei freni è maggiore del grip meccanico dei copertoni, bisogna dosarla e soprattutto non frenare in curva.

Edited by carlof83 (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Pablohoney ha scritto:

dipende dal fondo e dalla copertura, la potenza che ti danno spesso è superiore al grip che il mix copertone/terreno ti possono garantire. Serve un minimo di esperienza, puoi pinzare forte se il fondo lo permette e se hai copertoni da 25/28 altrimenti rischi di andare lungo o peggio ancora di cadere se vai lungo e arrivi pinzato in curva. Io ho sempre pinzato forte con l'anteriore e leggero col posteriore per poi lasciare l'anteriore in inserimento e gestire la curva col posteriore, come si fa poi con i freni classici. Puoi spostare il punto di staccata più avanti rispetto ai freni a pattino, questo è sicuro.

 

44 minuti fa, carlof83 ha scritto:

 

@Nekro l'ha spiegato perfettamente @Pablohoney, la forza dei freni è maggiore del grip meccanico dei copertoni, bisogna dosarla e soprattutto non frenare in curva.

infatti avete colto il problema che ho rilevato (anche) io, i freni idraulici sono una bomba e danno più sicurezza, ma la ruota si blocca se si pinza forte e la bici va dritta^^'

Facendo una discesa mi sono distratto un attimo con la velocità e ho tirato dritto su una curva, per fortuna non veniva nessuno nell'altro senso!

La parte in grassetto direi che è perfetta!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

il rischio grosso è di sentirsi troppo sicuri, tanto ho i dischi e mi fermo in tre metri, poi trovi asfalto sconnesso, brecciolino, salcazzo e sei fritto... guarda sempre lo stato del fondo prima della curva, 5/10 metri prima, e cerca di capire se è il caso di forzare o no. Non conosco altri trucchi, se non quello di fare le stesse strade ad ogni uscita :-)))))

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io aggiungerei che con asfalto bagnato mi sento di gran lunga più sicuro con la MTB (riserone + 2.4" tassellati + idraulici) che non con la bdc (piega + 700x28 slick + idraulici). 

Entrambe hanno gli idraulici, ma a scendere giù a 40km/h con asfalto bagnato con la bdc mi cago in mano e mi sembra di stare sulle uova, nonostante i copertoni ottimi, mentre con la MTB vado giù come se non piovesse. 

@jcc non sei propriamente un peso massimo, anche se al posto tuo non mi prenderei un carbonio (magari datato) accoppiato a dei 20/23mm. Andrei su alluminio o preferibilmente acciaio + copertoni 25/28mm. Ma è una mia idea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa dei tassellati sul bagnato meglio delle slick sul bagnato la vorrei proprio vedere con i miei occhi.

unica volta che per pigrizia avevo montatoi mud 2 per andare una gara col cx (erano 5 giorni che pioveva) , ho tirato un cristo in curva su asfalto bagnato che non camminavo il giorno dopo...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.