smalltownvideo

Vecchietti al bar e ai giardini

31 posts in this topic

Era successo già a marzo, quando durante l'alley a Pescara ,dei vecchietti intenti a fumare e bere vino fuori dal baretto del semaforo avevano urlato ruota fissa ruota fissa al gruppo che mi precedeva!

Ieri mattina me fermo al semaforo dei giardinetti e ci stavano 4 vecchietti seduti sulla panchina,uno di questi mi fa:è ruota fissa???!! Rispondo di si, scatta il verde e me ne vado contento!

Mi f piacere pensare che ci siano dei dinosauri che sanno che cos'è la ruota fissa mentre ci stanno altri meno dinosauri che solo per spiegargliela ci metti una vita intera!!

Ovvio che i vecchi se la sono vissuta in prima persona sicuramente.

Fa piacere!

La prossima vta sperando di avere più tempo mi ci fermo a chiacchera.

Share this post


Link to post
Share on other sites

un paio d'anni fà alla gf della folgore c'era un'ometto sulla settantina ad uno stand di bici d'epoca frà cui alcune da pista che si esibiva in surplace che neanche un campione di trackstand..:-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mio nonno si emoziona ancora a sentir parlare di Maspes, Sacchi, Pettenella e degli immortali Bartali e Coppi...diavolo d'un toscanaccio!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

un paio d'anni fà alla gf della folgore c'era un'ometto sulla settantina ad uno stand di bici d'epoca frà cui alcune da pista che si esibiva in surplace che neanche un campione di trackstand..:-)

un vecchietto in strada mi ha fermato perché avevo la fissa, ha detto di essere un ex pistard e si è esibito in un surplace con una biga a ruota libera, priceless

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siete tutti delle fave,che nn avete immortalato... cazzo di internauti...

e tu invece che scrivi "nn" al posto di "non"?

emo di merda!

Sent from my iPhone using Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Almeno 3 dei miei vicini di casa nei pressi della pensione che mi hanno visto girare con la fissa l'hanno riconosciuta al primo colpo...

Il migliore: arriva sulla sua Wilier, mi vede trafficare, scambia 2 chiacchiere, e salta fuori che e` appena tornato da un giretto di 170 km...

Tre volte a settimana.

O__o

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi f piacere pensare che ci siano dei dinosauri che sanno che cos'è la ruota fissa mentre ci stanno altri meno dinosauri che solo per spiegargliela ci metti una vita intera!!

Ovvio che i vecchi se la sono vissuta in prima persona sicuramente.

Ma infatti, guarda che è molto più facile incontrare una persona di una certa età che sappia cos'è lo scatto fisso che non una giovane.

C'è stato un buco generazionale - dato in campo sportivo dalla calcizzazione dell'intero stivale che ha fagocitato tutte quelle discipline che oggi vengon definite in maniera razzista "sport minori" e dal punto di vista sociale (non è che la fissa volesse dire solo bici da pista...) dall'imposizione commerciale delle bici "ammeregane" (e poi taiwanesi...) - che ha fatto sì che tra i fissati di oggi e gli appassionati di pista di una volta ci sia una distanza di anni. Quindi il problema non è quanto è giovane uno, ma in quale periodo ha vissuto.

Più di una volta ho incontrato gente di una certa età che da giovane correva oppure che seguiva le gare. Una volta ho incontrato uno che correva al Vigorelli negli anni 60, era stato anche in nazionale giovanile e dilettanti, poi morì suo padre e lui dovette mollare tutto per andare a lavorare e mantenere la famiglia. Un'altra volta ho incontrato uno che seguiva le gare al Vigorelli perchè suo fratello correva ed aveva un giro di scommesse clandestine ("sai, per arrotondare..."), un'altro ancora aveva corso fino a metà anni 80 e mi invitò a casa sua perchè aveva un sacco di materiale: mi vendette una Fir a tre razze a 50€.....

La più divertente 6 o 7 anni fa, quando di fisse in giro per Milano ce ne saran state meno di una ventina, ero in surplace al semaforo quando ho sentito un dialogo fantastico.

Un operaio di una certa età che lavorava sul marciapiede è sbottato con un "ehi, ma quella è una bici a scatto fisso!"

E il collega molto più giovane "cos'èèèèèè?!..."

"Bici a scatto fisso!..."

"E cosa vuol dire?!...."

"eh, te sei troppo giovane.....non sai un cazzo!....."

Quando son ripartito dopo il verde, sono arrivato al semaforo dopo che ancora ridevo..... :-D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siete tutti delle fave,che nn avete immortalato... cazzo di internauti...

e tu invece che scrivi "nn" al posto di "non"?

emo di merda!

Sent from my iPhone using Tapatalk

Impossibile sono calvo...e comunque Pak,rispondi per bene,senno comincio a farti domande su sta' borsa che ancora non e' arrivata...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi f piacere pensare che ci siano dei dinosauri che sanno che cos'è la ruota fissa mentre ci stanno altri meno dinosauri che solo per spiegargliela ci metti una vita intera!!

Ovvio che i vecchi se la sono vissuta in prima persona sicuramente.

Ma infatti, guarda che è molto più facile incontrare una persona di una certa età che sappia cos'è lo scatto fisso che non una giovane.

C'è stato un buco generazionale - dato in campo sportivo dalla calcizzazione dell'intero stivale che ha fagocitato tutte quelle discipline che oggi vengon definite in maniera razzista "sport minori" e dal punto di vista sociale (non è che la fissa volesse dire solo bici da pista...) dall'imposizione commerciale delle bici "ammeregane" (e poi taiwanesi...) - che ha fatto sì che tra i fissati di oggi e gli appassionati di pista di una volta ci sia una distanza di anni. Quindi il problema non è quanto è giovane uno, ma in quale periodo ha vissuto.

Più di una volta ho incontrato gente di una certa età che da giovane correva oppure che seguiva le gare. Una volta ho incontrato uno che correva al Vigorelli negli anni 60, era stato anche in nazionale giovanile e dilettanti, poi morì suo padre e lui dovette mollare tutto per andare a lavorare e mantenere la famiglia. Un'altra volta ho incontrato uno che seguiva le gare al Vigorelli perchè suo fratello correva ed aveva un giro di scommesse clandestine ("sai, per arrotondare..."), un'altro ancora aveva corso fino a metà anni 80 e mi invitò a casa sua perchè aveva un sacco di materiale: mi vendette una Fir a tre razze a 50€.....

La più divertente 6 o 7 anni fa, quando di fisse in giro per Milano ce ne saran state meno di una ventina, ero in surplace al semaforo quando ho sentito un dialogo fantastico.

Un operaio di una certa età che lavorava sul marciapiede è sbottato con un "ehi, ma quella è una bici a scatto fisso!"

E il collega molto più giovane "cos'èèèèèè?!..."

"Bici a scatto fisso!..."

"E cosa vuol dire?!...."

"eh, te sei troppo giovane.....non sai un cazzo!....."

Quando son ripartito dopo il verde, sono arrivato al semaforo dopo che ancora ridevo..... :-D

Anno 2000.Entro in un negozio di bici e chiedo"Ciao ,volevo delle ruote da pista" Il tipo mi guarda...si gira guardando il collega...e fa' "Ecco quest'attro..."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anno 2000.Entro in un negozio di bici e chiedo"Ciao ,volevo delle ruote da pista" Il tipo mi guarda...si gira guardando il collega...e fa' "Ecco quest'attro..."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anno 2000.Entro in un negozio di bici e chiedo"Ciao ,volevo delle ruote da pista" Il tipo mi guarda...si gira guardando il collega...e fa' "Ecco quest'attro..."

Uaahahahaha...oddio le lacrime!!!.......sì, bèh, scene così me ne son capitate a iosa.....ma ne ricordo anche di positive, tanti anni fa quando su Ciclistica postavano le prime discussioni sullo scatto fisso postò un negoziante della provincia milanese che sgomento per la nuova moda delle bici da pista (da cui era stato avvisato da un cliente) ci avvisava che aveva ancora del materiale come fondo di magazzino. Lo andai a trovare e scoprii che quando lui era giovane, il padre era fornitore di alcune squadre che correvano al Vigorelli: mi portai a casa dei gioiellini (manubrio e pipa Cinelli Criterium, una Brooks da bambino, Guarnitura Campagnolo Pista, pedali Campy pista, serie sterzo GPM, etc...), tutto a 10€ al pezzo! Poi un telaio artigianale fatto dal padre (che era telaista...) a 200€ e una bici completa (tutta montata Campagnolo, con manubrio Criterium con guaina in camoscio, cerchi NISI con stemma a placchetta in rilievo tipo medaglia militare) a 400€....

Ma la cosa migliore son state le meraviglie che aveva in negozio, su tutte la copia esatta della 51'151 di Moser che il padre fece per suo figlio in taglia da bambino......ma poi una cifra di altra roba, le guarniture GPM da bambino, i cerchi da 27" che si era fatto fare appositamente dalla GPM per i telai di taglia piccola (geniale!..), etc....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.