Jump to content

 Share

Recommended Posts

Uh mi ero dimenticato di questo thread! Aggiorno anche io:

Dopo un anno senza nuotare causa covid nel nuoto sono diventato ancora più schiappa di prima, ho nuotato questa estate al mare e giravo sui 2'/100. Conto di tornare a nuotare in piscina ora però.

In bici sto cercando di fare le mie uscite tranquille in Z2 stando in posizione da crono (gomiti sul manubrio), in attesa di comprare una vera bici da crono prima o poi. Viaggio tranquillo tra i 38 e 42 km/h a seconda del vento, potrebbe essere un ottimo passo per un 70.3.

Corsa: ho ripreso da due mesi dopo un infortunio al tendine d'achille. Mi sono iscritto alla pista di atletica affianco a casa così una o due volte a settimana vado li a fare le sessioni veloci. Al momento corro distanze brevi perchè sto preparando una 10km il 19 settembre, l'obbiettivo sarebbe di stare sui 38'.

Edited by dariota (see edit history)
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, dariota ha scritto:

Uh mi ero dimenticato di questo thread! Aggiorno anche io:

Dopo un anno senza nuotare causa covid nel nuoto sono diventato ancora più schiappa di prima, ho nuotato questa estate al mare e giravo sui 2'/100. Conto di tornare a nuotare in piscina ora però.

In bici sto cercando di fare le mie uscite tranquille in Z2 stando in posizione da crono (gomiti sul manubrio), in attesa di comprare una vera bici da crono prima o poi. Viaggio tranquillo tra i 38 e 42 km/h a seconda del vento, potrebbe essere un ottimo passo per un 70.3.

Corsa: ho ripreso da due mesi dopo un infortunio al tendine d'achille. Mi sono iscritto alla pista di atletica affianco a casa così una o due volte a settimana vado li a fare le sessioni veloci. Al momento corro distanze brevi perchè sto preparando una 10km il 19 settembre, l'obbiettivo sarebbe di stare sui 38'.

Ti stavo aspettando

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, PoooL ha scritto:

Nella corsa sei già ad un buon livello di partenza.

Per il nuoto dovresti girare almeno in 1'45''.

Per la bici non riesco a valutare. Ma è importante sapere andare in gruppo e riuscire ad avere sempre una frequenza di pedalata alta (90/100).

Per le gare serve avere un buon "volume" di allenamento e allenarsi sui cambi.

Per migliorare occorre variare il tipo di allenamento (per ciascuna disciplina) con ripetute veloci, ripetute a passo gare, fondo. 

Puoi usare come riferimento un libro che ha delle buone tabelle, si chiama TRIATHLON DA CAMPIONI.

Altra cosa importantissima, ovviamente, l' alimentazione.

Se vuoi consigli più specifici, fammi sapere.

 

Grazie! 

Diciamo che sul nuoto ho tantissimo da lavorare, la tecnica non è per niente buona (penso) quindi sicuramente avrei bisogno di prendere qualche lezione per migliorare e soprattutto evitare di fare danni 

Per quanto riguarda la bici sono uscito varie volte in gruppo e penso di essere abbastanza a mio agio, il fatto dell'alta frequenza di pedalata cercherò di tenerlo a mente. Per la bici ho seguito uno dei programmi di allenamento redatti da Garmin e direi che ho visto molti molti benefici, erano spesso uscite in Z2 alternate ad uscite con ripetute. Però ovviamente riuscire a combinare 3 discipline è tutto un altro discorso... Per questo motivo ho contattato un centro allenamenti della zona dove mi sono sembrati molto molto competenti, addirittura mi è venuto il dubbio che per me sia anche troppo! 

Per il capitolo alimentazione, per fortuna, ho un caro amico che è un dietista e quindi mi sta dando qualche dritta oltre a permettermi di fare l'analisi BIA ad un costo irrisorio, molto utile per valutare lo stato di forma. 

Utilissimo il consiglio sul libro, in quanto era proprio un mio pallino trovare un libro dove poter formarmi delle basi sull'allenamento endurance, anzi se ne hai altri da consigliare ben venga!
Ciao!

 

Link to comment
Share on other sites

Molto dipende anche da quale distanza del triathlon vuoi affrontare, la preparazione di uno sprint differisce abbastanza dai lunghi e vari ironman. 

Il tasto nuoto è dolente per moltissimi triatleti, visti i tempi che dici ti consiglio un istruttore, la tecnica che si può trascurare o curare poco nella corsa, nel nuoto fa veramente la differenza, non tanto per il tempo di gara che è irrisorio rispetto alle altre due discipline, quanto alla possibilità di uscire davanti e quindi col gruppetto dei forti e quindi sfiancarsi meno per riprendere i gruppi davanti. 

 

Come già detto importantissime sono le transizioni, sia nel farle veloci (non usare i calzini nelle distanze brevi)  e soprattutto nel non svenire/scoppiare nel passaggio nuoto/bici e non partire con le gambe a 100000 dopo la bici.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

10 minuti fa, Thelorleo ha scritto:

Molto dipende anche da quale distanza del triathlon vuoi affrontare, la preparazione di uno sprint differisce abbastanza dai lunghi e vari ironman. 

Il tasto nuoto è dolente per moltissimi triatleti, visti i tempi che dici ti consiglio un istruttore, la tecnica che si può trascurare o curare poco nella corsa, nel nuoto fa veramente la differenza, non tanto per il tempo di gara che è irrisorio rispetto alle altre due discipline, quanto alla possibilità di uscire davanti e quindi col gruppetto dei forti e quindi sfiancarsi meno per riprendere i gruppi davanti. 

 

Come già detto importantissime sono le transizioni, sia nel farle veloci (non usare i calzini nelle distanze brevi)  e soprattutto nel non svenire/scoppiare nel passaggio nuoto/bici e non partire con le gambe a 100000 dopo la bici.

Tutto chiaro!

Ad ora non ho obiettivi di partecipare a gare, ma sono molto incuriosito di allenarmi svolgendo tre discipline invece di concentrarmi solo su una. 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Il 3/9/2021 at 15:50 , Thelorleo ha scritto:

ti consiglio un istruttore

intendi "privato" o più in generale un corso di nuoto?

Link to comment
Share on other sites

24 minuti fa, Seekerrow ha scritto:

intendi "privato" o più in generale un corso di nuoto?

Dipende come uno è messo, se il nuoto è quello dei corsi da bambino per imparare a stare a galla direi che sarebbe meglio qualche lezione privata, se il livello è un pelo più alto allora può andare anche un corso. 

Per esperienza sistemare la nuotata e avere un nuoto efficiente dopo i 30-35 anni partendo da una base scarsissima  è abbastanza tosta, con un istruttore ci si ammazza di esercizi e essendo sempre sotto controllo si evita che anche da stanchi si "torni indietro" con i soliti errori, cosa che in un corso magari non si riesce a fare.

 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .