ste.ferrara

[Cercasi aiuto] Diritto del LAVORO

13 posts in this topic

Ciao regaz, come qualcuno forse avrà notato (no scherzo, non fotte proprio a nessuno) sono mesi che latito dal forum causa cazzi mazzi impegni e lavoro!

Ne voglio parlare qui perchè è una piazza che mi piace e ne escono sempre spunti interessanti, quindi chiunque si senta libero di esprimere i propri dubbi, ma se siete in vena di consigli, vi chiedo la premura di dilazionarli con coscienza e certezza, perchè sempre di diritto si tratta :)

Parto io...

Ho un contratto a tempo determinato che scadrà il 31 Luglio.
L'azienda per cui lavoro, ha programmato una chiusura aziendale dall'8 al 30 Agosto.
Hanno detto di volermi rinnovare il contratto dal giorno stesso in cui scade il mio e poi darmi tutte le ferie pagate (a credito, non avendole maturate) lavorando così, solo 5 giorni di cui uno avrò probabilmente bisogno di stare a casa per motivi personali.

Ora io mi chiedo, non è forse a vantaggio di tutti rimandare la firma del contratto e farlo partire dal 31 Agosto?
- Cioè se quando sono in vacanza mi faccio male e succede qualcosa, magari mi faccio due mesi a casa di mutua e loro lo prendono in quel posto.
- Devono darmi un botto di ore di ferie a credito, e non so quanto gli convenga (se tra 4 mesi finisce il nostro rapporto di lavoro come funziona? Mi tolgono quelle ore dall'ultima busta paga?)
- A me girano le palle perchè tolte le ore di chiusura programmata, abbiamo annualmente 27,5 ore di ferie, che sono pochissime e nemmeno in 4 anni senza prenderne un solo giorno potrei andare a recuperare il debito di ferie che ho maturato con loro quest'estate, e ho esigenza di almeno 3 giorni il prossimo autunno che non potrebbero in nessun modo concedermi!

Tra l'altro, non è un lavoro che mi gratifichi chissà quanto, quindi quel mese per riflettere mi avrebbe fatto comodo, anche se comunque la decisione di restare c'è, essendo comunque il nuovo contratto un altro tempo determinato di non si è capito quanti mesi.

E' un'azienda a gestione familiare (su 12 persone, 8 sono della family), di una famiglia di incompetenti che però, grazie al vecchiaccio, a suo tempo molto intelligente, gestisce un mercato ricco fiorente e che non conosce crisi, quindi non si sono mai nemmeno sforzati di capire come ci si possa comportare con delle persone che non rientrano nella loro cerchia. Vi dico solo che sono tre settimane che non vedo i miei capi perchè sono al mare coi bambini, a volte si prendono intere settimane con un sms la sera prima, facendosi comunque segnare le ore lavorative perchè tanto "siamo tra di noi".

Il mio dubbio quindi è su cosa posso proporre io a questa gente? In che termini avrebbe senso proporgli di sospender tutto fino a fino agosto? Loro hanno degli sgravi fiscali a rinnovarmelo da subito il contratto senza una pausa? (giustificherebbe la loro intenzione di rinnovarmelo instantly)
C'è l'effettiva possibilità di rimandare la firma per fine agosto? Cazzo se devo pensare di non avere un solo giorno di ferie per i prossimi mesi mi viene male, anche perchè qualche impegno inderogabile so già che ci sarà.

 

Ho provato a mettere in grassetto le cose a cui vorrei maggiormente trovar risposta, ma rileggendo ho anche notato che la discussione non è così chiara come speravo. Sperando che qualcuno colga gli spunti vi faccio un ciaone <3

Yo

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ste io l'ho letto,

ti posso dire che si capisce.

Purtroppo però non ti rispondo perchè non me ne intendo un cazzo e ti direi cose tanto riempire reply.

L'unico avvocato che so frequenti il forum è @Romafix ma non credo sia del ramo lavoro.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

credo che se ti rivolgi a qualsiasi sindacato possano darti le migliori informazioni, credo anche senza essere iscritti. in alternativa, conosco dei tizi poco raccomandabili, potrebbero fare due paroline con i titolari.


ps mettere incinta qualche donna ai piani alti? c'hai mai pensato?

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ste.ferrara ciao... la questione ferie è semplice. Esempio: tu sei dipendente a tempo indeterminato, hai finito tutte le ferie dell'anno 2014, ad inizio 2015 ti fai 15gg di ferie per andare dove ti pare... quelle ferie non le hai ancora maturate (se hai 30gg di ferie l'anno, ne maturi 2,5 al mese... ) e nel caso tu decidessi di licenziarti a fine marzo, sicuramente ti beccheresti un addebito in busta paga.

Tu da quanto tempo lavori li? Quanti giorni di ferie hai maturato? quanti mesi di contratto ti farebbero?

detto questo, io, il contratto lo firmerei SUBITO perchè, metti caso tu scegliessi di firmare il 1 settembre e il 30 agosto (cornafacendo) ti rompessi un braccio e una gamba dovendo quindi restare a casa immobile per un mese, secondo te, il contratto te lo farebbero ugualmente?

FIRMA, che poi per le ferie ti aggiusti, piuttosto chiedi all'azienda, se sei in buoni rapporti, di prendere alcuni giorni di aspettativa non retribuita.

 

ps: verbi sicuramente sbagliati in quantità...

PPS: 27,5 GIORNI di ferie... verifica bene, che 27,5 ore mi sembra un dato privo di senso.

Edited by Pablohoney (see edit history)
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ste.ferrara ciao... la questione ferie è semplice. Esempio: tu sei dipendente a tempo indeterminato, hai finito tutte le ferie dell'anno 2014, ad inizio 2015 ti fai 15gg di ferie per andare dove ti pare... quelle ferie non le hai ancora maturate (se hai 30gg di ferie l'anno, ne maturi 2,5 al mese... ) e nel caso tu decidessi di licenziarti a fine marzo, sicuramente ti beccheresti un addebito in busta paga.

Tu da quanto tempo lavori li? Quanti giorni di ferie hai maturato? quanti mesi di contratto ti farebbero?

detto questo, io, il contratto lo firmerei SUBITO perchè, metti caso tu scegliessi di firmare il 1 settembre e il 30 agosto (cornafacendo) ti rompessi un braccio e una gamba dovendo quindi restare a casa immobile per un mese, secondo te, il contratto te lo farebbero ugualmente?

FIRMA, che poi per le ferie ti aggiusti, piuttosto chiedi all'azienda, se sei in buoni rapporti, di prendere alcuni giorni di aspettativa non retribuita.

 

ps: verbi sicuramente sbagliati in quantità...

PPS: 27,5 GIORNI di ferie... verifica bene, che 27,5 ore mi sembra un dato privo di senso.

Ti ringrazio dei consigli, ottimi!

Al momento non ho ore di ferie dato che tra roll obbligatori e ponti festivi me le son giocate tutte. 
Spero mi facciano altri 4 mesi, che 6 non so se li reggo in sto posto.

Ahimè il dato è giusto, sono 27,5 ore di ferie annuali da potersi prendere liberamente dato che ci sono periodi di chiusura aziendali concordati (piano firmato da tutti i dipendenti tranne me essendo arrivato ad anno iniziato) e anche un roll settimanale. Come numero è naturalmente insensato perchè sono praticamente tutti familiari e fanno il cazzo che vogliono, spariscono per settimane, arrivano in media alle 10 del mattino e via così.....

I rapporti sono pure buoni, ma è difficile discutere di cose tecniche del genere con qualcuno che non ne sa nulla non avendo mai dovuto rispettare contratti o impegni lavorativi reali :\

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho lavorato in azienda famigliari o con stampo in parte derivante da esso.

Anzi quasi tutte le mie esperienza sono state di questo tipo.

E c'è una buona bilancia tra lucidità dell'ideatore dell'azienda e la amara biechezza (si dice??) della prole.

Questo mio reply è uno sfogo.

Voto come @stefanino di ingravidare pesantamente la prima figliogenita se il capitale dell'azienda è sopra i 5 mln di euro.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

che tipo di contratto hai? solitamente i CCNL fissano un monte ore di ferie standard, suddiviso solitamente in ferie e permessi retribuiti, con la sola differenza che le ferie sono fruibili a giornata intera ed i permessi ad ore. La metà delle ferie solitamente è gestita dal datore di lavoro, per chiusure aziendali e simili... può essere che le 27.5 ore di ferie annuali, tengano conto di tutte le chiusure aziendali e ponti... avrai firmato un contratto che prevede qualcosa in merito a ferie e via dicendo? che c'è scritto? che contratto è? (intendo che tipo di ccnl...)

in ogni caso, firma e poi chiedi come fare... una volta firmato sei sempre in tempo a mandarli in culo, mandarceli prima di aver firmato anche NO :-D

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

dove lavoro io è tipo la tua situazione, da noi c'è una persona che si interfaccia con lo studio che ci fa le buste paga e a cui ci rivolgiamo per chiedere tutte le cose tecniche relative a ferie permessi malattia ecc ecc

da te c'è qualcosa del genere? o cmq avrete per forza uno studio esterno che vi fa le buste paga...potresti sentire loro

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Onestamente a naso direi che di vantaggi non ne hanno, tranne forse evitare che al 1° di Settembre tu abbia cambiato idea (magra consolazione dal momento che puoi comunque decidere di salutare e prendere un'altra strada..).

O magari lo fanno semplicemente perché pensano sia più corretto, rispetto a lasciarti a casa ad Agosto per poi riprenderti a Settembre (ma non conosco l'ambiente quindi..)

Ti confermo che le ferie godute e non maturate ti vengono scalate nel caso sull'ultima busta paga: e qui ti dico, che te frega ? Tra non prendere i soldi domani, e prenderli domani e restituirli tra 4 mesi andrei per la seconda..

Comunque visto che ci hai ragionato su (più di loro forse..) puoi semplicemente proporre di fare un nuovo contratto partendo dal 1° di Settembre, o di prorogarti il contratto ma considerare le tre settimane di Agosto come assenza non retribuita (invece di mandare in negativo la maturazione delle ferie) così te le tieni per esigenze tue.. 

Edit: son rimbambito ti ha già dato le stesse risposte Pablohoney... (e come dice lui, intanto firma, poi ci pensi..)

Edited by maxaccio (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ste.ferrara

senza saper ne leggere ne scrivere, come va il mondo del lavoro, io firmerei subito il contratto e andrei in ferie tranquillo sapendo che al ritorno hai ancora un posto, poi per le ferie a recupero ci pensi, tanto ti posso assicurare che in una vita di lavoro non riuscirai mai a fare tutte le ferie accantonate, al massimo se poi avrei bisogno di un giorno puoi sempre fartelo scalare dallo stipendio, le ferie per chiusure aziendali possono solo andare a recupero non possono scalare dallo stipendio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

giusto.........di Diritto di lavoro non ci capisco un cacchio.............però ho imparato che le aziende, piccole o grandi che siano, non ci rimettono mai quando "offrono" qualcosa al dipendente. Sarà un'ovvietà ma è così. 

Edited by Romafix (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contratto firmato e mi son preso 30 giorni di ferie non pagate, così da settembre posso spendermi le mie senza dover implorare nessuno :)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.