giordan

Riconoscimento moser

47 posts in this topic

Ciao,

 

mi e' capitata tra le mani una bicicletta completa moser.

 

Premetto che sono un novellino e quindi volevo chiedere a chi e' piu' esperto.

 

Cosa dovrei controllare per essere abbastanza tranquillo che quella che sto per prendere sia una moser e che non sia una patacca?

 

Grazie per l'aiuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

 

mi e' capitata tra le mani una bicicletta completa moser.

 

Premetto che sono un novellino e quindi volevo chiedere a chi e' piu' esperto.

 

Cosa dovrei controllare per essere abbastanza tranquillo che quella che sto per prendere sia una moser e che non sia una patacca?

 

Grazie per l'aiuto.

 

per iniziare posta un po' di foto..

Share this post


Link to post
Share on other sites

@matteozolt purtroppo foto non ne ho, vado a vederla di persona sabato prossimo

 

@pappoSCWr dovrei notare qualcosa di particolare sotto il mc?

 

Grazie per le risposte ragazzi

Vi terro' aggiornati.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@matteozolt purtroppo foto non ne ho, vado a vederla di persona sabato prossimo

 

@pappoSCWr dovrei notare qualcosa di particolare sotto il mc?

 

Grazie per le risposte ragazzi

Vi terro' aggiornati.

guarda se ci sono le solite pantografie moser sui pendini, sulla testa della forcella, sotto il movimento centrale, dai un occhio alle congiunzioni su google immagini e vedi se sono simili 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende molto da cosa stai valutando e sopratutto dall' anno di produzione del telaio.

Cerco di spiegarmi il meglio possibile facendo affidamento alla mia esperienza con le bici dello Sceriffo.

Non credo di dire cazzate ma è sempre possibile

Dal 1978, con i telai Sprint, Junior, Leader, Cromovelato & co hanno pendini e teste forcella pantografati e spesso la freccia nella scatola. Il cromo per esempio ha la scatola Cinelli (sbavo).

Dal 1990 i Leader AX, Classe, Forma non hanno nulla se non le decals quindi non presentano pantografie e hanno la scatola chiusa o al massimo alleggerita.

Dal 1996, con l' avvento deglli ALU abbiamo una prima produzione in Italia e qualcuno ha la freccia nella scatola da lì in poi quasi tutto made in Asia e comunque io non ne sò niente.

 

[Pavoneggio mode on]

Credo di poter provare a valutare se un telaio corsa è Moser vedendo le sue tolleranze.

YO 

[Pavoneggio mode off]

 

giordan se puoi metti delle foto che vediamo icche è!

Edited by danieledp (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende molto da cosa stai valutando e sopratutto dall' anno di produzione del telaio.

Cerco di spiegarmi il meglio possibile facendo affidamento alla mia esperienza con le bici dello Sceriffo.

Non credo di dire cazzate ma è sempre possibile

Dal 1978, con i telai Sprint, Junior, Leader, Cromovelato & co hanno pendini e teste forcella pantografati e spesso la freccia nella scatola. Il cromo per esempio ha la scatola Cinelli (sbavo).

Dal 1990 i Leader AX, Classe, Forma non hanno nulla se non le decals quindi non presentano pantografie e hanno la scatola chiusa o al massimo alleggerita.

Dal 1996, con l' avvento deglli ALU abbiamo una prima produzione in Italia e qualcuno ha la freccia nella scatola da lì in poi quasi tutto made in Asia e comunque io non ne sò niente.

 

[Pavoneggio mode on]

Credo di poter provare a valutare se un telaio corsa è Moser vedendo le sue tolleranze.

YO 

[Pavoneggio mode off]

 

giordan se puoi metti delle foto che vediamo icche è!

il classe e il forma hanno una m pantografata nelle congiunzioni ;) (per lo meno molti)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende molto da cosa stai valutando e sopratutto dall' anno di produzione del telaio.

Cerco di spiegarmi il meglio possibile facendo affidamento alla mia esperienza con le bici dello Sceriffo.

Non credo di dire cazzate ma è sempre possibile

Dal 1978, con i telai Sprint, Junior, Leader, Cromovelato & co hanno pendini e teste forcella pantografati e spesso la freccia nella scatola. Il cromo per esempio ha la scatola Cinelli (sbavo).

Dal 1990 i Leader AX, Classe, Forma non hanno nulla se non le decals quindi non presentano pantografie e hanno la scatola chiusa o al massimo alleggerita.

Dal 1996, con l' avvento deglli ALU abbiamo una prima produzione in Italia e qualcuno ha la freccia nella scatola da lì in poi quasi tutto made in Asia e comunque io non ne sò niente.

 

[Pavoneggio mode on]

Credo di poter provare a valutare se un telaio corsa è Moser vedendo le sue tolleranze.

YO 

[Pavoneggio mode off]

 

giordan se puoi metti delle foto che vediamo icche è!

il classe e il forma hanno una m pantografata nelle congiunzioni ;) (per lo meno molti)

Mai viste :)

 

io nella scatola del movimento centrale ho la "M"

M corsivo minuscolo? che telaio hai?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Dipende molto da cosa stai valutando e sopratutto dall' anno di produzione del telaio.

Cerco di spiegarmi il meglio possibile facendo affidamento alla mia esperienza con le bici dello Sceriffo.

Non credo di dire cazzate ma è sempre possibile

Dal 1978, con i telai Sprint, Junior, Leader, Cromovelato & co hanno pendini e teste forcella pantografati e spesso la freccia nella scatola. Il cromo per esempio ha la scatola Cinelli (sbavo).

Dal 1990 i Leader AX, Classe, Forma non hanno nulla se non le decals quindi non presentano pantografie e hanno la scatola chiusa o al massimo alleggerita.

Dal 1996, con l' avvento deglli ALU abbiamo una prima produzione in Italia e qualcuno ha la freccia nella scatola da lì in poi quasi tutto made in Asia e comunque io non ne sò niente.

 

[Pavoneggio mode on]

Credo di poter provare a valutare se un telaio corsa è Moser vedendo le sue tolleranze.

YO 

[Pavoneggio mode off]

 

giordan se puoi metti delle foto che vediamo icche è!

il classe e il forma hanno una m pantografata nelle congiunzioni ;) (per lo meno molti)

Mai viste :)

 

>io nella scatola del movimento centrale ho la "M"

M corsivo minuscolo? che telaio hai?

 

io ho un classe e ha le m minuscole con il font classico di moser

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Dipende molto da cosa stai valutando e sopratutto dall' anno di produzione del telaio.

Cerco di spiegarmi il meglio possibile facendo affidamento alla mia esperienza con le bici dello Sceriffo.

Non credo di dire cazzate ma è sempre possibile

Dal 1978, con i telai Sprint, Junior, Leader, Cromovelato & co hanno pendini e teste forcella pantografati e spesso la freccia nella scatola. Il cromo per esempio ha la scatola Cinelli (sbavo).

Dal 1990 i Leader AX, Classe, Forma non hanno nulla se non le decals quindi non presentano pantografie e hanno la scatola chiusa o al massimo alleggerita.

Dal 1996, con l' avvento deglli ALU abbiamo una prima produzione in Italia e qualcuno ha la freccia nella scatola da lì in poi quasi tutto made in Asia e comunque io non ne sò niente.

 

[Pavoneggio mode on]

Credo di poter provare a valutare se un telaio corsa è Moser vedendo le sue tolleranze.

YO 

[Pavoneggio mode off]

 

giordan se puoi metti delle foto che vediamo icche è!

il classe e il forma hanno una m pantografata nelle congiunzioni ;) (per lo meno molti)

Mai viste :)

 

>io nella scatola del movimento centrale ho la "M

"

M corsivo minuscolo? che telaio hai?

io ho un classe e ha le m minuscole con il font classico di moser

 

Bene, non si finisce mai di imparare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

c'è da stare attenti però a non confonderli con i Moser di Trento! la storica bottega di Ermanno Moser che produceva telaio corsa... questi si possono riconoscere perchè solitamente hanno pantografato un tridente o una M (maiuscola) e dalla scritta moser fatta con un diverso stile dei f.moser... esattamente così

post-4761-0-16361100-1358282634_thumb.jp

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma chi e' ch eli saldava sti moser?

E' una delle cose che vorrei capire in questo mondo!

Una volta, un annetto fà, parlai con Masciarelli (ciclista di Pescara) che era gregario di Moser e mi disse che molti suoi telai venivano saldati nel Vicentino in un capannone dello Sceriffo.

Quanto il Mascia aprì il negozio i telai top di gamma, mi disse, che erano quelli di Moser semplicemente con decals nostrane.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.