Crostolo

Olympia, aiuto riconoscimento

5 posts in this topic

Recentemente sono riuscito a trovare una bici Olympia d'epoca con l'idea di farne una fissa. L'altro giorno mentre la smembravo, però ho notato tanti piccoli particolari che mi stanno incuriosendo sempre più, e volevo avere un parere da voi più esperti. 

Di che modello si tratta? (appena trovo il numero di telaio provo a scrivere all'azienda, a proposito dove si trova? il numero di telaio non l'azienda) Qualche esperto di olympia? ..in internet fra girod'itliaepoca e bulgier non ho trovato molto

Ho l'impressione che il precedente proprietario abbia modifcato un po' la bici passando a shimano, ecco la lista componenti.

Manubrio: 3TTT Competizione

Pipa: 3TTT pantografata 

Leve Freno: Saccon

Telaio: Non so, pantografato, taglia 51.5 (scritto sotto il movimento centrale) anche se misurandolo a me torna un 53x53

Deragliatore anteriore: Campagnolo

Freni: Campagnolo gran sport (immagino nuovo gran sport, metto foto)

Deragliatore posteriore: Shimano 105

Cerchi: Campagnolo tokyo 64

Mozzi: Shimano (Via?)

Catena: Shimano (via?)

Sella : Brooks 

Reggisella: Campagnolo pantografata

Forcella: boh, pantografata

Guarnitura: Campagnolo gran sport (sempre immagino nuovo gran sport) pantografata

Ss: Miche

Pedali: Campagnolo gran sport (vedi sopra) con gabbiette cristophe

 

Qualcuno sa riconoscere la tipologia di tubature?

In generale io la daterei post anni 70, per 1) passaggio cavi cambio sotto alla scatola del mc e 2) passaggio cavi freno posteriore su occhielli saldati a telaio e non con le fascette. Corretto?

 

Ultime un po' di domande, sicuramente più facili

- Che chiave serve per rimuovere le pedivelle della guarnitura? una bussola normale da 15?

- Per la serie sterzo invece? Basta allentare il dado superiore? E' da 36? ...da mona, non mi so segnato le misure e non ho la bici sottomano -.-

- ..e per il movimento centrale invece come dovrei poi rumuoverlo?

 

...non so se sia saggio trasformarla in fissa, mi sta salendo il dubbio che convenga restaurarla e mantenerla "storica" ..magari completando il gruppo gran sport, e cambiando il colore (quell'azzurrino mi irrita la vista)

Grazie

 

IMG_20180929_164323.jpg

IMG_20180929_164435.jpg

IMG_20180929_164519.jpg

IMG_20180929_164614.jpg

IMG_20180929_164638.jpg

IMG_20180930_163840.jpg

IMG_20180930_164054.jpg

IMG_20180930_164606.jpg

Edited by Crostolo (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lasciala stare così com'è che non valea pena secondo me.... 

Se vuoi una fissa fattela..... Anzi Comprala.... 

Il mercatino del forum è il tasto 'cerca '

Sono a tua disposizione..... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

non penso abbia un particolare valore, però tutta con i pezzi pantografati è una bella bici alla fine. non vale la pena riverniciarla, se vuoi completare il gruppo (deragliatore post. + leve freno) spendi poco e hai una bici storica da usare senza patemi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok grazie ad entrambi per il consiglio. Quindi siamo già a 2 che mi consigliano di tenerla così com'è e al massimo ripristinare il gruppo gs con le parti mancanti. 

@pisquano si si intuisco che non sia una bici di chissà che valore (se no non sarei riuscito a prenderla col mio budget), sottolineavo le pantografature sperando che potessero aiutare nell'identificazione/decisione se trasformala in fissa o meno.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.