Jump to content

CICLOTURISTE & CICLOTURISMO [Gallery & Discussions]


Jombe
 Share

Recommended Posts

 

 

@alvuzSoluzione suina: piega il braccio di supporto.Soluzione urbana: bullone più lungo con un cilindretto, una collezione di rondelle, un frammento di Bic, insomma uno spaziatore che ti permetta di montare più esternamente il supporto senza interferire con la pinza. Tanto si tratta di un parafango, non di un portapacchi, quindi anche se montato più esterno non rischia di spezzare il bullone.

Ho trovato un buon sistema: il ponticello più basso del parafango l'ho fissato all'occhiello del telaio, piegando la staffa lato freno, e quello alto invece lo fissò con altre due staffette agli occhielli di metà forca.

Ci abbiamo perso tutta la mattina col papà per montare i due parafanghi, tra spessori eccetera, ma vabbè. Qui la foto del lato sx:

attachicon.gifimage.jpg

Qui invece il lato dx con staffa dritta:

attachicon.gifimage.jpg

E il mezzo finalmente finito col manubrio all'altezza di crociera

attachicon.gifimage.jpg

 

 

Se posso consigliare, metti anche le seconde staffe sul parafango avanti. Eviti che con le vibrazioni possa toccare lo pneumatico ed è più resistente!

Link to comment
Share on other sites

@alvuzSoluzione suina: piega il braccio di supporto.Soluzione urbana: bullone più lungo con un cilindretto, una collezione di rondelle, un frammento di Bic, insomma uno spaziatore che ti permetta di montare più esternamente il supporto senza interferire con la pinza. Tanto si tratta di un parafango, non di un portapacchi, quindi anche se montato più esterno non rischia di spezzare il bullone.

Ho trovato un buon sistema: il ponticello più basso del parafango l'ho fissato all'occhiello del telaio, piegando la staffa lato freno, e quello alto invece lo fissò con altre due staffette agli occhielli di metà forca.

Ci abbiamo perso tutta la mattina col papà per montare i due parafanghi, tra spessori eccetera, ma vabbè.Qui la foto del lato sx:

attachicon.gifimage.jpg

Qui invece il lato dx con staffa dritta:

attachicon.gifimage.jpg

E il mezzo finalmente finito col manubrio all'altezza di crociera

attachicon.gifimage.jpg

 Se posso consigliare, metti anche le seconde staffe sul parafango avanti. Eviti che con le vibrazioni possa toccare lo pneumatico ed è più resistente!

Sono l'unica cosa che manca, non pensavo di averne invece ne ho trovato un paio che fisso lì e a metà forca, sugli occhielli portapacchi

Link to comment
Share on other sites

Ho cambiato il nome del trd per allargarlo anche alle discussioni riguardanti il cicloturismo in generale ed alla ricerca dei consigli che lo riguardano!

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Quindi comincio con il primo dubbio che mi attanaglia in questi giorni...

Son indeciso se usare delle leve STI o dei cambi Bar-Ends sulla prossima...qualcuno ha esperienza in merito? Vantaggi su uno piuttosto che l'altro? Ovviamente in rete trovo adepti di entrambe le configurazioni, tutti con i loro buoni motivi per difendere la loro scelta...voi avete esperienze dirette??

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

 

 

@alvuzSoluzione suina: piega il braccio di supporto.Soluzione urbana: bullone più lungo con un cilindretto, una collezione di rondelle, un frammento di Bic, insomma uno spaziatore che ti permetta di montare più esternamente il supporto senza interferire con la pinza. Tanto si tratta di un parafango, non di un portapacchi, quindi anche se montato più esterno non rischia di spezzare il bullone.

Ho trovato un buon sistema: il ponticello più basso del parafango l'ho fissato all'occhiello del telaio, piegando la staffa lato freno, e quello alto invece lo fissò con altre due staffette agli occhielli di metà forca.

Ci abbiamo perso tutta la mattina col papà per montare i due parafanghi, tra spessori eccetera, ma vabbè. Qui la foto del lato sx:

attachicon.gifimage.jpg

Qui invece il lato dx con staffa dritta:

attachicon.gifimage.jpg

E il mezzo finalmente finito col manubrio all'altezza di crociera

attachicon.gifimage.jpg

 

proprio figa

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Quindi comincio con il primo dubbio che mi attanaglia in questi giorni...

Son indeciso se usare delle leve STI o dei cambi Bar-Ends sulla prossima...qualcuno ha esperienza in merito? Vantaggi su uno piuttosto che l'altro? Ovviamente in rete trovo adepti di entrambe le configurazioni, tutti con i loro buoni motivi per difendere la loro scelta...voi avete esperienze dirette??

io li ho usati entrambi, prima sti e adesso bar ends:

 

gli sti sono forse più comodi inizialmente e per cambiare non serve spostare le mani, tuttavia se rompi il comando è inutilizzabile sia il freno che il cambio, se hai il forcellino storto devi stare a regolarlo e non sempre andrà bene, devi avere comandi e pacco pignoni con lo stesso numero di velocità...

 

nei bar end inizialmente sarà più complicato cambiare ma ci fai subito l'abitudine, se ad esempio ti entra sabbia nella leva freno (mi è successo quest'anno all'isola d'elba) non hai tanti problemi perchè la leva è più semplice e riesci a pulirla bene, se sei in viaggio e prendi un colpo al cambio e hai il forcellino storto puoi usarlo in modalità a frizione, se devi cambiare ruota e mettere una 7v o 8v puoi farlo senza problemi perchè tanto è a frizione (NB: c'è una levetta sul comando che te lo fa usare a frizione o indicizzato)

 

io quindi ti consiglio bar end :)

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

@Jombe

Sposo la scelta di Xero. L'unica "scomodità" dei bar-end è che hai un ingombro in più e devi stare attento a non danneggiarli e a non sbatterci contro con le gambe. Io sono rimasto fedele alla frizione. Perdi quel centesimo di secondo a cambiata ma non hai mai problemi di regolazione anche, come si è detto, con forcellini storti. Se proprio fossi messo male e ti trovassi con un comando rotto, un vecchio shifter Shimano da manubrio lo trovi ovunque nel mondo, i comandi integrati un po' meno. E avere più funzioni nello stesso oggetto ti può penalizzare qualora si rompesse proprio quell'oggetto. Poi oh, stiamo parlando di situazioni limite, è chiaro che con un STI ben regolato e in buone condizioni te la passi bene ugualmente e hai un manubrio più "pulito". Usi borse da manubrio? A me, ad esempio, risultavano troppo vicine ai comandi (con gli ErgoPower però), ma è anche vero che uso manubri strettini.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

@Xero @Revo grazie ad entrambi! Credo che opterò per dei comandi bar-ends allora...mi avete dato la conferma/motivazione di cui avevo bisogno per prendere la decisione finale!

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

La bici di Mike Hall:

 

EdPickupBike1-1020x680.jpg

 

Forse è un po' una forzatura postarla qui ma alla fine chi è sto Mike Hall? Un racer? Un viaggiatore? Un ultracicler? Un cronoman? Un cicloturista? Bho? Di sicuro è uno che pedala tanto e ha bisogno di poco per farlo. Uno che attraversa i continenti e gira attorno al mondo con la bici e lo fa ad una velocità pazzesca.

 

Qui sotto trovate un bell'articolo con tanti spunti interessanti sulla sua bici e sulle sue scelte in fatto di attrezzatura:

 

 

Il setup è quello per la

ci ha pedalato per 4233 miglia senza supporto direi che lo si può definire un setup collaudato. Ah ci ha messo 17 giorni, 16 ore e qualche spicciolo... non fate la conversione in km giornalieri che vi viene il mal di culo.

Edited by Dens (see edit history)
  • Like 8
Link to comment
Share on other sites

@Jombe io ho recuperato dei bar ends shimano 8v indicizzati che è possibile usare a frizione. Occhio che i nuovi shimano sono solo indicizzati - controlla bene le specifiche tecniche. Avere le due opzioni è assai comodo.

Link to comment
Share on other sites

 

Il setup è quello per la

ci ha pedalato per 4233 miglia senza supporto direi che lo si può definire un setup collaudato. Ah ci ha messo 17 giorni, 16 ore e qualche spicciolo... non fate la conversione in km giornalieri che vi viene il mal di culo.

 

ahia, l'ho fatto...per chi non ha voglia 385 "e qualche spicciolo"

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

@Jombe io ho recuperato dei bar ends shimano 8v indicizzati che è possibile usare a frizione. Occhio che i nuovi shimano sono solo indicizzati - controlla bene le specifiche tecniche. Avere le due opzioni è assai comodo.

 

Io penso che monterò tutto sram...devo vedere se anche i bar ends sram fanno entrambi.

Link to comment
Share on other sites

La bici di Mike Hall:

 

EdPickupBike1-1020x680.jpg

 

Forse è un po' una forzatura postarla qui ma alla fine chi è sto Mike Hall? Un racer? Un viaggiatore? Un ultracicler? Un cronoman? Un cicloturista? Bho? Di sicuro è uno che pedala tanto e ha bisogno di poco per farlo. Uno che attraversa i continenti e gira attorno al mondo con la bici e lo fa ad una velocità pazzesca.

 

Qui sotto trovate un bell'articolo con tanti spunti interessanti sulla sua bici e sulle sue scelte in fatto di attrezzatura:

 

 

Il setup è quello per la

ci ha pedalato per 4233 miglia senza supporto direi che lo si può definire un setup collaudato. Ah ci ha messo 17 giorni, 16 ore e qualche spicciolo... non fate la conversione in km giornalieri che vi viene il mal di culo.

16kmh di media, senza mai fermarsi, quindi dormendo 8 ore al giorno, per altre 8 doveva fare minimo minimo 32kmh costanti

Link to comment
Share on other sites

Con Sram mi sembra che si possano montare deragliatori e cassette da Mtb utilizzando comunque le leve comando da strada.

Giusto?

Con Shimano non si può?

Link to comment
Share on other sites

  • Jombe pinned this topic

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .