EcoBalle

allenamento e gambe

9 posts in this topic

Buongiorno a tutti!siccome oggi e' stata una giornata iniziata male mi sento di condividere con voi un consiglio che a me ha aiutato tantissimo, chissa' che sto maledetto karma si svegli!

Avete presente quando il giorno dopo un allenamento particolarmente gravoso vi alzate camminando come piccoli robot soldatini e scomodate varie divinita' e santi del paradiso da tanto le vostre gambe sono ingessate e doloranti?Beh, a meno che non vi piaccia, potete evitarvelo!

Questo consiglio mi e' stato dato da un ragazzo che si allenava in montagna dove vado per gli europei di corsa off road-inutile dire che aveva due gambe che molti si sognano (non nel senso a cui state pensando ghey passivi)-ma passiamo ai fatti.

Quando avete finito il vostro allenamento infilate appena potete le gambe in acqua GELIDA (noi le mettevamo in un ruscello) e ce le lasciate piu o meno per 5 minuti anche se soffrirete un po per la differenza di temperatura gamba/acqua;fatto questo l'ideale sarebbe accompagnare il tutto con qualche esercizio distensivo -normale streching- o dentro o fuori dall acqua.

Io, malfidente, ho provato un giorno a non farlo e un giorno a farlo a parita' di percorso e devo dire che in uno mi sono alzato con le gambe ingessate nell altro fresche come delle rose.Da quel giorno in poi quando faccio un allenamento particolarmente pesante faccio questo e il giorno dopo non ho quei fastidiosi effetti.

Per me e' stato un miracolo, magari per voi e' la scoperta dell'acqua calda!

Bless e buona giornata a tutti!

Ps e'adatto a qualsiasi sforzo muscolare-quindi corsa bici ecc

Pps NON e' adatto in caso di problemi circolatori -tipo vene varicose ecc

Share this post


Link to post
Share on other sites

blueice qui che pratica football americano a buoni livelli ci vive nel ghiaccio praticamente.

 

 

io non avrei voglia/tempo/possibilità, di solito se riesco ripiego con una classica pedalatina agile agile il giorno seguente ed il gioco è fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'acqua gelata vasocostringi

quindi poi metti le gambe al caldo e ti vasodilati di brutto portando via gran parte dei cataboli dell'allenamento,

si fanno dei circuiti freddo caldo freddo caldo,

negli impianti termali ci sono dei percorsi( percorso kneipp)

nelle saune piscine gelate in banda

puoi farlo anche in doccia ma le temperature non sono ottimali

importante è finire sempre al caldo

occhio a svaroini di pressione e ai crampi in acqua gelata

comunque è utilissimo per il recupero.

 

post-8189-0-88662200-1368532261.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites

blueice qui che pratica football americano a buoni livelli ci vive nel ghiaccio praticamente.

io non avrei voglia/tempo/possibilità, di solito se riesco ripiego con una classica pedalatina agile agile il giorno seguente ed il gioco è fatto.

Sisi pero ti consiglio di provare perche' anche io di solito facevo allenamento defaticante ma i risultati sono assolutamente diversi e per me decisamente migliori!un po di ghiaccio in vasca da bagno non e' poi cosi sbatti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'acqua gelata vasocostringi

quindi poi metti le gambe al caldo e ti vasodilati di brutto portando via gran parte dei cataboli dell'allenamento,

si fanno dei circuiti freddo caldo freddo caldo,

negli impianti termali ci sono dei percorsi( percorso kneipp)

nelle saune piscine gelate in banda

puoi farlo anche in doccia ma le temperature non sono ottimali

importante è finire sempre al caldo

occhio a svaroini di pressione e ai crampi in acqua gelata

comunque è utilissimo per il recupero.

Grande, ecco la spiegazione scientifica del mio rimedio della nonna :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'anno scorso al tour l'astana era attrezzata in questo senso con delle campane crio-qualcosa.

Io sotto la doccia col "telefono" me le raffreddo… sennò ci pensa la glutammina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'acqua gelata vasocostringi

quindi poi metti le gambe al caldo e ti vasodilati di brutto portando via gran parte dei cataboli dell'allenamento,

si fanno dei circuiti freddo caldo freddo caldo,

negli impianti termali ci sono dei percorsi( percorso kneipp)

nelle saune piscine gelate in banda

puoi farlo anche in doccia ma le temperature non sono ottimali

importante è finire sempre al caldo

occhio a svaroini di pressione e ai crampi in acqua gelata

comunque è utilissimo per il recupero.

Grande, ecco la spiegazione scientifica del mio rimedio della nonna :) Come dice anche renatiello, anche per me l'unico modo sarebbe usare l'acqua fredda della doccia, quindi non gelata ne tantomeno in immersione completa.

Praticamente inutile credo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'acqua gelata vasocostringi

quindi poi metti le gambe al caldo e ti vasodilati di brutto portando via gran parte dei cataboli dell'allenamento,

si fanno dei circuiti freddo caldo freddo caldo,

negli impianti termali ci sono dei percorsi( percorso kneipp)

nelle saune piscine gelate in banda

puoi farlo anche in doccia ma le temperature non sono ottimali

importante è finire sempre al caldo

occhio a svaroini di pressione e ai crampi in acqua gelata

comunque è utilissimo per il recupero.

Grande, ecco la spiegazione scientifica del mio rimedio della nonna :) Come dice anche renatiello, anche per me l'unico modo sarebbe usare l'acqua fredda della doccia, quindi non gelata ne tantomeno in immersione completa.

Praticamente inutile credo...

non è detto, dipende dal tempo e dalla temperatura dell'acqua, puoi fare dei cicli acqua fredda acqua calda, stimola comunque molto la circolazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.