Sign in to follow this  
Dens

Info su "La Monsterrato"

13 posts in this topic

Ciao, oggi mi è capitato per le mani un volantino CSAIN che pubblicizzava la nascita di un fantomatico Campionato Italiano Gravel. In pratica da quel che ho capito una serie di cicloturistiche che culminerebbe con "La Monsterrato" tappa finale del campionato dove verranno premiati i "Campioni nazionali gravel" delle  varie categorie.  Tralasciando l'inutilità di avere altri "Campioni" e l'assurdità di fare un campionato di Gravel non Race che comunque assegna una maglia di campione non gareggiante mi chiedevo ma sta Monsterrato non era una ciclostorica?

Voi che siete più ferrati di me sugli eventi d'epoca cosa ne pensate? Facciamo un bel miscion di Santacruz Mamasita e Legnano Eroiche? A me non sembra un'idea felicissima. La Monsterrato era forse andata male e quindi vogliono cambiare? Pochi partecipanti? Hanno annusato la possibilità di scucire più grano aggiungendo la magica parola Gravel?

Sinceramente sono un po' perplesso, qualcuno magari conosce gli organizzatori o organizza e mi può illuminare.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

quest'anno il gravel va un casino.

per me un sacco di gente vuole lucrarci sopra, anche se fortunatamente c'è gente gente come te che si sbatte e non chiede un soldi per la partecipazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma cazzo ci mettiamo in quattro teste qui e tiriamo su una roba più seria e soprattutto con un sito più fico tempo dieci minuti.

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Dens ha scritto:

Le date del "Campionato" le trovate qui

http://www.csainciclismo.it/news

mi sa che @bruz sulla gara di Sesto può dirci qualcosa di più...

 

@guido sono certo che veramente stanno solo provando a buttare una rete e vedere se vengono su i pesci... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, riky76 ha scritto:

mi sa che @bruz sulla gara di Sesto può dirci qualcosa di più...

 

@guido sono certo che veramente stanno solo provando a buttare una rete e vedere se vengono su i pesci... 

Per la gara di Sesto sono in contatto con Daniele l'organizzatore, è lui che mi ha girato il calendario.

A lui non hanno chiesto praticamente nulla deve solo comunicare i nomi di chi finisce la gara, ha accettato per questioni di visibilità, però anche per lui la faccenda è piuttosto fumosa. Ad esempio nel regolamento ACSI c'è scritto che il campionato è aperto solo ai tesserati ma a Sesto ci si iscrive liberamente senza tessera e quindi non si capisce che elenco dovrà poi essere fornito.

A me tutta sta faccenda puzza, sti enti invece che promuovere parassitizzano e stanno cercando un sistema per parassitizzare le Gravel da cui fino ad ora erano stati lasciati fuori. Il punto è che secondo me hanno visto che i partecipanti ci sono ma non hanno idea di cosa sia una gravel. Mischiare Gravel e Epoca mi sembra un po' una cagata, a Sesto senza GPS non vai da nessuna parte ma non ho mai visto GPS montati sulle bici che partecpano alle manifestazioni Eroiche...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Dens ha scritto:

Per la gara di Sesto sono in contatto con Daniele l'organizzatore, è lui che mi ha girato il calendario.

A lui non hanno chiesto praticamente nulla deve solo comunicare i nomi di chi finisce la gara, ha accettato per questioni di visibilità, però anche per lui la faccenda è piuttosto fumosa. Ad esempio nel regolamento ACSI c'è scritto che il campionato è aperto solo ai tesserati ma a Sesto ci si iscrive liberamente senza tessera e quindi non si capisce che elenco dovrà poi essere fornito.

A me tutta sta faccenda puzza, sti enti invece che promuovere parassitizzano e stanno cercando un sistema per parassitizzare le Gravel da cui fino ad ora erano stati lasciati fuori. Il punto è che secondo me hanno visto che i partecipanti ci sono ma non hanno idea di cosa sia una gravel. Mischiare Gravel e Epoca mi sembra un po' una cagata, a Sesto senza GPS non vai da nessuna parte ma non ho mai visto GPS montati sulle bici che partecpano alle manifestazioni Eroiche...

tutto giusto... tranne per il fatto che non hai mai corso una Eroica con me ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 13/1/2016 at 19:19 , Dens ha scritto:

Ciao, oggi mi è capitato per le mani un volantino CSAIN che pubblicizzava la nascita di un fantomatico Campionato Italiano Gravel. In pratica da quel che ho capito una serie di cicloturistiche che culminerebbe con "La Monsterrato" tappa finale del campionato dove verranno premiati i "Campioni nazionali gravel" delle  varie categorie.  Tralasciando l'inutilità di avere altri "Campioni" e l'assurdità di fare un campionato di Gravel non Race che comunque assegna una maglia di campione non gareggiante mi chiedevo ma sta Monsterrato non era una ciclostorica?

Voi che siete più ferrati di me sugli eventi d'epoca cosa ne pensate? Facciamo un bel miscion di Santacruz Mamasita e Legnano Eroiche? A me non sembra un'idea felicissima. La Monsterrato era forse andata male e quindi vogliono cambiare? Pochi partecipanti? Hanno annusato la possibilità di scucire più grano aggiungendo la magica parola Gravel?

Sinceramente sono un po' perplesso, qualcuno magari conosce gli organizzatori o organizza e mi può illuminare.

Ciao Dens.

Io ho partecipato alla prima edizione e anche a quella precedente dal nome LV 5.5.
Che dire, eravamo in 26 (e non c'era manco una figa nemmeno a pagarla : D), di cui 10 con bici eroiche, gli altri con gravel in carbonio e gruppi da campione del mondo, mtb con 180 rapporti (in uno strappetto si sono fatti sorpassare da me, che è tutto detto) ma anche mtb del Lidl o poco più.
Due percorsi: 90 e 55. Per accedere al 90 dovevo essere tesserato e l'ho saputo in ritardo e dato che detesto anche le tessere dei supermercati ho lasciato perdere. Ma nessuno avrebbe controllato, stanne certo.
A me sono piaciuti e pur essendo della zona alcuni tratti nemmeno li conoscevo. Il Monferrato è paragonabile al Chianti, forse meno spazioso per via delle colline più alte e di una maggior concentrazione di paesi. Anche se gli ultimi 10 km del corto sono stati improvvisati totalmente e stare dietro alla guida era parecchio noioso date le poche indicazioni verso la fine.
Non esistono più strade bianche ma strade di campagna anche parecchio insidiose se non si presta attenzione.
A me più che gravel parola magica per attirare gente mi è sempre parso il contrario, ovvero gravel e mtb (mi pare che chi organizza sia più per le mtb che per altro) con parola magica eroica per attirare gente che poi non è venuta. L'iscrizione era gratuita e si pagava, volendo fermarsi, solo il pranzo (5 Euro mi pare).
Alla fine pranzo cucinato dalla pro loco di Occimiano, pasta al ragù, buono, ma dato che si era a metà ottobre, si poteva azzardare (nonostante facesse ancora caldo) una bagna caoda o qualcosa di più tipico della zona, anche per vegetariani o vegani qualcosa si inventa. Vino ottimo.

Ho scritto più volte che non si possono mischiare le cose, ma l'organizzatore pare non capire.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

EDIT:

I ristori non erano previsti ma c'erano. E volendo ci si poteva fermare a pranzo in qualche paese. Io ho comprato una "barretta energetica" (Nutella B ready) e dopo 5 minuti ci hanno offerto the freddo e crostata (sempre della Ferrero probabilmente).

Ripeto, io mi sono divertito comunque, era vicino a casa e ci sono andato direttamente in bici e partire alle 7:30 con l'aria frizzante è sempre un piacere. Ma andrebbe organizzata meglio e focalizzata su una sola "specialità".

 

53730023.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/1/2016 at 09:49 , riky76 ha scritto:

mi sa che @bruz sulla gara di Sesto può dirci qualcosa di più...

 

@guido sono certo che veramente stanno solo provando a buttare una rete e vedere se vengono su i pesci... 

Non penso Riky, nemmeno ci pensano se continuano come il 2014 e il 2015.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

tiro le somme io che, essendo "resident" della zona, ci sono andato:

-totale 41 iscritti (+3 non iscritti tra cui io),

-5 bici 'eroiche' in totale, il resto erano super bici gravel o mtb carbonio con 12000 rapporti ecc ecc

-organizzazione alla "bene e meglio", assente su tutto il percorso. pubblico anche lui completamente assente.

-percorso corto dato per 50km era in realtà 65km, di cui almeno il 40% su strada asfaltata (con 3 attraversamenti di strada statale trafficata) e il resto su sterrato che in alcuni punti erano più mattoni e piastrelle che terra.

il tracciato è abbastanza variegato, nella prima metà è completamente in piano, poi ci sono alcune salite che non scherzano (almeno per uno come me che non è super allenato).

In definitiva: non è (più) una ciclostorica! il monferrato è luogo bellissimo per girare in bici, ma su questo sterrato andateci con delle bici adatte!

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.