Jump to content

L'angolo dello scasso


 Share
Followers 1

Recommended Posts

ciao ragazzi,

è domenica, la formula uno sta per incominciare ma gia so che essendo montecarlo sarà più rottura di palle del solito, fuori il tempo è brutto, ed io ho un debole per lo scasso.

Apro questa discussione per saperne di più riguardo i sistemi di deformazione che i telaisti usavano per fare scassi, schiacciamento dei foderi per la corona, profili gilco, tubi ovali by pettenella. mo per esempio, pettenella, se mi immagino un sistema per ovalizzare i tubi, penserei a due forme di legno o acciaio, che chiuse in morsa attorno al tubo lo deformano. diciamo che il difficile è fare le forme, ma se squadre professionistiche gli portavano i loro telai, non saldati da pettenella, per fare la modifica, tanto facile non era.

Per quanto riguarda lo scasso sia losa che carlà hanno una pressa apposita, carlà ne ha una a leva, losa mi pare che ne avesse una più complessa e pesante, magari @indio mi dirà qualcosa di più.

quello che veramente non riesco a capire sono le scanalature dei tubi tipo i gilco. Non vorrei sparare una cazzata, ma i gilco credo che siano estrusi, quindi fatti proprio così dalla columbus, se proprio mi devo immaginare il funzionamento, c'è un siringone meccanico con dentro acciaio semiliquido, passatemi il termine. il becco del siringone è a geometria variabile, perchè se no non si spiega che gli estremi del tubo sono lisci e la parte centrale è stellare. ecco per me devono essere formati così, però c'è ancora qualcosa che non mi torna, e sono le misure dei tubi, un telaio può essere da 48cm, ma anche da 62cm(naturalmente prendo misure estreme solo come esempio). Non l'ho mai verificato di persona, ma così a naso, direi che entrambe le misure hanno le parti estreme non deformate della stessa lunghezza, quello che cambia quindi dovrebbe essere la parte scanalata, e se sono estrusi queste misure vanno considerate in fase di produzione, cioè columbus manda ad ernestino tubi della lunghezza prerichiesta, e pure sta cosa mi pare strana perchè sarebbe un casino. cioè di colnago a tubi gilco non ne hanno fatti pochi tutto sommato, è anche vero che non costavano poco. Quindi sti gilco come erano fatti?

e pure questi estrusi?

Login to view the image

Molti telaisti minori, partendo da tubi columbus SL in genere, facevano delle scanalature simili ai gilco, non ho trovato video, ma trovai una foto in cui un non meglio identificato telaista aveva montato una specie di grosso anello con 4 scanalature tonde sul lato interno, credo che andando avanti ed indietro sul tubo faceva le scanalature tanto desiderate, mica cazzi....il procedimento è fatto a freddo o a caldo? se fatto a freddo, dopo la deformazione, i tubo viene nuovamente riscaldato per recuperare le tensioni interne oppure viene lasciato così visto che le deformazioni vengono fatte per avere diverse rigidità del telaio?

Login to view the image

 

Bon, se avete da fare chiarimenti, foto e video a riguardo, son ben contento di apprendere.

@marinaio @round @fraccazzo @T'omby

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Mi ricordo che da faggin avevano un attrezzo come quello di cui parli, che si avvolgeva attorno al tubo, con delle sfere (mi pare) al suo interno che stringendosi modellavano il profilo. Questo attrezzo viene fatto scorrere sul tubo in modo da ottenere uno schiacciamento più o meno lungo, a seconda della taglia del telaio.

Tutte queste lavorazioni credo vengano fatte a freddo, e sicuramente prima della messa in dima (non credo pettenella schiacciasse i tubi a telaio finito).

I gilco non so come li facessero, secondo me li schiacciavano semplicemente dopo averli trafilati.

Il siringone con il metallo semiliquido e l'estrusore a geometria variabile per fare dei tubi per le bici è fantascienza, hai idea di quanto possa costare una cosa simile?! :)

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Cecio ha scritto:

Mi ricordo che da faggin avevano un attrezzo come quello di cui parli, che si avvolgeva attorno al tubo, con delle sfere (mi pare) al suo interno che stringendosi modellavano il profilo. Questo attrezzo viene fatto scorrere sul tubo in modo da ottenere uno schiacciamento più o meno lungo, a seconda della taglia del telaio.

Tutte queste lavorazioni credo vengano fatte a freddo, e sicuramente prima della messa in dima (non credo pettenella schiacciasse i tubi a telaio finito). Si lo faceva, ho visto un video in cui lui diceva che lo poteva fare sia da telaio finito che tubi smontati, e difatte le squadre pro gli portavano i loro telai finiti per la modifica

I gilco non so come li facessero, secondo me li schiacciavano semplicemente dopo averli trafilati. 

Il siringone con il metallo semiliquido e l'estrusore a geometria variabile per fare dei tubi per le bici è fantascienza, hai idea di quanto possa costare una cosa simile?! :) 

danke. rorperò le palle a faggin

Link to post
Share on other sites

@Cecio non mi spiego come sia meccanicamente possibile (ma magari sono solo ignorante io), ma Pettenella schiacciava telai già finiti (tipo un Supercorsa che c'era al Vigorelli l'anno scorso)

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, alvuz ha scritto:

@Cecio non mi spiego come sia meccanicamente possibile (ma magari sono solo ignorante io), ma Pettenella schiacciava telai già finiti (tipo un Supercorsa che c'era al Vigorelli l'anno scorso)

perchè no? schiacciav la parte centrali dei tubi, metteva a sandwich forma cava-tubo-forma cava e poi chiudeva tutto in morza o schiacciava con un sistema a vite.

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, TheSnatch ha scritto:

perchè no? schiacciav la parte centrali dei tubi, metteva a sandwich forma cava-tubo-forma cava e poi chiudeva tutto in morza o schiacciava con un sistema a vite.

Sì chiaro, però c'è il rischio che un tubo, schiacciandolo, si allunghi, no?

Link to post
Share on other sites

che poi lo scasso non è quello per la ruota ? sul tubo verticale ?

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, alvuz ha scritto:

Sì chiaro, però c'è il rischio che un tubo, schiacciandolo, si allunghi, no?

semmai che si accorci, metà circonferenza è più lunga del diametro del cerchio. però ci sono delle lunghezze del tubo che non vengono modificate, queste fanno si che le deformazioni siano minime.

 

Link to post
Share on other sites

 

@TheSnatch

IO posso parlare per il gilco,

ho parlato con la trafiltubi di novregro (dove il tubo gilco è nato) la lavorazione è ancora più o meno segreta ma la cosa che mi hanno assicurato è che la scanalatura a stellare viene fatta sucessivamente tramite deformazine meccanica, quello che ne fa ancora oggi un tubo eccezionale è la differenzianione di spessore è la composizione chimica dell'acciaio

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

io che pensavo si parlasse di sfasciacarrozze detto alla napoletana: "O' scasso!"

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .