legnogrezzo

Antonio Colombo di Columbus/Cinelli su Panorama Icon di settembre

15 posts in this topic

Letto domenica per caso.

Articolo brutto e di una sciatteria e pressapochezza nauseanti.

Giorgio Terruzzi, descritto in quelle pagine di apertura in cui si elencano i ha lavorato con - ha scritto per - ha esposto a - come fortunato dato che può fare il giornalista e scrivere è davvero fortunato. Io non gli farei nemmeno scrivere gli annunci mortuari sul bisettimanale della mia città.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma è inutile aprire un post su FF per lamentarsi di ciò, era meglio non considerare di striscio la questione.

My two cents

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma è inutile aprire un post su FF per lamentarsi di ciò, era meglio non considerare di striscio la questione.

My two cents

Certamente, ma leggere cose tipo: lo scatto fisso l'abbiamo inventato noi nel 2009 o 2006, e le solite cazzate legate all'uso della parola scatto fisso è sempre deprimente!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma è inutile aprire un post su FF per lamentarsi di ciò, era meglio non considerare di striscio la questione.

My two cents

Certamente, ma leggere cose tipo: lo scatto fisso l'abbiamo inventato noi nel 2009 o 2006, e le solite cazzate legate all'uso della parola scatto fisso è sempre deprimente!

Si ma con Cinelli è sempre la stessa storia, già lo scrissi da qualche parte. Loro inventano, non si sa bene cosa ma inventano, infatti telai ciclocross in acciaio con forcellini pista fino al 2015 non li aveva visti nessuno, meno male che Cinelli c'è.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma è inutile aprire un post su FF per lamentarsi di ciò, era meglio non considerare di striscio la questione.

My two cents

Certamente, ma leggere cose tipo: lo scatto fisso l'abbiamo inventato noi nel 2009 o 2006, e le solite cazzate legate all'uso della parola scatto fisso è sempre deprimente!

Si ma con Cinelli è sempre la stessa storia, già lo scrissi da qualche parte. Loro inventano, non si sa bene cosa ma inventano, infatti telai ciclocross in acciaio con forcellini pista fino al 2015 non li aveva visti nessuno, meno male che Cinelli c'è.

credo che per inventare intendano il portare a livello più industriale ed accessibile una parte di ciclismo di nicchia

 

 

infatti per quanto riguarda l'uso del fisso su strada dal punto di vista commerciale sono stati i pionieri e probabilmente senza cinelli il movimento dello scatto fisso sarebbe meno importante (o comunque sarebbe arrivato molto più lentamente)

 

my 2 cents

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ricordo quando sia uscito il primo Cinelli Mash ma credo che lo si possa considerare il primo telaio a scatto fisso performante da strada prodotto su larga scala. Come credo che Mash SF possa essere considerato il primo team di ciclisti fissi su strada sponsorizzati da un produttore. Per quanto brutto sia l'articolo è innegabile che Cinelli ci vede lungo. In ambito MTB credo che "Il rampichino" sia una delle prime MTB italiane (forse la prima ho ancora l'articolo di Airone) e la vecchia mitica Passatore non era forse una gravel-bike già tanti anni fa?

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ricordo quando sia uscito il primo Cinelli Mash ma credo che lo si possa considerare il primo telaio a scatto fisso performante da strada prodotto su larga scala. Come credo che Mash SF possa essere considerato il primo team di ciclisti fissi su strada sponsorizzati da un produttore. Per quanto brutto sia l'articolo è innegabile che Cinelli ci vede lungo. In ambito MTB credo che "Il rampichino" sia una delle prime MTB italiane (forse la prima ho ancora l'articolo di Airone) e la vecchia mitica Passatore non era forse una gravel-bike già tanti anni fa?

Tutto giusto, anche se "inventare" ha significato differente. Poi nello scatto fisso diciamo che è più Cinelli che si è giovato del movimento e non viceversa.
Di certo son stati i primi a capire che poteva essere ritagliata una nuova fetta di mercato ed è stato la loro fortuna visto che nelle altre stavano soccombendo.

Il Rampichino appartiene ad un'alta epoca quindi la lascerei stare (altirmenti dovremmo metterci anche il Cinelli Criterium che è stato per quasi due decenni il miglior manubrio da pista ma ha poco a che fare con Colombo...), sul Gravel sorvolo per non aprire un flame.

Più che altro trovo stucchevole la continua opposizione tra Cinelli-addicted ed haters, quando basterebbe osservare con serenità pregi e difetti....

  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ricordo quando sia uscito il primo Cinelli Mash ma credo che lo si possa considerare il primo telaio a scatto fisso performante da strada prodotto su larga scala. Come credo che Mash SF possa essere considerato il primo team di ciclisti fissi su strada sponsorizzati da un produttore. Per quanto brutto sia l'articolo è innegabile che Cinelli ci vede lungo. In ambito MTB credo che "Il rampichino" sia una delle prime MTB italiane (forse la prima ho ancora l'articolo di Airone) e la vecchia mitica Passatore non era forse una gravel-bike già tanti anni fa?

Straquoto!!! Quanto l'ho desiderato il Rampichino...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ricordo quando sia uscito il primo Cinelli Mash ma credo che lo si possa considerare il primo telaio a scatto fisso performante da strada prodotto su larga scala. Come credo che Mash SF possa essere considerato il primo team di ciclisti fissi su strada sponsorizzati da un produttore. Per quanto brutto sia l'articolo è innegabile che Cinelli ci vede lungo. In ambito MTB credo che "Il rampichino" sia una delle prime MTB italiane (forse la prima ho ancora l'articolo di Airone) e la vecchia mitica Passatore non era forse una gravel-bike già tanti anni fa?

Tutto giusto, anche se "inventare" ha significato differente. Poi nello scatto fisso diciamo che è più Cinelli che si è giovato del movimento e non viceversa.
Di certo son stati i primi a capire che poteva essere ritagliata una nuova fetta di mercato ed è stato la loro fortuna visto che nelle altre stavano soccombendo.

Il Rampichino appartiene ad un'alta epoca quindi la lascerei stare (altirmenti dovremmo metterci anche il Cinelli Criterium che è stato per quasi due decenni il miglior manubrio da pista ma ha poco a che fare con Colombo...), sul Gravel sorvolo per non aprire un flame.

Più che altro trovo stucchevole la continua opposizione tra Cinelli-addicted ed haters, quando basterebbe osservare con serenità pregi e difetti....

I danni che ha fatto e sta facendo la parola scatto fisso sulla "cultura" italiana sono enormi. L'unico da odiare è Giorgio Terruzzi in questo caso. Se Cinelli ha inventato lo scatto fisso io ho inventato la figa. Per piacere!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque a volte sembra che vi offendano la mamma ogni volta che dicono "scatto fisso", ma se un babbo di minchia chiama la sua graziella del LIDL scatto fisso chissenefrega. A volte un rabbino capo incrociato con un imam è più tollerante.


Per me Colombo può dire che ha inventato la bicicletta e se la gente ci crede pure, al massimo mi faccio una risata.  :)

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ricordo quando sia uscito il primo Cinelli Mash ma credo che lo si possa considerare il primo telaio a scatto fisso performante da strada prodotto su larga scala. Come credo che Mash SF possa essere considerato il primo team di ciclisti fissi su strada sponsorizzati da un produttore. Per quanto brutto sia l'articolo è innegabile che Cinelli ci vede lungo. In ambito MTB credo che "Il rampichino" sia una delle prime MTB italiane (forse la prima ho ancora l'articolo di Airone) e la vecchia mitica Passatore non era forse una gravel-bike già tanti anni fa?

Tutto giusto, anche se "inventare" ha significato differente. Poi nello scatto fisso diciamo che è più Cinelli che si è giovato del movimento e non viceversa.
Di certo son stati i primi a capire che poteva essere ritagliata una nuova fetta di mercato ed è stato la loro fortuna visto che nelle altre stavano soccombendo.

Il Rampichino appartiene ad un'alta epoca quindi la lascerei stare (altirmenti dovremmo metterci anche il Cinelli Criterium che è stato per quasi due decenni il miglior manubrio da pista ma ha poco a che fare con Colombo...), sul Gravel sorvolo per non aprire un flame.

Più che altro trovo stucchevole la continua opposizione tra Cinelli-addicted ed haters, quando basterebbe osservare con serenità pregi e difetti....

I danni che ha fatto e sta facendo la parola scatto fisso sulla "cultura" italiana sono enormi. L'unico da odiare è Giorgio Terruzzi in questo caso. Se Cinelli ha inventato lo scatto fisso io ho inventato la figa. Per piacere!!

Diciamo allora che è stato lungimirante e ha diffuso su strada la bici da pista; così va bene?

ce ne fossero altri mille mila imprenditori italiani in grado di fare qualcosa del genere

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@legnogrezzo non capisco che problemi hai con le parole "scatto fisso" se vuoi usiamo "pignone fisso" sta di fatto che prima del primo Mash di bici a "coso fisso" performanti pensate per la strada non se ne vedevano nei cataloghi. Prima del Mash o pista "vere" o ciofeche multicolor pensate per tutto tranne che per farci della strada. Cinelli non ha inventato nulla, anche perchè non c'è nulla da inventare, però ci ha visto lungo tutto qui.

Idem per le CXSS dove Cinelli è l'unico produttore Italiano ad avere ben 2 telai a catalogo, gli altri zero! Tranne Bianchi USA che ne fa una in acciaio ma non la commercializza in Italia. Quando comprai il Mash CXSS o quello o ordine in USA o ordine a un telaista con relative attese, il Mash pochi giorni dopo l'ordine era già sporco di fango e l'ho avuto pure scontato dato che avevano una promozione per chi era iscritto alle CXSS Italian Series. 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, non ho letto l'articolo in questione, dopodiché se Cinelli dice che ha creato una fetta di mercato industriale basata sullo scatto fisso ci può stare. In fondo è stato il primo marchio a mettere in catalogo a livello industriale in bici che rispondesse alla domanda della moda crescente.

Se dice di avere inventato lo scatto fisso, la moda dello scatto fisso o la fissa da strada dice una cazzata perché quando uscì il Vigorelli c'erano già varie realtà artigianali che rispondevano alla richiesta di fisse da strada (prima dell'uscita del Vigorelli, eh?! Non prima del Mash, che arrivò dopo, prima del Vigorelli proprio...).

Eviterei quindi prese di posizione aprioristiche, a parte su Terruzzi... :-P

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.